Carenza di vitamina D Rachitismo

In questo articolo parliamo del Rachitismo, molto temuto fino a 50 anni fa che riappare incredibilmente anche ai giorni d’oggi nei paesi del terzo mondo e non solo. Il rachitismo è più comune nei bambini. Se i neonati e i bambini non ricevono abbastanza vitamina D, necessaria per la corretta crescita delle ossa, o il loro corpo ha problemi a sintetizzare la vitamina D possono sviluppare rachitismo.

Abbiamo bisogno di vitamina D per assorbire il calcio e il fosforo dal cibo che mangiamo. La carenza di vitamina D rende difficile mantenere la presenza di calcio e fosforo nelle ossa. Il Rachitismo è una condizione in cui le ossa dei bambini non si sviluppano correttamente, con conseguente fragilità ossea e debolezza, deformità scheletriche come le gambe storte, la colonna vertebrale curva e  ispessita, i polsi e le caviglie storti, difetti dentali e proiezione dello sterno in avanti.

rachitismo

Il termine Rachitismo si rivolge sopratutto alla carenza di vitamina D che colpisce i bambini e il termine osteomalacia viene usato per descrivere la mancanza di vitamina D che colpisce gli adulti. Quest’ultima può avere conseguenze devastanti. Queste malattie sono relativamente rare nei paesi occidentali dal momento che può essere generalmente evitato grazie a una dieta varia ed equilibrata e esponendosi al sole abbastanza spesso. Il sole è un alleato del nostro organismo, non un nemico come è stato descritto ultimamente in questi ultimi anni dalle aziende produttrici di creme solari.  I fattori che aumentano il rischio di rachitismo sono l’insufficiente esposizione alla luce solare.

La vitamina D è sintetizzata tramite la pelle grazie all’esposizione alla luce dei raggi solari. Molti bambini non si espongono al sole per una serie di motivi. Alcuni includono il fatto di non trascorrere del tempo all’aperto abbastanza, e / o indossando abiti, cappelli, creme solari per diminuire il rischio di “presunto” cancro della pelle. Altri fattori sono densità di nubi di copertura sul cielo, elevati livelli di inquinamento atmosferico. I bambini dalla pelle scura avranno bisogno di una maggiore esposizione alla luce solare rispetto ai bambini di pelle chiara. L’allattamento al senso è la forma ideale di nutrizione, ma il latte materno da solo non fornisce la quantità di vitamina D necessaria per una sana crescita ossea. Un supplemento di vitamina D 400 UI al giorno è raccomandata per tutti i neonati allattati al seno a partire dai primi giorni di vita nei paesi del terzo mondo. Una dieta povera può portare a carenza di vitamina D, il problema viene sviluppato spesso da chi ha intolleranza al lattosio o da una rigorosa dieta vegetariana.

uovo vitamina D

Pochissimi alimenti in natura contengono la vitamina D. Alcuni pesci salmone, tonno, sgombro, olio di fegato di merluzzo o di altro pesce, e i tuorli rossi di qualsiasi uovo contengono molta vitamina D. Infine sconsiglio l’uso di integratori, meglio prendere un po di sole ogni tanto e consumare delle buone uova di gallina strettamente biologiche e non solo, le galline devono stare all’aperto e devono essere libere nel ruspare il terreno! un uovo prodotto da una gallina di campagna ruspante avrà due volte la quantità di vitamina D rispetto allo stesso uovo acquistato al supermercato!




2 pensieri su “Carenza di vitamina D Rachitismo

  1. Hey sono principiante per quel che riguarda il campo degli integratori alimentari e devo
    ammettere che mi piace questo blog! Sto guardando sul web per trovare un aiuto a riguardo degli integratori naturali ed ho trovato il
    tuo blog! Continua così che stai andando forte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*