Consigli per non invecchiare parte 3

Consigli per non invecchiare parte 3: Personalmente credo che vivere sano sia un processo che comprende dieta, esercizio fisico, sonno regolare e ottima gestione dello stress. Tuttavia, tutto questo non sembra bastare per vivere totalmente in buona salute. Purtroppo, viviamo in un tempo in cui le tossine presenti nel nostro ambiente possono sopraffare i nostri organismi.

Di cosa parlo? Tossine ambientali, materie plastiche, inquinamento causato da grandi quantità di carbonio nell’aria, metalli pesanti, e tutte le tossine alimentari provenienti da pesticidi, additivi, coloranti etc. Questo “stress tossico” è un invito a nozze per numerose malattie.

Invecchiamento

Se le tossine continueranno indisturbate ad essere presenti nella nostra quotidianità questo si trasformerà automaticamente in malattie che diventeranno croniche e probabilmente, anche molto costose da un punto di vista finanziario. Una soluzione a questo problema ci sarebbe ed è quella di disintossicare regolarmente il nostro organismo. Sarebbe ideale su base regolare assumere tisane disintossicanti e depurative.

1) Si consideri di bere nel periodo estivo un frullato verde da preparare con tarassaco, prezzemolo, cavoli,  bietola, indivia, spinaci, scarola, cavoli, crescione. Verdure particolarmente utili per la  pulizia del fegato e della cistifellea. (Nota: evitare il tarassaco, se si soffre di allergie stagionali.) Chiedete ad un esperto magari un medico per regolarvi con le quantità, io qui non vi posso aiutare. Per disintossicarsi non basta bere l’ottimo frullato verde, la depurazione dell’organismo avviene in moltissimi modi e io vi consiglierò cosa fare.

2) Tenete per un mese il televisore, il computer e il cellulare spento. Andate a fare una passeggiata in un luogo verde e tranquillo lontano dalla città (preferibilmente in campagna). Prendete con voi una corda per saltare e fate dei piccoli salti regolarli nel bel mezzo della natura. Ricordatevi di bere molta acqua e meditate sui rumori che la natura regala ai vostri sensi. Prima di uscire di casa bevetevi una tisana depurativa con tarassaco (dente di leone) un pizzico di ginger (zenzero) in polvere e qualche goccia di limone fresco spremuto a freddo. (Il sapore non è dei migliori, ma con me funziona molto bene è mi da molta grinta).

3) Nei giorni a seguire, per mantenere il vostro corpo in uno stato “depurativo” è bene evitare cibi tossici come i grassi idrogenati (Li trovate molto spesso nei biscotti presenti nei discount alimentari) o trans e alimenti ad alto contenuto di fruttosio, sciroppo di mais, zucchero, caffeina, alcol (vino, birra, alcolici di qualsiasi genere) e nicotina (fumo di sigaretta). Diminuite queste “tossine” per una sola settimana. E’ un metodo abbastanza potente per capovolgere totalmente la vostra salute fisica e mentale.

4) Si può notare che nel momento in cui ci si siede (avete presente no?), si inizia a ricordare involontariamente molte cose (brutte, belle e alle volte cattive) si sente il bisogno di agire su noi stessi. Se state seduti sull’erba iniziate a ringraziare nella vostra mente per quel bel momento di calma che state vivendo allontanando il prima possibile i pensieri negativi che non tarderanno ad arrivare sopratutto quando l’oscurità (la notte) inizierà a galoppare. Tutti i vostri pensieri devono essere rivolti al presente. Quando questi pensieri vengono e provano a rubare la vostra attenzione dal vostro corpo, iniziate a prendere grandi respiri e usate i vostri sensi per udire i rumori di madre natura. In poco tempo vi sentirete vivi. Il nostro è un percorso fatto di energie positive e negative. Fortunatamente esistono dei scudi conosciuti nell’antichità.

5) Parlando di scudi, sapete cosa fare per proteggervi dalle energie negative quando procedete alla depurazione del vostro organismo? Dovete vestirvi in un certo modo, ovviamente non vi inviterò a comprare nulla di quello che non avete già. (speriamo).

Conclusioni: Il colore dei nostri vestiti aiutano ad attrarre vibrazioni energetiche positive e respingono le vibrazioni negative. Siete mai andati qualche volta in gita fuori porta? Sicuramente avrete preferito colori vivaci, molto vivaci (vero?). C’è una spiegazione a tutto ciò. I colori vivaci, attirano energie invisibili positive mentre i colori scuri e spenti no. Con l’avanzare dell’età si preferiscono colori scuri, grigi o marroni scuri. (Anche questo sicuramente lo avete notato nelle persone anziane).

Tutto quello che c’era una volta di vivace sembra spegnersi con l’avanzare dell’età. Il cambiamento si nota sia all’interno che all’esterno di noi stessi. Uno dei colori più potenti in grado di attirare energie positive e fare da “potente scudo” contro energie negative è il colore bianco. Dunque vestitevi di bianco, e se proprio non vi piace (come può non piacere?) preferite un colore molto vivace come l’azzurro del cielo. No ai colori scuri come il nero, capace di attirare energie universali negative. Provateci, e se volete lasciate un commento qui sotto raccontando l’esito di una vostra comune giornata. Un giorno provate a vestirvi di nero e un altro giorno provate a vestirvi di bianco e vi renderete conto da soli senza l’aiuto di nessuno, quanto le piccole energie invisibili possono “intossicare” anche la nostra anima. Rimanete sintonizzati per il prossimo appuntamento sui consigli per non invecchiare parte 4 di Marius Lixandru previsto per il 30 aprile 2013.




Un pensiero su “Consigli per non invecchiare parte 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*