Laringite: Cause, Sintomi e Cura

Laringite: Cause, Sintomi e Cura: La laringe è una parte davvero fondamentale del nostro organismo, in cui si incrociano le funzioni dell’apparato respiratorio e del tubo digerente: di fatto, si tratta di un condotto che collega la faringe dall’alto con la trachea, in basso. All’interno della laringe sono posizionate le importantissime corde vocali: grazie ad esse, la laringe ci permette la fonazione, ovvero l’emissione dei suoni e della nostra voce al passaggio dell’aria; vi è poi un altro compito molto importante che viene espletato grazie alla laringe, cioè la deviazione del bolo alimentare (quindi del cibo che ingeriamo) verso l’esofago e l’apparato digestivo.

Questo, impedisce che il bolo alimentare non entri nelle vie respiratorie provocandone l’ostruzione ed eventualmente il soffocamento. A questo scopo interviene una fondamentale valvola, l’epiglottide, che si chiude automaticamente e con un tempismo perfetto nell’esatto istante in cui deglutiamo il cibo: l’epiglottide chiude il passaggio verso la trachea convogliando il bolo alimentare verso l’esofago e quindi verso lo stomaco.

Cause della laringiteLa laringe, in alcuni casi, può infiammarsi dando vita a un disturbo detto comunemente laringite: esso può avere diverse cause che vedremo fra poco. Occorre distinguere convenzionalmente tra due forme di laringite, quella acuta e quella cronica: generalmente la laringite acuta interviene per un breve periodo, che può arrivare a tre settimane circa; la laringite cronica è invece dovuta ad alterazioni a livello anatomico che protraggono il disturbo per tempi superiori. Vediamo dunque quali sono le possibili cause di questa infiammazione.

1) Infezioni batteriche e virali: La laringite acuta è tipicamente provocata da una infezione da parte di virus o batteri, e tende a sparire in tempi piuttosto brevi. In questo caso non abbiamo di cui preoccuparci, a parte le classiche precauzioni che prendiamo in occasione dei classici mali stagionali.
2) Sovra-Sollecitazione Vocale: Un’altra possibile causa, più sporadica, è dovuta ad un uso eccessivo della voce, funzione in cui la laringe è direttamente coinvolta: è il caso per esempio di persone che durante il proprio lavoro parlano per periodi prolungati (oratori e docenti) oppure di cantanti.
3) Sostanze tossiche e cronicità: La forma cronica è causata in genere da fattori esterni come la respirazione di sostanze tossiche o irritanti: l’agente nocivo per eccellenza è il fumo di sigaretta. Tuttavia esistono altri possibili fattori in grado di provocare laringite cronica, come il reflusso gastrico o una sinusite a livello cronico.
Ora che abbiamo appurato le varie possibili cause, vediamo quali sono i sintomi che ci permettono di capire se stiamo soffrendo di un attacco di laringite.
4) Reflusso gastroesofageo: Anche se molti ne parlano poco il reflusso gastroesofageo può essere una delle cause che possono scatenare la laringite e farla diventare cronica. In questo caso è sufficiente consultare il proprio medico curante per una diagnosi di reflusso e per iniziare una terapia mirata a questo disturbo molto comune.
5) Laringospasmo: Una laringite “severa” può provocare molto facilmente un fastidioso sintomo denominato “laringospasmo”. Per saperne di più ho scritto un interessante articolo a questo indirizzo.

laringite1) Mal di gola e tosse: Il principale sintomo è uno spiacevole mal di gola, accompagnato da frequenti colpi di tosse che tendono ad accentuare il dolore stesso.
2) Raucedine: Altro sintomo che spesso accompagna la laringite è la raucedine, che colpisce quasi sistematicamente. In alcuni casi la voce diventa roca fino al punto di sparire del tutto, impedendo al soggetto di parlare. Spesso la raucedine si presenta insieme alla produzione di moltissimo catarro.
3) Ingrossamento dei linfonodi: In vari casi possiamo constatare un ingrossamento dei linfonodi presenti nel collo (sintomo che possiamo verificare direttamente tastando con la mano) e la presenza di febbre moderata.
4) Difficoltà di respirazione: La difficoltà nella respirazione è un disturbo che affligge principalmente i bambini, ma anche negli adulti può accadere in alcuni casi rari. Il motivo di ciò è che la laringe dei bambini è ancora di dimensioni ridotte, ed è facile che il passaggio di aria rimanga ostruito. Nel caso della difficoltà di respirazione è obbligatorio rivolgersi il più presto possibile al pronto soccorso.

Oltre ad assumere un eventuale farmaco prescritto dal medico, è buona norma favorire la guarigione seguendo i rimedi naturali descritti qui sotto:

1) Evitare di urlare o parlare troppo.
2) Bere tanta acqua e tisane tiepide con miele. Con tanta acqua, intendo sorseggiare sempre acqua per non rimanere con la bocca “asciutta”.
3) Evitare di fumare o di respirare sostanze nocive, leggere le etichette dei prodotti di pulizia etc.
4) Evitare di bere caffè.
5) Evitare di bere alcolici.
6) Rimanere in ambienti ben umidificati.
7) Comprare nella stanza dove si dorme un umidificatore a vapore caldo.
8) Evitate le allergie ai pollini, alle muffe o ai peli di animale. Fare delle analisi per scoprire le eventuali allergie nascoste. Leggi anche (Allergia alla parietaria) e (Allergia alle graminacee).
9) Evitare il passaggio da ambienti caldi ad ambienti molto freddi come avviene spesso per chi lavora nell’industria alimentare ed entra ed esce molto spesso dalle celle frigorifere.
10) Non dimenticare di avere nella propria alimentazione tutti i micronutrienti necessari per una buona salute. Per maggiori informazioni vi rimando alla pagina delle vitamine e dei minerali.

Conclusioni: Nella maggior parte dei casi, per fortuna, la laringite tende a scomparire in modo spontaneo senza bisogno di trattamenti specifici. Tuttavia, se i sintomi tendono a permanere a lungo è bene rivolgersi al proprio medico per una diagnosi approfondita. Per esperienza personale posso dire che una laringite cronica in primavera ed estate può essere dovuta ad allergie da pollini.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*