Proprietà e benefici Salmone

Proprietà e benefici Salmone: Considerato uno dei più pregiati prodotti ittici disponibili in commercio, il salmone è un pesce che si può rintracciare principalmente nell’oceano Atlantico, in acque fredde. Tuttavia al giorno d’oggi una buona parte del salmone presente sul mercato arriva da specifici allevamenti, posti soprattutto in paesi come la Scozia, la Norvegia e il Canada. Esistono diverse specie di salmone, alcune più pregiate e altre meno, ma quella più rinomata e conosciuta è il salmone dell’Atlantico (Salmo salar): oltre ad essere apprezzato in tutto il mondo per il suo sapore e il suo profumo, il salmone possiede anche delle eccellenti qualità nutrizionali che fra poco analizzeremo nel dettaglio.

Viene consumato fresco e in molti casi affumicato, secondo una tradizione piuttosto antica: in tempi remoti, questo processo consentiva una più lunga conservazione del prodotto, mentre oggi viene principalmente adottato per dare alla carne del salmone un sapore caratteristico, estremamente gradevole. Una volta eviscerato accuratamente, il salmone viene salato e qui inizia l’affumicatura vera e propria, che può avvenire secondo due metodologie:

Proprietà salmone

1) Affumicatura a caldo: Il primo metodo prevede che il salmone venga sottoposto al fumo prodotto dal legno di betulla (o altri tipi di legna pregiati) per un tempo che può arrivare a quattro ore: si tratta di un processo piuttosto aggressivo.
2) Affumicatura a freddo: L’affumicatura a freddo è decisamente più delicata. Infatti con questo procedimento si riscalda moderatamente il salmone (una ventina di gradi sopra la temperatura ambiente) mantenendolo così per un tempo che può arrivare anche a otto o dieci giorni.

Il metodo di affumicatura, pur producendo un risultato impareggiabile in termini di sapore e gradevolezza, tende a far svanire alcune delle proprietà positive del salmone e in alcuni casi ad attribuirgli effetti nocivi sulla salute: infatti, a seconda di vari parametri come la distanza dal punto di generazione del fumo e la ventilazione ambientale, sulla carne si possono depositare tutta una serie di sostanze fortemente tossiche e cancerogene (residui di combustione) come i benzopireni, presenti anche nella benzina, e idrocarburi di vario genere. L’industria odierna ha provato a eliminare questo fenomeno introducendo nuove tecnologie produttive, come l’uso di aromi speciali o del cosiddetto “fumo liquido”, ottenuto tramite la condensazione in acqua dei fumi prodotti dalla combustione della legna, e la successiva rimozione delle sostanze tossiche in essi contenute.

Salmone

Questo sistema dona un sapore uniforme al pesce e rimuove le sostanze cancerogene, ma di fatto non è una vera e propria affumicatura: l’ultima parola resta al consumatore e ai suoi gusti. Vediamo ora nel dettaglio quali benefici può apportare il salmone al nostro organismo.

1) Ricco di omega 3: La caratteristica principale del salmone è l’elevatissimo contenuto di grassi polinsaturi, e più specificamente di omega-3. Questo grasso, dalle proprietà eccezionali, può influire in modo molto positivo sul nostro corpo, esercitando un’azione anti-invecchiamento nei confronti delle cellule e addirittura inducendo eventualmente un’azione antidepressiva e contro l’ansia. (Leggi anche poprietà e benefici omega 3).

2) Aumenta il colesterolo HDL: I grassi del salmone contribuiscono ad aumentare il livello del colesterolo “buono HDL”, un vero e proprio netturbino delle nostre arterie in grado di mantenere in buona salute il nostro apparato cardiovascolare. (Leggi anche la differenza tra colesterolo LDL e colesterolo HDL).

3) Ricco di vitamine e minerali: Anche dal punto di vista delle vitamine, il salmone ha un posto di tutto rispetto: contiene infatti buone quantità di vitamine B6, B12 ma soprattutto di vitamina D: tale vitamina è indispensabile nel processo che porta ad assorbire il calcio per le nostre ossa e indirettamente è un alleato per combattere la comparsa dell’osteoporosi nelle persone più anziane. Sono presenti anche alcuni sali minerali essenziali come il selenio e il fosforo. (Leggi anche la pagina dedicata alle vitamine e ai minerali).

4) Ricco di proteine: Con un apporto di proteine che raggiunge il 20%, il salmone rappresenta un ottimo alimento da inserire nelle diete studiate appositamente per guadagnare massa muscolare. Inoltre l’apporto calorico non è molto alto, rendendolo un prodotto sano e salutare per tutti. (Leggi anche come aumentare la massa muscolare).

Salmone da allevamento o selvatico: Come ho detto precedentemente il salmone è possibile trovarlo sia selvatico che da allevamento. Il migliore senz’altro è quello selvatico anche sè, quello da allevamento negli ultimi anni ha raggiunto ottimi standard nutrizionali e qualitativi. Il Salmone selvatico ancora oggi è considerato a “rischio” anisakis un parassita che può contaminare anche l’uomo. In Norvegia non si sono registrati casi ma questo “rischio”, per via del riscaldamento globale, rimane. Se il salmone è sterilizzato in “scatola” il problema non sussite se questo viene consumato perchè la sterilizzazione in scatola prevede che il prodotto sia “sterilizzato” ad una temperatura di oltre 120° capace di distruggere qualsiasi batterio o parassita.

Conclusioni: Il salmone affumicato è a rischio perchè non viene “sterilizzato” ma solo “affumicato” ad alte o basse temperature. In definitiva ho mangiato salmone affumicato per moltissimi anni ed oggi, sono ancora qui a parlarne senza aver contratto nessun tipo di parassita. Il problema maggiore con questo parassita lo hanno i paesi asiatici che amano consumare carne di pesce crudo. Il salmone è altresì un prodotto che non va eliminato dalla nostra dieta per via della sua ricchezza di eccezionali grassi come gli omega 3.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*