Dolore ai Reni o Dolore alla Schiena

Dolore ai Reni o Dolore alla Schiena: Oggi voglio parlare dei classici dolori che si hanno nella zona lombare e come differenziare quest’ultimi, dai dolori ai reni. Innanzitutto, parto raccontando la mia esperienza personale riguardo questo problema che nell’ultimo mese mi ha fatto pensare al peggio. Il dolore è iniziato in modo acuto ed improvviso nella zona del rene sinistro. Il rene sinistro rispetto al rene destro, si trova più in alto. Proprio per questo motivo, è difficile capire da dove provenga esattamente il dolore. Malgrado le basse temperature climatiche il dolore ad oggi, se ne è andato.

E’ molto facile confondere il dolore ai reni e il mal di schiena basso. Il mal di schiena può essere avvertito come un dolore continuo. Il dolore ai reni si verifica in genere come delle “onde” ed è accompagnato da altri sintomi, tra cui minzione dolorosa o febbre. I reni fanno parte del sistema urinario quindi, se c’è un’infezione fare pipì diventerà più difficile e doloroso.

Dolore renale o schiena

Reni, muscoli della schiena o della colonna vertebrale? Ci sono alcuni “metodi” per riconoscere un dolore renale da un dolore muscolare e qui di seguito, andremo ad indagare. Il dolore ai reni solitamente appare nel fianco destro o sinistro, di lato o tra le costole. A volte si fa sentire nella parte superiore dell’addome. Per esempio i calcoli renali, possono manifestarsi su un fianco (destra o sinistro) o nel basso addome sempre a destra o sinistra. Molto importante da sapere è che il dolore ai reni non viene influenzato molto dai movimenti del nostro corpo. In un’ipotetica infezione renale applicando una pressione con le dite sul rene destro o sinistro può essere doloroso. Il dolore della colica è molto “Gravante” ed oltre al forte dolore si manifesta nausea, vomito in alcuni casi e sudorazione improvvisa.

Il dolore lombare può apparire a causa di una malattia o lesioni alla colonna vertebrale. Se i nervi spinali vengono coinvolti, il dolore può irradiarsi nelle natiche, nella parte posteriore o laterale delle gambe o addirittura ai piedi. Se il problema è con i muscoli lombari, il dolore può apparire in qualsiasi parte bassa della schiena. In questo caso il dolore spinale e muscolare può essere fortemente influenzata dalla posizione del nostro corpo. Parlando per esperienza persona il dolore che io avvertivo quando ero a letto era gravante sopratutto sul fianco sinistro. Quali sono le più probabili cause di dolore ai reni improvviso?

Dolore alla schiena o dolore ai reni1) Idronefrosi: Si chiama idronefrosi la tipica distensione dei reni a causa di un ostruzione. Un calcolo renale nell’uretere può bloccare il flusso di urina e causare dolore al fianco destro o al fianco sinistro nella parte alta nel rene di sinistra e nella parte bassa nel rene di destra.

2) Infezione renale: Denominata (pielonefrite) provoca dolore nel fianco, di solito su un lato (destro o sinistro) l’urina è generalmente torbida, la minzione può essere dolorosa ma non in tutti i casi. Si può manifestare nausea, vomito, febbre alta e diarrea. Alcuni anni fa dopo aver mangiato una maionese andata a male ho iniziato prima di tutto ad avere “diarrea” e i giorni seguenti urina torbida e dolore alla munizione non molto forte. Il dolore si presentava sopratutto sul fianco sinistro. Dopo una cura antibiotica e i dettagli forniti dal medico curante il dolore se ne è andato così come è venuto dopo i primi due giorni di terapia antibiotica. L’amoxiciliina più acido clavulanico (Augmentin) dopo ricetta medica ha risolto il mio problema. Particolare attenzione va prestata ai cibi avariati e conservati male.

3) Calcoli renali: Non sempre provocano dolore. Quando le loro dimensioni diventano “importanti” ed entrano nell’uretere (i tubi che trasportano l’urina dai reni alla vescica) possono provocare improvvisi dolori acuti. Di solito, il dolore tende a presentarsi su un lato del fianco di destra o di sinistra e può durare diverse ore. Esso, può irradiarsi verso l’inguine, genitali, o cosce. La presenza di calcoli renali renderà l’urina torbida. In alcuni gravi “casi” si potrà osservare sangue nelle urine. Il passaggio di un calcolo renale con l’urina può causare nausea e vomito ma generalmente non si ha febbre. Il dolore è talmente forte che subito il paziente si ritrova al pronto soccorso lamentando dolore intenso e sudorazione massiva.

4) Sindrome ematuria: Si avverte dolore al fianco o fianchi (a volte su entrambi i lati). Il sangue è presente nelle urine di donne che assumono contraccettivi orali.

5) Ostruzione della giunzione ureteropelvica: Questo genere di ostruzione è una malattia congenita che compare nei bambini o dopo l’intervento chirurgico ai reni. Il dolore è palpitante e sentito nella zona del fianco, soprattutto dopo aver bevuto una grande quantità di acqua.

Generalmente le cause “improvvise” anche se “improvvise” con un’adeguata terapia ed una vista dal medico, possono risolversi. Caso meno fortunato sono i disturbi ai reni cronici. Spesso, nonostante una malattia renale avanzata non si avvertono “sintomi” importanti ma solo lievi e passeggeri malesseri. I problemi possono essere confermati da esami del sangue ed esami delle urine. Tra i dolori “cronici” ai reni possiamo osservare:

1) La malattia di Berger: Si manifesta con urine scure e spasmi nei fianchi dopo una infezione delle vie respiratorie o altre infezioni nell’organismo.
2) Malattia renale policistica: Si ha dolore sordo in entrambi i lati del corpo. E’ denominato rene policistico ed è un disturbo classificato come “genetico” di tipo cistico. “Si hanno delle cisti proprio sul rene”.  Esistono due forme differenti sia per adulti che per “bambini”.
3) Distensione renale o Idronefrosi: Solitamente provoca dolore su un lato sopratutto “sinistro” si ha la sensazione di “rene palpabile” il che significa che può essere sentito dall’esterno.
Cronica Idronefrosi o distensione renale a causa di progressivo blocco dell’uretere, di solito provoca dolore su un lato e un rene palpabile (che significa che può essere sentito dall’esterno).
4) Infiammazione dei reni: Si ha dolore su entrambi i lati, rene destro e rene sinistro. L’urina è torbida e si può avere febbre anche se quest’ultima non è sempre presente. Le cause delle infiammazione sono varie.
5) Cisti renali: Possono essere provocate dal cancro. Si ha dolore sul lato colpito e si può avere sangue nelle urine.
6) Stitichezza: Una stitichezza non curata può provocare dolori cronici in entrambi i fianchi del nostro corpo con tutti i “secondari” problemi che ne possono derivare.




E’ bene ricordare alcuni “rimedi” per aiutare nella guarigione di una probabile infezione dei reni o della vescica. Bere acqua, sopratutto “liscia” o “naturale” 2-3 litri al giorno per stimolare la diuresi possono andare bene anche le tisane “depurative” anche se con quest’ultime è sempre obbligatoria la consultazione con il proprio medico curante. Per esperienza personale posso dirvi di evitare per quanto possibile acque “minerali” in caso di calcoli renali.

Nonostante le cause di dolore in un fianco possono essere anche “acute” ed improvvise e mettere in pericolo la vita della persona affetta (appendicite acuta) è obbligatoria la consultazione con il proprio medico ed in casi di sofferenza acuta è bene rivolgersi immediatamente al primo soccorso della vostra città.

Quali sono i dolori ai fianchi provocati dal dolore di schiena? Qui di seguito vi voglio illustrare alcuni problemi “tipici” che possono “camuffare” un dolore renale e confonderlo con un dolore muscolare.

1) Spondilite anchilosante: E’ una forma di artrite che colpisce generalmente la colonna vertebrale. L’infiammazione delle articolazioni causa dolore cronico e rigidità nella parte bassa della schiena soprattutto dove è presente l’osso sacro. In alcuni casi il dolore può essere avvertito sui fianchi e sulle ginocchia. Gli episodi possono essere acuti ed intensi che vanno e vengono.
2) Cattiva postura: Può essere la postura che si assume quando ci troviamo davanti al nostro computer oppure la postura assunta su un fianco quando siamo a letto e guardiamo il nostro telefono per diverse ore che può far pressione su un lato del corpo. Materassi troppo morbidi o materassi troppo duri. Cuscini troppo bassi o cuscini troppo alti. Insomma, la cattiva postura possiamo averla anche quando stiamo in piedi oppure quando facciamo lavori faticosi etc. La cattiva postura alla lunga può provocare diversi disturbi “cronici” di tipo muscolare su entrambi i lati della muscolatura della schiena sia alta che bassa.
3) Ernia del disco: Quando l’ernia disco tocca il nervo sciatico il dolore può essere avvertito nella parte posteriore (più prominente sul lato interessato). Si ha intorpidimento, formicolio ai glutei, gambe, piedi. Il dolore, comunemente chiamato sciatica, di solito è aggravato dalla flessione, dalla prolungata posizione assunta da sdraiati, seduti o in piedi. Generalmente il dolore viene alleviato camminando.
4) Frattura di una vertebra: Altre cause possono essere la frattura di una vertebra.
5) Alcuni tipi di tumore: Molto più rari ma sempre pericolosi.

Conclusioni: In questo articolo sono stati riassunti alcuni disturbi che possono essere facilmente confusi con altri tipi di disturbi ed esperienze personali. Il dolore ai reni, su un singolo rene o su entrambi i lati necessitano di un’accurata analisi del proprio “medico” per evidenziare o meno la presenza di disturbi più gravi che necessitano assistenza medica immediata. Se avvertite dolore come ho detto precedentemente invece di rimanere a leggere le possibili cause su “internet”, andare dal medico può aiutarvi ad affrontare il problema di punta. Una diagnosi in ritardo può essere pericolosa.