Come combattere la Solitudine

Come combattere la Solitudine: Non è facile combattere la solitudine se si è soli nel proprio letto. Si fanno ricerche su internet in continuazione per trovare una risposta che nemmeno il motore di ricerca è capace di dare. Solo parole di conforto di altre persone che si trovano nella nostra stessa situazione a volte può farci bene mentre altre volte, può farci male. Essere soli non è bello è sopratutto, non è facile. Ricordate una cosa molto importante: Più potente ed originale è una mente, tanto più si inclina verso la solitudine.

La vita ci riserva tante sorprese. A volte abbiamo belle sorprese e siamo felici della vita ed altre volte, quest’ultima, può prenderci tutto quello che amiamo e farci cadere nella totale depressione della solitudine. Perdere qualcuno di caro è un brutto colpo anche per la persona più forte di questo mondo. Non è facile dimenticare le giornate che siamo stati insieme. A volte quando si scrivono queste cose, non può non esserci una lacrima che cade. Il dolore per quanto cerchiamo di sopportarlo ci trafigge non facendoci ragionare e ci catapulta nella solitudine quotidiana.

significato solitudine

Le persone rimaste sole devono trovare la forza interiore per andare avanti ma non esiste psicologo, consiglio, o qualsiasi altra cosa che possa prendere il posto della persona amata che si è persa. Rimanere soli al giorno d’oggi è una sfida alla quale nessuna persona vorrebbe concorrere. E’ una gara che nessuno vuole. Non si vince nessuna medaglia. Eppure, il mondo come lo conosciamo oggi è pieno di trappole e storie tristi. Come è possibile riaccendere la luce della speranza? La religione in molti casi può aiutare, i medicinali non sono per tutti, le vitamine possono dare una leggera sensazione di benessere, gli animali possono essere risolutivi tutto dipende dal genere di persona che siamo. “Unici” nel proprio genere, dichiara la scienza.

Tutto questo, porta ad un vicolo cieco dove il tunnel nel quale si è entrati sembra infinito e sopratutto, senza luci. Ma se nel nostro piccolo mondo ci poniamo la domanda alla quale nessuna persona è capace di dare risposta? Chi siamo, da dove veniamo e dove andiamo? Non si riaccende in voi un lume di speranza? Qualsiasi essa sia, siamo qui e questa, è magia. Per comprendere il mondo, dobbiamo allontanarci da esso in qualche occasione. Ha paura di farsi nuovi amici la persona che non ha una sicurezza economica. Le paure possono essere molte, ma sopratutto c’è la paura dell’integrazione. Esiste anche la solitudine interiore, molte volte colmata dalla presenza di un Dio. Se ti senti sola oppure solo, cerca di interagire senza paura con altre persone.

Solitudine

Molte persone entrano nel tunnel della solitudine perchè sono state lasciate dalla propria dolce metà. Quando si soffre automaticamente ci si chiude in se stessi. Non si vogliono altre persone al proprio fianco e si tende a rimanere isolati. La solitudine attacca grandi e piccoli senza distinzione di età, razza, religione, uomo o donna. La solitudine non sempre è un male per le persone. Esistono addirittura dei benefici:

A) Lato Positivo della Solitudine: Prima di tutto la libertà è considerata uno dei vantaggi maggiori della solitudine. I problemi degli altri non avranno effetto su una persona che spende il proprio tempo da sola. La persona in questo modo avrà un potenziale maggiore nell’applicazione della propria azione. Con una libertà maggiore le proprie scelte possono essere “originali” e cresce sopratutto la creatività nascosta. La creatività di una persona può essere innescata dalla libertà. Dunque, ricapitolando la solitudine può aumentare la libertà e per di più, la libertà dalle distrazioni quotidiane per fare qualche esempio PC, Tablet, Discoteche, Cellulari etc, ha il potenziale per stimolare la creatività.

Un altro potenziale vantaggio è lo sviluppo del sé interiore. Questo, in alcuni casi, può essere d’aiuto alla formazione della propria identità senza distrazioni esterne. Avete presente i giovani d’oggi? Cercano in tutti i modi di imitare un idolo che sia una star di Youtube, il proprio cantante preferito o il giocatore di calcio più affermato. Rimanendo in solitudine si scopre la propria identità senza nessuna distrazione esterna. Nella solitudine automaticamente e sopratutto “stranamente” cresce la “spiritualità” interiore di ogni persona.

B) Lato Negativo della Solitudine: Rimanere troppo tempo in solitudine sopratutto per i “carcerati” può peggiorare il loro comportamento e lo stato di salute psico-fisico. La solitudine nei bambini può verificarsi quando essi non sono sicuri di come interagire socialmente con gli altri e preferiscono rimanere da soli ed essere timidi nel proprio angolo. Le persone possono rimanere “sole” non solo per scelta ma anche per la perdita della persona amata. La perdita di una persona amata non colmerà mai il vuoto interiore e qualsiasi articolo, lettura che si andrà a leggere non riuscirà a rimarginare mai quella ferita che rimarrà sempre aperta.

Conclusioni: La Solitudine può essere combattuta uscendo dalla routine e cercando qualcosa che riempi il vuoto che si sente. In molti casi può essere un bene ed in molti altri casi può essere un male. Qui sopra ne ho descritto i benefici ma allo stesso tempo gli effetti negativi. La Solitudine è spesso accompagnata dalla depressione e dall’ansia e dalla paura di non confrontarsi con gli altri per paura di essere in qualche modo inferiori o meno ricchi finanziariamente. Le persone che vivono in solitudine molte volte sono le più forti, capaci di aspettare il momento migliore per “riscattarsi” e rimettersi in gioco.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*