Le bugie sulla vitamina B17

Le bugie sulla vitamina B17: Denominata da molti laetrile, amigdalina e vitamina b17 questa sostanza è dannosa per il nostro organismo al di la di quello che leggerete su moltissimi siti di salute e benessere contaminati da cialtroni. Diversi promotori in Italia e all’estero stanno facendo fortune promuovendo l’amigdalina, come un trattamento del cancro. Tutto questo è falso e dovete fare particolare attenzione alle favole raccontate dai siti italiani “molto famosi”. Prima di tutto non esiste nessuna vitamina B17.

Il laetrile è una truffa brevettata che altera la molecola naturale. E’ una sostanza talmente tossica che io stesso non riesco a vedere alcuna differenza tra questa terapia a base di laetrile e la chemioterapia.

vitamina B17

Come ben si sa l’intera logica della chemioterapia è quella di uccidere il cancro prima di uccidere il paziente. Peccato però che il divario tra uccidere il cancro e uccidere il paziente è molto stretta. In poche parole: troppa chemio = il paziente muore. L’amigdalina produce cianuro di idrogeno, un potentissima tossina che mette in serio pericolo la nostra vita. Il cianuro è un composto molto reattivo ed estremamente tossico. È presente nel piccolo intestino umano e si può trovare in una varietà di alimenti comuni Beta-glucosidasi, uno degli enzimi che catalizzano il rilascio di cianuro dall’ amigdalina. Questo porta ad una tossicità imprevedibile e potenzialmente letale quando l’amigdalina viene assunta per via orale. L’ingestione continua di semi di albicocca amari può causare a molte persone tossicità gravi fino ad arrivare alla morte per causa di avvelenamento da cianuro.

Nel 1950 lo statunitense Ernst Krebs e suo figlio isolarono il laetrile, una sostanza simile all’amigdalina, ma contenente una molecola di glucosio in meno e soprannominò impropriamente la sostanza come vitamina B17. Da allora molte persone morirono dopo questi trattamenti e ancora oggi, grazie ad internet è pieno di persone che vogliono avventurarsi in questa cialtroneria. Si possono trovare moltissimi documenti in rete dove tutto è spiegato accuratamente e per farvi capire che genere di persona era il signor Ernst Krebs.

laetrile vitamina b17

Naturalmente i truffatori dicono che è tutto parte di una cospirazione atta a screditare la loro teoria e la loro merce putrefatta. Andate a chiedere consiglio al proprio medico, oppure ai medici che hanno visto morire i propri pazienti ingannati dalle cialtronerie. Sono stati eseguiti moltissimi studi riguardo al laetrile ma nessun studio ha dato riscontri positivi nell’utilizzo di questa “panacea”.

Guarire al giorno d’oggi di cancro si può ma solo cambiando la propria alimentazione e allontanando tutto quello che è inquinante a partire dai nostri piatti fino all’aria che andiamo a respirare. Ci sono tantissime altre alternative alla chemioterapia altre meno efficaci altre ancora più efficaci ma tutto si basa sulla scelta finale del paziente. Non consiglierei a nessuno nemmeno al mio peggior nemico di avventurarsi rischiando di morire per ascoltare un “mito“. Eppure ancora oggi nell’era della digitalizzazione e dell’informazione libera dove una semplice ricerca su internet su google oppure su wikipedia può portarci alla verità la gente continua con la “FALSA” propaganda delle noccioline dell’albicocca. 

In conclusione: La vitamina B17 è un nome “amichevole” dato al “cianuro che si può sviluppare nel nostro corpo” atta ad ingannare il lettore di turno. Una delle cose che odio maggiormente e sentire persone che fanno domande del genere. Quanti semi di albicocca si devono mangiare affinchè la terapia con l’amigdalina sia efficace? Avete presente quelle storie inventate per produrre denaro? Potete trovare libri e compresse sul famoso portale amazon. Ancora oggi ci sono un enormità di persone che “proteggono” la tesi dell’efficacia di tale sostanza, un po come fanno i testimoni di geova (Non vogliono sentire nient’altro solamente la loro idea). Ad ognuno la propria religione.




5 pensieri su “Le bugie sulla vitamina B17

  1. un articolo più falso e cialtronesco di questo non credo di averlo mai letto!
    il Dr. Ernst Krebs ha scoperto proprio che la vitamina B17 risveglia l’apoptosi delle cellule cancerogene e le uccide prima di quelle sane, quindi in dosi limitate è realmente un anticancro!
    detto ciò nell’articolo si cita proprio il Dr. Krebs per invocare una tesi falsa e assolutamente contraria a ciò che ha scoperto!
    disinformazione allo stato puro!

    • La disinformazione “Quella pericolosa” è proprio fatta da gente ciarlatona come te. Che pur di difendere un affermazione falsa e pericolosa come quella della “vitamina B17” (che vitamina poi non è) continua con la sua teoria “complottistica”. Un altro personaggio della rete “spremuto” fino in fondo, capace con i suoi commenti pungenti di alterare l’opinione pubblica. Approvo il tuo commento per par condicio.

  2. Ebbene dove starebbe la verità? Te la dico io.. c’è una legge a livello mondiale che vieta alle big pharma di and company di brevettare una cosa che deriva dalla natura.. e questo vale per il limone, il bicarbonato, la b17, l’ascorbato di potassio, la vitamina C, il magnesio, lo iodio lugol.. ecc ecc. Se non si può brevettare nessuna big pharma spenderà un centesimo per la ricerca.. e quindi vi continuano a dire che la cura non può che arrivare dal mondo medico perché tutto il resto è cialtroneria.. ora continua pure ad avere le tue idee ma sappi che i complotti e i cartelli esistono. Ora spiegami che idee hai sull’aspartame e perche le big pharma lo inseriscono in tutti i medicinali anche per bambini.. invece di mettere un po di zucchero? Costa meno? Sara un motivo economico ho qualcosa di più diabolico… a te la scelta.

  3. io mi chiedo perchè i medici che hanno le competenze giuste non si ribellano a questo schifo di case farmaceutiche, che devono lucrare sulla sofferenza dei malati e familiari; mi chiedo ma non può accadere pure a loro di ammalarsi??
    di una cosa sono certo che non è possibile che ancora oggi non si è trovata una cura adatta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*