Le bugie sulla vitamina B17

Le bugie sulla vitamina B17: Denominata da molti laetrile, amigdalina e vitamina b17 questa sostanza è dannosa per il nostro organismo al di la di quello che leggerete su moltissimi siti di salute e benessere contaminati da cialtroni. Diversi promotori in Italia e all’estero stanno facendo fortune promuovendo l’amigdalina, come un trattamento del cancro. Tutto questo è falso e dovete fare particolare attenzione alle favole raccontate dai siti italiani “molto famosi”. Prima di tutto non esiste nessuna vitamina B17.

Il laetrile è una truffa brevettata che altera la molecola naturale. E’ una sostanza talmente tossica che io stesso non riesco a vedere alcuna differenza tra questa terapia a base di laetrile e la chemioterapia.

vitamina B17

Come ben si sa l’intera logica della chemioterapia è quella di uccidere il cancro prima di uccidere il paziente. Peccato però che il divario tra uccidere il cancro e uccidere il paziente è molto stretta. In poche parole: troppa chemio = il paziente muore. L’amigdalina produce cianuro di idrogeno, un potentissima tossina che mette in serio pericolo la nostra vita. Il cianuro è un composto molto reattivo ed estremamente tossico. È presente nel piccolo intestino umano e si può trovare in una varietà di alimenti comuni Beta-glucosidasi, uno degli enzimi che catalizzano il rilascio di cianuro dall’ amigdalina. Questo porta ad una tossicità imprevedibile e potenzialmente letale quando l’amigdalina viene assunta per via orale. L’ingestione continua di semi di albicocca amari può causare a molte persone tossicità gravi fino ad arrivare alla morte per causa di avvelenamento da cianuro.

Nel 1950 lo statunitense Ernst Krebs e suo figlio isolarono il laetrile, una sostanza simile all’amigdalina, ma contenente una molecola di glucosio in meno e soprannominò impropriamente la sostanza come vitamina B17. Da allora molte persone morirono dopo questi trattamenti e ancora oggi, grazie ad internet è pieno di persone che vogliono avventurarsi in questa cialtroneria. Si possono trovare moltissimi documenti in rete dove tutto è spiegato accuratamente e per farvi capire che genere di persona era il signor Ernst Krebs.

laetrile vitamina b17

Naturalmente i truffatori dicono che è tutto parte di una cospirazione atta a screditare la loro teoria e la loro merce putrefatta. Andate a chiedere consiglio al proprio medico, oppure ai medici che hanno visto morire i propri pazienti ingannati dalle cialtronerie. Sono stati eseguiti moltissimi studi riguardo al laetrile ma nessun studio ha dato riscontri positivi nell’utilizzo di questa “panacea”.




Guarire al giorno d’oggi di cancro si può ma solo cambiando la propria alimentazione e allontanando tutto quello che è inquinante a partire dai nostri piatti fino all’aria che andiamo a respirare. Ci sono tantissime altre alternative alla chemioterapia altre meno efficaci altre ancora più efficaci ma tutto si basa sulla scelta finale del paziente. Non consiglierei a nessuno nemmeno al mio peggior nemico di avventurarsi rischiando di morire per ascoltare un “mito“. Eppure ancora oggi nell’era della digitalizzazione e dell’informazione libera dove una semplice ricerca su internet su google oppure su wikipedia può portarci alla verità la gente continua con la “FALSA” propaganda delle noccioline dell’albicocca. 

In conclusione: La vitamina B17 è un nome “amichevole” dato al “cianuro che si può sviluppare nel nostro corpo” atta ad ingannare il lettore di turno. Una delle cose che odio maggiormente e sentire persone che fanno domande del genere. Quanti semi di albicocca si devono mangiare affinchè la terapia con l’amigdalina sia efficace? Avete presente quelle storie inventate per produrre denaro? Potete trovare libri e compresse sul famoso portale amazon. Ancora oggi ci sono un enormità di persone che “proteggono” la tesi dell’efficacia di tale sostanza, un po come fanno i testimoni di geova (Non vogliono sentire nient’altro solamente la loro idea). Ad ognuno la propria religione.




25 Replies to “Le bugie sulla vitamina B17”

  1. un articolo più falso e cialtronesco di questo non credo di averlo mai letto!
    il Dr. Ernst Krebs ha scoperto proprio che la vitamina B17 risveglia l’apoptosi delle cellule cancerogene e le uccide prima di quelle sane, quindi in dosi limitate è realmente un anticancro!
    detto ciò nell’articolo si cita proprio il Dr. Krebs per invocare una tesi falsa e assolutamente contraria a ciò che ha scoperto!
    disinformazione allo stato puro!

    • La disinformazione “Quella pericolosa” è proprio fatta da gente ciarlatona come te. Che pur di difendere un affermazione falsa e pericolosa come quella della “vitamina B17” (che vitamina poi non è) continua con la sua teoria “complottistica”. Un altro personaggio della rete “spremuto” fino in fondo, capace con i suoi commenti pungenti di alterare l’opinione pubblica. Approvo il tuo commento per par condicio.

  2. Ebbene dove starebbe la verità? Te la dico io.. c’è una legge a livello mondiale che vieta alle big pharma di and company di brevettare una cosa che deriva dalla natura.. e questo vale per il limone, il bicarbonato, la b17, l’ascorbato di potassio, la vitamina C, il magnesio, lo iodio lugol.. ecc ecc. Se non si può brevettare nessuna big pharma spenderà un centesimo per la ricerca.. e quindi vi continuano a dire che la cura non può che arrivare dal mondo medico perché tutto il resto è cialtroneria.. ora continua pure ad avere le tue idee ma sappi che i complotti e i cartelli esistono. Ora spiegami che idee hai sull’aspartame e perche le big pharma lo inseriscono in tutti i medicinali anche per bambini.. invece di mettere un po di zucchero? Costa meno? Sara un motivo economico ho qualcosa di più diabolico… a te la scelta.

  3. io mi chiedo perchè i medici che hanno le competenze giuste non si ribellano a questo schifo di case farmaceutiche, che devono lucrare sulla sofferenza dei malati e familiari; mi chiedo ma non può accadere pure a loro di ammalarsi??
    di una cosa sono certo che non è possibile che ancora oggi non si è trovata una cura adatta.

  4. Ho chiesto a tutti i dottori nelle cliniche dove sono stato se al posto mio avrebbero accettato una chemioterapia. Hanno risposto tutti no.
    Mi domando perchè?

  5. Mi spiace ma conosco persone che sono guarite dal cancro con la B17! e non c’e’ solo internet a parlarne, ma libri (Phillip Day), tesi e studi e, fino a quando il cartello farmaceutico non l’ha resa illegale, persino cliniche e medici che la utilizzavano e con successo. Cmq noi ci stiamo passando adesso, se ritrovero’ il sito tra qualche mese vi faro’ sapere se ha funzionato

    • Salve gentilissima Paola pubblico il suo commento solamente per par-condicio. Non ho mai letto così tante bufale in un solo commento. Addirittura si parla di guarigione di persone a lei vicine senza nessun dato alla mano e cosa ancora più pericolosa di tutte e la notizia “Falsa” ed insensata sulla vitamina b17 tra l’altro denominata erroneamente b17 perchè si parla di amigdalina potenzialmente letale se assunta per bocca per via dell’intossicazione al cianuro. Non c’è bisogno che lei ritrovi il sito per dare senza dati informazioni errate. Mi dispiace per la sua condizione ma questa non è di certo la giusta strada da percorrere.

  6. Allora, visto che troppa informazione niente informazione, a questo punto ho provato di persona ad assumere semi amari di albicocca, non tanto per eventuali cellule tumorali che non so di avere, ma semplicemente per vedere se funzionava con semplice raffreddore (4/5 volte anno) o influenza (raramente). Risultato: sono ormai 5 anni che non ho mai più contratto nè raffreddore nè influenza. Ho 56 anni peso 78 kg e quando percepisco di avere contratto i virus suddetti assumo 3 armelline di albicocca e che volete che vi dica, passa il guaio. Provate, di sicuro con 3 armelline non muore nessuno. Effetto placebo? Chi se ne frega, l’importante è stare bene.

    • Effetto placebo? Senz’altro si. Quello che mi preoccupa che nonostante lei stia bene adesso non significa che potrebbe stare bene con questa dieta nei prossimi anni, anzi, potrebbe veramente creare diversi problemi. Consigliare di “provare” ad altre persone la sua ipotetica dieta pericolosa può essere dannoso. Le persone devono discutere di importanti cambiamenti nella propria dieta con il proprio medico curante e non per sentito dire da “qualcuno” che ha commentato un qualsiasi giorno dell’anno su un blog. Combattere il virus con i semi di albicocca è una delle più grandi assurdità del 21 esimo secolo. Se era così facile non sarebbero esistiti vaccini e tantomeno scienziati “appassionati” da ogni parte del mondo. Assurdo leggere queste cose. Quanta ignoranza nelle sue parole. Le auguro una buona giornata e le consiglio di smettere di consumare semi e di consigliare ad altre persone di mangiarli.

  7. Marius vai a – te e le tue chemio, i miei nonni nel periodo estivo consumavano grandi quantità di semi erano come per noi le arachidi o le nocciole, in base alle – che dici e pretendi di farci credere dovevano morire dopo pochi mesi. Ti assicuro che sono campati a lungo. Pensa con I semi di albicocca e pesca si faceva addirittura un dolce tipo il mandorlato che veniva dato ai bambini. La quantità di cianuro è infinitesimale e se non assumi dosi da elefante quasi innocuo. Sei un venduto alla medicina di guadagno come tanti altri. Dimenticavo evita di scrivere – tipo….pubblico il suo commento per par condicio…..chi sei tu per giudicare gli altri? -.

    • Salve gentilissimo Giancarlo, pubblico il suo commento per par condicio. Come ho pubblicato gli altri per lo stesso identico motivo. Vedo che non ha una grande educazione ed i suoi insulti sono stati eliminati ma non il suo “succo del discorso” che è visibile a tutti. I dati non sono in “base” alle mie idee e non pretendo di farle cambiare idea visto che, questi dati sulla pericolosità dei semini sono scritti da riveste scientifiche accreditate. Vuole tirare in ballo anche lei signor Giancarlo il complotto? Chi è lei per fare certe affermazioni false? Un guru o un illuminato? L’ignoranza dilaga giorno dopo giorno. Ricapitolando: Mangiare semi di albicocca può causare gravi tossicità a causa dell’avvelenamento da cianuro. Sì, ha letto bene grave tossicità ma anche la morte. Mangiare “molti” semi di albicocca può uccidere. Vorrei sottolineare che, se si mangia accidentalmente uno o due semi di albicocca non si muore e non succede nulla. La Food Standards Agency afferma che è sicuro mangiare un nocciolo di albicocca al giorno (ma non dicono che fa bene) anzi. Se legge attentamente questa “pubblicazione” persone che hanno mangiato 30 nocciole di albicocca al giorno sono entrate in “coma”. Queste informazioni si possono trovare liberamente non le dico io, ma pubblicazioni scientifiche ed io, a differenza sua, credo alla scienza. La conclusione degli studi effettuati fino ad oggi conferma che l’amigdalina, laetrile, vitamina B17 ha alti livelli di tossicità e nessuna efficacia contro il cancro.

  8. mahhh! Io mangio semi di girasole, semi di zucca etc. La domanda è: quali semi possono essere buoni e quali dannosi per la salute? Esiste una lista?

    • Salve gentilissimo Claudio, la maggior parte dei semi sono buoni per la nostra salute se non vengono consumati tostati e salati e se non si hanno particolari allergie. I semi di “albicocca” fanno parte della lista dei semi che possono avere controindicazioni anche serie.

  9. Buonasera,
    Una cosa non mi è chiara. L’assunzione di 2/3 semi al giorno può causare danni, o è la grossa quantità assunta (al giorno) di semi che potrebbe provocare i danni che lei cita?

    Comunque, argomento interessante

    • Salve gentilissimo Salvo, indipendentemente dalla dose può in persone sensibili, dare differenti problemi. Proprio per questo ho sempre evitato la loro assunzione.

  10. ho letto tutte le email e non so chi possa aver ragione.
    Chiedo solo, visto che tanti hanno provato questi semi e se ti scrivono vuol dire che non sono morti, penso che tu abbia fatto grandi studi chimici o hai provato direttamente i semi per essere così sicuro e non avere dubbi sulla probabilità che loro abbiano ragione? prendo solo esempio un fatto su un altro tema non so se sai del gaudolino (penso si chiami così) in pratica il liquido che viene usato per il contrasto nelle TAC che non è molto salutare costa molto e le farmaceutiche guadagnano moltissimo, ci sono però alcuni ospedali soprattutto all’estero che usano invece il succo di ananas che fa la stessa funzione. E allora perchè la sanità non impone di usare questo che darebbe un grande risparmio? Non sono complotti ma fatti economici infatti gli antitumorali (chemioterapie) allo stato costano tantissimo

    • Salve gentilissimo Gianni. Non riesco più a seguire questa onda di complottisti. Seriamente tu ingeriresti una pianta velenosa solo in piccole quantità sentendo una serie di complottisti su internet che rilasciano commenti pungenti solo perché secondo loro è così? Le enciclopedie, le ricerche scientifiche, la chimica stessa non sono sufficienti a farti desistere? È allora perché questo è allora perché quest’altro. Se i semi di albicocca rilasciano tossine anche se in piccole quantità io non le mangio e basta. Non faccio di certo prove per sentito dire sapendo che la chimica non è un opinione. Chi ha orecchie per capire.. a buon intenditore poche parole. Eppoi tu, carissimo Gianni credi veramente che quelli che hanno commentato sono divoratori di semi di albicocca solo perché lo hanno scritto?

  11. non volevo più scrivere ma mi tocca farlo
    io ho risposto in seguito alla tua ma vedo che non è stata pubblicata probabilmente perchè tu vuoi avere l’ultima parola così hai sempre ragione

    • Salve gentilissimo Gianni, mi dispiace che il tuo ultimo commento non è stato approvato evidentemente c’era al suo interno qualche “insulto” visto che il sistema automatico dei messaggi lo ha bloccato.

  12. Ciao Marius. Io sono uno di quelli che continuano a domandarsi perché le persone devono continuare a morire quando la natura ci fornisce dei rimedi e soluzioni ai nostri problemi? Quello che fa male è il fatto che mentre le persone muoiono ci sono altri che guadagnano mettendo al bando questi rimedi che la natura ci offre e che ci sono in grado di salvarci. In seguito a questo argomento in corso, che mi interessa molto perché ho degli amici cari che voglio aiutare a non morire, sono andato su Wikipedia per ricercare sul argomento. Guarda cosa cosa ho trovato: “La tradizione della medicina antica riporta l’uso del cianuro dell’albicocca e dai suoi frutti contro l’esaurimento, l’ulcera e il tumore.”
    “Per trattare quest’ultimo viene tutt’oggi ricavata una sostanza, il Laetrile, che dovrebbe rilasciare cianuro solo legandosi ad un enzima attivo nelle cellule cancerose, che sarebbero così colpite, trattate e distrutte direttamente dal veleno. La terapia è tuttora legale in Messico e in Australia. Numerosi paesi la ritengono inutile, se non dannosa.”
    (https://it.wikipedia.org/wiki/Albicocca). Mi domando: è possibile che i messicani e gli australiani che la usano LEGALMENTE, son sono a conoscenza dell’altissima tossicità di cianuro, come sostiene lei?

    • Salve gentilissimo Simeon, mi dispiace che alcuni suoi amici soffrano di questo brutto male. Purtroppo, voglio chiarire subito una cosa riguardo la frase “Come sostiene Lei”. Non lo sostengo io ma le moltissime ricerche scientifiche in merito. In Australia i semi di albicocca sono stati bannati il 23 novembre 2015. Non credo che l’articolo su wikipedia sia stato aggiornato. Sono stati segnalati 46 casi in Australia di intossicazione da cianuro proveniente dai semi crudi. E’ possibile trovare le fonti scrivendo su google “Cyanide Banned in Australia”. Altrettanto, non mi risulta che in Messico la terapia sia “legale”. Se era “facile” guarire dal cancro mangiando semi, tutte le persone colpite dal male dovrebbero alzarsi dal letto come Lazzaro, purtroppo non mi risulta. Non ho la cura contro il cancro e mi dispiace vedere soffrire numerose persone per via di questo male ma non voglio nemmeno alimentare false speranze. Sono altresì certo che una cura “naturale” esista ma non è stata ancora scoperta. Le auguro una buona giornata in continuazione.

  13. Si vede che ci credi proprio in quello che stai dicendo, beato te. Non mi sorprendo però, dato che il 95% della gente sono dello stesso tipo :-(

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*