Gallina razza Moroseta

Gallina razza Moroseta: La moroseta è una razza di pollo appartenente alla categoria di polli ornamentali, originaria dell’Asia, ha origini antichissime descritti nell’opera più famosa di Marco Polo “il Milione” nel 1200 in cui racconta che le tribù della Mongolia, “allevano strani polli lanosi o incroci tra polli e conigli”.

Si tratta di una razza unica al mondo con delle caratteristiche eccezionali che la rendono inconfondibile come la pelle nera il cui melanismo, si estende anche a ossa e carne, di conseguenza anche faccia, bargigli e cresta sono neri mentre gli orecchioni, sono turchesi. L’altra caratteristica della razza è il piumaggio serico cioè setoso, simile al classico pelo dei mammiferi.

Gallina Moroseta

Questa peculiarità è dovuta all’assenza degli uncini nelle barbule è grazie a ciò che il piumaggio della Moroseta è soffice, setoso e morbido. Da queste due caratteristiche fenotipiche ha origine il nome “Moroseta”. A differenza della maggior parte delle razze, presenta cinque dita invece di quattro, particolare tipico di pochissime razze di pollo. La razza, ha un ciuffo di penne sul capo e zampe piumate. Esistono ben due varietà di Moroseta:

Moroseta bianca

1) Moroseta con barba: dove i bargigli sono quasi invisibili, spesso non si sviluppano per la fitta barba.
2) Moroseta senza barba: quindi, con la mancanza di folte piume sotto il becco con presenza di bargigli.

Queste due varietà, in base al peso sono divise in due categorie:
Moroseta Grande e moroseta nana. In Italia, una moroseta che non supera il peso di 500 grammi per la femmina e 600 grammi per il maschio, è considerata Nana. D’altro canto una moroseta femmina con peso superiore a 1.100 grammi e non oltre ai 1.400 grammi e per il maschio superiore a 1,400 grammi e non oltre a 1,700 grammi viene considerata Grande.

E’ anche possibile che nelle moroseta selezionate e allevate in America o altri paesi, possiamo riscontrare la presenza di ernia craniale, ovvero la protuberanza ossea sopra la testa, questa caratteristica nello standar italiano della Moroseta è considerata un difetto.

Le colorazioni delle Moroseta sono moltissime, la piu diffusa è la colorazione Bianca, seguita dalle colorazioni: nera, blu, splash, perniciata oro, perniciata argento, fulva, rossa, pezzata, sparviero grigio perla, isabella, limone e cioccolato. Molte di queste colorazioni sono riconosciute dallo standard Italiano le altre, sono in fase di riconoscimento.

Moroseta nera

I polli di razza Moroseta sono generalmente di un carattere docile e amichevole, e si lasciano facilmente addomesticare dai loro padroni. Si adattano a vivere in giardino e in spazi confinati alti soltanto 50cm perché non volano, e grazie al loro temperamento mansueto possono avere un’ottima interazione con i bambini. Anche se sembrano molto delicate e fragili, in realtà sono una razza estremamente rustica e resistente, sopportando male l’umidità e la pioggia. La Moroseta ha una grande attitudine alla cova che è talmente sviluppata che le galline di questa razza sono considerate delle vere e proprie “incubatrici viventi“. Sono capaci di sostenere diverse covate all’anno, e in molti casi, covano perfino durante l’inverno. Oltre che covare le proprie uova, le Moroseta vengono utilizzate come balie per altre razze di pollo.

In Cina la carne di moroseta viene utilizzata a scopo “culinario” e si pensa che la sua carne “nera” è ricca in vitamina D ed altre sostanze utili con un ruolo curativo in caso di influenza o di convalescenza. Anche le uova di moroseta sembrano avere proprietà “miracolose”. Le uova hanno un quantitativo maggiore di vitamina D quasi doppio rispetto alle normali uova di altre razze di galline.

Conclusioni: Si ringrazia il gentilissimo Mario Gullì per la gentile concessione dell’articolo sulle moroseta e le stupende foto.