Come e Quando Seminare i Piselli

Come e Quando Seminare i Piselli: Con l’arrivo della bella stagione non possono mancare sulle nostre amate tavole i piselli. Se seminati dalle proprie mani avranno un gusto migliore per non parlare della gratitudine che proveremo. Seminare i piselli per poi congelarli preparandosi alla stagione fredda è una buona metodica per “risparmiare”. La pianta cresce piano piano e darà in pochi mesi un raccolto da far invidia a chiunque senza tante fatiche per l’agricoltore di turno anche “improvvisato”.

Botanicamente parlando i piselli appartengono alla famiglia delle Fabacee. Genere: Pisum. Nome Scientifico: Pisum Sativum. Cosa buona da ricordare è che la pianta di piselli è una pianta che si “arrampica”. Molti la chiamano pianta arrampicante proprio per questo, è utile utilizzare un’apposita rete per far si che la pianta si possa arrampicare senza problemi e la nostra raccolta sia facilitata.

come seminare i piselli

A) In quale mese si semina: Come per le fave i piselli possono essere seminati senza problemi quasi tutto l’anno. Generalmente la semina ideale è tra ottobre-novembre e inizio marzo. Anche se si seminano i piselli nel mese di aprile e maggio quest’ultimi, nasceranno ugualmente e produrranno ugualmente una grande quantità di piccoli baccelli ricchi al loro interno di piselli.

B) Temperatura di semina ideale: I piselli rispetto ad altri “legumi” resistono benissimo anche a basse temperature. La temperatura ideale di semina si aggira intorno agli 8-10 gradi celsius crescono anche a temperature più basse come per esempio 4-5 gradi. Più la temperatura esteriore è maggiore più velocemente la piantina si farà largo nel terreno. Più bassa è la temperatura esteriore è minore sarà la velocità di crescita della piantina di pisello.

C) Sole, semi-ombra, ombra: Esclusivamente al sole. I piselli hanno bisogno di sole per crescere bene anche se, sono sufficienti 6-7 ore di sole. Possono essere protetti dal sole che “brucia” con delle speciali reti che verranno utilizzate anche per far “arrampicare la pianta”.

D) Tipo di terreno ideale: Non ho mai fatto particolare attenzione al tipo di terreno. Qualsiasi sia stato il terreno dove li ho seminati sono sempre nati senza particolari problemi. Il raccolto è sempre stato costante ed abbondante. Che il terreno si argilloso o meno non ha tanta importanza per un orto esclusivamente familiare.

E) Profondità di semina: La profondità di semina è di circa 2-3 cm sotto terra. Generalmente 7-8 “spicchi” di piselli in ogni buca è più che sufficiente per far crescere numerose piante.

F) Distanza di semina: La distanza di semina deve essere di almeno 70 cm o 1 metro in linea. Dunque, 7-8 spicchi di pisello in ogni buca ad una distanza in fila indiana di 1 metro. La distanza si mantiene “alta” per la particolarità della pianta di arrampicarsi ed estendersi.

G) Annaffiatura: Nella stagione “secca” più acqua hanno e più vigorosi saranno i baccelli nonché la velocità di crescita della pianta del pisello. Ovviamente, se la stagione è molto “piovosa” questo ci farà risparmiare moltissimo tempo prezioso. Il terreno quando è secco deve sempre essere mantenuto umido per far si che la pianta cresca vigorosa. Gli orari per annaffiare la pianta di pisello sono nelle ore più fredde verso le ore 5-6 del mattino e la sera tardi verso le 20. Evitare di bagnare direttamente la pianta con il sole cuocente. Rischieremo di bruciare definitivamente non solo la pianta ma l’intero raccolto.

H) Dopo quanto spuntano: Nel giro di 10 o massimo 14 giorni le piantine di pisello faranno la loro comparsa nel terreno. L’emozione anche in questo caso è veramente “alta”.

I) Raccolta finale dopo quanto tempo: A partire dal secondo mese dopo la semina potrete raccogliere i piselli senza ulteriori problemi. Il raccolto sarà molto abbondante dunque, preparatevi. Potete osservare i baccelli più gonfi il “gonfiore”, darà il via al raccolto. Man mano che i baccelli si gonfieranno essi, si raccoglieranno.

1) Informazioni supplementari: I piselli sono ricchi di nutrienti tra cui vitamine e minerali ma anche potenti antiossidanti capaci di migliorare la nostra salute psico fisica. Per maggiori informazioni troverete l’articolo integrale che vi guiderà alla scoperta dei piselli. (Proprietà e benefici Piselli).
2) Combinazione culinaria perfetta: I piselli sono ottimi in abbinamento con “carni magre” come per esempio il petto di pollo alla brace. Ottimi insieme ad una bella “frittata” oppure in combinazione con uova ad occhio di bue. Essi, sono veramente pregiati se abbinati ad una “spaghettata” con tonno. Tonno, piselli e spaghetti con un filo extra vergine di oliva sono una bontà indiscussa per tutti i palati.

Conclusioni: Molte persone o “contadini” navigati vorranno dire la loro suggerendo che le informazioni in questo articolo non sono complete. Non c’è bisogno di essere dei maghi o degli esperti per far si che i piselli si facciano largo nel terreno. Non c’è bisogno di schede informative, piani di irrigazione e quant’altro. Anche la semplice persona “improvvisata” è capace nel proprio orto di casa di far nascere piantine di piselli da far invidia anche all’occhio più “esperto”. Mangiamo sano senza utilizzare “pesticidi” nei nostri terreni. Un prodotto biologico è una sicurezza non solo per noi ma anche, per l’intera famiglia.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*