Gastrite: rimedi, sintomi e consigli

Gastrite: rimedi, sintomi e consigli: La Gastrite è una infiammazione, un irritazione o un erosione del rivestimento dello stomaco. Può verificarsi improvvisamente e viene definita forma (acuta) o può verificarsi gradualmente e viene denominata forma (cronica). Le cause della gastrite sono veramente molte e variano da persona a persona. In questo articolo cercherò di spiegare in maniera semplice quali siano le cause, i sintomi e le possibile cure per questo male che affligge moltissime persone al giorno d’oggi.

Quali sono le cause gastrite? La gastrite può essere causata da un irritazione causata da un eccessivo abuso di alcol, vomito cronico, stress, o l’uso di alcuni farmaci come l’aspirina o altri farmaci anti-infiammatori non steroidei come per esempio il cortisone (bentelan), gli antistaminici (xyzal, reactine etc). Un altra causa potrebbe essere l’Helicobacter pylori: un batterio che vive nella mucosa dello stomaco.

Cause gastrite

In assenza di trattamento l’infezione può portare a ulcere, e in alcuni casi al cancro dello stomaco. Un altra causa ancora, potrebbe essere l’Anemia perniciosa: Una forma di anemia che si verifica quando lo stomaco non ha una sostanza naturale necessaria per assorbire e digerire correttamente la vitamina B12. Anche il reflusso della bile può essere una causa da non scartare: un reflusso di bile nello stomaco dal tratto biliare (che collega il fegato e la cistifellea). E infine ci sono alcune Infezioni causate da svariati batteri e virus. Se la gastrite non viene trattata, può portare a una grave perdita di sangue e in certi casi, può aumentare il rischio di sviluppare il cancro allo stomaco. (Anche se il rischio è alto, questo non significa che il cancro si sviluppa per forza.)

Quali sono i sintomi della gastrite? I sintomi della gastrite variano da persona a persona e tante persone non hanno nemmeno sintomi. Però i sintomi più comuni includono: nausea o ricorrenti mal di stomaco, gonfiore addominale, dolore addominale, vomito, indigestione, spasmi allo stomaco, esplosioni allo stomaco, strani movimenti allo stomaco, sensazione di bruciore allo stomaco, movimenti allo stomaco con spasmi frequenti tra i vari pasti o durante la notte, singhiozzo continuo, perdita di appetito, vomito misto a sangue.

Gastrite

Come viene diagnosticata la gastrite? Per diagnosticare la gastrite, il medico esaminerà la vostra storia personale e familiare, eseguirà un attenta valutazione fisica, e raccomanderà uno dei seguenti test descritti qui in basso.

1) Endoscopia: Un endoscopio, un tubo sottile che contiene una piccola telecamera, viene inserito attraverso la bocca e va dritto giù nello stomaco a spiare in modo efficace il rivestimento dello stomaco per controllare eventuali danni.

2) Esami del sangue: Si controlla il numero dei globuli rossi per verificare se si ha una forma di anemia, se i globuli sono pochi l’anemia è dietro l’angolo.

3) Screening: Si eseguono anche screening per valutare la presenza di infezione da Helicobacter pylori. Può essere ricercato anche nelle feci o con strumenti avanzati tramite alcuni esami del sangue o semplicemente tramite il Breath test (Test del respiro).

4) Esami delle feci: Questo test verifica la presenza di sangue nelle feci (un possibile segno di gastrite), e’ opportuno verificare sempre con l’esame delle feci  che non ci sia in corso una parassitosi (vermi intestinali) il che potrebbe nascondere un altra causa di gastrite ancora ben poco conosciuta.

Qual è il trattamento per la gastrite? Il trattamento per la gastrite di solito comporta: l’assunzione di antiacidi e altri farmaci per ridurre l’acidità di stomaco, che provoca ulteriore irritazione alle zone infiammate. Si dovrebbero evitare cibi molto caldi e piccanti. Per quanto riguarda la gastrite causata da Helicobacter. pylori, il medico prescriverà una terapia di antibiotici diversi (in genere 3 diversi), più un farmaco antiacido di solito il pantopan  (gastro protettore usato per fermare il bruciore di stomaco). Se la gastrite è causata da anemia perniciosa, verrà somministrata vitamina B12 ad alte dosi. Evitare assolutamente lo stress, se ne parla poco ma lo stress in realtà gioca un ruolo fondamentale nell’esordio della gastrite acuta.

Conclusioni: Uno stress eccessivo, come un arrabbiatura improvvisa, alcuni sentimenti tristi, possono influenzare l’intero sistema digestivo e causare una gastrite nervosa. Si deve cercare di eliminare gli alimenti irritanti dalla nostra dieta come per esempio il lattosio (contenuto nel latte e in tutti i formaggi, biscotti, tortellini, yogurt, latticini, gelati etc) e il glutine di frumento. Tutte le bibite gassate, evitare per molto tempo il limone e l’aglio che in caso di infiammazione possono far aumentare i sintomi. Si alle tisane a base di liquirizia e ginger (Zenzero). Una volta che il problema di fondo scompare, anche la gastrite scomparirà. Si dovrebbe sempre parlare con il vostro medico di base prima di interrompere qualsiasi medicinale o prima di iniziare qualsiasi trattamento fai da te. Qual è la prognosi per la gastrite? La maggior parte delle persone con gastrite migliorano rapidamente una volta che il trattamento è iniziato.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*