Linfonodo e Linfonodi

Linfonodo e Linfonodi: I linfonodi sono gli organi periferici del sistema linfatico del nostro organismo. La linfa è un fluido chiaro e bianco trasparente che viaggia attraverso i vasi, si muove all’interno dei tessuti e lavora per mantenere pulite tutte le parti del corpo. I linfonodi agiscono come filtri lungo il sistema linfatico. Questi nodi intrappolano germi come batteri, virus, tossine e cellule tumorali cercando di rimuoverle dal corpo.

La Struttura dei linfonodi: I linfonodi, sono piccole strutture a forma di fagiolo che assomigliano a piccoli bulbi e si trovano lungo i vasi linfatici. I linfonodi contengono i linfociti, un tipo di globuli bianchi. Questi agiscono come potenti combattenti contro l’invasione in massa di batteri, virus, cellule tumorali e tossine. I linfociti aiutano a controllare anche la risposta immunitaria.I linfociti originano dalle cellule staminali nel midollo osseo. Tipi di linfociti: Ci sono due principali classi di linfociti:

Linfonodo collo

1) Linfociti B: I Linfociti B si sviluppano pienamente nel midollo osseo.
2) Linfociti T: I Linfociti T vengono rimossi dal midollo osseo in una forma immatura quando raggiungono altri organi, come il timo (ghiandola), dove essi raggiungono la maturità e sono capaci di combattere infezioni e antigeni estranei. Per maggiori informazioni sui linfociti e sulle loro funzioni, vi consiglio la lettura: Linfociti e macrofagi, cosa sono e come funzionano.

1) Che cosa è la linfa? La linfa è un liquido chiaro e trasparente che scorre attraverso i canali linfatici. Fluisce attraverso i vasi sanguigni più piccoli e nei canali linfatici chiamati capillari. La linfa è capace di pulire il sangue che scorre nelle arterie. Se la linfa non viene scaricata in modo adeguato, si potrebbe gonfiare il linfonodo. Vi è un grande vaso all’interno del torace che porta la linfa in un grande vaso sanguigno vicino al cuore. Il liquido filtrato, sali e proteine che vengono attraverso i canali linfatici sono tutti depositati nel sangue.

2) Cosa contengono i linfonodi? I linfonodi contengono cellule del sistema immunitario che possono attaccare e distruggere i germi che i vasi linfatici hanno portato nel linfonodo. Immaginate che dell’acqua scorra dentro un tubo e la pressione spinga della sporcizia dentro un contenitore, nel nostro caso il linfonodo. Qui dentro si trovano le nostre guardie che attaccheranno l’intruso in modo molto violento.

3) Dove si trovano i linfonodi? I linfonodi sono localizzati in siti specifici a grappoli. Ad esempio, tutti i canali linfatici delle dita, del palmo della mano, del braccio, vengono filtrati attraverso i linfonodi del gomito e delle ascelle. I canali linfatici dalle dita dei piedi e delle gambe corrispondono ai linfonodi dietro il ginocchio e all’inguine. I canali del viso, testa e cuoio capelluto vengono filtrati nei linfonodi del collo. Esistono anche linfonodi profondi ben situati tra i polmoni e negli intestini.

4) Quali organi fanno parte del sistema linfatico? I principali organi che fanno parte del sistema linfatico sono i milza, timo, tonsille e adenoidi. Di questi la milza trova all’interno dell’addome (lato sinistro sotto le costole), il timo al petto e le tonsille e le adenoidi all’interno della parte posteriore della bocca.

5) Cancro e il sistema linfatico: Un altro fatto importante è che i canali linfatici servono per diffondere le cellule tumorali in tutto il corpo. La metastasi del cancro si verifica frequentemente perchè le cellule tumorali viaggiano attraverso il sistema linfatico.

6) Linfonodi del collo gonfi: A volte può capitare di avere i linfonodi del collo ingrossati sia nella parte destra che nella parte sinistra del collo. Cosa fare in questi casi? Potrebbe trattarsi di un infiammazione ai denti oppure ad un specifico dente (Batteri e germi che si auto-replicano ed entrano nel sistema linfatico tramite i canali dei denti), oppure un foruncolo vicino all’orecchio o in sede del collo. Nel primo caso sarà sufficiente rivolgersi ad un dentista che consiglierà un adeguata terapia antibiotica e procederà alla rimozione di un specifico dente o pulizia della parte infetta. Se non si ha dolore ai denti o mal di gola o qualsiasi altro problema fronte-viso si potrebbe effettuare un test assumendo vitamina C 1000 mg e cioè 1 grammo. La vitamina C è un potente supporto del sistema immunitario. 1 grammo al giorno è il dosaggio raccomandato per prevenire raffreddori, mal di gola e svariate infezioni comuni.

Conclusione: Più del 90% dei linfonodi ingrossati è causato da germi e batteri e non da cancro. Vedere qualcosa di strano che si gonfia nel nostro corpo ci mette subito in allarme, ma la calma è la regola fondamentale per sconfiggere sia le paure che il problema alla fonte. Ricordare di potenziare il sistema immunitario nei periodi freddi con specifici integratori, con vitamina C, echinacea, propoli, zinco per evitare futuri inconvenienti come i linfonodi ingrossati.




2 pensieri su “Linfonodo e Linfonodi

  1. Salve ho un piccolo gonfiore sotto l’orecchio destro, sicuramente un linfonodo, praticamente da sempre. Un pallino che a volte diventa lievemente più grande e più duro.
    Da quando ho incominciato a praticare la meditazione ho notato che in breve tempo si è rimpicciolito, quasi non si vede più il leggero rigonfiamento cutaneo (piccolo accorgimento)
    Ho già fatto un controllo e mi hanno detto che non è niente, ma non mi hanno spiegato, come al solito, come può succedere che di tanto in tanto certe persone abbiano un linfonodo che rimane perennemente gonfio.
    Sa dirmi qualcosa in proposito? Grazie!

    • Salve gentilissimo Simone, dipende da molti fattori. Anche un semplice raffreddore o un’influenza possono causare un rigonfiamento di un linfonodo. Casi di linfonodi quasi “perennemente” gonfi possono dipendere da “allergie” ad acari, pollini, polvere etc. Questi allergeni essendo presenti quasi per la totalità dell’intero anno in situazioni e ambienti differenti possono esserne la causa scatenante. Ti consiglio per esperienza personale una vista dall’allergologo con alcuni test a polvere, acari, arachidi e sopratutto pollini di diverse piante. Il test è semplicissimo ed indolore e viene denominato “prick test”. Alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*