Naso Rosso: Cause, Sintomi e Cura

Naso Rosso: Cause, Sintomi e Cura: E’ un disturbo molto comune quando si avvicina la stagione invernale a causa dell’abbassamento delle temperature, con la maggiore probabilità di venire colpiti da raffreddori o da allergie non solo dei pollini. Questo problema non è soltanto estetico, ma può influenzare la qualità della vita delle persone che ne soffrono, e non deve assolutamente essere sottovalutato. Per poter intervenire con successo è necessario conoscere per prima cosa le cause del problema, in modo da poter individuare immediatamente la migliore soluzione al problema del Naso Rosso. Il Naso Rosso, o Rinofima, può essere generato da molti fattori diversi, in primis i fattori legati alla temperatura, ma non solo.

Il naso fa parte del nostro sistema respiratorio. La cute del naso viene vascolarizzata dall’arteria facciale e dell’arteria mascellare interna. Qui sotto è possibile prendere visione di tutte le possibili cause del naso rosso e di tutti i possibili rimedi per questo problema che affligge almeno una volta nella vita, tutti noi.

cause naso rosso

1) Raffreddore: Il raffreddore di base non ha come conseguenza l’arrossamento del naso, ma a causa del raffreddore una persona è portata a soffiarsi il naso molto più frequentemente del normale, con conseguente arrossamento del naso. Il rimedio migliore per cercare di arginare il problema è quello di utilizzare dei fazzoletti delicati sulla pelle. Si consiglia l’acquisto di fazzoletti idratanti e che contengono delle lozioni in grado di alleviare lo sfregamento al momento della soffiata. Questi prodotti sono più costosi dei normali fazzoletti, ma il loro effetto benefico è innegabile. Si raccomanda anche l’utilizzo di creme idratanti e l’assunzione di bevande calde (ma non troppo) e di acquistare un umidificatore da azionare mentre si dorme. L’ultima raccomandazione riguarda l’atto di soffiarsi il naso. Nonostante questi accorgimenti, soffiare il naso può generare delle violente irritazioni. Cercate di soffiare il naso solo se è strettamente necessario.

2) Allergie: Le allergie non hanno stagione, anche se data la grande quantità di pollini, si concentrano nei mesi primaverili. Allergie come quelle ai pollini oppure allergie alla polvere, muffe e quelle dei peli degli animali possono causare starnuti e naso che cola in modo costante. Questo può portare a pulire molto spesso il naso, irritando quindi la pelle e rendendola arrossata. Alcune allergie possono dilatare facilmente i vasi sanguigni intorno al nostro naso rendendo quest’ultimo gonfio e rosso. Allergie ad alcuni prodotti topici per la cura della pelle e cosmetici possono infine lasciare la pelle secca, rossa, e screpolata. Nel caso di allergie si consiglia di mantenersi a distanza di sicurezza dalla fonte allergica e di usare prodotti naturali e idratanti per combattere il rossore, come l’Olio di Cocco o l’Olio di Avocado.

Naso rosso

3) Freddo: Nei mesi invernali il freddo è un grande nemico della nostra pelle. Naso, orecchie e mani arrossate dal brusco calo delle temperature sono molto comuni. Nei casi più gravi il rossore può trasformarsi nello screpolamento della pelle. Si consiglia di usare sciarpe per coprire il naso, di evitare improvvisi sbalzi di temperatura da caldo a freddo o viceversa. Evitare di lavarsi il viso con acqua fredda meglio con acqua tiepida.

4) Alcool e alimentazione: Un elevato consumo di alcool e una errata alimentazioni possono portare tra i vari problemi alla salute anche l’arrossamento del naso. L’eccessivo consumo di alcool, con il suo effetto vasodilatatore, rende il naso rosso (tipica caratteristica di un bevitore). Mangiare cibi piccanti e ricchi di spezie, assieme a bevande troppo calde aumenta le possibilità di avere un naso rosso. Si consiglia altresì di moderare al massimo il consumo di alcool oppure evitarlo completamente. I cibi che attualmente sembrano contrastare questo fenomeno sono:

A) Mirtilli freschi o congelati.
B) More fresche oppure congelate ma anche tutti gli altri frutti di bosco.
C) Agrumi come i limone, le arance, i pompelmi, i mandarini oppure il buon pomelo.
D) Alimenti che contengono vitamina C o integratori a base di vitamina C.
E) Frutta in generale meglio se garantita biologica.

5) Rosacea: La Rosacea è una malattia della pelle che colpisce alcune zone del viso con effetti simili all’acne. Le zone del viso che vengono colpite sono quelle ricche di ghiandole sebacee, come mento fronte, guance e il naso. I sintomi sono l’arrossamento delle zone soggette, con effetti simili all’acne. Per curare la Rosacea si consiglia di rivolgersi al medico per avere la medicina giusta. Nei casi più gravi l’inestetismo può essere rimosso con un laser. Alcune cause della malattia sono:

A)
Stress collegati all’ansia e disturbi del sonno.

B) Esposizione diretta ai raggi solari sopratutto nella stagione calda.
C) Infezioni di diverso tipo e in diverse fasi della vita.
D) Disturbi circolatori nel sangue acquisiti o già noti.

6) Couperose: La Couperose è un peggioramento della Rosacea, che consiste in un eritema facciale cronico nella zona del naso e delle guance. I sintomi sono l’evidenziazione dei vasi sanguigni presenti in queste zone e la loro dilatazione e successivo restringimento in presenza di basse temperature dando origine al tipico rossore. Per sconfiggere questo problema è necessario consultare un dermatologo specializzato. Il problema del naso rosso è facilmente risolvibile se è originato da allergie o da un raffreddore, mentre nei casi di Rosacea o Couperose è necessario un intervento chirurgico laser nei casi più gravi.

Conclusioni: Mi è spesso capitato di vedere persone con il naso rosso bere grandi bicchieri di vino brulè sopratutto nella stagione fredda. Le tipiche persone con il naso sempre rosso bevono anche moltissima grappa. Senz’altro, disidratazione ed alcool giocano brutti scherzi. E’ più facile far regredire un naso rosso da allergie che un naso rosso causate dall’assunzione eccessiva di alcolici. Il naso rosso che non tende a regredire può essere causa di spider angioma una condizione di vasi sanguigni visibili a forma di ragnatela molto facile da osservare sul naso di persone anziane. Un’ultimo consiglio generale che vi posso dare è quello di evitare di passare da ambienti caldi ad ambienti freddi oppure di evitare di lavarsi il viso con acqua ghiacciata.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*