Proprietà semi di Lino

I Meravigliosi semi di lino sono in assoluto i semi con il più alto contenuto di OMEGA3 nel regno vegetale. Piccoli e scuri dalle proprietà miracolose. Possono essere usati nei prodotti da forno perchè il loro contenuto di omega3 ad alte temperature rimane intatto e questa è una notizia fantastica per tutti quelli che temevano di perdere questo prezioso nutriente con la cottura. La maggior parte dei cibi vegetali contengono piccole quantità di fitonutrienti chiamati lignani, ma i semi di lino contengono una quantità ben 7 volte maggiore dei famosi semi di sesamo.

lignani sono sostanze di origine naturale che ci aiutano a mantenere un cuore sano e attivo, sono potenti antiossidanti in grado di aumentare la nostra risposta immunitaria alle infezioni e contro alcuni tipi di cancro.

Proprietà semi di lino

Quando pensiamo ai cibi più ricchi di antiossidanti in natura, quelli che ci vengono prima in mente sono in genere frutta e verdura. Eppure, secondo una recente ricerca, i semi di lino superano in modo esponenziale moltissimi alimenti e se confrontati con altri alimenti comunemente consumati in termini di contenuto di polifenoli totali, li troviamo su una tabella da 1 a 100 alla NONA (9) posizione. La prima caratteristica unica dei semi di lino è il suo alto contenuto di acidi grassi omega-3. La seconda caratteristica unica dei semi di lino è la sua quantità elevata in lignani. Una terza caratteristica unica dei semi di lino è la loro mucillagine che può essere di aiuto per il nostro tratto intestinale.

Semi di lino

Gli acidi omega3 contenuti, svolgono un ruolo fondamentale per la salute cardiovascolare favorendo l’ottima circolazione sanguigna, abbassando la pressione, e abbassando il colesterolo LDL (cattivo) nelle nostre arterie. Sono anche potenti antiinfiammatori. La pianta dei semi di lino è veramente curiosa con un fiore colore azzurrino-viola che mette anche di buon umore.

Tabella nutrizionale Semi di Lino

Conclusioni: Qui sopra, possiamo dare uno sguardo alla tabella nutrizionale relativa ai semi di lino e vedere che, gli acidi omega3 ne fanno da capolinea. Sono presenti molti minerali tra cui il manganese il magnesio, il fosforo e il rame (copper). Tra le vitamine possiamo notare una buona presenza quantitativa della vitamina B1. Mangiare sporadicamente semi di lino può essere utile per la nostra salute generale e abbinati ad una dieta sana, equilibrata e varia gioca sicuramente un ruolo fondamentale nella nostra alimentazione quotidiana. I semi di lino sono abbastanza cari, costano molto e sinceramente non ho capito a cosa è dovuto il loro prezzo cosi elevato.




13 pensieri su “Proprietà semi di Lino

    • In umbria una confezione da 200 costa 4.50 euro :)
      Forse c’è differenza tra il prodotto biologico e quello delle grandi industrie dove usano
      pesticidi etc.

  1. per me è una novita che omega 3 rimane inalterato nella cottura dei semi di lino, io non cerco polemica vorrei solo sapere da dove ha preso questa informazione
    grazie

  2. Bisognerebbe metterli con altri semi oleosi nell’insalata ad esempio. Ma io, mi scordo! Complimenti, blog molto molto interessante! Buona giornata.

    • Ciao Sal, ovviamente gli omega3 dei semi di lino sono di origine vegetale e dunque, con meno “benefici documentati” rispetto a quelli di origine animale.

  3. Il pesce come il salmone e pesci grassi compreso l’integrazione di omega 3 costano, la fonte alternativa sono i semi di lino/chia e frutta secca :) per chi vuole fare una dieta sana e equilibrata!

    • Costano proprio perché, sono migliori dal punto di vista nutrizionale e gli omega3 del pesce, sono di gran lunga superiori agli omega3 di origine vegetale. In questo articolo, sono d’accordo quando dichiaro di mangiare omega 3 dei semi di lino. Ovviamente, in una dieta sana ed equilibrata mangiare anche “pesce grasso” omega 3 animali e omega 3 vegetale è la soluzione migliore per tutti.

  4. buongiorno, speravo che all’intestazione “come mangiarli” corrispondesse un articolo sulla preparazione più corretta per mangiare ed assimilare al meglio i semi di lino, ma non ho trovato nulla. Conoscerne caratteristiche e benefici è utile, ma nella mia esperienza tra crudi, tostati, con o senza ammollo notturno ci sono differenze; sarebbe possibile avere qualche chiarimento?

    • Salve gentilissima Cinzia, mi scuso per il tag non approfondito su “come mangiare i semi di lino”.
      Una domanda che tutti noi ci poniamo è Come posso mangiare i semi di lino? Innanzitutto i semi di lino si possono trovare sotto-forma di una vasta gamma di formati, tra cui semi interi, semi macinati oppure olio di semi di lino. I miei preferiti sono quelli “macinati” perché si assorbono per intero e possono essere “mischiati” con diversi cibi come per esempio i spaghetti. Pomodoro, aglio olio e peperoncino è un ottima ricetta ma con l’aggiunta dei semi di lino macinati diventa una vera manna di delicati sapori. C’è gente che aggiunge il parmigiano sulla pasta io aggiungo i semi di lino macinati. Da provare senz’altro i semi di lino macinati su una fetta di pane integrale. Come? Aggiungere del buon miele e mangiare le fette con una spolverata di semi di lino. Frullati energetici e ricchi di energia? Adoro mettere nel frullatore banane, latte e semi di lino macinati. Si possono altresì preparare deliziose minestre o zuppe con fagioli sempre spolverando i semi di lino. C’è chi preferisce mangiare i semi di lino per intero a colazione insieme ai cerali ma per esperienza personale, non li gradisco. A mio parare, macinati sono l’ideale perché è possibile inserirli in ogni idea di piatto culinario arricchendolo di sostanze nutritive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*