Vitamina C dove? Alimenti con vitamina c

Dove si trova la vitamina C? La vitamina C comunemente chiamata Acido Ascorbico con formula C6H8O6 si trova sopratutto nella frutta e nella verdura, nel seguente articolo analizzeremo quali alimenti contengono quantità di vitamina C in percentuale altissima. In natura il frutto con la maggior quantità di Vitamina C è sicuramente l’acerola molto di moda nei paesi sud americani.

Nel resto del mondo un frutto molto ricco di vitamina C è il kiwi, che viene definito  “BOMBA” contro l’invecchiamento cellulare grazie all’altissima presenza di vitamina C, il frutto del kiwi è un frutto veramente importante per la nostra alimentazione, 1 solo kiwi produce la stessa quantità di vitamina C di ben 3 arance gialle.

frutta vitamina c

Un altro frutto importantissimo che contiene percentuali di vitamina C da far invidia alle arance è l’anguria chiamata in molte parti d’italia cocomero o melone d’acqua. L’anguria vanta una spiccata quantità di vitamina C che insieme al potentissimo antiossidante licopene e con una buona dose di sali minerali ne fanno il frutto d’eccellenza dell’estate.

I frutti che vi elencherò qui sotto, non dovranno mai mancare nella nostra alimentazione quotidiana. Kiwi, Acerola, Anguria, FragoleArance. Le Fragole sono anche esse una grandissima fonte di vitamina C e consumate regolarmente influenzeranno il nostro ritmo di vita dandoci estremi benefici dal punto di vista vitaminico. In questo articolo ho parlato solamente dei frutti che contengono un elevata quantità di vitamina C, nei prossimi articoli si farà luce e chiarezza anche sulla quantità di vitamina C contenuta nella verdura.

Frutta vitamina c

Ricordiamo che i limiti di vitamina C in italia del ministero della salute sono fissati a 60mg e viene dichiarata *Razione minima raccomandabile* per non andare incontro all’ipovitaminosi, patologia che consiste in disturbi metabolici legati alla mancanza nell’organismo di una o più vitamine. Inoltre, è possibile visualizzare la tabella nutrizionale della vitamina C disponibile a questo indirizzo.

(Aggiornamento 22.08.2014) Nel corso degli ultimi anni ho approfondito in maniera professionale le qualità della vitamina C e si possono trovare numerosi articoli all’interno del blog. Proprietà e benefici vitamina C Ed anche Linus Pauling e la vitamina C.

Non tutti sono a conoscenza che la vitamina C di una volta sembra essere “più naturale” della vitamina C che troviamo ai giorni d’oggi. Questo perchè? L’utilizzo intensivo delle colture di pesticidi e i terreni sempre più impoveriti ci daranno frutta con una quantità di vitamina C sempre minore rispetto agli anni precedenti. Se vogliamo dirla tutta dobbiamo anche “constatare” il fatto che la frutta e la verdura di adesso e ricca di “Pesticidi”. Questo cosa significa? Significa che se un frutto che contiene una quantità sana di vitamina C e può il nostro organismo “beneficiare” di questa sostanza attualmente con i pesticidi questi benefici vengono “distrutti” dai composti pericolosi che si trovano nella frutta stessa che ha assorbito sia dal terreno che tramite “irrigazioni” di “veleno” una grande quantità di sostanze pericolose per l’uomo.

Conclusioni: Nonostante qualcuno trovi queste “sostanze pericolose” e fa una netta differenza dichiarando pubblicamente che sono “tollerabili” fino ad una certa “soglia” si sbaglia. Ogni organismo umano ha una costituzione totalmente differente e le quantità che fanno male a me possono far “malissimo a te”. Proprio per questo motivo esorto il più possibile a crescere piante da frutto nel proprio giardino di casa e sopratutto legumi ed ortaggi “naturali”. Ovviamente so che la fatica e il poco tempo a disposizione faranno si che noi a nostra volta, cadiamo nella “trappola” classica del supermercato e compreremo frutta e verdura che di biologico hanno ben poco. Molto tempo fa ho scritto un interessante articolo riguardante i benefici per vivere in campagna. Chi volesse leggero può trovarlo qui.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*