Pressione alta: Ipertensione e rimedi

Pressione alta: Ipertensione e rimedi: Che cosa è la pressione alta? Molto probabilmente almeno una volta nella propria vita ognuno di noi ha sentito queste due parole, pressione alta e ipertensione. La pressione sanguigna viene “riassunta” da due misure, sistolica e diastolica, che dipendono dal fatto che il muscolo cardiaco si contrae (sistole) e rilassa tra i battiti (diastole). Questo è identico alla tensione massima e minima, rispettivamente. L’ipertensione oppure “pressione alta” è quando i livelli di pressione arteriosa sono tra i 140 e 90, o superiore, per un certo numero di giorni o settimane.

Se si ha la pressione alta, il nostro cuore è costantemente sotto sforzo e con lui, anche i vasi sanguigni che vengono continuamente sollecitati. Nel corso del tempo, questo sforzo continuo aumenta il rischio di un attacco di cuore, ictus e ischemie. La pressione alta oltre alle malattie cardiache e renali, può causare anche alcune forme di demenza in alcuni individui. Andiamo con ordine e cerchiamo di capire quali sono i segni e i sintomi dell’ipertensione (Pressione alta). Innanzitutto misurare la pressione con un misuratore di pressione da braccio una sola volta, non ha un valore che può confermarci o meno di soffrire di ipertensione.

Come misurare la pressione

La pressione va misurata per almeno una settimana tutti i giorni almeno tre volte al giorno per avere una conferma certa. Esistono sul mercato differenti misuratori di pressione alcuni meno precisi ed altri più precisi e io, vi consiglio il più preciso di tutti e con un costo veramente accessibile a tutte le tasche lo Sfigmomanometro da braccio Beurer.

Al giorno d’oggi nonostante l’avanzamento della medicina non si sa esattamente che cosa causa l’alta pressione sanguigna si sa però, che lo stile di vita gioca un ruolo fondamentale nel scatenare l’alta pressione. Qui di seguito voglio elencarvi alcuni stili di vita che possono contribuire allo sviluppo dell’ipertensione anche in soggetti di giovane età.

Pressione arteriosa

1) Eliminare il sale da tavola: Da quando siamo piccoli siamo continuamente e inconsapevolmente spinti a mangiare troppo sale. Metti il sale sulle uova, metti il sale sulla bruschetta e cosi via. Eliminare o ridurre al massimo il sale da cucina può essere, un vantaggio per la nostra salute. Se proprio non se ne può fare a meno, cambiate il sale da cucina con il Sale rosa. In ogni modo, qualsiasi sia il colore del sale c’è sempre tanto sodio contenuto e dunque. moderazione oppure eliminazione completa del sale e dal glutammato.

2) Poca frutta e verdura: La mancanza di vitamine, minerali e antiossidanti che provengono nella maggior parte da frutta e verdura vengono etichettate dalle nuove generazioni come cibo non idoneo al proprio stile di vita. La verità è che non si mangia ancora abbastanza frutta e verdura. Attenzione però anche alla frutta e alla verdura che si consuma. Frutta e verdura devono essere oltre che biologiche nate in un ambiente “Protetto” e nutrito con acqua “Non inquinata”. Molta frutta e verdura coltivata in alcuni paesi nasce sopra vecchi depositi di mondezza o in casi più seri di scorie nucleari. Si al biologico e per essere sicuri meglio un orto in casa!

3) Poco movimento, troppa sedentarietà: Non essere abbastanza attivi è un grande problema al giorno d’oggi. La maggior parte delle persone perde troppe ore davanti al computer o nel proprio ufficio e l’ipertensione, può essere dietro l’angolo.

4) Sovrappeso e ipertensione: La maggior parte delle persone che ha problemi di pressione alta è in sovrappeso. Questo però non significa che essere magri ci proteggerà dall’ipertensione. In ogni caso dimagrire qualche kg in meno può essere un buon punto di partenza.

5) Alcool e pressione alta: L’alcool è sempre più diffuso tra i giovani d’oggi rispetto a qualche secolo indietro. Non a caso, l’ipertensione è aumentata anche tra quest’ultimi. Evitare per quanto possibile l’alcool.

6) Fumo di sigaretta e ipertensione: Che sia fumo di sigaretta “passivo” non fa nessuna eccezione, meglio evitare tutti i locali dove si fuma apertamente. Avete presente le discoteche? Sono piene di fumo e piene di giovani malati di cuore. Evitare il fumo per quanto sia possibile e si eviteranno anche futuri problemi di ipertensione.

7) Altre cause varie: Quando si invecchia automaticamente la pressione del sangue può aumentare. Le persone di origine africana e meridionale sono più a rischio di altre nel sviluppare un alta pressione sanguigna. Anche la genetica gioca un ruolo fondamentale e il rischio aumenta se uno dei vostri membri in famiglia ha avuto in passato oppure ha problemi di pressione alta.

Conclusione: Una volta compiuti i 30 anni di età si dovrebbe iniziare a seguire giornalmente i propri valori pressori proprio per evitare sorprese con un esame di routine. Io che ho 30 anni misuro la pressione almeno tre volte a settimana con un dispositivo denominato Sfigmomanometro da braccio della Beurer il migliore ora come ora sul mercato rapportato a qualità\prezzo. Se i livelli di pressione sono alti allora bisognerà rivolgersi al più presto al proprio medico curante. Se hai intenzione di misurarti la pressione dopo l’attività fisica, dopo avere mangiato cibi salati, bevuto caffè, redbull, coca cola o aver fumato, oppure durante un periodo di stress o attacco di panico i tuoi valori potrebbero essere molto alti ma senza valore medico “significativo”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*