Tosse: Cause, Sintomi e Cura

Tosse: Cause, Sintomi e Cura: La tosse rappresenta uno dei metodi con i quali il nostro organismo reagisce a tutta quella serie di stimoli negativi provenienti dal mondo esterno: nello specifico, si tratta di un riflesso fisiologico, involontario per la maggior parte delle volte, che si manifesta ogni volta che il nostro corpo avverte uno stato di infiammazione nei pressi delle vie respiratorie, ma anche quando nelle vie respiratorie stesse sono presenti dei corpi estranei (come accade ogni volta che ci va di traverso qualcosa mentre mangiamo).

Nel momento in cui noi tossiamo, il nostro cervello invia una serie di impulsi nervosi ai muscoli dell’addome e al diaframma, ordinando ad essi di contrarsi con forza e quindi sospingendo con forza l’aria presente nei polmoni verso l’esterno. Durante lo svolgimento del meccanismo, tuttavia, la glottide (ovvero la valvola che chiude l’accesso alla trachea) si chiude per un istante facendo aumentare ulteriormente la pressione dell’aria nelle vie respiratorie; la pressione stessa farà poi aprire con violenza la glottide creando il classico colpo di tosse che tutti conosciamo.

Tosse grassa e seccaLa tosse è un fenomeno normale ed è un utile strumento che il nostro corpo utilizza per mantenere le vie respiratorie pulite e libere da polvere, batteri e virus: quindi non c’è da preoccuparsi se una volta ogni tanto tossiamo, soprattutto in luoghi ricchi di polvere, smog oppure in ambienti chiusi dove la concentrazione di batteri e virus è più elevata. (Leggi anche la differenza tra batteri, funghi e virus).

Associato direttamente al fenomeno della tosse vi è quello della produzione del catarro: si tratta di quella sostanza dalla consistenza viscida e gelatinosa che normalmente produce un certo ribrezzo alla vista della maggior parte delle persone. Tuttavia il catarro è un’arma di difesa fondamentale con cui il nostro corpo protegge sé stesso: infatti, ha il compito di inglobare gli agenti e le sostanze indesiderate, per poi stimolarne l’espulsione verso l’esterno. Il catarro inoltre è quell’elemento che crea la sostanziale differenza tra la cosiddetta tosse grassa e la tosse secca. In ogni caso, vediamo le differenze nel dettaglio. (Leggi anche l’articolo su come eliminare definitivamente il catarro).

Esistono molte piante utili al nostro organismo (Principi attivi espettoranti) capaci di risolvere sia la tosse grassa che la tosse secca ed è possibile, prendere visione di queste piante “naturali” nella sezione Piante mediche. Quando si ha catarro produttivo per via della tossa grassa, è bene evitare tutti i latticini che aumentano la produzione di catarro e alimenti con glutine e sopratutto, bere moltissima acqua, tisane naturali e zuppe per aiutare a fluidificare il muco in eccesso. Tra i farmaci da banco più gettonati esistono i mucolitici, i sedativi centrali e quelli periferici ma è sempre opportuno chiedere consiglio al proprio farmacista e non abusarne.

Tosse cause e cura1) Tosse Secca: La tosse secca è un fenomeno di tosse non accompagnato dall’espulsione di catarro. Di solito si presenta con un leggero solletico o prurito alla gola che stimola il colpo di tosse, ed è uno dei classici sintomi dei comuni disturbi invernali (raffreddore, influenza, ecc.). Principalmente la causa della tosse secca è da rintracciarsi in una eventuale infiammazione delle vie respiratorie, come la mucosa della trachea o della faringe: tali mucose possono ingrossarsi in seguito all’infiammazione, venendo percepite dall’organismo come corpi estranei da espellere. Generalmente le situazioni che originano questa catena di fenomeni sono la polvere, le sostanze allergeniche, l’inquinamento delle grandi città, ma anche temperature esterne molto basse e, non ultimo, il fumo delle sigarette. I frequenti colpi di tosse secca sono infatti molto frequenti tra gli accaniti tabagisti.

2) Tosse grassa: La tosse grassa si presenta invece con un suono diverso ed è, nella maggior parte dei casi, associata all’espulsione di catarro. Alla radice del fenomeno abbiamo generalmente una vera e propria infezione nelle vie respiratorie, di origine virale e non, che stimola una produzione elevata di catarro. Quest’ultimo, indispensabile all’organismo in piccole quantità, diventa troppo abbondante e così ne viene stimolata l’espulsione attraverso il meccanismo della tosse: una eccessiva quantità di catarro, come molti sanno, può ostacolare il normale processo di respirazione con risultati fastidiosi e pericolosi. Trattandosi di un fenomeno generalmente provocato da un’infezione, quando siamo vittime della tosse grassa sarebbe buona norma chiedere consiglio al proprio medico curante per valutare un eventuale terapia con sciroppi, espettoranti o medicinali specifici per il caso; uno dei più comuni e diffusi errori è quello di bloccare il colpo di tosse e non rilasciare il catarro, impedendo all’organismo di espellerlo.

Conclusione: Quando la tosse sia grassa che secca tende a non passare dopo un massimo di 5 giorni nonostante l’utilizzo di sciroppi da banco o tisane naturali è obbligatoria la consultazione con il proprio medico curante che andrà ad indagare la causa o le “cause” scatenanti la vostra tosse sottoponendovi ad esami approfonditi. La tosse persistente o quella denominata cronica può essere sintomo di problemi ben più gravi di un influenza o raffreddore.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*