Attacchi di panico Attacchi di ansia sintomi e cura

Sei qui dopo aver ricercato per l’ennesima volta su google, “attacchi di ansia e di panico”. Non hai trovato la soluzione al tuo problema nonostante avessi girato tutta la rete, perché nessuno in realtà è stato capace di spiegarti veramente come uscirne fuori. Cercherò di spiegarti come fare, ma dovrai leggere attentamente e ricordarti di queste parole nel cuore della notte. Cercherò di esprimermi prima in modo formale affinché tutti possano capire di cosa si tratta e di come uscirne fuori. Ansia, nervosismo, attacchi di panico è un’emozione che tutti noi ci sentiamo “dentro nell’anima” di tanto in tanto. 

Che sia a causa di un esame imminente, la preparazione per il vostro primo appuntamento, o in attesa del vostro turno di parlare in pubblico, l’ansia è una normale reazione allo stress. E’ breve e mite e generalmente quasi sempre colpisce la nostra vita quotidiana in minima parte. Tuttavia, per molte persone l’ansia diventa così intensa e di lunga durata che incide sulla propria vita quotidiana. I sentimenti di ansia diventano opprimenti e alcuni li descrivono come paralizzanti. Alcuni dei sintomi più comuni quando i livelli di ansia sono alti sono descritti qui di seguito:

Attacchi di panico ed ansia

1) Vertigini: Le persone che vengono colte da attacchi di panico per via dell’ansia è possibile che avvertano vertigini e capogiri. C’è una sensazione di svenimento imminente.
2) Instabilità: Sia motoria che psichica.
3) Sentirsi terrorizzati: La sensazione del “terrore” ci coglie all’improvviso e si ha oltre che panico, una marcata paura.
4) Avere l’impressione di star soffocando: Spesso, non riusciamo a fare grandi respiri ed abbiamo improvvisamente paura di soffocare e paura di morire. Anche la mancanza di fiato è una sensazione molto comune. Nonostante si cerchi di prendere aria questa, sembra non essere mai abbastanza e si fa una grande fatica per riprendersi.
5) Calore alla testa: La sensazione di calore alla testa e nel resto del corpo è un sintomo molto comune tra le persone che soffrono di ansia e attacchi di panico.
6) Dolori allo stomaco: In caso di ansia i problemi possono attaccare il nostro stomaco. Molte persone “somatizzano” gli eventi traumatici in alcune parti del corpo come per esempio lo stomaco. Avete presente quando si dice ho lo stomaco chiuso? Sono talmente arrabbiato da non poter mangiare. La nausea può essere un altro sintomo che “attacca” un elevato numero di individui.
7) Tensione muscolare: La tensione muscolare irrigidisce i nostri muscoli. Che siano i muscoli delle gambe o delle braccia o del collo la tensione muscolare ci colpisce improvvisamente. In alcuni casi, la tensione è talmente forte da spingere l’individuo ad urinare frequentemente.
8) Ripetuti flashback di eventi traumatici: Collegati sopratutto ad eventi traumatici passati o la paura del futuro come la paura più grande di ognuno di noi e cioè, la paura di morire.

9) Mani e piedi freddi e sudati: Le mani possono diventare fredde e sudate così come anche i nostri piedi. La circolazione nelle estremità tende a diminuire e con essa, il nostro calore verso di esse.
10) Palpitazioni cardiache ed Extrasistole: Molto comuni le palpitazioni e le extrasistole. Il nostro sistema e il nostro cuore è talmente sollecitato dal nostro sistema nervoso che esso, fatica ad acquisire un battito regolare.
11) Problemi di sonno: Alzarsi di notte improvvisamente con la paura di morire o sensazioni di morte imminente con difficoltà ed incapacità a mantenere la calma.
12) Secchezza delle fauci: La paura è talmente alta che la nostra bocca diventa secca e si ha difficoltà nella produzione di saliva che automaticamente, ci darà l’impressione di soffocare.

Ansia

A volte, non tutti i mali vengono per nuocere. L’ansia può essere in realtà una cosa buona per noi, in certi casi, e può essere di vitale importanza nel motivare il cambiamento necessario di cui abbiamo bisogno. Il primo passo per affrontare l’ansia è quello di diventare consapevoli di ciò che sta causando ansia. A volte questo è semplice, ed è facile individuarlo, ma per alcune persone diventa difficile e l’ansia, prende il sopravvento bloccando momentaneamente il soggetto in un tempo non molto ben definito.

Il fatto che si abbiano letto qui sopra alcune righe dei sintomi più comuni, mettono in agitazione il lettore di turno che sta cercando informazioni sull’ansia e sugli attacchi di panico.”Tu” lettore penserai che hai qualche malattia incurabile e di non poterne più uscire. Questo dipende dal fatto che ancora sono nella zona del “formale” dove ogni cosa detta , dove ogni cosa pensata fa ancora “molta paura“, le parole possono fare male e possono far preoccupare, potrei parlare di qualche mia esperienza di attacco di panico o di ansia, ma ormai tutti voi ben sapete di cosa si tratta, ma posso guidarvi su quella piccola strada da intraprendere.




Nella nostra vita c’è troppo rumore come anche nella mia. C’è bisogno di silenzio e di concentrazione. Iniziate spegnendo la televisione, fin da subito. Non guardatela più la televisione, è un arma che attacca la vostra mente, con immagini e notizie terrificanti che vi mettono in uno stato d’animo di paura e sconforto. Tasse sicure come la morte! Fatture imminenti, paura di non arrivare a fine mese, paura della propria vita, di come andrà a finire, si vive in un continuo bombardamento per la nostra mente e ne soffre contemporaneamente la nostra anima che diventa irrequieta. Soffermatevi per un attimo su questa immagine qui sotto e catapultatevi direttamente qui dentro dove volete voi e liberate la vostra mente da ogni pensiero, così improvvisamente come non avete mai fatto prima, creando la calma e il silenzio.

Libertà

Come vi sentite in questo momento se con la vostra mente siete catapultati in ognuna di queste immagini qui sopra? Quali sono le vostre emozioni ? Cosa è reale e cosa è finto? Guardate attentamente e ditemi a voce alta cosa è reale e cosa è finto? E’ finto questo paesaggio meraviglioso che vi riscalda il cuore? Oppure tutte le stronzate inventate dalla società per soffocarvi il cuore, la mente e l’anima?

E’ incredibile direte a voi stessi come una sola immagine e come il distacco improvviso da quello che prima pensavate essere reale vi riporti in uno stato di assoluta calma e tranquillità dove improvvisamente diventate lucidi e avete chiarezza nella vostra mente. Quando avete finito di vedere l’immagine si ritorna alla solita vita, al solito..”ebbene è durato poco”. Ma cosa hai imparato da quel poco? Sicuramente hai imparato a capire che quel poco anche se poco è “reale” e non finto come per esempio i “soldi” le notizie di sangue e spargimenti di sangue, anche queste ultime due cose sono finte, fanno parte del mondo che non vogliamo che non accettiamo e per questo, non accettandolo è un mondo finto che non ci appartiene.

Non si tratta di scappare dai problemi, perché siamo nati senza problemi da uomini liberi e uomini liberi siamo, nessuno ha il permesso di mettere le catene alla nostra vita e alla nostra anima. NESSUNO. Vuoi mollare? Te ne vuoi andare? Se mollerai adesso, mollerai per tutto il resto della tua vita.

Inizia a fare le cose che ami veramente, le tue scarpe ti stanno strette? Non ti senti libero? Non ti senti libera? TOGLI quelle scarpe, non sei nato con le scarpe non sei nata con le scarpe! Vai su un bel prato verde molto grande in un posto incontaminato dall’uomo e togliti le tue scarpe cammina su quell’erba e corri e salta come non avessi mai fatto prima, assapora quel momento e vivilo intensamente, come mai quando vi togliete le scarpe improvvisamente vi sentite liberi. Su avanti ditemelo, perché? Lo avete notato ma poi non ci avete più pensato, devo mettermi le scarpe per uscire di casa, devo mettermi le scarpe per andare al lavoro, devo mettermi le scarpe per farmi vedere difronte al mondo, ma tu sei nato con le scarpe? Perché nel momento preciso quando tu cammini scalzo ti senti libero? E’ come se le tue paure scompaiono improvvisamente, da un secondo all’altro. La verità è che si rientra in contatto con la terra un contatto primordiale perduto nel corso di molte generazioni.

Quel contatto che è stato perso, quel collegamento mancante, il contatto con l’erba e con la terra a piedi nudi, ricrea un collegamento tra terra, anima e spirito risvegliando i nostri sensi superiori, affinché vi rendiate conto del vostro posto su questa terra.

Quando siete a piedi nudi non cercate di sputare, questa è la terra dove sono sepolti i vostri avi. Secondo voi perché gli indiani d’america sono stati spazzati via? Quale grande insegnamento ci avrebbero potuto dare? Voi credete che loro avrebbero mai adottato una fantomatica moneta per sopravvivere sulla nostra terra? Certo che no. Ora che siete qui, andate a fare una ricerca sugli indiani d’america e sulle loro frasi, magari la vostra mente si riscalda e si tranquillizza. Voglio dirvi anche un altra cosa, quando siete tristi e abbattuti quando pensate che non ci siano speranze, abbandonatevi alla forza della natura..toglietevi le scarpe appoggiatevi su una grande pianta con rami possenti mettete la vostra schiena a contatto con la pianta stando a piedi nudi..sentirete percorrere sulla vostra schiena un energia che ben presto farà pulizia della paura e vi farà sentire liberi.

Avvicinatevi agli animali di madre natura osservateli e rispettateli, saranno i vostri alleati più veri. Andate a vivere in campagna, iniziate a prendervi cura del vostro orto, mangiate i frutti della vostra terra. Non dite subito, ci vogliono i soldi, lo so che avete pensato subito a questo, ma combattete per realizzarlo il vostro sogno focalizzando bene e attentamente quello che volete veramente, se veramente volete uscire dall’ansia e dagli attacchi di panico. Concentratevi, e che nessuno vi dica che non potete riuscirci. Vedete, nella vita è pieno di persone che vi diranno non c’è la farai mai è troppo difficile oppure è troppo lontano, ma voglio farvi vedere un video, guardatelo attentamente. Sicuramente ve lo ricorderete, in caso contrario, tenetelo bene a mente, vi aiuterà sicuramente:

Dopo che lo avete visto vi sentirete sicuramente meglio. Finisco questo articolo citando “Marianne Williamson”:

La nostra più grande paura non è quella di essere inadeguati. La nostra più grande paura è quella di essere potenti al di là di ogni misura. È la nostra luce, non la nostra oscurità che più ci spaventa. Agire da piccolo uomo non aiuta il mondo, non c’è nulla di illuminante nel rinchiudersi in sè stessi così che le persone intorno a noi si sentiranno insicure. Noi siamo nati per rendere manifesta la gloria che c’è dentro di noi, non è solo in alcuni di noi è in tutti noi. Se noi lasciamo la nostra luce splendere inconsciamente diamo alle altre persone il permesso di fare lo stesso. Appena ci liberiamo dalla nostra paura la nostra presenza automaticamente libera gli altri.

Conclusioni: Lo so che questo è un articolo molto lungo, spero che nel leggerlo non vi siate stancati ed avete imparato qualcosa. Vi consiglio la lettura di altri miei articoli come per esempio i motivi per vivere in campagna che trovate nella sezione di agraria. Come ben sapete, gli articoli su questo blog sono scritti sinceramente e con umiltà se avete qualche commento siate liberi di lasciarlo qui sotto.




7 pensieri su “Attacchi di panico Attacchi di ansia sintomi e cura

  1. Vivo da anni nella morsa dell’ansia e mi piacerebbe trovare un sistema per debellarla, sono inoltre incuriosito da quel articolo che uscirà relativo ad un sonno lungo e rilassante.
    In merito al commento su quanto esposto devo dire che è molto interessante centra perfettamente l’obiettivo, ma nel mio caso non è ancora sufficiente per liberarmi dalle mie insicurezze.

  2. Ciao! Sono capitata sul tuo sito proprio per i motivi che dicevi a inizio post :). Devo ringraziarti perchè mi hai riportato alla mente un film che ho visto e rivisto nella mia infanzia ma che ho guardato prima di avere “occhi per vedere”. Credo che lo rivedrò presto per assimilarlo consapevolmente. In questi giorni, dopo un lungo periodo in cui mi sentivo in grado di affrontare tutto e in cui pensavo di essermi lasciata certe sensazioni alle spalle, ho avuto una brutta ricaduta, ma cerco di distrarmi comunque il più possibile per non soffermarmi ad ascoltare tutti i segnali del mio corpo. Visto che molte persone arriveranno su questo sito e leggeranno post e commenti vorrei dare un mio contributo.

    L’ansia e gli attacchi di panico sono terribili, è innegabile. Spesso ci fanno arrivare a pensare che avremo una vita d’inferno per sempre, che non saremo mai sereni, che non saremo mai “come gli altri”. Spesso cado anche io in questo circolo vizioso di pensieri distruttivi. Però poi mi accorgo che in tutti questi pensieri c’è un senso di odio nei confronti del problema, come se non sopportassimo questa parte di noi e volessimo combatterla. Questo in realtà è sbagliato, già per il fatto che non porta a niente, se non a dare ancora più forza al problema. Affinchè questo perda di forza, bisognerebbe, invece, dirsi “ok, so cosa sei, so che fai parte di me e per questo io ti ACCETTO”. Sì, non “ti odio”, “mi stai rovinando la vita” ecc, ma “io ti accolgo”. Ti accolgo perchè anche questo sono io. Non arrendiamoci, ma ricordiamoci che non siamo soli: tante, troppe persone vivono il nostro problema… uscire allo scoperto e parlarne con qualcuno che ci capisce ci aiuta tantissimo a ridimensionare il tutto. Da quando ci ho provato ho scoperto che già solo vicino a me ho persone che provano le mie stesse cose… e mai, dall’esterno, lo avrei detto. Sarà anche banale, ma mi sono sentita un po’ confortata. In bocca al lupo a tutti quelli che stanno lottando :)

    • Sono finita qui proprio mentre ero in preda ad un attacco di panico….Devo dire che mi ha rilassato anche se io per rilassarmi ho bisogno di un centro commerciale, negozi o cinema. Diciamo che in questi posti di cura devo andare ogni fine settimana per eliminare lo stress settimanale. Ok ho solo 15 anni e soffro di ansia praticamente dalle elementari :( quando mia mamma ha iniziato a pretendere da me è poi i professori determinati risultati e così la scuola é diventata per me un’angoscia. L’anno scorso andavo al liceo ed ero mediocre quindi vivevo ogni giorno con il terrore di venir bocciata. Quest’anno vado molto bene perché sono passata a un tecnico e diciamo i voti più alti non mi demoralizzano ma comunque l’ansia non passa anzi i professori pretendono che sia la migliore sempre ma non sanno di questi problemi perché li nascondo faccio finta di essere sicura di affrontare tutto senza paura. L’anno scorso durante la mia prima interrogazione la prof mi ha dato 5.5 perché diceva che ero poco sicura e quindi mi sono dovuta creare un autocontrollo che purtroppo non mi aiuta. I miei genitori sanno di questo problema ho fatto un test da un neuropsichiatra dove diceva che sono vulnerabile a ansia, depressione, attacchi di nervosismo e panico ecc. e sotto troppo stress la situazione peggiora…. Infatti l anno scorso ero diventata autolesionista. Talvolta tendo a isolarmi a essere riservata e seleziono molto le persone con cui avere un rapporto affettivo, e i miei genitori non sono tra queste persone…. Io non do fiducia a loro perché loro non me ne hanno mai data….mi dicono che sono una bambina perché dicono che cerco di svicolare dai problemi mentre io ho alcuni atteggiamenti perchè il uso come auto-difesa…vorrei trovare una soluzione…. Ho parlato più volte con i miei genitori ma non mi vogliono ascoltare….e se il centro commerciale è l’unico posto dove sto tranquilla loro non mi portano perché lo prendono per capriccio nonostante sappiano che é un modo per sfogarmi. Help!

  3. Ciao,
    È’ stato bello leggerti, una cose più interessanti mai lette della questione e credimi ne ho letto veramente tante , ho appena passato un attacco di panico con tutte le caratteristiche presenti tra quelle elencate. Devo ritrovare la mia terra.

  4. Mi ritrovo molto nell’articolo. Ad un certo punto, ho iniziato ad aver paura di qualsiasi cosa. Attualmente si puo’ dire che sia in una fase di mezzo. Ho iniziato a star meglio quando ho diminuito le ore lavorative prima a 6 poi a 4 ed a prendere un leggerissimo calmante. Da svegliarmi anche 7-8 volte di notte ora mi sveglio al massimo 2-3 ed a volte riesco a dormire tutta notte.
    Purtroppo pero’ intorno c’e’ chi mi diceva che non era normale e lo capisco anche. Ma se preferisco la salute ai soldi, non credo sia una cosa brutta, cosi’ come posso capire che le paure od insicurezze o il senso di inadeguatezza che mi ha portato a questo possono essere ingiustificate, ma se non riesco a farmene una ragione che altro posso fare? Sto molto meglio di prima, ma non mi e’ ancora passato del tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*