Proprietà e benefici Schisandra chinensis

Proprietà e benefici Schisandra chinensis: Conosciute in buona parte del mondo come “Bacche dei cinque sapori”, le bacche della Schisandra chinensis sono note per il loro particolare connubio di sapori e per le loro proprietà salutistiche. La Schisandra è una pianta medicinale di provenienza asiatica coltivata sin da tempi molto remoti in ampie zone della Cina, del Giappone e della Corea, anche se è piuttosto diffusa anche nelle aree più remote della Russia sudorientale. La pianta produce delle bacche che crescono sotto forma di grappoli, con un colore rosso lucente che ricorda vagamente il ribes.

Il nome della pianta deriva dal cinese wu wei zi, che significa appunto bacca dai cinque aromi: se ne mangiate una sentirete una combinazione unica di sapori, dal dolce all’amaro, passando per l’acido e il salato piccante. Nelle zone di provenienza viene usata in molte maniere diverse: in Russia si utilizza per produrre un particolare vino dal sapore dolce, oppure come condimento per le carni e la selvaggina; nel campo della pasticceria, la si trova in marmellate e sciroppi.

Proprietà Schisandra chinensis

Tuttavia, l’uso principale è quello medicinale, si consideri che è annoverata tra le 50 specie fondamentali della medicina tradizionale cinese. In Italia possiamo trovare le bacche della Schisandra in alcune erboristerie e negozi di prodotti naturali; possono essere consumate fresche, tuttavia in molti impieghi vengono utilizzate essiccate e spesso le si può trovare in commercio in questa forma oppure in polvere. Potete usarle in vari modi: quello più appagante è sicuramente degustarle in un infuso da bere freddo o caldo, oppure in gelati e budini.

Botanicamente parlando la pianta appartiene alla famiglia delle Schisandraceae. Genere: Schisandra. Nome scientifico: Schisandra chinensis. I semi è possibile trovarli in negozi specializzati. Il loro prezzo in Italia è molto elevato ed è molto difficile trovarle. Si possono piantare anche in Italia sopratutto nella zona del sud e sulle isole. La sicilia per esempio è ottima per ospitare piantine di  Schisandra chinensis. Il consiglio è quello di accompagnare infusi e tisane con un dolcificante naturale, dato che il gusto delle bacche dei 5 aromi tende all’amaro e potrebbe risultare sgradevole per alcune persone. Si potrà prendere visione di moltissime altre piante “mediche” direttamente a questa pagina. Vediamo alcuni degli usi e delle proprietà legate alle bacche della Schisandra sinensis:

Schisandra chinensis1) Super energetico: Sono famose per essere un cibo dalle qualità nutritive elevate nonché molto energetico. Secondo la tradizione cinese sono in grado di apportare una stimolazione a livello psico-fisico. Gli oli essenziali contenuti nelle bacche di Schisandra chinensis hanno caratteristiche tali da incrementare le prestazioni nelle situazioni di stress, tanto nello sport quanto nel lavoro, ma anche per favorire il recupero dopo una convalescenza più o meno lunga. E’ in grado di produrre effetti positivi a livello psico-fisico: viene usata come antidepressivo, come aiuto per contrastare la fame nervosa, ma anche come aiuto per contrastare le malattie gastrointestinali. A riprova delle qualità energetiche e rigeneranti della bacca di Schisandra sinensis, vi è il fatto che tradizionalmente nelle aree di provenienza i cacciatori le assumono per migliorare la concentrazione, la vista e l’udito, oltre a ridurre il senso di stanchezza.

2) Proprietà antiossidanti: Le bacche di Schisandra chinensis hanno ottime proprietà antiossidanti; inoltre contengono diversi composti fenolici che contribuiscono indirettamente a salvaguardare le cellule dell’organismo dall’insorgenza di principi tumorali. Sotto forma di infuso, la Schisandra può risultare un interessante rimedio per contrastare il mal di mare e il raffreddore.

3) Abbassa la pressione: Queste meravigliose bacche aiutano a mantenere la pressione sanguigna a livelli normali, migliorando la circolazione del sangue e contribuendo a regolare il metabolismo, espletando così una funzione anti-invecchiamento.

4) Disintossica e Purifica: Le bacche di Schisandra sono un vero toccasana per il fegato, esercitando un’azione rigenerativa su di esso e supportando le molteplici funzionalità epatiche contribuiscono ad una regolare digestione.

Conclusioni: Le bacche, come tutti gli alimenti naturali, non hanno delle vere e proprie controindicazioni: tuttavia, su alcuni soggetti possono provocare reazioni allergiche. Inoltre, essendo stimolanti nei confronti del sistema nervoso (più del ginseng), devono essere evitate se si soffre di pressione alta oppure di problemi cardiaci seri, per non parlare dei soggetti che soffrono di insonnia. In alcuni casi possono portare problemi a livello gastrico, come bruciore e acidità; come ultima raccomandazione, secondo la medicina tradizionale cinese le donne in stato di gravidanza non devono assolutamente assumere le bacche. Nel dubbio rivolgetevi ad un esperto in rimedi naturali prima di farne uso oppure discute con il vostro medico curante.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*