Proprietà e benefici Miele di Melo

Proprietà e benefici Miele di Melo: Gli studiosi in passato hanno dedicato molto tempo a capire la zona di origine dell’albero che produce le mele: si tratta di una pianta molto antica che con il tempo si è andata differenziando in una cinquantina di specie differenti, compresa tra di esse il classico melo coltivato un po’ dappertutto. Una serie di studi archeologici ha messo in luce che le specie primitive da cui nacque il melo si svilupparono non in Europa ma in America del nord; servendosi di una geografia molto diversa da quella attuale, riuscirono poi a raggiungere l’Asia propagandosi lungo la terraferma che oggi è diventata lo stretto di Bering.

Da qui le specie hanno continuato a diffondersi in tutto il mondo fino al giorno d’oggi, con le caratteristiche attuali. Attualmente, si ritiene che esistano fino a diecimila varietà differenti, che vengono classificate a seconda del periodo di maturazione. Oltre al prodotto principale, ovvero la diffusissima mela che conosciamo tutti, grazie al melo possiamo ottenere un alimento davvero rinomato ed eccezionale: il miele.

benefici miele di melo

Si tratta di un prodotto estremamente di nicchia e poco diffuso, per via delle grandi difficoltà che si pongono nella sua produzione: risulta impossibile da trovare nei supermercati ma anche presso i piccoli apicoltori, per cui diventa quasi obbligatorio recarsi nelle zone di produzione oppure su un negozio online affidabile. Il miele di melo è infatti un prodotto uniflorale molto raro, dato che la pianta del melo è una delle primissime a fiorire all’inizio della primavera.

Questo fatto fa sì che il miele venga generalmente consumato subito dalle api stesse, per potersi rimettere in forze dopo il lungo inverno; soltanto quando la produzione è abbondante e si verificano le condizioni climatiche migliori avviene una produzione consistente destinabile al consumo umano. Le zone in cui avviene la maggiore produzione di miele di melo si trovano in Italia e nel Nuovo Continente. Il Trentino Alto Adige è molto rinomato per questa varietà di miele e i motivi non sono difficili da immaginare: pensiamo a paesaggi paradisiaci come quelli della Val di Non, con le maggiori produzioni nazionali di mele pregiate; contemporaneamente, una significativa produzione di miele di melo la possiamo rintracciare nei vasti meleti del Vermont, negli Stati Uniti.

miele di melo

Tuttavia, la cosa più stupefacente di questo tipo di miele è il suo aroma e sapore: si presenta con un colore chiaro, e un profumo delicato che ricorda i fiori del melo, mentre il sapore in alcuni casi è molto simile a quello delle mele cotte al forno, o addirittura a quello del sidro; il tutto con un retrogusto soave e fruttato che metterebbe d’accordo praticamente tutti. Vediamo in breve quali sono le qualità di questo rarissimo miele: la reperibilità, come prima spiegato, è molto scarsa e non tutti gli anni è possibile trovarlo sul mercato.

Affidiamoci ad aziende agricole affidabili e appartenenti alle zone di produzione di questo prelibato prodotto; se non troviamo l’agognato miele di melo possiamo sempre acquistare il meno raro miele di tarassaco e melo, che unisce le peculiari caratteristiche di entrambe le varietà. Qui sopra è possibile prendere visione di un interessante video sulla fioritura dei meli.

1) Azione diuretica e disintossicante: Il miele di melo ha interessanti proprietà diuretiche, utilizzabili per stimolare l’eliminazione dei rifiuti dal nostro organismo. Si ritiene che possa influire beneficamente anche sull’attività renale.

2) Contro la cefalea e dolori di testa: Secondo alcuni sostenitori della medicina naturale, possiamo usare il miele di melo per combattere la cefalea; si tratta di un prodotto sano e genuino, per cui possiamo sempre provare a testarne gli effetti senza paura. Il miele di melo è utilizzato anche in alcune regioni della Cina a questo scopo. La medicina tradizionale cinese è una medicina “antica” in contrasto con la medicina tradizionale ma secondo molti “adepti” più efficiente di quest’ultima.

3) Miele contro il colesterolo: Molto spesso il miele di melo viene venduto non come miele uniflorale, ma miscelato a quello di tarassaco (miele di tarassaco e melo). Pare che questo tipo di miele possa aiutare i soggetti che soffrono di ipercolesterolemia a mantenere il colesterolo a livelli accettabili. Attualmente, non si conoscono esattamente quali fattori entrino in gioco nell’abbassamento del colesterolo cattivo LDL.

4) Ricco di antiossidanti, vitamine e minerali: Il miele di melo è ricco di preziosi antiossidanti capaci di contrastare i temuti radicali liberi nel nostro corpo. Non meno importante la presenza di una “miriade” di vitamine e minerali che ne completano la sua azione positiva all’interno del nostro organismo.

5) Ottimo ricostituente: Il miele di melo è utile per le persone debilitate che hanno subito o che stanno combattendo un’ influenza. In organismi che hanno combattuto una malattia è capace di “ridare” carica all’intero corpo grazie anche ai suoi preziosi zuccheri. Energia pronta per i nostri “muscoli” capace di farci stare bene ed in forma.

Avvertenze: Le persone allergiche ai prodotti dell’alveare devono assolutamente evitare non solo il miele di melo ma anche tutti gli altri tipi di miele. Coloro che in passato hanno manifestato reazioni allergiche di qualsiasi portata, sono “obbligate” a consultarsi con il proprio medico curante e con un allergologo professionista.

Conclusioni: Il prezzo del miele di “melo” può arrivare a circa 10 euro per 500 grammi e 20 euro per un kg di prodotto fresco. Proprio perchè è un miele molto raro è difficile trovare un prodotto “pulito”, “genuino” e “biologico”. Consiglio l’acquisto del miele di melo da un produttore locale oppure via internet nei siti “Specializzati” dove un bollino di qualità sarà capace di alleviare il consumatore.