Proprietà e benefici Salsiccia

Proprietà e benefici Salsiccia: La salsiccia è un prodotto appartenente alla tradizione italiana costituito da carne, solitamente di maiale o cinghiale, che viene sminuzzata, insaccata e conservata grazie anche all’aggiunta di sale, protettivo sia nei confronti di contaminazione batterica che nei confronti di una possibile ossidazione del prodotto. Il trito di carne, con aggiunta di sale e di altre spezie, viene inserito all’interno sia di un budello naturale (cioè costituito dall’intestino di un animale) sia artificiale (costituito da una pellicola sottile composta di cellulosa). La salsiccia è una pietanza dalle origini antichissime: se ne hanno già prime testimonianze in svariati testi di storici romani, come per esempio in quelli dell’autore Marco Terenzio Varrone, che ne attribuisce la paternità ai Lucani. 

Questo alimento è parte della tradizione agroalimentare del nostro paese, tuttavia rappresenta un alimento sconsigliato nella maggior parte delle diete odierne, poiché si tratta di un prodotto dalle qualità biologiche tutt’altro che “nobili” a detta di molti, nel senso che i nutrienti che lo costituiscono non sono affatto i più indicati per una corretta e sana alimentazione. Si tratta quindi di un alimento senza ombra di dubbio molto gustoso, ma dal consumo che deve essere limitato se si vuole stare attenti alla propria salute. Le ultime raccomandazioni in fatto di salute ci “impongono” tramite i media e le diete del momento che io definisco diete “moda” alcune linee alimentari da seguire. Se facciamo attenzione andiamo a scoprire persone come gli “inglesi” che mangiano salsicce ogni mattina insieme a due uova. La classica colazione all’inglese. Eppure, come ben sappiamo ci sono persone anglosassoni che vivono anche 100 anni con questo genere di alimentazione. Per non parlare dei miei nonni che hanno entrambi oltre 80 anni e mangiano salsicce da una vita. Qui di seguito verranno riassunte alcune proprietà della salsiccia.

benefici salsiccia

1) Buona fonte di proteine: la salsiccia è ricca di proteine ad alto valore biologico, è quindi un alimento consigliato per alimentare la costruzione del muscolo degli atleti, ed in generale è quindi un discreto alimento da inserire nella dieta di bambini, adolescenti e donne incinte, poiché sono i soggetti in cui solitamente è necessario un livello più alto di questo prezioso nutriente.
2) Ricca di ferro: questo importante componente “minerale” è fondamentale per il mantenimento di un buon equilibrio sanguigno. Esso, favorisce la produzione di emoglobina e la sintetizzazione dei globuli rossi essenziali per la corretta ossigenazione del corpo. Inoltre, il ferro stimola la corretta funzionalità di milza, intestino e fegato contribuendo al mantenimento della salute del midollo osseo. E’ indispensabile per il mantenimento di un buon sistema immunitario, aiuta a combattere lo stress, aiuta nella produzione di serotonina e dopamina, cioè due neurotrasmettitori che svolgono se ben “nutriti”, la loro corretta funzionalità biologica.

3) Buona fonte di vitamine B1 e PP: la vitamina B1 aiuta a mantenere un corretto funzionamento di cuore e muscoli, e implementa le funzionalità del sistema nervoso, oltre a contribuire anch’essa alla formazione di globuli rossi, e a svolgere un’azione coadiuvante contro l’herpes. La vitamina PP denominata da molti vitamina B3 prende parte al metabolismo energetico, al funzionamento corretto ed equilibrato del sistema nervoso, aiuta a combattere l’ansia e lo stress e quindi contribuisce a mantenere attive le normali funzioni psicologiche. È molto utile a mantenere sani e bilanciati i tessuti cutanei, e quindi aiuta a mantenere la pelle giovane e bella.

Salsiccia

La salsiccia è un alimento estremamente energetico proprio per questo in alcuni paesi viene consumata al mattino. Ricordo che il nostro corpo ha bisogno di nutrienti sopratutto al risveglio la mattina ed una ricca colazione, è la base per una buona salute. Una piccola porzione di salsiccia contiene circa 500 calorie, cioè circa il 25% del fabbisogno energetico giornaliero di un adulto medio. Non è quindi un alimento adatto a chi segue diete ipocaloriche o a chi è in stato di obesità o sovrappeso grave, poiché l’eccessivo consumo di questo cibo, unito alla sedentarietà, porta a conseguenze talvolta ben più gravi del solo aumento di peso e di massa grassa sul nostro corpo. Esistono diversi tipi di salsiccia descritte qui sotto.




1) Salsiccia fresca di maiale e cinghiale: Va cucinata ed in rete è possibile trovare numerose ricette. La cottura diventa obbligatoria. Fresca non è sinonimo di cruda.
2) Salsiccia secca: La salsiccia secca è molto saporita e non c’è bisogno di “cuocerla”. Ha una piccola pellicina “secca”. Quest’ultima va tolta al momento del consumo.

Come preparare la salsiccia fatta in casa? Niente di più semplice. Nel video qui sopra è possibile prendere visione di come Nonna Esterina ci spiega come preparare in casa le proprie salsiccie. Le “budella” andranno prima di tutto “lavate”. E’ possibile utilizzare sia il limone che l’arancia dipende dai gusti. La carne di maiale utilizzata nel video è carne “mista” di pancetta e spalla. I budelli si possono comprare direttamente dal macellaio. Per farle seccare esse devono stare per circa 10-15 giorni in un luogo caldo ed asciutto.

Controindicazioni della salsiccia: La salsiccia come qualsiasi altro alimento non è esente da controindicazioni. Va bene limitarne il consumo in determinate categorie di persone che seguono per motivi di salute, alcune diete particolari. Qui di seguito è possibile prendere visione di ben 6 possibili effetti collaterali della “salsiccia”.

1) Povera di acqua: la salsiccia contiene pochissima acqua, dal momento che è un prodotto insaccato e conservato per molto tempo; ciò è tutt’altro che positivo, poiché una corretta alimentazione dovrebbe essere anche bilanciata dal punto di vista di assunzione di acqua non solo bevendola, ma anche assumendola con i cibi corretti.
2) Ricca di sale: il contenuto di sale della salsiccia è veramente eccessivo. 100 g di salsiccia contengono circa il doppio del valore di sodio necessario per il completo fabbisogno giornaliero consigliato di un adulto medio. La salsiccia è quindi assolutamente sconsigliata per chi soffre di ipertensione, poiché aumenta il rischio di incorrere in problemi di natura cardiovascolare. Il sale in eccesso è anche responsabile della pericolosa ritenzione idrica.
3) Ricca di lipidi (Colesterolo e acidi grassi saturi): soprattutto la salsiccia è ricca di colesterolo e di acidi grassi saturi, responsabili dell’innalzamento del livello di lipoproteine e quindi del rischio di aterosclerosi. È ovviamente un alimento da evitare se si soffre di colesterolo alto e a chi ha problemi legati alla circolazione sanguigna in generale, visto che alcuni studi hanno dimostrato che la salsiccia aumenta di oltre il 40% il rischio di incorrere in disturbi cardiocircolatori.
4) Evitare di consumare salsiccia cruda di maiale e cinghiale: Alcune persone consumano la salsiccia “cruda” senza eseguire nessun processo di cottura. Non è esente nemmeno la carne di “maiale” che si sacrifica sotto le feste natalizie in Europa come per esempio nei paesi dell’est. Questa pratica è altamente sconsigliata e molto pericolosa per la parassitosi. In europa si sono registrati alcuni casi di trichinellosi o trichinosi . La trichinella è un parassita ed ha un ampio spettro d’ospite. E’ capace di infestare sia uomini che altri mammiferi non escludendo rettili e volatili.
5) Acidità di stomaco: La salsiccia fresca se mangiata troppo spesso oppure abbondantemente può senz’altro provocare numerosi disturbi come l’acidità di stomaco notturna (se mangiate di sera) l’acidità di stomaco diurna (se mangiate di giorno) e subito dopo ci si va a coricare. Limitarne il consumo se si soffre di gastrite ed altri problemi di stomaco perché in alcuni casi, risulta difficile da digerire e ci si sente pesanti.
6) Carne tra i denti: Sopratutto quando si consuma la salsiccia “secca” è possibile che numerosi pezzi di carne rimangano incastrati tra i denti. In questo caso, c’è bisogno dello stuzzicadenti.

Conclusioni: Ho sempre consumato salsiccia sopratutto “fresca”. C’è una bella differenza tra la versione secca e fresca. C’è chi come me, preferisce la salsiccia fresca e chi adora la salsiccia secca. Ad ogni modo, nonostante le ottime proprietà dell’alimento, esso,  secondo il mio modesto parere, non dovrebbe mai mancare in una dieta “sana ed equilibrata”. Come ben si sa, l’esagerazione non porta mai benefici ma questo vale per qualsiasi tipo di alimento.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*