Feci a Palline: Cause, Sintomi e Cura

Feci a Palline: Cause, Sintomi e Cura

Molto tempo fa avevo ho parlato di come le feci a palline potessero essere molto dolorose e non piacevoli sopratutto quando si hanno emorroidi. In questo caso, diventa un vero e proprio calvario. Questa condizione mi è sempre capitata quando ho mangiato cibi privi di fibre e pochissima acqua. Ho manifestato questo inconveniente quando la mia dieta era particolarmente ricca di hamburger ed invece di bere acqua normalmente ho preferito le bibite gassate come la coca cola ogni giorno. Sostituendo la mia dieta le feci a palline sono state solamente un lontano ricordo. La forma perfetta delle feci è quella simile alle banane. Una persona sana riesce tranquillamente ad andare al bagno con tranquillità tutti i giorni oppure almeno 1 volta ogni 2 giorni. L’odore delle feci ben formate non puzzano e non hanno odori sgradevoli a differenze delle feci morbide o diarrea.

La diarrea è più difficile da controllare e in genere deriva da problemi più difficili da risolvere può essere causata di un virus, batterio o parassita. Con la diarrea, si può soffrire di malassorbimento. In questo modo non si ottengono i nutrienti necessari al perfetto funzionamento dell’organismo. Essa, sopraggiunge quando si ha una gastroenterite. Se hai notato che le tue feci sono molli, morbide o troppo liquide oppure ancora troppo frequenti, ci sono molte cose che potresti fare. In primo luogo, consulta il tuo medico curante e prenota alcuni test come un’analisi completa delle feci. Nel frattempo, per ” rassodare” ed indurire le tue feci, consuma più alimenti tra questi descritti qui sotto.

cause feci a palline

1) Banane: Alcuni potrebbero dire che le banane aiutano contro la costipazione in realtà alcuni “tannini” presenti in essi induriscono le feci e danno il giusto grado di “maturazione” mantenendo le feci con consistenza nella norma. Esse, sono un rimedio naturale per reintegrare nell’organismo i sali minerali persi durante il processo di diarrea sopratutto, potassio e magnesio ma anche altre importanti vitamine. Quali banane scegliere? Qui di seguito ho scritto un articolo su come scegliere le migliori banane. Evitare per quanto possibile le banane verdi. In definitiva le banane aiutano nel transito regolare ma a loro volta integrano sali minerali ed assorbono naturalmente piccole quantità di acqua dall’intestino.

2) Riso e Mela: In questo caso è bene evitare il riso integrale tanto di moda nelle diete salutari. Inutile dirlo, sono ormai moltissimi secoli che la gente cura i problemi di diarrea consumando questo antico alimento. Il riso privato della scorza non avrà minerali e quant’altro ma carboidrati pronti per essere consumati dal nostro organismo. E’ un piatto leggero privo di glutine e facilmente digeribile. La combinazione con le mele è un’ottima combinazione dato che le mele hanno un forte potere “astringente” all’interno dell’intestino aiutando a minimizzare le perdite di liquidi.
3) Pane tostato e uova sode: Pane tostato duro ed uova sode sono alimenti che possono aiutare in caso di diarrea. Essi, apportano proteine e carboidrati dei “macro-nutrienti” molto importanti per la perfetta salute del nostro organismo.
4) Tisane ricche di tannini: L’effetto astringente dei tannini presenti nel te sopratutto quello verde rendono la mucosa intestinale poco permeabile. In questo modo la mucosa viene protetta limitando le secrezioni. I tannini possono effettivamente aiutare ad indurire le feci. E’ importante eliminare le sostanze irritanti come il glutine, il grano o troppi cereali, noci o semi fino a quando il tuo intestino non sarà guarito. Nonostante la moda delle tre noci al giorno in caso di “diarrea” è bene evitarle totalmente.

feci a palline e stitichezza

Feci troppo dure: Se trovi che le tue feci sono troppo dure o poco frequenti, puoi anche parlare con il tuo medico per metterti d’accordo sui possibili test ed esami completi alle feci. Si consiglia anche di effettuare un controllo alla tiroide. Inoltre, l’aggiunta di un piccolo integratore di magnesio nella vostra dieta può aiutare moltissimo. Si possono tranquillamente aggiungere alimenti ricchi di magnesio nella propria alimentazione. E’ bene ricordare che il magnesio è capace di attirare acqua nell’intestino, rendendo le feci più morbide e facili da eliminare. Rilassa i muscoli della parete intestinale e questo, aiuta molto in caso di stitichezza.

Feci a palline

La tabella qui sopra presenta i vari gradi di formazioni delle feci che possono essere molto dure oppure molto acquose. Sintomi di perfetta salute indicano delle feci facili da espellere con una consistenza normale ne troppo dure e ne troppo morbide e con sensazione di svuotamento completo. Il grafico viene riassunto in questo modo:

Stadio 1: Le feci a palline dure, hanno passato molto tempo all’interno dell’intestino e sono molto difficili da espellere. La loro forma ricorda quella delle feci delle pecore o delle capre. Sono così dure che sembrano delle pietre in miniatura e ci sorprendono sempre. Ne esce una ogni 2 minuti. A volte possono risultare molto dolorose sopratutto se si soffre di emorroidi.
Stadio 2: Feci dure ma aggregate. E’ un classico segno di costipazione. Si deve bere più acqua eliminando le bevande gassate.
Stadio 3: Normale. Questo tipo di feci insieme alle feci dello stadio 4 sono considerate dagli esperti “normali”. Si espellono subito e si ha la sensazione di svuotamento totale ed un benessere “fisico” generale che perdura tutta la giornata.
Stadio 4: Normali e rapide. Questo tipo di feci rispetto a quelle normali si espellono molto facilmente in modo rapido. Ti metti sulla tazza ed esci dopo qualche secondo tutto felice e spensierato.
Stadio 5: Le feci a palline morbide si espellono molto più rapidamente delle feci normali e rapide. Esse, sono a palline ma invece di dure sono palline morbide. Si ha urgenza di correre al bagno. E’ considerato il primo stadio che porta verso la diarrea. Generalmente si può cambiare alimentazione e tutto dovrebbe ritornare nella norma.
Stadio 6: La diarrea la si fa più volte al giorno. Anche una sola volta al giorno è un sintomo “chiaro” ed indiscutibile di diarrea. Assicurarsi di bere molti liquidi ed integrare con sali minerali le sostanze che si sono perse facendo attenzione all’alimentazione. (Guardare i 4 punti descritti qui sopra nell’articolo). Acqua in buone quantità. Risulta utile in questo caso un’acqua frizzante che ha più minerali rispetto ad un acqua naturale.
Stadio 7: Diarrea simile all’acqua di rubinetto. E’ sciolta ed acquosa ha un colore giallo paglierino, oppure marrone ma trasparente. E’ sintomo di una gastroenterite causata da virus, batteri, parassiti o intossicazione alimentare. Si consiglia una visita urgente dal proprio medico se la diarrea liquida perdura per più di due giorni. E’ importante continuare a bere acqua frizzante, integrare con bibite ricche di sali minerali come gatorade ed affini.

Non dimentichiamo i grassi: La moda dell’ultimo secolo è quella di eliminare i grassi dalla nostra alimentazione con un potenziale pericolo per la nostra salute ed il nostro stato di benessere. Pochi grassi in realtà equivalgono a poca “lubrificazione” dell’intestino. Si ai grassi buoni e si anche ai grassi animali. Non si deve esagerare ma altresì non si devono assolutamente eliminare dalla nostra alimentazione. I grassi sono importanti non solo per il nostro intestino ma anche per il nostro cervello. Molte persone si chiedono come mai dopo aver cambiato alimentazione continuano ad avere le feci dure a palline. Quando ho avuto feci caprine ho consumato nutella, una bistecca di collo di maiale, qualche salsiccia e le mie feci hanno iniziato ad avere consistenze normali e sono state facili da espellere. Dunque, il grasso che sia animale o vegetale ogni tanto è salutare e fa parte di una dieta sana ed equilibrata. Da non dimenticare che i grassi sono parte dei “macro-nutrienti” insieme a proteine e carboidrati.

Conclusioni: Che le feci a palline siano dure o morbide questo genera sempre una sorta di preoccupazione sul proprio benessere generale. Le feci che siano dure o morbide sono un vero indicatore dello stato di salute generale di qualsiasi persona. Dimmi che feci fai e ti dirò se sei sano come un pesce. Molte malattie vengono proprio quando si è stitici oppure quando si ha la diarrea. Dunque, è importante che le feci siano nella norma. Troppo dure o troppo morbide sono indice di problemi di salute oppure indice di cattiva alimentazione che può cambiare se si cambia lo stile di vita che consiste in molti cambiamenti fino al rilassamento con tecniche di yoga, passeggiate nella natura e quant’altro. Quali sono le tue esperienze in merito alla feci a palline?

Lascia un commento

Close Panel

Contact Us:

Street Name, FL 54785

Visit our Location

(01) 54 214 951 47

Call us Anytime

Mon - Fri 08:00-19:00

Sat and Sun - CLOSED

Follow Us:

Stay in Touch: