Influenza e svenimento

Influenza e svenimento: L’influenza è causata da un virus che mette a dura prova il nostro organismo. In questi ultimi giorni ho affrontato una temibile influenza che è riuscita in brevissimo tempo a mettermi a letto. Qui di seguito ho intenzione di entrare nel dettaglio per farvi capire tutti i sintomi che ho sviluppato. Innanzitutto, partiamo dall’inizio fino ad arrivare allo svenimento che mi ha preso alla sprovvista ed è, l’argomento principale di questo articolo.

1) Primo giorno: Debolezza fisica generalizzata.
2) Secondo giorno: Starnuti fortissimi e continui per tutta la giornata con febbre che superava molto facilmente i 39.
3) Terzo giorno: Starnuti molto forti con moltissima fuoriuscita di mucosa trasparente e febbre persistente sopra i 39.

Influenza e svenimento 4) Quarto giorno: Sensazione di fame totalmente sparita iniziata dal secondo giorno, inizio dolore in gola e tosse con polmoni stanchi con sensazione di bruciore “polmoni che bruciano”. Sensazione di vomito insistente e persistenza della febbre a 39.
5) Quinto giorno: Organismo debilitato. Inizio a sudare alle 3 di notte moltissimo ed ho fame e sete, appena cerco di fare uno sforzo, inizio a perdere i sensi. Sono svenuto con sensazione di formicolio a mani e piedi. Ho sentito che la testa mi ha lasciato con un intensa sensazione di morte imminente. Ho iniziato a sudare freddo e la mia testa risultava essere molto leggera.

Rimedi influenza

Cercherò di spiegare cosa è successo e perchè l’influenza mi ha portato allo svenimento.

1) Disidratazione: Nonostante avessi bevuto moltissima acqua, questo non è bastato al mio organismo per far fronte all’eccessiva perdita di liquidi avvenuta con l’altissima temperatura corporea di 39,7 protratta per 5 giorni di fila. Tra i sintomi della disidratazione possiamo sentire sete, fiacchezza, debolezza, astenia, vertigini, palpitazioni, ansia, ipotensione, cardiopalmo (sentire il proprio cuore che batte) e deficit cognitivi.

2) Ipoglicemia: L’influenza è riuscita ad ingannare il mio organismo che inconsapevolmente non aveva fame di “cibo”. Dopo quasi 48 ore (circa 2 giorni) senza mangiare il mio corpo è impazzito portandomi allo svenimento. Tra i sintomi dell’ipoglicemia che ho manifestato ho avuto: sudore, sensazione di calore, pallore, sudore freddo, fame, formicolio mani e piedi, giramento di testa, visione sfocata, confusione generale.

Come ho reagito di fronte a questo fortissimo impedimento?

1) Acqua e succhi di frutta: Ho sconfitto la disidratazione assumendo dopo i primi sintomi una grande quantità di acqua e succo di frutta. Uno dei miei maggiori errori è stato non avere prima di questo giorno a disposizione qualche succo di frutta. L’acqua da sola non è sufficiente quando si ha l’influenza per far fronte alle perdite idriche. Il nostro organismo ha bisogno anche di zuccheri, vitamine e minerali.

2) Cibo, subito: Grazie al barattolino di miele vicino al mio comodino ho fatto in tempo a mandare giu due cucchiaini di “carboidrati semplici” provenienti dalla complessa struttura del miele. Mangiando miele i miei sintomi “ipoglicemici”, sono regrediti in qualche secondo.

Conclusione: Nonostante sono intervenuto tempestivamente per non peggiorare la situazione ho chiamato anche il 118 per sicurezza. I sanitari del 118 mi hanno fatto un iniezione di glucosio nel sangue. Ricordate sempre che quando si ha l’influenza è bene non rimanere mai da soli a casa per lunghi periodi di tempo. State sempre insieme alla persona che amate o vicino ad un vostro caro che possa aiutarvi in caso di bisogno. Attenzione agli sforzi improvvisi e sopratutto cercate di mangiare. E’ difficile mangiare quando abbiamo febbre ed influenza ed io stesso, ne sono stato testimone. Non lasciate che la malattia prendi il sopravvento e cercate di reagire. Date al vostro organismo tutto quello di qui ha bisogno carboidrati semplici, proteine, vitamine e minerali di ogni genere.




Un pensiero su “Influenza e svenimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*