A proposito di Marius Lixandru

vitamineproteine@icloud.com

Proprietà e benefici Funghi Shiitake

Proprietà e benefici Funghi Shiitake: Questo genere di funghi molto apprezzato nelle regioni Asiatiche ha riscosso un enorme successo in tutto il mondo in breve tempo sopratutto in Italia e negli Stati Uniti. Cosa hanno di così particolare questi funghi rispetto ad altri? In questo articolo andremo ad osservare da vicino questi funghi per scoprire insieme tutti i suoi benefici per il consumo umano. Questo fungo viene utilizzato quotidianamente nella cucina Cinese e Giapponese dove ottime zuppe dall’odore inequivocabile dei Shiitake riaccendono in noi qualcosa di magico.

Botanicamente parlando i funghi shiitake appartengono alla famiglia delle Marasmiaceae. Genere: Lentinula. Nome Scientifico: Lentinula edodes. Questo tipo di fungo è attualmente uno se non il primo tra tutti i funghi più consumati al mondo. Le sue dimensioni possono variare dai 4 ai 15 centimetri di diametro. Come particolarità “sorprendente” il fungo cresce direttamente sui tronchi degli alberi delle latifoglie. Si presenta con una colorazione bruna delle volte violacea, ricoperta di verruche biancastre, disposte in circoli, che scompaiono man mano che il fungo raggiunge la maturazione. Molto apprezzata la zuppa di miso che contiene come ingrediente principale il famoso fungo. Ha un sapore ed un odore tipico di prodotti “affumicati”.

benefici funghi shiitake

Come altri tipi di funghi il fungo shiitake produce la vitamina D2. E’ molto raro in natura trovare alimenti che contengono questa speciale vitamina del sole. Ottimo alimento da consumare nella stagione invernale dove i raggi solari non arrivano in grandi quantità perchè siamo coperti per via del freddo e la nostra pelle non rimane esposta. Come ho detto precedentemente il fungo cresce sugli alberi delle latifoglie sia in primavera che in autunno.

I funghi shiitake freschi sono facilmente deperibili proprio per questo motivo si trova anche la versione “secca” del fungo. Attualmente in Italia ed in alcuni grandi ipermercati è possibile trovare il fungo nella versione fresca anche se, più raramente. La produzione Italiana biologica nasce nei boschi dell’Appennino Tosco-Emiliano dove i famosi saporitissimi e carnosi funghi trovano dimora. Il loro prezzo è molto elevato e possono arrivare facilmente a costare 20 euro al kilo. Quali sono i maggiori benefici derivanti dal consumo di funghi shiitake? Qui sotto verranno riassunti i benefici del fungo nell’alimentazione umana. (Leggi i benefici di altri funghi nella pagina dedicata).

funghi shiitake

1) Ricchi di vitamina D: Come la stragrande maggioranza di funghi, i shiitake, contengono grandi quantità di vitamina D. Ricordo che la vitamina D è una delle vitamine fondamentali per rinforzare il sistema immunitario e mantenere forti ossa e denti.




2) Ricche di potassio: Essendo ricco di potassio il fungo ha proprietà diuretiche. A livello dei nostri reni il potassio “cattura” il sodio in eccesso all’interno del corpo e ne facilita l’eliminazione. Eliminando il sodio in eccesso dal corpo si abbassa la pressione sanguigna e si riducono i problemi di ritenzione idrica. Il potassio insieme al magnesio sono considerati i minerali alleati del nostro sistema cardiocircolatorio.

3) Ricche di vitamine del gruppo B: I funghi shiitake sono naturalmente ricchi di vitamine del gruppo B. La vitamina che manca anche in questo caso è la vitamina B12 che non è presente all’interno del fungo ma sono presenti tutte le altre vitamine del gruppo B in buone percentuali. Ricordiamo, che le vitamine del gruppo B sono molto importanti per la salute del nostro organismo perchè ci donano energia e stimolano il nostro metabolismo.

Tutte le altre proprietà che potrete leggere in rete dove vengono attribuite ai funghi shiitake proprietà contro il “cancro” non sono state fatte ricerche in merito e se sono state fatte, non hanno portato risultati soddisfacenti nelle letterature mediche che si trovano online.

Qui sopra possiamo prendere visione di un video dove viene preparata una ricetta molto facile dove i funghi shiitake a km 0 vengono impanati e fritti. Qui sotto invece possiamo prendere visione dei valori nutrizionali dei Funghi Shiitake relativi a 100 grammi di prodotto. I dati relativi sono stati importati attingendo al registro USDA.

Calorie: 34 kcal (chilocalorie)
Carboidrati
: 6,8 g grammi
Zuccheri: 2.4 grammi
Fibre alimentari: 2.5 grammi
Grassi: 0.5 grammi
Proteine: 2.2 grammi
Vitamine:
..Vitamina B1 (2%) 0.02 mg
..Vitamina B2 (18%) 0.22 mg
..Vitamina B3 (26%) 3.88 mg
..Vitamina B5 (30%) 1.5 mg
..Vitamina B6 (22%) 0.29 mg
..Vitamina B9 (3%) 13 μg
..Vitamina C (4%) 3.5 mg
..Vitamina D (3%) 0.4 μg
Minerali:
..Calcio (0%) 2 mg
..Ferro (3%) 0.4 mg
..Magnesio (6%) 20 mg
..Manganese (10%) 0.2 mg
..Fosforo (16%) 112 mg
..Potassio (6%) 304 mg
..Sodio (1%) 9 mg
..Zinco: 1 mg

La percentuale dei valori nutrizionali viene calcolata con il simbolo % per rimandare all’assunzione dell’RDA giornaliera di vitamine e minerali per evitare carenze nutrizionali di questi importanti micronutrienti. I valori nutrizionali dei funghi shiitake variano in base al metodo di conservazione dei funghi stessi. Per esempio, i funghi secchi hanno più nutrienti rispetto ai funghi freschi.

Reazioni allergiche Shiitake: Alcune persone anche se molto raro possono sviluppare delle allergie a questo tipo di fungo sopratutto allergie da “contatto”. Questo genere di allergie è molto presente in Asia. Con il consumo in Europa e Stati Uniti si registrano alcuni casi di allergia. Ad ogni modo, le allergie vengono “disattivate” dalla cottura. Il fungo può dare allergia in soggetti ipersensibili solo quando esso è crudo o poco cotto. Se avete manifestato in passato allergie ai funghi o “credete o pensate” di essere allergici a questo genere di fungo si consiglia la consultazione con il proprio medico curante “allergologo” che tramite specifici test vi saprà dire con certezza se siete o meno allergici.

Conclusione: Adoro mangiare qualsiasi tipo di fungo e i shiitake non vengono esclusi dalla mia alimentazione come la maggior parte dei funghi commestibili. Grazie al contenuto di vitamina D2 non può mai mancare nella mia alimentazione sopratutto nella fredda stagione invernale. Invito i miei lettori per chi non lo avesse ancora fatto a consumare zuppe di miso nella stagione invernale e molti funghi a partire dal tartufo, ai funghi pleurotus ed altre specie di funghi che si possono facilmente trovare in Italia. Da escludere a mio avviso le scampagnate in montagna alla raccolta di funghi perchè quest’ultimi, potrebbero confondere anche l’occhio esperto. E’ meglio affidarsi agli esperti del settore dove tranciabilità e freschezza del prodotto vengono “assicurati”.