10 Consigli per combattere la Paura di Morire

Paura Di Morire: Cause, Sintomi e Cura: E’ una delle maggiori fobie che una persona possa sperimentare nel corso della sua vita. La paura di morire sopraggiunge dopo che ci siamo svegliati oppure prima di addormentarci. La mattina appena svegli o nel cuore della notte la paura ci assale e con tutti i pensieri negativi che la nostra mente riesce a tirar fuori. Nel corso degli ultimi anni sono stato testimone di alcuni episodi che mi hanno spaventato a tal punto da dover dormire con la luce accesa di notte. Questa fobia viene denominata tanatofobia, o più semplicemente “paura della morte”. Sono affette milioni di persone in tutte le parti del mondo. Alcune persone sperimentano pensieri ansiosi ed ossessivi. La paura più grande è quella di incontrare qualcosa che va oltre a quello che già conosciamo. Insomma, la paura dell’ignoto.

Quando siamo giovani questi pensieri non esistono per niente ma superata una certa età, eccoli apparire nella nostra mente. Molto spesso sentiamo di stragi al TG della sera e questo, ci mette moltissima paura. La paura della morte, dell’ignoto e di tutto quello che può sopraggiungere con essa. Parlando per esperienza personale ho notato che questi pensieri diventano più marcati quando si ama qualcuno o qualcosa. Il solo pensiero di lasciare i nostri cari ed andarcene ci mette ansia e preoccupazione. Cosa faranno loro senza di noi in questa vita? E’ l’amore che abbiamo per gli altri che più ci spaventa. In questo articolo racconterò alcuni passaggi che possono incrementare questa paura basati esclusivamente sulle mie esperienze che possono essere condivise o meno anche da altre persone.

paura di morire la notte

1) Amare incondizionatamente: Amare qualcuno in modo incondizionato, i propri figli,  la propria moglie, la propria famiglia. La paura della morte si fa più viva perché in realtà si ha paura di perdere quello che amiamo. Come possiamo andarcene nel silenzio della notte? La paura del dolore che lasceremo dietro di noi è molto grande è quel dolore non ci da pace.
2) Non avere altre sicurezze: Cosa intendo per non avere altre sicurezze? Nella vita come ben sappiamo il denaro non è tutto ma in moltissimi momenti della vita il denaro aiuta. Se siamo senza soldi la nostra morte ci spaventa molto di più per il semplice fatto che penseremo che le spese di casa e della propria morte, andranno inevitabilmente sulle spalle dei nostri cari.
3) La paura di essere sotto terra: Un’altra paura che spaventa è quello di immaginarvi sotto terra nel buio totale, nel silenzio totale e nel freddo totale. Molte volte abbiamo spesso cura del nostro corpo ci laviamo ci puliamo, lo nutriamo insomma amiamo il nostro corpo ed il solo pensiero di perderlo o di ferirlo ci fa vivere un ansia enorme.

Quando ci assalgono questi pensieri? La maggior-parte delle volte questi pensieri ci assalgono la notte prima di dormire oppure al mattino presto al risveglio. Ci sono alcune cause che più di altre possono incrementare questi pensieri negativi. Nonostante ciò, esistono alcuni rimedi per farli andare via dalla nostra mente. Qui di seguito vorrei mostravi una lista di tutte quelle volte che questi pensieri vengono “nutriti” o “incrementati”.

paura di morire al risveglio

1) Esperienze passate: Cosa intendo per esperienze passate? Vi è mai capitato di mandare del cibo o dell’acqua di traverso? La grande paura di quel momento non è mai andata via. Chi ha sperimentato questa cosa si renderà conto che la paura della morte in quel momento era molto reale e faceva molta paura. Anche persone che hanno visto la “morte” da vicino e sono scampati al pericolo potranno sperimentare dopo alcuni anni questi pensieri negativi come per esempio i veterani di guerra, chi ha subito un infarto o un ictus.
2) Perdita di una persona cara: Che sia una perdita umana in famiglia o una perdita dell’animale che vi ha tenuto compagnia per moltissimi anni “cane o gatto” ci farà soffrire talmente tanto che la paura della morte sarà più viva che mai. Con la perdita del mio primo cane la paura è entrata dentro di me e con essa i pensieri che non mi danno pace la notte.
3) Sentire notizie di stragi: Siamo continuamente bombardati dai media e la morte sembra essere la news del giorno. Quando qualcuno muore tutti ne parlano. Talmente tante persone ne parlano che la paura stessa della morte entra dentro di noi. Guardare video violenti e di stragi vanno evitati “sempre” sopratutto prima di addormentarsi.
4) Soffrire di attacchi di panico: Gli attacchi di panico sono una cosa seria e solo chi soffre di attacchi di panico sa di cosa sto parlando. L’ansia, la paura imminente di morire, i tremori, l’agitazione, il luogo chiuso, gli attacchi di panico a loro volta fanno venire brutti pensieri di morte.
5) Extrasistole e battiti del cuore: Sentire battiti mancanti, extrasistole, cardiopalmo ci farà molta paura. Ho parlato delle extrasistole in un altro mio articolo e nonostante esse fossero benigne non mi hanno mai dato tranquillità ed il pensiero di fondo “paura di morire” rimane sempre accentuato.
6) Acidità di stomaco: Ho notato che nonostante sia un disturbo fisiologico questo incrementa almeno nel mio caso la paura della morte. Quando ho avuto in più di un occasione questi pensieri di notte mentre dormivo ho sempre avuto una forte acidità di stomaco perché vuoi che abbia mangiato pesante, vuoi che abbia esagerato con la cioccolata prima di dormire insomma, avere acidità di stomaco ci fa svegliare nel cuore della notte e ci darà la sensazione “pulsante” del nostro cuore che pulsa per l’acido che è entrato nell’esofago e si ha la sensazione di soffocare nel sonno. Gli antiacidi di base aiutano invece il lucen il pantopan etc. guariscono il problema ma ne creano un altro nel mio caso “incubi”, “vertigini”, e altre paure o fobie. Curare un problema e crearne un altro quando la moderazione a tavola sembra essere la chiave della salute.
7) Caldo eccessivo: Ho notato che quando sento particolarmente caldo, in estate per esempio oppure d’inverno quando i termosifoni “scottano” molto, queste fobie vengono incrementate. Svegliarsi con la bocca asciutta ed appiccicosa non sembra avere un buon effetto sulla nostra psiche ed ecco che ritornano i pensieri di paura di morte imminente.

Qui di seguito i miei consigli che molte volte hanno funzionato e mi hanno permesso di allontanare questi pensieri. Ovviamente, non tutti i consigli elencati qui sotto possono portare benefici per tutti.

1) Leggeri con lo stomaco: Prima di andare a dormire bisogna rimanere leggeri con lo stomaco. Maggiori quantità di cibo ingeriamo e maggiore sarà la possibilità di sviluppare queste fobie sopratutto nel cuore della notte per via dell’acidità dello stomaco e tutti i sintomi correlati, mancanza di respiro, rigurgito acido etc.
2) Luce accesa: Negli ultimi anni non mi vergogno a dirlo ma ho dormito con una lampadina sempre accesa. In alcuni casi ho lasciato il computer accesso sentire il rumore delle ventole in alcuni casi mi rilassava e non mi faceva sentire solo.
3) Dormire con il proprio cane/gatto: Molti diranno che non è igienico ma i miei cani sono molto puliti e sopratutto, vengono trattati con antiparassitario interno ed esterno ogni 4 mesi. Dormire con il proprio animale nel letto ci farà sentire in qualche modo protetti nel nostro nido e si riaccendono in noi degli istinti primordiali che abbiamo perso nel corso dell’evoluzione.
4) Pregare e leggere la bibbia: Pregare il signore, leggere le parole della sua bibbia ci farà ricordare che non siamo soli e qualcuno lassù ha occhi che vedono oltre i muri ed orecchie così grandi da sentire il nostro urlo oltre qualsiasi barriera ed oltre qualsiasi distanza inimmaginabile. Le parole di Gesù riaccendono in noi il fuoco, la speranza, la gioia. Così forti ed uniche le sue parole. Gesù rimane l’unico che ha “sconfitto” la morte e questo ci da speranza. Ricordate Lazzaro? Grazie a Gesù Lazzaro si alzò dalla sua tomba. Avere Gesù nostro signore nel cuore ci renderà migliori e senza paura ma sopratutto con la speranza nel cuore.
5) La mia tisana preferita: Molte volte quando questi pensieri mi assalivano nel cuore della notte mi sono preparato la mia tisana preferita. Rooibos e Rosa canina. Non conosco e non so se nessuno ne abbia mai parlato fino ad ora ma la calma che si ha dopo aver bevuto questa tisana che si trova nei supermercati “LIDL” mi ha aiutato molto. La tisana in questione è “Sir Edward” “Rosehip”.
6) Aria fresca: Relativo al punto 7 qui sopra, quando fa molto caldo nella camera da letto si ha paura di rimanere con la bocca asciutta e sembra che il nostro corpo “si gonfia” o almeno, può essere una sensazione “soggettiva” provata solo da me. Aprire le finestre, cambiare aria o semplicemente affacciarsi alla finestra e respirare una bella boccata d’aria fresca più fredda ci farà sentire meglio. Il caldo eccessivo incrementa questi pensieri.
7) Hobby: Nutrire un hobby, fare qualcosa che ci piace tutto questo può aiutarci a combattere questi pensieri negativi. Lottare per qualcosa, amare qualcuno, “avere le farfalle nello stomaco”.
8) Migliorare la propria situazione finanziaria: Non tutti possono farlo, già trovare un lavoro al giorno d’oggi è difficile ma migliorando la propria situazione finanziaria in qualche modo terrà questi pensieri negativi lontani, questo perché? Perché avere denaro ci permette di viaggiare, di uscire e di “spaccare” i comuni canoni della nostra vita, insomma di cambiare aria quando ne abbiamo strettamente bisogno. Non bisogna essere ricchi, anche andare a mangiare un gelato con gli amici può essere utile.
9) Visitare dei luoghi considerati “sacri”: Alcuni luoghi considerati “sacri” possono aiutare le persone a combattere contro questi pensieri negativi. Pietralcina, Medjugorje ed in alcuni casi anche la piccola chiesa dietro casa.
10) Guardate Film o giocate: Tenete la vostra mente occupata, maggiormente la terrete occupata e più controllo contro i pensieri negativi si avrà.

Conclusioni: Quando le fobie diventano pericolose e non ci fanno vivere allora bisogna obbligatoriamente chiedere consiglio al proprio medico curante anche se questa strada viene da molti scartata per paura di sentirsi dare dei “pazzi”. Alcune fobie sono passeggere altre invece, durano moltissimi anni e ci accompagnano per il resto della nostra vita. Alcuni pensieri vanno e vengono e ci sono momenti che sono più marcati di altri. Seguendo i miei piccoli “preziosi” consigli alcuni di questi pensieri possono andarsene o almeno diminuire in parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*