7 Controindicazioni Dello Zenzero

7 Controindicazioni Dello Zenzero

Questo articolo parla di: Controindicazioni zenzero Effetti collaterali zenzero Pericoli dello zenzero

La maggior parte delle persone è convinta che lo zenzero sia un condimento del tutto salutare quando viene utilizzato in cucina. Oggi voglio spiegarvi perchè lo zenzero può essere “pericoloso” per alcune persone e quali siano i suoi maggiori effetti collaterali. Nonostante sia stato utilizzato da millenni per problemi di stomaco e per le sue azioni “digestive” molte persone potrebbero manifestare delle reazioni non piacevoli soprattutto a livello dello stomaco. Lo zenzero può causare mal di stomaco, gonfiori addominali, produzione eccessiva di gas intestinali e discomfort a livello della bocca dello stomaco se assunto in polvere o sotto forma di radice.

La radice di zenzero contiene numerosi principi attivi nella fattispecie “olii” tra i quali lo “zingiberene”, i gingeroli e i shogaoli quest’ultimi, sono quelli che donano il sapore che “pizzica” allo zenzero. Contiene al suo interno alcune resine e mucillagini. Viene utilizzato molto spesso nelle cucine di tutto il mondo come “spezia” soprattutto in forma essiccata. Facilmente è possibile trovare lo zenzero in polvere. Ultimamente, molto di moda, e facile da utilizzare quando ci impegniamo a preparare qualche piatto un pochino più elaborato. Alcune persone lo preferiscono “fresco” fatto a fette molto sottili, anche in questo caso, il suo sapore sarà molto “pungente” ed una quantità elevata non è priva di effetti collaterali.

Effetti collaterali zenzero

In questo articolo andremo ad analizzare i 7 maggiori effetti collaterali che possono manifestarsi durante l’assunzione di zenzero. Nonostante lo zenzero abbia delle controindicazioni ha anche moltissimi benefici per la nostra salute. Come ho detto precedentemente lo zenzero è noto per lenire moltissimi disturbi minori, ma se assunto in quantità eccessive può causare gravi problemi gastrointestinali, come bruciori di stomaco, diarrea, problemi di stomaco, irritazione della bocca e delle labbra, forte bruciore alle emorroidi e crampi a livello addominale.

1) Bruciore di stomaco: Se assunto a stomaco vuoto lo zenzero darà una fortissima acidità di stomaco. Una mattina mi sono svegliato ed ho deciso di farmi una tisana con l’aggiunta di un quarto di cucchiaino di zenzero in polvere ed un pò di limone. Dopo mezz’ora dall’assunzione l’acidità di stomaco era incontrollabile. Ho dovuto assumere un antiacido per contrastare la tremenda acidità che lo zenzero mi aveva provocato. L’assunzione insieme al limone è totalmente sconsigliata soprattutto a stomaco vuoto nonostante in rete è possibile trovare sempre come “panacea” la famosa combinazione zenzero e limone.

2) Gas intestinali ed eruttazioni: Chi ha mangiato sia la radice di zenzero che la versione in polvere, si sarà accorto di avere moltissimi gas intestinali e delle eruttazioni a volte anche dolorose. Lo zenzero effettivamente può dare questo genere di problemi soprattutto a quelle persone che soffrono di gastrite. Nonostante lo zenzero sia consigliato in caso di “gastrite” ad alcune persone potrebbe far più male che bene proprio come nel mio caso. Delle volte, si sentono come dei “tonfi” provenienti dallo stomaco che fanno pure mancare l’aria.

Controindicazioni zenzero

3) Palpitazioni al cuore: Dosi eccessive di zenzero possono provocare palpitazioni al cuore in alcune persone. Le palpitazioni ed il cardiopalmo possono sentirsi “meglio” per via della connessione con l’acidità di stomaco. Quando l’acido sale su per l’esofago quest’ultimo, ci darà una sensazione di battiti del cuore anomalo oppure, la sensazione di sentire i propri battiti del cuore. Solo chi ha consumato grandi quantità di zenzero come me potrà confermare quanto scritto. Nonostante sono sempre stato un assiduo consumatore di zenzero, non avrei mai pensato che quest’ultimo poteva essere una delle cause principali delle mie palpitazioni.

4) Non si prende sonno: Molti sono convinti che per dormire bene non dobbiamo consumare caffeina e cioccolato prima di andare a dormire. Nonostante questo “potrebbe” essere vero, lo zenzero non è da meno. Spesso si ha sonno disturbato e difficoltà a dormire per via dell’acidità di stomaco e dei gas intestinali. Anche le palpitazioni al cuore possono apparire poco prima di addormentarsi facendoci svegliare di soprassalto. Se consumate spesso tisane a base di zenzero e molto zenzero e fate fatica ad addormentarvi, non date per scontato che sia l’ansia o lo stress quando il problema potrebbe essere nell’alimentazione.

5) Contrazioni uterine: Totalmente sconsigliato alle donne che sono in gravidanza. Come qualsiasi altro tipo di “tisana” lo zenzero andrebbe totalmente evitato perchè potrebbe causare gravi contrazioni uterine.

6) Coagulazione rallentata: In alcuni casi potrebbe essere positivo ma in altri casi, questa sua particolarità potrebbe essere negativa. Lo zenzero aziona in molti casi così come fa l’aspirina. Questo può essere pericoloso per tutte quelle persone che già sono in trattamento con farmaci adibiti al controllo della viscosità del sangue.

7) Reazioni allergiche: Alcune persone ipersensibili potrebbero avere gravi reazioni allergiche allo zenzero. Prima di assumere zenzero si consiglia di parlarne con il proprio allergologo soprattutto se si hanno differenti allergie alimentari o si siano manifestate allergie in passato con l’assunzione di zenzero. Lo zenzero, così come altri alimenti, potrebbe causare reazioni allergiche e difficoltà respiratorie. La maggior-parte delle persone avrà solamente dei rash cutanei anche se, reazioni allergiche più pericolose sono sempre dietro l’angolo.

Esso, è capace di aumentare i dolori in tutte quelle persone che soffrono di emorroidi. E’ totalmente sconsigliato assumere zenzero e tutto quello che è “piccante” anche se “naturale”. Chi ha avuto le emorroidi ed ha assunto “zenzero” sa certamente di cosa stia parlando.

Conclusioni: Nonostante lo zenzero sia in molti casi di aiuto per contrastare il fenomeno dell’Helicobacter pylori potrebbe dare problemi maggiori a tutte quelle persone che soffrono di “gastrite”, facilità di irritazione dell’esofago, acidità di stomaco, ernia iatale ed emorroidi. Se assunto in grandi quantità soprattutto “fresco” potrebbe causare anche un blocco intestinale e dunque, bisogna andarci piano e cercare un equilibrio soprattutto a tavola. Non consumate alimenti in modo ossessivo anche se quest’ultimi, possono far bene in grandi quantità potrebbero far più male che bene. Esistono tutt’oggi gli amanti dei “rimedi naturali” che se ascoltati “assiduamente” possono portarvi sulla cattiva strada. Dimenticate le false storie che si dicono sullo zenzero è cioè che quest’ultimo faccia “dimagrire”.

Questo articolo ha 5 commenti.

  1. finalmente un articolo che esprime dei pareri chiari e schietti, ben fatto !!!

  2. OK letto quanto le 7 regole “chiamiamole così” e leggendo le Conclusioni.
    Questo tanto blasonato Zenzero va consumato perché può far bene e se come e quando usarlo.
    Grazie

    1. Salve gentilissimo Alfredo, che faccia bene ci può stare che consumarlo tutti i giorni possa far “miracoli” non ci siamo proprio. Molte persone che hanno utilizzato zenzero sia fresco che in polvere invece di guarire dalla gastrite quest’ultima, è peggiorata. Consumare zenzero è anche vietato se si hanno le emorroidi.

  3. Anche l’acqua fa male se ne bevi 7 litri.
    Poco zenzero secondo me fa bene, e la tisana classica di camomilla, miele, zenzero e limone secondo me e’ un toccasana.

    1. Salve, è anche vero però che quello che fa bene a te potrebbe far male a me! Dunque, come le nocciole possono creare disturbi ed allergie a determinate persone, così anche lo zenzero. I toccasana individuali non vanno mai presi come “regole” comuni che si adattano a tutti.

Lascia un commento

Close Panel

Contact Us:

Street Name, FL 54785

Visit our Location

(01) 54 214 951 47

Call us Anytime

Mon - Fri 08:00-19:00

Sat and Sun - CLOSED

Follow Us:

Stay in Touch: