Dente del giudizio

Dente del giudizio: I denti del giudizio sono la terza e ultima serie dei molari che la maggior parte delle persone nella tarda adolescenza sviluppa. Talvolta questi denti possono essere una risorsa preziosa per la nostra bocca. Altre volte però quando non sono correttamente allineati, richiedono la rimozione per evitare che possano danneggiare i denti adiacenti, la mandibola, le gengive e i nervi. I denti sono i “corpi” più duri del corpo umano. Oltre ad essere parte essenziale per la masticazione, i denti giocano un ruolo importante nel parlare. I denti sono suddivisi in:

1) Smalto: Lo smalto è in gran parte costituito da fosfato di calcio, un minerale estremamente duro.
2) Dentina: La dentina è uno strato sottostante lo smalto ed è costituita di cellule viventi, che secernono a loro volta una sostanza minerale molto dura.
3) Polpa dentaria: E’ la parte più morbida dei denti ed è costituita da vasi sanguigni e nervi.

Dente del giudizio

Quali sono i sintomi di un infezione al dente del giudizio?
I sintomi di un’infezione causata da un dente del giudizio sono:
1) Arrossamento e gengiva infiammata.
2) Gonfiore mandibolare.
3) Dolore.
4) Pus che fuoriesce dalla gengiva.
5) Le ghiandole linfatiche sotto la mandibola si ingrossano e diventano dolenti.
6) Può diventare difficile aprire la bocca, mangiare e deglutire.
7) Febbre quando l’infezione avanza.

I denti del giudizio possono essere racchiusi all’interno del tessuto molle o all’interno dell’osso mascellare e sfondare bucando la gengiva. Molte volte una parziale eruzione dei denti del giudizio, permette ai batteri di entrare nella zona vicina al dente e causare un’infezione.

Gli antibiotici sono una soluzione a breve termine: Le infezioni causate dai denti del giudizio possono essere trattate con antibiotici, tuttavia l’infezione può continuare a tornare a meno che non venga rimosso il problema alla radice. Le persone con differenti problemi di salute e un immunità compromessa possono soffrire alcune complicazioni da infezioni ricorrenti.

Dolore dente del giuidizio

1) Come si fa a sapere se si hanno i denti del giudizio? Molto semplice! Chiedete al vostro dentista che a sua volta effettuerà una radiografia per valutare la presenza e l’allineamento dei denti del giudizio. Il vostro dentista vi potrà raccomandare l’estrazione dei denti del giudizio prima che questi inizino a sviluppare alcuni problemi. Questo procedimento viene fatto per evitare una estrazione più dolorosa ed anche più complicata.




La rimozione risulta essere più facile nei soggetti giovani proprio perché le radici del dente del giudizio non sono ancora completamente sviluppati e l’osso risulta essere meno denso. Con l’avanzare dell’età, il recupero e il tempo di guarigione tendono ad essere molto più lunghi rispetto ai soggetti di giovane età.

2) Cosa succede quando si procede alla rimozione del dente del giudizio? I denti e il tessuto circostante saranno storditi con un anestetico locale. Dopo la rimozione che avviene abbastanza facilmente vi sentirete un pò storditi, ma nulla di che. Prima di procedere all’anestesia si consiglia di effettuare qualche analisi per non risultare allergici all’anestesia stessa. I problemi più comuni associati con i denti del giudizio sono infezioni gengivali e carie.

3) Complicazioni dente del giudizio: Le cisti sono complicazioni dei denti del giudizio. Molto raramente, un tumore può svilupparsi nel sito coinvolto. I denti del giudizio di solito non causano alcun dolore fino a quando il danno è già stato fatto.




2 pensieri su “Dente del giudizio

  1. Da circa un mese mi esce pus dal dente del giudizio, mi sono accorto per caso una mattina toccando cn lo spazzolino la gengiva…il pus non esce se non viene stimolata la gengiva. Ho fatto due cure di antibiotici augumentin e zitromax senza ottenere risultati il pus continua ad uscire…

    • Salve gentilissimo Angelo. Innanzitutto le chiedo umilmente scusa per non avere risposto al suo commento del 2014. Spero che dopo così tanto tempo lei abbia risolto il problema consultandosi con il suo dentista di fiducia. In questi casi si ha bisogno di un intera panoramica del dente per capire come esso sia posizionato. Potrei azzardare che qualche “scheggia di dente” potrebbe essere rimasta bloccata graffiando continuamente la gengiva dal suo interno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*