Sistema immunitario: Che cos’è e come funziona

Sistema immunitario: Che cos’è e come funziona: Il nostro sistema immunitario è la nostra difesa del corpo contro le infezioni e le comuni malattie. Riconosce le cellule che compongono il nostro corpo, e cercherà in tutti i modi di sbarazzarsi di qualcosa che per esso, è sconosciuto. E’ capace di distruggere efficacemente la stragrande maggioranza di germi (batteri e virus) e parassiti. Il sistema immunitario è talmente “intelligente” che non accetterà qualcosa di “estraneo” questo però, può essere un problema in caso di sangue o organi donati da un altra persona.

E’ capace altresì di reagire in modo eccessivo ed aggressivo contro invasori innocui come pollini di vario genere, causando raffreddore da fieno. In alcuni casi (malattie autoimmuni), il sistema immunitario si schiera contro le cellule del nostro corpo.

Funzioni sistema immunitario

Il sistema immunitario è una rete di cellule, tessuti e organi che lavorano insieme per difendere l’organismo dagli attacchi degli invasori “stranieri”. Il corpo umano fornisce un ambiente ideale per molti microbi. Il continuo lavoro da parte del sistema immunitario riesce quasi sempre a tenerli a bada e nei casi “peggiori”, distruggerli. Quando il sistema immunitario colpisce il bersaglio sbagliato, tuttavia, può scatenare, malattie allergiche, artrite e alcune forme di diabete. In realtà, il termine “colpisce il bersaglio sbagliato” non è del tutto “corretto” perchè il sistema immunitario lavora quasi normalmente ma ha una spiccata aggressività esagerata quindi, difende oltre il dovuto il nostro organismo.

Il sistema immunitario è straordinariamente complesso. Può riconoscere e ricordare milioni di nemici diversi, e può produrre secrezioni (rilascio di liquidi) per spazzare via quasi tutti gli invasori. Il segreto del suo successo è una rete di comunicazione molto dinamica ed elaborata (ancora oggi, non del tutto compresa dalla scienza). Esso, è formato da milioni e milioni di cellule, organizzati efficacemente in insiemi e sottoinsiemi. Queste cellule sono capaci di riunirsi un po come fanno le api che sciamano attorno ad un alveare e sono capaci di “scambiarsi” informazioni l’un l’altra in risposta ad un’infezione o un “problema” all’interno del nostro organismo.

Una volta che le cellule immunitarie ricevono l’allarme proveniente dallo “sciame”, si attivano e cominciano a produrre potentissime sostanze chimiche. Queste sostanze permettono alle cellule di regolare la propria crescita e il comportamento arruolando altre cellule immunitarie, e dirigono proprio come una vera ed imponente armata le nuove reclute nei focolai di crisi. (Leggi anche “Linfociti e macrofagi, cosa sono e come funzionano“).

Sistema immunitario

Cosa sono le malattie autoimmuni? Le malattie definite “auto-immuni” avvengono quando il sistema immunitario si attiva nei confronti di se stesso distruggendolo. Una certa quota di autoimmunità è presente fisiologicamente in ogni persona ed è molto probabile che sia indispensabile per il corretto svolgimento delle nostre funzioni di difesa. Quando il sistema immunitario “impazzisce” distrugge se stesso. Alcuni classici esempi di malattie autoimmuni sono il lupus eritematoso sistemico, la sclerosi multipla, la spondilite anchilosante e il diabete mellito di 1 grado. Dunque, si ha un’ alterazione del nostro sistema immunitario che dà origine a risposte immuni anomale. Il sistema immunitario si attiva contro componenti del nostro stesso organismo in grado di determinare un’alterazione funzionale o anatomica della parte colpita.

Il sistema immunitario dispone di due tipi di immunità una denominata innata ed una acquisita. Qui sotto andiamo a scoprire la differenza tra le due immunità del nostro sistema immunitario:

1) Immunità innata: Il sistema immunitario non conosce l’organismo che ha prodotto l’infezione e cerca di catalogarlo. Nel frattempo, si avrà una risposta che provocherà infiammazione nell’organismo, naso chiuso, muco intenso, tosse, dolori articolari e sopratutto “febbre” per cercare di bruciare i microrganismi estranei. (Una volta sconfitto il microrganismo esso verrà “acquisito” nella grande enciclopedia del sistema immunitario). Una volta che lo stesso microrganismo vorrà nuovamente “attaccarci” negli anni futuri il sistema immunitario lo riconoscerà (immunità acquisita).

2) Immunità acquisita: L’immunità acquisita è quella che viene trasmessa dalla madre al bambino o per via di alcuni vaccini. Gli anticorpi che ne derivano sono potenti armi che il nostro organismo tiene da parte per tutta la vita nel caso in cui si verifichi nuovamente un’invasione di un determinato batterio o virus già catalogato in precedenza. Con un microrganismo già catalogato il sistema immunitario attiverà ugualmente la febbre, il catarro, la tosse ma durerà poco a differenza di un microrganismo non conosciuto.

E’ bene ricordare che il sistema immunitario è un “sistema“, non una singola entità. Per funzionare bene, richiede equilibrio ed armonia. Dunque,cosa fare per mantenere il nostro sistema immunitario in perfetta efficienza?

1) Non fumare.
2) Stiamo il più lontano possibile dallo smog cittadino.
3) Dieta ricca di frutta e verdura e fibre a basso contenuto di grassi saturi e senza pesticidi.
4) Essere giornalmente attivi in un attività fisica che non richieda intenso sforzo fisico.
5) Mantenere un peso nella norma.
6) Evitare gli alcolici.
7) Dormire bene e non privarci del sonno.
8) Eliminare ansia e stress allontanandoci da fattori scatenanti.
9) Lavarsi le mani frequentemente.
10) Tagliarsi le unghie frequentemente per evitare depositi di sporcizia che possono a loro volta provocare infezioni se ingerite. La maggior parte dei batteri si annida sotto le unghie ed anche le uova di molti “parassiti“.
11) La cottura degli alimenti come la “carne” evita in modo semplice e veloce le infezioni di batteri e parassiti.




Alcune ricerche scientifiche stanno esaminando il collegamento tra l’alimentazione e l’immunità negli anziani. Una forma di malnutrizione che è sorprendentemente comune anche nei paesi industrializzati ed è conosciuta come la malnutrizione da micronutrienti. Moltissime persone sono carenti in alcune vitamine essenziali e minerali. Per esempio le persone anziane tendono a mangiare di meno e spesso, hanno meno varietà nella loro dieta. Il sistema immunitario come qualsiasi “esercito” degno di nota, ha bisogno di essere ben nutrito. Le persone che vivono in estrema povertà e sono malnutrite sono molto più vulnerabili alle malattie infettive rispetto alle persone ben nutrite. Di cosa ha bisogno il nostro sistema immunitario per essere in perfetta forma?

1) Proteine: Diete carenti in proteine riducono sia il numero sia le funzione delle cellule T e dei macrofagi.
2) Zinco: Leggi Proprietà e benefici Zinco.
3) Vitamina A: Leggi Proprietà e benefici Vitamina A.
4) Vitamina B2: Leggi Proprietà e benefici Vitamina B2.
5) Vitamina B6: Leggi Proprietà e benefici Vitamina B6.
6) Vitamina C: Leggi Proprietà e benefici Vitamina C.
7) Vitamina D: Leggi Proprietà e benefici Vitamina D.
8) Vitamina E: Leggi Proprietà e benefici Vitamina E.
9) Selenio: Leggi Proprietà e benefici Selenio.
10) Rame: Leggi Proprietà e benefici Rame.

Conclusioni: Vi sono prove che diverse carenze di micronutrienti come per esempio zinco, selenio, ferro, rame, acido folico e vitamina A, B6, B2, C, D ed E alterano le risposte immunitarie negli animali. Ci sono ancora relativamente pochi studi sugli effetti della nutrizione sul sistema immunitario degli esseri umani e sicuramente, nei prossimi anni si andrà a studiare l’effetto “positivo o meno” di una nutrizione ricca di micro nutrienti attentamente selezionati.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*