Come allevare pecore

Come allevare pecore: Quasi per gioco ho comprato una pecora, e adesso ne ho molte di più. Le pecore sono animali molto docili e facili da addomesticare. Si abituano molto velocemente al proprio pastore e lo seguiranno e impareranno da lui molte cose. Al giorno d’oggi, le pecore, vengono allevate per una serie di motivi per lo più di interesse economico e non per l’amore di quest’ultime. Come si guadagna con le pecore? La maggior parte delle persone allevano pecore per questi motivi:

1) Vendita di lana: La lana costa poco, moltissimi allevatori di pecore la regalano giusto per non buttarla. E’ molto facile trovarla e le grandi aziende, non sembrano interessate all’acquisto di lana di pecore in un mondo dove domina il “made in china” con materiali di bassissima qualità dannosi per la salute e per l’ambiente.
2) Vendita di latte e formaggio: Qui c’è il maggior guadagno. Vendere il formaggio dalla propria fattoria o dal proprio allevamento è una buona fonte di guadagno.
3) Vendita di pelli: Le pelli delle pecore vengono utilizzate per la produzione di “vestiti” e per la produzione di “tappeti”.
4) Vendita di carne e agnelli: Sopratutto in concomitanza con le feste pasquali molti allevatori “fanno una barca di soldi”. Una pecora può tranquillamente partorire 3 agnelli.

Allevare pecore

Io allevo pecore per questi motivi:
1) Animali docili che aiutano a mantenere un prato tagliato ad opera d’arte distruggendo piante infestanti come le “Graminacee” che possono provocare allergie nell’uomo.
2) Produzione di lana per l’inverno. La lana servirà per la coperta invernale in camera da letto e per cuscini morbidi e caldi.
3) Produzione propria di latte di pecora e formaggio di pecora ad altissimo valore nutritivo.

Come allevare pecore

Avere un piccolo allevamento di pecore è molto gratificante. Il successo nell’allevare pecore richiede una buona pianificazione. Ecco alcune indicazioni per aiutare qualsiasi principiante che ha intenzione di allevare pecore:

1) Terreno a disposizione: Le pecore hanno bisogno di spazio, dunque se non avete spazio verde a disposizione per il pascolo è meglio non tenere le pecore. Se siete amatori potete tenere 2-3 pecore per tenervi il prato pulito a regola d’arte.
2) Ricovero estivo, primaverile e invernale: Le pecore hanno bisogno di un ricovero sia in estate che in inverno. D’estate potranno entrare nel ricovero per trovare ombra e nascondersi dai raggi solari e in inverno, il ricovero proteggerà le pecore dalle freddissime correnti di aria e dalla neve.
3) Budget per acquisto delle pecore e spese veterinarie: Le pecore costano abbastanza. Meglio acquistare agnelli quando essi sono piccoli per risparmiare. C’è da dire che c’è bisogno di alcune spese veterinarie per i vaccini, la sverminazine, etc. I costi di trasporto, il costo del fieno, il costo dei cereali, il costo del ricovero con tanto di recinzione. Da non dimenticare la rasatura delle pecore nella stagione estiva che ha anche essa un costo.

Cosa mangiano le pecore?
1) Erba fresca e graminacee di ogni genere: Nel mio orto è pieno di “erbacce” infestanti di ogni genere e le pecore nella stagione primaverile sembrano apprezzare moltissimo tutto quello che madre natura crea.
2) Fieno secco, sempre a disposizione giorno e notte.
3) Erba medica: “secca”  a volontà ed Erba medica fresca, quest’ultima in quantità molto molto limitate.
4) Cereali come grano e granturco in quantità non esagerate: Solitamente alcune manciate verso le 10 del mattino e la sera verso le 19.
5) Acqua fresca: L’acqua delle pecore deve essere sempre fresca e cambiata regolarmente ogni giorno.

Quali sono i predatori delle pecore?
1) Coyote: Il maggiore responsabile nel mondo della morte delle pecore.
2) Lupo: Il lupo attacco in branco le pecore per questo motivo, insieme alle pecore è bene avere dei cani di grossa taglia come i “maremmani”.
3) Cane: Il cane è responsabile per un 20% delle perdite tra gli ovini. Molti cani randagi sono pericolosi per il vostro gregge e dunque, anche in questo caso nel vostro gregge non deve mancare un pastore maremmano o comunque sia un cane di grossa stazza.
4) Volpe: La volpe è un predatore molto astuto, può attaccare il gregge non custodito ma se il gregge è custodito, la volpe non si avvicinerà.
5) Aquila Reale: Il pericolo maggiore per i piccoli agnellini nati è la grande aquila reale con i suoi artigli è in grado di atterrare sopra un agnello e portarselo via con la sua forza.

Quale razza di pecore allevare? Esistono diverse razze di pecore da poter allevare, dalle merinos ottime per la lana ad altre con abbondanza di latte. Io ho scelto una via di mezzo e la mia razza esposta nelle foto qui sopra è la pecora “Turcana” di origini romene che si adatta a climi molto rigidi con inverni anche sotto i -30 gradi. E’ molto difficile scegliere la razza giusta per la propria regione. Praticamente nel Nord Italia sarebbe da preferire una razza di pecora da “montagna” che resiste ad inverni più miti mentre nel Sud Italia è preferibile allevare una pecora che ha molta meno lana ma produce più latte per eventuali formaggi.

Mai fidarsi di altri pastori: L’invidia è una brutta bestia, la maggior parte dei pastori non vi diranno mai quante pecore hanno e un altra fetta maggiore, troverà tutti i possibili “rimedi” e “bugie” per non farvi acquistare pecore. I pastori che hanno pecore da moltissimi anni in realtà non vogliono altri concorrenti sul mercato. Perché questo? In realtà le pecore portano un profitto non indifferente grazie agli aiuti economici provenienti dall’unione europea per chi cresce ovini. Superati i 50 capi di ovini, c’è un indennizzo “in soldi” che varia da nazione a nazione.

Conclusione: Per il momento io ho 7 pecore di cui 6 femmine e 1 maschio “ariete”. Sono ancora piccole e non è possibile “mungerle” esistono sul mercato una varietà di strumenti che semplificano la vita del pastore e permette loro, di “mungere” le pecore in modo del tutto automatico con un risparmio di tempo non indifferente ma anche in un ambiente molto più igienico. Nei prossimi articoli le proprietà del latte di pecora e le proprietà del latte di capra.




4 pensieri su “Come allevare pecore

    • Salve gentilissimo Pietro, ci sono moltissime altre razze di pecore in Francia. Hai in mente qualche pecora particolare francese? Esistono alcune pecore da latte molto buone anche in Italia come per esempio la famosa pecora Sarda.

  1. Ciao io vorrei acquistare due pecore sarde, ma io non ho molto tempo, vorrei sapere una cosa, vogliono munte sempre, o dopo quando allattato l’agnello, non è obbligatorio mungere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*