Orzaiolo: sintomi, rimedi, cura

Orzaiolo: sintomi, rimedi, cura: Un orzaiolo si sviluppa quando una ghiandola vicino alla palpebra si infetta. A prima vista assomiglia ad un foruncolo sulla palpebra e può svilupparsi sia all’interno che all’esterno della stessa. L’orzaiolo e spesso causato da un batterio (stafilococco) che si trova nel naso e viene facilmente trasferito all’occhio quando ci strofiniamo il naso e poi conseguentemente l’occhio.

Quali sono i sintomi dell’orzaiolo? I primi sintomi dell’orzaiolo sono dolore, arrossamento, gonfiore e solletico. Dopo la comparsa dei primi sintomi, un piccolo brufolo si svilupperà nella zona interessata. L’occhio colpito diventerà gonfio e dolorante.

Orzaiolo

L’orzaiolo non è comunemente dannoso per la visione e in generale guarisce in pochi giorni. La nostra capacità di vedere bene sia da vicino che da lontano non dovrebbe essere influenzata minimamente dall’orzaiolo. Ci può essere in molti casi un aumento della lacrimazione e un aumento della sensibilità alla luce e una sensazione come se ci fosse qualcosa all’interno dell’ occhio (sensazione di corpo estraneo).

1) L’orzaiolo è contagioso? Si, l’orzaiolo risulta estremamente contagioso. Ovviamente c’è una zona infettata da un batterio e se andiamo a strofinare l’occhio colpito e poi tocchiamo l’occhio del nostro collega, anche lui avrà sfortunatamente un alta percentuale di rimanere infettato. Dobbiamo cercare per quanto sia possibile di tenere occhi e sopratutto mani pulite cercando di non condividere coperte, lenzuola, salviette, posate o asciugamani con altre persone.

2) Quanto dura un orzaiolo? Si può incoraggiare il processo di guarigione applicando impacchi caldi di tisana di camomilla o calendula per 10 o 15 minuti, tre o quattro volte al giorno. Grazie all’azione antinfiammatoria della camomilla e della calendula il dolore diminuirà nella maggior parte dei casi. Non cercate assolutamente mai e poi mai di rompere o tentare di scoppiare il piccolo brufolo che si formerà. E’ altamente contagioso ed è meglio aspettare la risoluzione automatica del problema. L’orzaiolo interno è più pericoloso di quello esterno da un punto di vista medico. Questo tipo di orzaiolo è sempre bene farlo controllare dal vostro medico di famiglia oppure dal vostro oculista. Se avete orzaioli frequenti, il vostro medico può decidere di prescrivere una pomata antibiotica per evitare il ripetersi. Solitamente l’orzaiolo ha una durata di circa 7-8 giorni prima della completa guarigione.

3) Di quali vitamine necessita il nostro organismo per evitare l’orzaiolo? Tra le vitamine alleate alla lotta contro l’orzaiolo troviamo la vitamina C e il minerale Zinco entrambi ottimi guerrieri. Lavorando sinergicamente sono in grado di rafforzare la risposta del nostro sistema immunitario diminuendo e allontanando definitivamente il problema dell’orzaiolo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*