Proprietà e benefici Latticello

Proprietà e benefici Latticello: Il latticello, ingrediente fondamentale di molte preparazioni gastronomiche in giro per il mondo, è un latticino particolarmente diffuso nei paesi anglosassoni e in particolare negli Stati Uniti, dove viene chiamato “buttermilk”. In Italia invece risulta quasi completamente sconosciuto: pochissimi sanno cosa sia. E’ presto detto: il latticello non è altro che un sottoprodotto residuo della lavorazione del burro.

Durante questo processo, la crema di latte viene divisa con procedimenti meccanici, separando i grassi in essa contenuta insieme ad alcune proteine. A sua volta, la crema di latte viene ottenuta in due metodi:
1) Primo metodo: Il primo prevede che il latte venga lasciato a riposo per più ore, permettendo ai batteri di acidificarlo spontaneamente.
2) Secondo metodo: Il secondo, prevalentemente usato in ambito industriale, prevede l’estrazione della crema con un procedimento di centrifuga.

Proprietà latticello

In quest’ultimo processo la crema appena prodotta viene addizionata con fermenti microbici che nelle ore successive la faranno fermentare. Il procedimento spontaneo invece lascia fermentare autonomamente la crema, con la possibilità di produrre un risultato finale con odori sgradevoli o indesiderati: proprio per questo di solito si predilige la centrifugazione. Una volta prodotta la crema, essa viene “sbattuta” meccanicamente legando in modo piuttosto stabile proteine e grassi contenuti nella crema: in questo modo avviene la già menzionata separazione, che darà forma ai granuli di proteine e grassi immersi in un siero residuo, dotato di qualità nutritive abbastanza buone come vedremo fra poco.

I granuli vengono poi separati e verranno avviati al processo produttivo che darà origine al burro; ciò che a noi interessa è il liquido sieroso che viene ottenuto a parte: esso non è altro che il latticello di cui stiamo parlando, ma in versione ancora acerba. Infatti, se la crema di latte viene ottenuta con un processo di centrifugazione, allora il latticello prodotto non avrà un grado di acidità ottimale: per questo motivo, occorre aggiungere alcuni batteri e fermenti lattici (come Lactobacillus bulgaricus) che avvieranno un processo di fermentazione, portando la bevanda al sapore e al livello di acidità ideali. A questo punto molti penseranno che il latticello e il siero siano esattamente la stessa cosa, ma non è così: il latticello è il prodotto di scarto della lavorazione del burro, mentre il siero è il residuo della produzione dei formaggi.

LatticelloVediamo ora quali sono i benefici di questo particolare alimento. Ricordiamo che in Italia è poco diffuso (lo si può comunque fare in casa) ma in moltissimi paesi (USA e paesi nordici principalmente) il latticello è diffusissimo. Basti pensare che è fondamentale per marinare il famoso pollo fritto americano, ed è alla base di dolci come il Soda Bread irlandese.

1) Bevanda probiotica: Il latticello è a tutti gli effetti una bevanda probiotica: ciò significa che è un alimento molto salutare per il nostro tratto gastrointestinale, contribuendo a mantenere la flora batterica intestinale a livelli ottimali. In tal senso è meno efficace di altri alimenti dato che una certa quantità dei fermenti probiotici vengono abbattuti dai succhi gastrici; tuttavia è pur sempre un ottimo alimento per contrastare fenomeni di stitichezza, flatulenza e regolarizzare il transito intestinale. (Leggi anche il famoso articolo sui probiotici).

2) Ricco di vitamine e minerali: L’apporto nutritivo e vitaminico del latticello è di tutto rispetto: se il calcio e il magnesio sono indispensabili per lo sviluppo e la salute delle ossa, il potassio è un ottimo diuretico e il fosforo, oltre a contribuire anch’esso alla salute ossea, è un elemento regolatore del nostro metabolismo. Dal punto di vista delle vitamine, la B2 è quella presente in maggiore quantità. (Vai alla pagina dedicata alle vitamine e minerali).

3) Poche calorie: Essendo una bevanda da cui sono stati rimossi quasi tutti i grassi, il latticello risulta un alimento dietetico, utile e sfizioso per le persone a dieta. L’apporto calorico è bassissimo, circa 25/30 calorie per 100 ml di prodotto.

4) Ricco di lattosio: Il lattosio, presente in quantità massicce nel latticello, aiuta anch’esso a garantire un corretto transito intestinale, tuttavia ne è anche l’unica controindicazione (gli intolleranti non possono assolutamente farne uso). Chi è intollerante al lattosio ha altre validissime alternative come il buon latte di mandorla o di riso.

Conclusioni: Il latticello è un buon alimento che non dovrebbe mancare nelle nostre tavole. Personalmente l’ho trovato nei supermercati della catena alimentare del marchio LIDL. Si fa fatica a trovarlo al supermercato ma con un po di fortuna e ricerca esso si trova. Le persone con intolleranza al lattosio non possono bere latticello perchè è ricco di quest’ultimo ingrediente.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*