Diarrea Dopo Aver Mangiato: Cause, Sintomi e Cura

Diarrea Dopo Aver Mangiato: Cause, Sintomi e Cura. Capita spesso che dopo aver mangiato arrivi la “diarrea”. Come è possibile tutto questo? Anche voi avete manifestato questo sintomo improvviso del vostro corpo che dopo un determinato alimento vi fa correre immediatamente al bagno? Che sia la pizza, il caffè o la birra non sembra avere importanza fatto sta, che sembra essere un problema comune che va senz’altro indagato nei migliori de modi per capire e trovare insieme una soluzione a questo imprevisto che ci prende alla “sprovvista”.

Molto spesso dopo che mangiamo determinati alimenti possiamo avere da li a poco diverse “scariche” di diarrea che possono farci sentire “male” senza forze e con un profondo stato d’ansia. La maggior parte delle “scariche” improvvise che avvengono dopo aver mangiato determinati cibi posso essere la causa di “intolleranze alimentari” o “sindrome dell’intestino irritabile”. Molto spesso è capitato in più di un’occasione anche a me di soffrire di questo disturbo fortunatamente passeggero.

diarrea dopo mangiato cibi

Il fatto che molte persone lamentino “diarrea” dopo aver mangiato un determinato alimento non è colpa di quel determinato alimento ma colpa di quello che si è mangiato diversi giorni prima. Alle volte, non solo un cibo avariato può causare “diarrea” da li a poco ma anche, alcuni “virus” o batteri all’interno del nostro organismo ingeriti nei giorni precedenti all’episodio acuto. Siccome dopo che mangiamo il nostro intestino automaticamente spinge il cibo in giù grazie alla forza di gravità e alle spinte dei muscoli intestinali è più facile sentire il bisogno di andare in bagno. Dunque, è una cosa “fisiologica” normale.

La diarrea generalmente ha cause infettive oppure cause funzionali. Vediamo in dettaglio le cause della diarrea:
1) Causa infettiva: Causate da batteri, virus e parassiti.
2) Causa funzionale: Sindrome del colon irritabile, troppi sali di magnesio, troppa vitamina c, celiachia, intolleranze alimentari di vario genere, colite microscopica, abuso di lassativi, sorbitolo, colite, diverticoliti, molto rari linfomi e tumori.

Diarrea dopo mangiato

1) Diarrea dopo il caffè: La diarrea per sensibilità individuale può essere scatenata anche da alimenti o bevande troppo calde o troppe fredde. Alcune persone sembrano essere concordi sul fatto che il caffè aiuti a combattere la stitichezza (Non funziona per tutti). In parte il caffè è acqua ed automaticamente acqua ed altre sostanze contenute nel caffè fanno andare di corsa al bagno.




2) Diarrea dopo una birra: La diarrea che viene dopo aver bevuto la birra può essere causata dalla “bevanda” troppo fredda. Non è difficile vedere che la maggior-parte delle pubblicità in televisione amano far vedere la birra ghiacciata o comunemente “molto fredda”. All’interno del nostro intestino che ha una temperatura interna che si aggira sui 37 gradi una valanga di “liquido freddo” può scatenare delle contrazioni a livello intestinale che possono contribuire alla diarrea “fulminante” del momento. Assolutamente questa non è la regola ma per alcune persone come me può una causa.

3) Diarrea dopo la pizza: La pizza come ben si sa gonfia sopratutto se parliamo di pizza da asporto. In questo caso parlo di quelle grandi belle e rotonde pizze. E’ molto facile andare al bagno dopo aver mangiato molto abbondantemente. Il cibo in eccesso spingerà il cibo del giorno prima verso l’uscita e questo farà si che l’intestino si liberi per far passare il nuovo cibo. La pizza è come la pasta “molti carboidrati” molto consistenti.

Qualsiasi sia la causa della diarrea non è riconducibile “immediatamente” all’alimento che si è assunto 5 minuti prima o 30 minuti prima. In questo caso abbiamo già una sofferenza di fondo, un virus o un batterio latente da qualche giorno oppure un intolleranza alimentare non curata. Il fatto che venga o meno dopo aver mangiato a colazione, pranzo o cena dipende dalla forza di gravità e dalle contrazioni intestinali che ci fanno mandare giù il cibo che stiamo mangiando in quel preciso istante. Questo “nuovo” cibo spinge verso “l’uscita” il cibo del giorno prima o di due giorni prima. Avete presente un rubinetto dell’acqua? Se mettiamo un tappo al suo interno e lasciamo l’acqua scorrere questo tappo prima o poi “scoppierà” violentemente e l’acqua uscirà.

A) Diarrea dopo colazione: Molti lamentano la diarrea dopo la prima colazione. E’ facile immaginare che la persona che si è appena svegliata inizi a mangiare qualsiasi cosa, un caffè, un panino, un succo di frutta o della semplicissima acqua avrà l’istinto fisiologico dopo il sonno di andare al bagno per eliminare gli eccessi dei giorni precedenti.

B) Diarrea dopo pranzo: La diarrea dopo pranzo dipende dalla quantità di cibo che si è ingerita che spinge in giù gli alimenti che ci hanno fatto male di qualche ora prima (5 o 6 ore) o il giorno precedente. E’ del tutto normale “farla” dopo che si mangia abbondantemente. La cosa preoccupante è la diarrea ma quest’ultima, è causata da uno dei fattori o cause “infettive o funzionali” descritte qualche riga qui sopra.

C) Diarrea dopo cena: Anche in questo caso dopo una lunga giornata a correre di qua e di la è molto facile che ci possano essere episodi di scariche diarroiche dopo una cena abbondante. Le cause della diarrea sono riconducibili sempre a cause infettive o funzionali che devono essere attentamente valutate dal vostro medico curante.

Consigli per evitare la diarrea: Non mettersi le mani sporche in bocca, lavarsi spesso le mani, attenzione quando si toccano i gusci delle uova sporchi, attenzione agli alimenti scaduti, attenzione al pesce avariato, attenzione alle intolleranze alimentari, attenzione alla celiachia, attenzione alle allergie alimentari, attenzione ai virus intestinali, attenzione particolare all’acqua che si beve, attenzione ai viaggi all’estero sopratutto nei paesi del “terzo mondo”.

In caso di febbre con diarrea: Diventa obbligatoria la consultazione con il proprio medico curante se la diarrea è accompagnata anche da vomito. In questo caso oltre che bere molti liquidi è importante fermare anche il vomito e la situazione diventa più complicata. La febbre accompagnata da diarrea non è un buon segnale e ci fa capire la natura “infettiva” della causa scatenante.

Conclusioni: Generalmente dopo un attacco diarroico cerco di capire quale sia stata la causa scatenante dell’episodio. Penso subito di non avermi lavato le mani in qualche occasione. Penso subito ad un virus intestinale o ad una probabile intossicazione alimentare. Non escluderei nemmeno qualche intolleranza alimentare. In ogni caso, se riesco ad individuare la causa cerco di prendere un anti diarroico capace di fermare il sintomo. L’anti diarroico lo prendo solo dopo che sono sicuro di aver fatto 4-5 scariche “per bene” questo mi tranquillizza sapendo che mi sono “ripulito”. L’automedicazione generalmente va evitata e se con i farmaci da banco offerti gentilmente dal vostro farmacista il problema non dovrebbe risolversi è obbligatoria una rivalutazione presso il proprio medico curante.