Proprietà e benefici Formaggio Cheddar

Proprietà e benefici Formaggio Cheddar: Il cheddar è un formaggio di origine anglosassone; proviene, infatti, dall’omonima città dell’Inghilterra del sud, nella regione del Somerset. Si è poi diffuso in Europa del nord ed ha avuto un enorme successo negli Stati Uniti e in Canada, complice il colore arancione, dovuto all’aggiunta di colorante alimentare, che appare particolarmente appetibile agli occhi degli americani. Il grande successo di questo formaggio in Nord America è dovuto anche alla facilità con cui fonde, che lo rende ideale per farcire hamburger e piatti analoghi. Questo tipo di formaggio, che negli ultimi anni si sta diffondendo anche in Italia. E’ utilizzato in tutti gli hamburger della catena McDonald’s. Il sapore del più famoso Big mac e cheeseburger è talmente buono grazie all’aggiunta di questo formaggio d’oro che onestamente apprezzo molto anche se, il taleggio italiano DOP è tutta un’altra storia se vogliamo parlare di gusti.

Il grande successo del cheddar a livello mondiale viene sopratutto con la catena alimentare fast food McDonald’s che praticamente lo utilizza in quasi tutti i suoi hamburger. E’ un formaggio molto calorico e versatile si adatta molto facilmente a moltissimi piatti. La mattina appena svegli dobbiamo ricordarci che il nostro cervello ha bisogno di grassi e senza grassi, il cervello stesso “soffre”. Per non soffrire ha bisogno anche di grassi. Anche il Cheddar come moltissimi formaggi made in Italy ha una denominazione di origine controllata IGP (indicazione geografica protetta). Sembra che il Cheddar ha origini veramente antichissime. Veniva prodotto a partire dall’anno 1170 A.C.

benefici formaggio cheddar

Cheddar è un paesino inglese che vanta all’incirca 6000 abitanti. E’ divenuto famoso in tutto il mondo grazie a questo tipico formaggio prodotto nel paesino. Molto probabilmente tutti noi già sappiamo che il formaggio è fatto dal latte di mucca e sappiamo che ha un colore bianco neutro. Quindi, come fa il formaggio cheddar ad avere una colorazione arancione? Come detto precedentemente nel suo stato naturale, il formaggio cheddar è di colore bianco o giallastro ma con l’aggiunta di un colorante “pigmento” naturale proveniente dall’annatto “albero”. È dunque opportuno autorizzare l’uso di Annatto, Bixin e Norbixin, con la sigla E 160b, in tutti i formaggi Cheddar.

Dove si trova il formaggio cheddar? Possiamo trovare facilmente il formaggio cheddar in qualsiasi supermercato in diverse forme e pesatura. All’origine quando non era ancora conosciuto le sue dimensioni potevano essere molto variabili e le pezzature erano di molti kg. Attualmente, è facile trovare formaggio cheddar di 100 grammi, 150 grammi, 200 grammi etc, confezionati singolarmente. E’ possibile trovare molto facilmente le classiche “sottilette” al formaggio cheddar. Una volta erano difficili da trovare ma oggi,grazie alle grandi compagnie multinazionali è facile trovare questo formaggio in quasi tutti i paesi del mondo. Qui di seguito alcune delle maggiori proprietà derivanti dal consumo di formaggio cheddar.

Formaggio cheddar

1) Ricco di calcio e vitamina D: questo nutriente “calcio” è molto importante per mantenere un corretto funzionamento del nostro organismo, infatti aiuta nel processo di coagulazione del sangue, concorre nel processo di stimolazione muscolare e nervosa e al giusto rilascio dell’ormone paratiroideo (e quindi, aiuta a mantenere le corrette funzionalità del metabolismo, in particolare è utilissimo nel processo metabolico legato alla vitamina D). Tuttavia, la funzione principale di questo straordinario nutriente è quella di agire contemporaneamente a fosforo e vitamina A (altri due elementi di cui il formaggio cheddar rappresenta una buona fonte) per il processo di formazione di ossa e denti, e per il corretto mantenimento di questi tessuti, creando inoltre delle riserve di calcio da posizionare all’interno del tessuto osseo per garantirle all’organismo anche in momenti di leggera cadenza.




2) Ricco di fosforo: il fosforo è fondamentale per quanto riguarda la buona salute del tessuto osseo e della sua formazione, dell’assorbimento di calcio e vitamina D, oltre che la salute psichica, dal momento che previene la depressione e migliora la memoria.
3) Ricco di vitamina A: questa vitamina in particolare è utilissima per quanto riguarda la corretta funzionalità del sistema immunitario, poiché regola alcuni geni essenziali per combattere i virus responsabili di influenza e raffreddore; è utilissima inoltre per la salute di occhi (il beta-carotene relativo alla vitamina A previene la degenerazione della vista) e della pelle (combatte l’acne e aumenta la produzione di collagene). La vitamina A aiuta anche a combattere le infiammazioni, poiché le sue proprietà antiossidanti riescono a neutralizzare l’attività dei temuti e pericolosi radicali liberi responsabili del danneggiamento del DNA. La vitamina A ha una fondamentale importanza anche ad un livello più profondo, quello cellulare: è infatti importantissima per la guarigione delle cellule della cute, poiché accelera il processo di rinnovamento cellulare; supporta inoltre le cellule della pelle in ogni strato. E’ essenziale per la formazione del glicoprotene, una sostanza che serve a legare i vari tessuti tra di loro.
4) Ricco di vitamine del gruppo B e vitamina B2: questa vitamina aiuta il nostro organismo a metabolizzare e a sfruttare nel migliore dei modi i macro-nutrienti che vengono introdotti nel nostro corpo attraverso l’alimentazione; inoltre aiuta a mantenere la salute del sistema nervoso, di quello cutaneo e degli occhi. La vitamina B2, oltretutto, aiuta nello sviluppo e nella crescita, promuovendone la regolarità e l’armonia. Il formaggio cheddar è altresì ricco di tutte le altre vitamine del gruppo B.

Come qualsiasi altro alimento anche il formaggio cheddar ha le sue “naturali” controindicazioni ed il suo consumo, va limitato per alcune persone. Voglio ricordare che non dobbiamo mai esagerare con un unico alimento e la moderazione a tavola è la principale regola d’oro per vivere bene ed in salute. Nel video qui sopra ci viene mostrato come viene preparato il formaggio cheddar originale.

1) Estremamente calorico: non è quindi un formaggio adatto ai soggetti in sovrappeso o a chi segue una dieta dimagrante, poiché è un alimento dalla densità energetica tale che una porzione equilibrata è in genere rappresentata da un cubetto di dimensioni abbastanza ridotte. Nonostante questo sia vero il nostro cervello al mattino ha bisogno di molte calorie. Non dobbiamo dimenticarci che un adulto “uomo” ha bisogno giornalmente di 2500 chilo calorie per vivere in perfetta salute. Oltre a queste calorie ha bisogno di micro e macro nutrienti. I micronutrienti sono costituiti dalle vitamine, dai minerali, dagli antiossidanti etc. Invece, i macro-nutrienti dai carboidrati, grassi etc.
2) Ricco di grassi saturi: un livello energetico così alto è giustificato e motivato da un alto livello di grassi, in particolare di grassi saturi. Il cheddar è quindi una fonte alimentare estremamente ricca di acidi grassi non biologicamente ottimali, per questo motivo non è sicuramente adatto alla dieta di chi soffre di colesterolo alto, dato che la presenza di colesterolo è quasi predominante all’interno della composizione di questo formaggio.
3) Ricco di sodio: durante la fase di produzione del formaggio cheddar viene aggiunto molto sale all’interno della pasta casearia, per questo motivo il prodotto finale contiene un livello di sodio abbastanza elevato, così tanto da poter aggravare le condizioni di chi soffre di ipertensione arteriosa o di disturbi analoghi. Il sale è il nemico “principale” di tutti i formaggi e di tutti gli insaccatti. Esso, aiuta alla conservazione di questi prodotti però non possiamo dire che è totalmente “salutare” ha le sue controindicazioni e bisogna in qualche modo “dirle”.
4) Ricco di lattosio: nonostante la presenza di carboidrati non sia preponderante all’interno della composizione di questo formaggio, questo tipo di zucchero che risulta indigesto a molte persone è comunque presente all’interno del cheddar come in tutti i formaggi a base di latte di mucca, di capra e di pecora. Le intolleranze al lattosio possono essere molto severe è dunque, si consiglia di parlare di questo problema con il proprio medico o allergologo di fiducia.

Come si prepara il cheddar in casa? Per preparare il cheddar in casa abbiamo bisogno degli ingredienti base . Dunque, per 1 kg di formaggio cheddar avremo bisogno di:
1) 8 litri di latte fresco non pastorizzato. Molto difficile da reperire nei supermercati se non dagli allevamenti.
2) 1/4 “quarto” di cucchiaino da caffè di cultura mesofila facilmente reperibile.
3) 1/2 “mezzo” cucchiaino da caffè di caglio animale liquido sciolto in 125 ml d’acqua naturale di bottiglia. Non utilizzate l’acqua del rubinetto contenente cloro.
4) 2 cucchiaini da caffè di sale bianco fino.

Conclusioni: Il formaggio cheddar è un formaggio altamente nutriente. Tutte le volte che l’ho mangiato insieme all’hamburger mi sono sentito carico di energia. L’energia è dovuta al suo alto valore calorico. La stagionatura di questo formaggio può variare dai 10 mesi ai 24 mesi circa 2 anni per avere un formaggio “originale” dal sapore unico. 100 grammi di formaggio cheddar ci forniranno all’incirca 450 chilo calorie. Attualmente è il formaggio più consumato in assoluto negli Stati Uniti d’America dove i fast-food di ogni angolo di strada ne fanno uso.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*