Gastroenterite: Cause, Sintomi e Cura

Gastroenterite: Cause, Sintomi e Cura: Inizia improvvisamente con qualche linea di febbre, disturbi digestivi, diarrea fulminante e vomito. Le cause della gastroenterite sono molte ed in questo articolo cercherò di essere il più chiaro possibile sulle cause di questo male che ci mette a terra per via della velocità dei sintomi che non faranno altro che disidratarci e renderci deboli. All’inizio di quest’anno sono stato colpito da un virus gastrointestinale. Tutto è iniziato con febbre alle 6 del mattino, subito dopo una fortissima diarrea fulminante e quando parlo di diarrea fulminante intendo dire una diarrea che sembra come se qualcuno avesse aperto il rubinetto dell’acqua. Per poi iniziare a vomitare dopo il primo pasto, vomitando tutto il giorno alternando vomito e diarrea.

Come ben sappiamo la gastroenterite può essere causata da più fattori, come virus, batteri, parassiti ed intossicazioni alimentari. Perché nel mio specifico casa è stato un virus? Perché già ero sotto cura antibiotica con Augmentin “Amoxicillina ed acido clavulanico” per un infezione a tonsille ed orecchie ed era l’ultimo giorno di trattamento. Siccome gli antibiotici nulla hanno a che fare contro un virus, do quasi per scontato che la causa scatenante sia stato un virus del genere “rotavirus” uno dei più comuni. Anche la febbre è stato uno dei sintomi che mi ha accompagnato per ben due giorni. Nei mesi precedenti a questo articolo ho scritto un articolo denominato “Virus intestinale“. Molte persone chiamano la gastroenterite in modo erroneo “Influenza intestinale”. Definizione alquanto errata.

sintomi gastroenterite

Qui di seguito andiamo a conoscere cosa sia la gastroenterite da cosa è provocata e quali sono i rimedi per combattere questo male. Chi di voi almeno una volta nella propria vita non si è sentito uno straccio? La forza se ne va ed il male prende il sopravvento in modo “inaspettato” e molto veloce. Quello che fa preoccupare è la velocità della manifestazione dei sintomi. Generalmente la gastroenterite di origine virale tende a risolversi spontaneamente già dal secondo giorno perché entra in gioco il nostro “sistema immunitario” che mapperà il virus riconoscendolo se dovesse ripresentarsi una seconda volta lanciandogli contro gli anticorpi necessari per distruggerlo. Non sempre è così se la causa scatenante è un batterio dove necessita di cure più specifiche e la sua durata è molto lunga.

1) Virus: Tra i virus responsabili della gastroenterite troviamo i rotavirus, norovirus, adenovirus ed astrovirus. Questo genere di virus può attaccare sia adulti che bambini.
Cura: Prima di tutto idratazione, mangiare cibi morbidi e per niente “pesanti”. Mangiare poco e leggero idratarsi bevendo acqua e fare uso di sali di idratazione che si trovano in farmacia oppure, utilizzare semplicemente acqua “frizzante ricca di minerali” oppure gatorade, energade etc. Riposo “totale”, se si ha febbre si può utilizzare dell’ibuprofene come oki, moment nelle dosi raccomandate. Consumare un cucchiaino di miele di manuka tre volte al giorno, ricco di minerali ed anche antibatterico devo dire che è stato molto utile e mi ha permesso di non andare in ipoglicemia.
2) Batteri: Quando i responsabili della gastroenterite sono i batteri essi possono essere più o meno pericolosi a seconda del batterio coinvolto, i batteri che causano gastroenterite sono la salmonella, l’escherichia coli, campylobacter jejuni, shigella. Per esempio uno dei maggiori pericoli si trova nel pollame “crudo” o poco ben cotto che può essere infestato con campylobacter jejuni che fa parte dei batteri gram negativi ed è presente sopratutto nelle feci animali. Può durare dalle 24 ore fino ad un mese se non trattata e provocare gravissimi danni all’organismo umano. Può presentare diarrea emorragica con tracce di sangue. Nei bambini e nelle persone anziane la gastroenterite batterica può provocare la morte se non attentamente trattata. Anche le persone che risultano essere molto robuste potrebbero perdere totalmente le forze.
Cura: Rivolgersi al proprio medico per iniziare una cura antibiotica dopo essere riusciti tramite analisi ad individuare il batterio responsabile della gastroenterite. A seconda del batterio che vi ha colpiti ci sarà un antibiotico specifico che sarà molto efficace contro il batterio in questione. A volte vengono utilizzati anche “disinfettanti della regione gastro intestinale”. Importantissimo è rimanere idratati utilizzando gatorade ed altri prodotti per “sportivi”. Consumare un cucchiaino di miele di manuka tre volte al giorno, ricco di minerali ed anche antibatterico, perché dico questo? Perché il miele oltre ad essere un antimicrobico naturale aiuta nel processo di guarigione grazie allo zucchero presente e ai minerali in esso contenuto.
3) Parassiti: Giardia lamblia, Cryptosporidium, Entamoeba histolytica. Questi sono alcuni dei nomi dei parassiti che possono provocare diarrea fulminante e dolori addominali si tratta di protozoi che non sono altro che organismi unicellulari. Ci si può facilmente infettare dall’acqua sporca, in zone terremotate, inondate insomma dove i servizi igienici vengono a mancare. Esistono nel mondo più di 3500 protozoi differenti.
Cura: Evitare zone affollate, zone inquinate, posate sporche ed evitare di utilizzare spazzolini, pettini ed altri oggetti personali di altre persone. Si utilizzeranno dei “disinfettanti per il tratto gastro intestinale” che vi prescriverà il vostro medico. L’idratazione anche in questo caso è alla base della guarigione. Consumare un cucchiaino di miele di manuka tre volte al giorno, ricco di minerali ed anche antibatterico.

gastroenterite

4) Cause non infettive: Queste cause riguardano le intolleranze al lattosio, la celiachia oppure altre varie allergie alimentari che possono provocare diarrea e dolori addominali. Alcuni medicinali possono causare diarrea e vomito come gli antistaminici, il cortisone, i farmaci per il controllo dell’acidità di stomaco come maalox, pantopan, buscopan (giusto per citarne alcuni). Il botulismo è molto pericoloso è la causa sono i cibi conservati male a casa o al supermercato, barattoli di sugo aperti, barattoli di cetrioli aperti etc. Ciguatossina, è una tossina presente in molti pesci subtropicali causa diarrea fulminante e vomito.
Cura: Rivolgersi al medico in caso di intolleranze, chiamare immediatamente i soccorsi del 118 in caso di intossicazioni da botulismo o altre tossine.

Prevenzione: Come ben si sa prevenire è sempre meglio che curare. La prevenzione consiste nel lavarsi le mani, disinfettare gli ambienti di casa con cloro, pulire il wc con appositi prodotti oppure sempre meglio con cloro. Utilizzare solamente le proprie posate a tavola, evitare di dare la mano a tutte le persone ed in un secondo momento grattarsi gli occhi, la bocca o il viso in generale. Evitare l’acqua dal rubinetto che scorre nella vostra casa se ci sono stati terremoti oppure inondazioni. Evitare di nuotare nelle zone inondate, meglio avere una barca di gomma oppure salire nei piani alti aspettando i soccorritori. Disinfettare i biberon quando si tratta di bambini. Fare attenzione alla conservazione dei cibi, non mangiate se non siete sicuri di quello che state mangiando, fate attenzione al pesce andato a male o che ha un aspetto non proprio idoneo.

Avvertenze: In caso di gastroenterite è sempre “obbligatorio” chiedere consiglio al proprio medico curante evitando cure fai da te che potrebbero peggiorare la situazione se non si conosce la causa che ha scatenato il problema.

Conclusioni: Molti consigliano in caso di diarrea i fermenti lattici, a mio parere e per esperienza personale non hanno fatto altro che provocarmi gravissimi dolori addominali e gonfiori addominali con meteorismo ed aria nello stomaco peggiorando il mio stadio clinico. Per scoprire la causa che ha scatenato la vostra gastroenterite bisogna essere “intelligenti” andando a scoprire cosa avete mangiate nelle 24 ore prima per essere sicuri che non si tratti di ciguatossina consumando pesce, oppure botulismo dovuto alla male conservazione di barattoli contenenti cetrioli etc. Insomma, capire cosa si è fatto prima può esservi d’aiuto. Come le persone che avete incontrato il giorno prima. Il riposo gioca un ruolo fondamentale. Se dovete avere dei bruciori quando fate diarrea utilizzate delle creme a base di vaselina e piante emollienti. Dovrebbero aiutare di molto migliorando la situazione. Cambiatevi spesso, e lavatevi. Avrete sempre bisogno di una persona cara che vi stia vicino quando state male che potrà aiutarvi a tenere tutto pulito e disinfettato. Quale è stata la vostra esperienza in merito alla gastroenterite? Vi aspetto con la vostra storia nei commenti qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*