Rimedi contro le Zanzare

Rimedi contro le Zanzare: Ogni anno arriva l’estate e il pensiero comune va sempre ad orientarsi sulle vacanze, sulle grigliate in compagnia e sul caldo; tuttavia, esiste un flagello a cui nessuno pensa, finché non si presenta in tutta la sua fastidiosità: le zanzare e le loro punture. La cosa sconcertante è che molti le considerano un semplice “dramma” a cui sottostare in questo periodo dell’anno, senza poter fare nulla se non accendere zampironi e applicare lozioni apposite sulla pelle (spesso con risultati scarsi).

In realtà le zanzare sono tra gli insetti più pericolosi in assoluto per l’uomo, essendo un veicolo di trasmissione per decine e decine di diverse malattie, anche fatali per la nostra salute. Per citarne alcune:

Rimedi zanzare

1) Malaria.
2) Febbre dengue.
3) Encefalite, Meningite.
4) Virus Zika.

Tra le zanzare più dannose in assoluto troviamo la zanzara tigre, proveniente dal continente asiatico e importata negli anni ’90 nel mondo occidentale tramite il commercio di copertoni usati (dove probabilmente aveva trovato un luogo sicuro per deporre le larve); questa zanzara risulta particolarmente versatile e si adatta alle più svariate condizioni ambientali. Spesso sentiamo parlare persone che raccontano di non essere quasi mai punti dalle zanzare, mentre altre dichiarano di subire un martirio durante la stagione estiva: la tradizione popolare vuole che queste differenze siano dovute al fatto che alcuni soggetti hanno il sangue più dolce di altri. Un altra zanzara pericolosa è la Lutzomyia Shannoni essa, può causare una pericolosa malattia denominata Leishmaniosi. Le zanzare applicano il comportamento di ematofagia cioè si nutrono del sangue di un vertebrato. L’ematofagia è comune in molte specie di insetti quali le zanzare e le zecche, o in nematodi.

In realtà invece, le persone hanno più o meno sempre lo stesso tenore zuccherino nel sangue, e le zanzare sono in grado di scegliere la propria preda seguendo molti parametri. Tanto per cominciare, la zanzara è in grado di sentire l’odore dell’anidride carbonica (quindi percepisce l’aria che emettiamo respirando) da una distanza di circa un centinaio di metri: in questo modo inizia ad individuare una possibile preda. Una volta che si trova ad una decina di metri dalla potenziale vittima, la zanzara inizia a valutarla secondo i parametri visivi (tendenzialmente preferiscono il rosso, il nero e in generale i colori scuri). Raggiunta una certa vicinanza, circa un metro, l’insetto riesce a captare la nostra temperatura corporea e a valutare la possibilità di un’eventuale puntura, analizzando accuratamente anche quale parte del corpo risulta più adatta: è a questo punto che intervengono alcuni parametri ancora poco esplorati dalla scienza.

Zanzare

Secondo alcuni studi, pare che il bagaglio genetico di un individuo cambi la sua appetibilità verso le zanzare; è inoltre assodato che una persona sudata risulti decisamente più attraente per gli odiosi insetti, così come una in sovrappeso (dato che quest’ultima emetterebbe una quantità maggiore di anidride carbonica durante la respirazione). Ma esistono rimedi naturali che possano arginare o almeno contrastare il fastidioso fenomeno delle zanzare, senza ricorrere ai prodotti chimici classici dannosi per la salute e l’ambiente? Vediamone alcuni descritti qui sotto:

1) Citronella: Alcune piante (oltre alla classica citronella), posizionate nel nostro giardino, possono avere un effetto repellente per le zanzare: ad esempio il geranio, che per noi haun gradevole profumo, risulta insopportabile e quindi riesce a mantenere a distanza i fastidiosi insetti. Tuttavia, la pianta più efficace in questo campo è la catambra, che potete rimediare in qualche vivaio ben attrezzato.

2) Bacche di vaniglia: Se volete fare una scampagnata evitando l’applicazione di spray contenenti sostanze chimiche potenzialmente pericolose, strofinate sulla pelle delle bacche di vaniglia: otterrete un effetto repellente che vi proteggerà per circa un’ora.

3) Doccia esfoliante: Una doccia calda che elimini il sudore dal corpo con effetto “esfoliante” è l’ideale per “confondere” i delicati sensi olfattivi della zanzara. Consiglio di usare uno shampoo ad azione esfoliante o un sapone per il corpo con sostanze ed estratti di piante “naturalmente” repellenti.

4) Trappole per zanzare: Un metodo per troncare la riproduzione degli insetti sono le ovitrappole. Si tratta di vasi in plastica che alle zanzare appaiono come ideali per deporre le uova, tuttavia poi si rivelano delle fenomenali trappole: le larve deposte nel vaso rimangono completamente imprigionate all’interno.

5) Olio di Neem: Il famoso olio di neem è un eccezionale repellente usato sin dall’antichità. Basterà diluirne qualche goccia in una crema “neutra” da spalmare sul corpo e si otterrà un insetticida contro le zanzare straordinario.

6) Olio essenziale di Patchouli: Le proprietà insetticide dell’olio essenziale di Patchouli sono state riconosciute fin da tempi antichi. Nonostante il suo odore particolarmente “dolce” è molto efficace nel mantenere gli insetti a distanza. E’ spesso utilizzato in spray, lozioni per il corpo, fumiganti, vaporizzatori, e bastoncini di incenso e può essere mescolato con acqua per lavare i vestiti e la biancheria da letto per scacciare le zanzare, le mosche, le formiche, i pidocchi, le pulci e le falene.

7) Lampada cattura insetti: Le troviamo spesso nei grandi supermercati e nelle specifiche zone delle “carni”. Sono facilmente riconoscibile dalla classica luce azzurra che emettono. Questo tipo di luce attrae le zanzare e una volta vicino al flusso luminoso verranno “bruciate” dalla corrente elettrica. Esse attualmente, sono una soluzione economica che consente il rispetto delle normative di igiene e sicurezza in tutti i locali commerciali.

8) Repellenti ad ultrasuoni: Gli insetti vengono allontanati “immediatamente” una volta che il dispositivo ad ultrasuono viene attivato. Attenzione che non tutti i dispositivi ad ultrasuoni funzionano e spesso, sbattiamo la testa con prodotti “made in china” che di ultrasuono non hanno un bel niente. I dispositivi ad ultrasuoni sono “impercettibili” all’orecchio umano ma danno un fastidio enorme alle zanzare. I dispositivi ad ultrasuoni per le zanzare funzionano. L’importante e che il dispositivo sia veramente ad ultrasuono. Comprate prodotti di qualità testati e con marchio della comunità europea e possibilmente non cinesate. Esistono ottime versioni efficaci anche contro i ratti.

9) Allontanare le piante di casa: Le zanzare hanno l’abitudine di deporre le uova vicino a piccole pozzanghere d’acqua. Dunque, le piante in vaso con sottovaso sono “colonie perfette” per deporre le uova perchè in essa rimane acqua “stagnante” dall’odore “nauseabondo” tanto amato dalle zanzare per diversi giorni.

10) Altre piante efficaci “repellenti” nel proprio giardino: Esistono oltre alla “citronella” e alla “catambra” diverse piante che risultano molto ma veramente molto “efficaci” per allontanare le zanzare. Parlo di piante come la melissa, coriandolocalendola, basilico, lavanda, menta, aglio, menta romana, rosmarino.

Conclusioni: Esistono in commercio alcune sostanze “omeopatiche” dalla dubbia efficacia. Personalmente non sono un grande fanatico dell’omeopatia e non credo che queste sostanze siano la cura per allontanare le zanzare. Le zanzare sono un pericolo per l’uomo e molte malattie anche le più banali, possono essere trasmesse da questi disgustosi insetti attratti dalle pozzanghere d’acqua. Avere una “muraglia” naturale nel proprio giardino di casa sembra un ottima soluzione anche se, potrebbero inevitabilmente attirare altri insetti impollinatori come le api, i calabroni, le vespi etc.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*