Effetti radiazioni sul corpo umano

Effetti radiazioni sul corpo umano: Le radiazioni provocate da un attacco nucleare sull’organismo umano sono veramente orrende. Ai giorni nostri, dobbiamo sopportare e sopravvivere in un mondo avvelenato da radiazioni nucleari. L’uomo da quando ha scoperto il nucleare, gioca a fare il guerriero con ogni creatura vivente sul pianeta terra. Come si misura il livello di radiazione?

Grandi dosi di radiazioni ionizzanti in un breve periodo di tempo portano alla sindrome acuta da radiazioni o più comunemente avvelenamento da radiazioni. La gravità dei sintomi dipende dal livello di esposizione. Qui di seguito un elaborata immagine che ci dona una chiara visione su cosa può succedere ad un corpo umano esposto a radiazioni.

Radiazioni

Le radiazioni ionizzanti sono molto pericolose. Esistono molti tipi di radiazioni ionizzanti. Radiazioni cosmiche, alfa, beta, neutroni, gamma o raggi X. Quello che conta è quanto un organismo è “esposto” a un concetto chiamato “dose assorbita”. Assorbite nel nostro corpo le radiazioni, distruggono i legami fra le molecole, danneggiano le cellule che a loro volta generano radicali liberi. Le Radiazioni alterano le grandi macromolecole del DNA e dell’RNA, causando danni somatici e genetici. Sono in grado di alterare le funzioni e gli apporti degli oligo-elementi nel metabolismo.

Radiazioni corpo umano

Il momento in cui le cellule sono più vulnerabili in rapporto alle radiazioni, è quello della riproduzione in cui il DNA, è in fase di duplicazione. Le strutture del nucleo sono dissolte e gli enzimi che assicurano l‘integrità del materiale genetico non possono operare. Gli organi più sensibili alle radiazioni sono il midollo osseo e il sistema linfatico. A livello dell’intero organismo invece, sia nell’uomo che negli animali si nota un precoce invecchiamento dell’organismo correlato alla dose totale di radiazione assorbita, sia con forti dosi istantanee sia con l’esposizione prolungata a bassi livelli di radioattività.

Nausea, vomito, mal di testa, affaticamento e febbre sono i segni di esposizione alle radiazioni. Se il corpo è esposto ad una dose veramente alta i globuli bianchi cominciano a morire. Senza un trattamento adeguato tutte le persone esposte a forti dosi di radiazioni hanno alte probabilità di non potercela fare.

Radiazioni sul corpo umano

Questo è il rischio più grande di fronte a disastri come quelli accaduti a Fukushima in Giappone e Chernobyl in Ucraina. Ancora oggi le persone continuano ad ammalarsi per via di queste radiazioni provocate da incidenti anche a distanza di anni. Il nucleare ci dona grandi quantità di energia elettrica ma la sua pericolosità è talmente alta che il suo utilizzo diventa controproducente e sopratutto pericoloso non solo per la nostra generazione ma anche per le future generazioni che abiteranno questo pianeta. Vieni a scoprire anche l’interessante articolo sulle radiazioni dei cellulari.

Terapia e pillole di iodio? Un comune metodo profilattico per la prevenzione dell’esposizione allo iodio-131 è quella di saturare la tiroide con l’isotopo di iodio più comune in natura, lo iodio-127 (non radioattivo), somministrandolo come ioduro. Lo ioduro di potassio viene somministrato per prevenire l’assorbimento del radioiodio da parte della tiroide, dopo un incidente nucleare.




2 pensieri su “Effetti radiazioni sul corpo umano

  1. Buonasera, dopo aver lavorato per tanti anni in un magazzino di funghi porcini, secchi. posso ricordare che in quel periodo spesso sentivo strani sbandamenti, e sensi di vertigini, che sono aumentati nel corso degli anni. ho scoperto in questi giorni che ho assorbito molte radiazioni da parte di questi funghi proprio per il continuo maneggiarli. ora mi trovo nella condizione di non sapere come misurare la radioattività che ho, e come curarla, poichè comporta seri disagi fisici. vi ringrazio per la cortese risposta.

    • Buonasera Maria Rita, hai provato a parlarne con il proprio medico curante? Esistono in commercio delle apparecchiature in grado di misurare
      la frequenza di radiazioni di ogni organismo. Non so sinceramente se negli ospedali italiani sono dotati di tali sistemi. Prova a chiedere al tuo medico, e ripassa qui lasciando un messaggio affinché qualcuno possa leggerlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*