Acqua Calda, Limone e Caffè

Acqua Calda, Limone e Caffè: Nonostante abbia parlato molto di acqua calda e limone al mattino alcune persone si chiedono se possono bere una tazzina di caffè dopo aver consumato questa “limonata estiva”. La mia risposta è si, ognuno è libero di fare quello che vuole ma questo non significa che questa combinazione alimentare sia ottima per la nostra salute. In questo caso, non è ottima da nessun punto di vista. Spesso e volentieri mi ritrovo a rispondere a persone che si domandano: Posso bere il caffè dopo acqua e limone? Certo che si rispondo, ma questo, non significa che faccia bene. In questo articolo, cercheremo di analizzare alcuni pro e contro.

Come ben si sa il nostro corpo è composto in gran parte di acqua. Nell’organismo umano l’acqua costituisce circa il 65% del nostro peso corporeo. La quantità di acqua diminuisce gradualmente con l’avanzare dell’età e a seconda se siamo uomini o donne. Il limone invece è, un “agrume” ricco di vitamina C. 100 grammi di polpa di limone contengono ben 51 mg di vitamina C. Dunque, acqua e limone svolgono si alcuni potenziali benefici per la nostra salute anche se, gli effetti collaterali non mancano. Il caffè non trova nessuno spazio in questa combinazione per svariati motivi che andrò pian piano spiegando.

limone e caffè si può bere

Prima di tutto, dobbiamo sapere che la caffeina se assunta in quantità elevata può essere causa di disidratazione. Anche se questo mito sembra essere stato declassificato come non veritiero, le esperienze personali parlano da sole. Dipende sempre dalla quantità di caffeina assunta e dall’elevata quantità di zucchero inserita nella tazzina di caffè. Troppo caffè e troppo zucchero automaticamente e sinergicamente portano alla disidratazione anche se, il caffè in se, da solo, non è causa di disidratazione.

Prendendo in considerazione che acqua e limone è una “bevanda” ed il caffè è un’altra bevanda, andremo a consumare due bevande per colazione. Come ben sappiamo, il nostro corpo al risveglio ha si bisogno di liquidi per riprendersi dopo le lunghe ore di riposo ma questo al nostro organismo, non basta ed ha bisogno di proteine, carboidrati, grassi, vitamine e minerali. Dunque, da solo o in combinazione (il caffè) con acqua calda e limone non apporterà al nostro organismo un beneficio di breve e ne di lunga durata. Se vogliamo berlo è una nostra scelta, ma berlo subito dopo potrà apportare anche piccoli effetti collaterali che spiegherò qui di seguito.

acqua limone e caffè

1) Caffè e problemi di stomaco: Già da solo acqua calda e limone non è consigliato per tutte quelle persone che soffrono di gastrite. Il limone è si alcalino ma prima di tutto, acido. Esso, entrerà nel nostro corpo sotto-forma di acido “citrico” per poi convertirsi in alcalino quando verrà digerito nel nostro stomaco. Se viene aggiunto il caffè dopo aver bevuto acqua e limone la gastrite ed i relativi problemi di stomaco potrebbero peggiorare perchè anche la caffeina stessa, non è indicata quando si soffre di gastrite. Facendo in questo modo, si potrà soffrire di “esofagite” da “erosione”. L’acidità di stomaco sarà sempre dietro l’angolo ed il trattamento per “guarire” sarà molto lungo.

2) Caffè ed ernia iatale: Chi soffre di ernia iatale dovrebbe evitare tutti gli alimenti che possono peggiorare i sintomi di questa condizione. Sforzi fisici di intensa rilevanza, anche se di breve durata, possono dar origine all’ernia oppure ad uno dei sintomi collegati a questa problematica. I sintomi possono peggiorare anche dopo grandi abbuffate oppure dopo l’ingestione di caffè perchè quest’ultimo, “irrita” le pareti dello stomaco e dell’esofago. Prendente ora in considerazione l’aggiunta di acqua e limone che già è sconsigliata in caso di ernia iatale se andiamo ad aggiungere il caffè come seconda “dose”, andremo a peggiorare ulteriormente tutti i sintomi collegati al problema.

3) Diminuzione assorbimento di vitamine: Il caffè è risultato secondo alcuni studi scientifici il “responsabile” in alcuni casi di “malassorbimento” di vitamine e minerali. Il limone come detto precedentemente è ricco di vitamina C, potassio, magnesio e calcio. Se dopo averlo consumato acqua e limone ci beviamo una tazzina calda di caffè perchè il caffè freddo per alcuni non è buono, andremo inconsciamente a neutralizzare quasi per totalità la vitamina C che è andata ingerita qualche attimo prima. Quale beneficio in questo caso? Nessuno. Per non parlare del fatto che il caffè sembra essere il responsabile dell’assorbimento di alcune vitamine e minerali a livello intestinale. Perché la vitamina C viene distrutta? La vitamina C viene distrutta dal calore perchè è una vitamina “sensibile” al calore ed il calore così come la luce, la “distruggono”.

4) Limone alcalino e caffè acido: Se il limone una volta convertito in alcalino nel nostro corpo può apportare alcuni benefici per la nostra salute il caffè rimane acido. Dunque, se vogliamo star bene dobbiamo mantenere il nostro corpo maggiormente alcalino e non acido. In questa pagina ho spiegato ed ho classificato alcuni alimenti e bevande che possono essere acide od alcaline. In questo caso, a cosa serve consumare una bevanda strettamente “alcalina” se subito dopo di essa andiamo a consumarne un’altra “acida” ?

Ulteriori informazioni su acqua calda, caffè e limone: Non è mia intenzione “demonizzare” in alcun modo ne il caffè ne l’acqua con limone. La combinazione è sbagliata e il modo di preparazione avviene in modo superficiale. Anche l’acqua con limone se assunta “calda” neutralizza gran parte dei benefici del limone riducendo a zero la quantità di vitamina C. Per non parlare del quantitativo di zucchero. Come detto precedentemente, il nostro corpo ha bisogno di molti nutrienti differenti tra di loro. Capisco benissimo la necessità di una depurazione con acqua e limone ma questa, deve essere effettuata per alcuni giorni e non tutti i giorni. Il troppo come sempre “storpia”. Il maggiore effetto di benessere di acqua calda e limone deriva dall’alto contenuto di quest’ultimo di potassio e magnesio che sinergicamente, ci fanno sentire “meglio” perchè capaci di contrastare il sodio in eccesso nel corpo abbassando naturalmente la pressione.

Conclusioni: Nell’ultimo periodo va di moda il consumo di caffè con l’aggiunta di limone per contrastare i dolori di testa o le emicranie con molti effetti collaterali tra cui l’iperacidità gastrica e la formazione “possibile” di ulcera peptica. Dunque, invece di combinare due alimenti “differenti” tra di loro non è meglio “scegliere” una colazione equilibrata capace di dare al nostro organismo uno sprint di energia? Certo che possiamo fare “quello che vogliamo” ma poi non ci lamentiamo se non siamo “sani come pesci” per via delle scelte alimentari errate.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*