5 Magiche Proprietà Della Paulownia

5 Magiche Proprietà Della Paulownia: In questo ultimo anno sono venuto a conoscenza di questo meraviglioso albero denominato Pawulonia. Esistono 30 specie diverse capaci di adattarsi ad ogni tipo di terreno ed ogni tipo di clima. L’albero più famoso è senz’altro la Paulownia tormentosa che si adatta particolarmente al clima mediterraneo Italiano. Hanno una particolare resistenza sia alle alte temperature sia alle basse temperature. Botanicamente parlando fanno parte della famiglia delle Paulowniaceae. Genere: Paulownia. Nome Scientifico: Paulownia tomentosa.

Native dell’Asia centrale possiamo trovare alberi di Paulownia in gran parte della Cina, Laos, Vietnam Corea del sud e Giappone. Sono alberi decidui che possono raggiungere facilmente un altezza di 12-20 metri anche in 2 anni di vita. Le loro foglie enormi sono a forma di cuore con un diametro che varia dai 15 ai 40 cm disposti a coppie contrapposte sullo stelo. I fiori sono prodotti solamente all’inizio della primavera su pannocchie triangolari lunghe 10-30 cm. Il colore dei fiori varia dal bianco al rosa fino ad arrivare al viola intenso. Il frutto prodotto non commestibile è si presenta ad occhi come una capsula secca contenente migliaia di semi circa 2000.

Proprietà Pawuolonia

Ogni piccolo seme può dare vita ad altri enormi alberi di Paulownia. La germinazione è molto prolifica e i semini della pianta sembrano “magici”. La magia di madre natura è unica anche in questo caso. E’ possibile trovare i semi di Paulownia online ad un prezzo molto economico. Circa 1000 semi possono costare 5 euro o anche meno. L’albero prende il nome in onore di Anna Paulowna regina consorte dei Paesi Bassi nel 1795-1865 figlia dello zar Paolo I di Russia. È anche chiamato “Albero Princess” o albero Principessa per lo stesso motivo.

Le foglie di Paulownia vengono tutt’ora utilizzate in Cina per la produzione di “Foraggio” per gli animali, nella costruzione di barche, nella costruzione di chitarre ed altri strumenti musicali e nella produzione di pipe. L’albero cresce talmente velocemente che nell’ultimo periodo vengono utilizzati come “Legna da ardere” o trasformati in “trucioli” per il riscaldamento a pellet. Una piantagione di Paulownia dopo i primi 4 anni è pronta per essere tagliata. Il suo legno può essere “lavorato” in differenti modi.

Pawulonia Tormentosa

Qui di seguito possiamo trovare una lista di specie diverse della stessa famiglia come: Paulownia australis, Paulownia catalpifolia, Paulownia coreana, Paulownia duclouxii, Paulownia elongata, Paulownia fargesii, Paulownia fortunei, Paulownia glabrata, Paulownia grandifolia, Paulownia imperialis, Paulownia kawakamii, Paulownia lilacina, Paulownia longifolia, Paulownia meridionalis, Paulownia mikado, Paulownia recurva, Paulownia rehderiana, Paulownia shensiensis, Paulownia silvestrii, Paulownia taiwaniana, Paulownia thyrsoidea, Paulownia tomentosa, Paulownia viscosa, Paulownia Shantong.

Molte di queste varietà possono crescere in terreni particolarmente Aridi. Si pensa che l’introduzione nei paesi Africani possa fermare l’avanzata del deserto. Già nella moderna Cina si utilizzano come barriera per fermare il deserto sabbioso.

Nel video qui sopra in lingua “Romena” è possibile prendere visione della germinazione a partire dai semi di Paulownia. Da ricordare che i semi devono essere lasciati 2-3 giorni in acqua. Personalmente consiglio l’utilizzo di un recipiente di vetro ed acqua imbottigliata per evitare i depositi di cloro.

Cosa molto importante da non dimenticare è che la pianta fragile e piccola così come l’albero ha bisogno di luce diretta dal sole. La germinazione avviene ad una temperatura esteriore di 25-30 gradi. E’ possibile far germogliare i semini di Paulownia direttamente in casa con luce e calore artificiali per poi piantarli all’inizio della primavera direttamente nel terreno. Qui sotto è possibile prendere leggere le 5 maggiori proprietà dell’albero di Paulownia.

1) Resistente: L’albero di Paulownia resiste molto bene all’attacco degli insetti, dei funghi e delle numerose malattie che attaccano altri alberi. La specie “Tormentosa” è particolarmente resistente alle alte temperature 40-50 gradi C°e alla basse temperature -20 gradi C°. La specie “Shantong” ibrida è la mia preferita perchè resiste ad una temperatura di circa 40 gradi C° sotto zero. Il legno di Paulownia non si tarla.

2) Crescita veloce: L’albero di Paulownia è considerato un albero magico per la sua velocità di crescita. E’ capace di crescere nel primo anno di vita fino a 5 metri senza nessun tipo di problema. L’importante è annaffiarlo quotidianamente ed esporlo alla luce solare. Esso, diventa maturo dopo 4 anni e può raggiungere altezze anche di 20 metri con una corteccia salda ed una corona maestosa.




3) Enormi Foglie: Le enormi foglie della Paulownia sono utilizzabili per tantissime cose. Esempio sono il foraggio degli animali. Le mie galline adorano mangiare foglie intere di Paulownia. Le grandi foglie proteggono dai raggi solari e ci permettono di stare all’ombra tutta l’estate. Possiamo piantare la nostra pianta in un posto strategico nel nostro giardino per far si che in futuro, in quella zona, ci sia dell’ombra.

4) Legna e Pellet: Vista la crescita rapida dell’albero molti hanno fatto della pianta un vero e proprio business. Il legno prodotto dall’albero di Paulownia può essere tagliato ogni 4 anni. La produzione di pellet e il suo potere calorico ne hanno fatto un prodotto d’eccellenza per l’industria legnaria.

5) Semi prolifici: Una “noce” di fiore contiene circa 1000 semi. Questi semi sono molto prolifici in acqua e nel giro di due o massimo tre giorni, potremmo subito vedere le nostre piantine.

Conclusioni: La pianta di Paulownia merita sicuramente la nostra attenzione anche se, nell’ultimo periodo le sono state rivolte diverse critiche circa il peso del suo legno “inferiore” di molto ad altri tipi di legno più pregiati. Nonostante questo, la rapida crescita ne fa una pianta d’eccellenza. Per esperienza personale vi consiglio di legare la pianta ad un pezzo di legno nel primo anno di vita per evitare che il vento spezzi in due il vostro alberello ancora “fragile”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*