Proprietà e benefici Platano

I platani sono una varietà di banane prodotte da piante del genere Musa. Sono conosciute come banane da cottura perché vengono mangiate al forno. Hanno un sapore meno dolce rispetto alle classiche banane ed è possibile tagliarle a fette e friggerle a pezzettini proprio come le patatine. Pur essendo un frutto, il platano viene utilizzato come una vera e propria verdura nei piatti culinari ed è nutritivo quanto le patate. Contengono una buona quantità di potassio e magnesio che promuovono ottimi livelli di pressione sanguigna sostenendo l’attività muscolare. E’ altresì ricco di vitamine del gruppo B, con una spiccata quantità di vitamina B6 che lo rende un buon alimento nutritivo per la nostra pelle ed il nostro cervello. I frutti hanno buone quantità vitamina C, però, quest’ultima, essendo una vitamina “termolabile” viene completamente distrutta con la frittura o la cottura. Da non dimenticare che i platani sono un’importante fonte di carboidrati per il metabolismo energetico.

Cosa sono esattamente i platani? I platani sono una varietà ibrida di banane. Sono il risultato di un incrocio tra due antenati della moderna banana: Musa acuminata e Musa balbisiana. Entrambi i platani sono banane scientificamente denominate Musa paradisiaca. Ogni moderna specie di banana coltivata che ha una polpa relativamente soda e ricca di amido “come la patata” viene denominata platano. Da un punto di vista botanico, le banane ed i platani sono considerate “bacche”. Dal punto di vista culinario, quelli verdi e acerbi sono considerati verdure, mentre quelle nere più mature sono considerate frutti. Quale è la differenza tra platano e banana? Vieni a scoprirlo nell’articolo sulle differenze tra queste due specie.

benefici platano

Che aspetto hanno i platani? I platani sono più grandi della maggior parte delle banane che tutti noi conosciamo. Hanno una forma curva, simile ad un boomerang e una buccia molto coriacea, molto più spessa, che conferisce loro un aspetto quasi quadrato se viene guardato dall’estremità della punta. I suoi semi sono minuscoli di colore marrone-neri che corrono longitudinalmente al centro della polpa. Molte volte i semi non sono presenti. Quando vengono mangiati, i platani hanno un gusto acerbo. La buccia è di un colore verde brillante e la polpa ha una colorazione giallo-pallido. Il platano non rimane sempre verde. Con il passare del tempo, maturano e da verde diventano giallognole, poi giallo dorato e poi ancora nere. Quando la buccia diventa per lo più nera, il platano viene considerato maturo e dovrebbe essere estremamente dolce perché, a questo punto, la maggior parte dell’amido si è convertita automaticamente in zucchero.

Che sapore hanno i platani crudi e cotti? I Platani crudi e acerbi hanno una buccia dura e una polpa amidacea dall’aspetto blando, simile al sapore delle patate. I frutti non possono essere sbucciati a mano. I platani crudi e maturi hanno buccia e polpa più morbide. A seconda del livello di maturazione (indicato dal colore della buccia), variano nel gusto dal dolce, all’acerbo ad estremamente dolce simile allo zucchero caramellato o al  miele nel caso di platani troppo maturi, quasi neri. Sia i platani acerbi che quelli maturi vengono nella maggior parte dei casi cotti. Quelle verdi hanno un blando sapore simile alle verdure amidacee. Tuttavia, i platani verdi sono preparati con l’utilizzo di varie spezie aromatiche alimentari che ne esaltano il sapore. Il sapore del platano cotto e maturo è associato a quello delle patate dolci cotte. I frutti hanno anche un buon odore, con un piacevole odore fruttato ad avvenuta maturazione. Nel video qui sotto, possiamo vedere come si “frigge” il platano.

Posso mangiare bucce e foglie di Platano? In teoria, si possono mangiare le bucce di platano se le si cuoce bene perché la cottura rende morbida la buccia fibrosa e coriacea e la rende digeribile. Non puoi mangiare bucce di platano crudo perché sono troppo fibrose per essere digerite. In teoria, puoi mangiare la buccia dei platani maturi, dorati e neri. Tuttavia, è estremamente sconsigliabile mangiare la buccia perché, da un lato, mantiene tutti i pesticidi usati sulla pianta e può farti ammalare e, d’altra parte, c’è il rischio di blocco intestinale a causa della natura fibrosa della buccia. Qui di seguito vengono riassunti i 7 maggiori benefici derivanti dal consumo di platano.

pianta platano e banane platano

1) Aumenta l’energia: Il platano contiene quasi 32 g di carboidrati per 100 g che forniscono energia rapida da utilizzare per il nostro corpo. Inoltre, hanno un profilo vitaminico B molto variato con piccole quantità di vitamine B1, B2, B3, B5 e B9 e quantità generose di vitamina B6 (0,299 mg, circa il 23% della RDA giornaliera). Tutte le vitamine del gruppo B contribuiscono al metabolismo energetico e ai livelli elevati di energia. Un apporto sufficiente di vitamine del gruppo B aiuta a prevenire la debolezza e il dolore muscolare, gli spasmi muscolari, il battito cardiaco irregolare e l’affaticamento.

2) Benefici per il cervello e il sistema nervoso: I platani sono una ricca fonte di colina e vitamine del gruppo B, in particolare come detto precedentemente di vitamina B6. Tutti questi nutrienti supportano le funzioni cerebrali e l’attività del sistema nervoso. La colina, ad esempio, è buona per la memoria ed è teorizzata per aiutare a prevenire il declino cognitivo precoce. La vitamina B6 aiuta a sintetizzare i neurotrasmettitori nel cervello. La vitamina B9 ha dimostrato di prevenire i difetti del cervello, della colonna vertebrale e del midollo spinale nei neonati.

3) I platani sono buoni per la salute mentale: La vitamina B6 nei platani è essenziale per sintetizzare la serotonina, l’ormone della felicità e contribuisce a migliorare l’umore. Aiuta anche a sintetizzare l’adrenalina e la norepinefrina che contribuiscono alla vigilanza, al focus e combattono letargia e sonnolenza tipiche della primavera.

4) Fonte di fibra naturale contro la stitichezza: 100 g di platano contengono 2,3 g di fibra alimentare. La fibra alimentare è un materiale vegetale essenzialmente indigesto che passa immutato attraverso il tratto gastrointestinale. Il suo scopo è quello di assorbire acqua aggiungendo massa alle feci, contribuendo a migliorare e ridurre il tempo di transito. I movimenti peristaltici intestinali sono più regolari e questo, allevia la stitichezza.

5) Alleati della pelle: I platani sono buoni per la pelle perché contengono vitamine del gruppo B. Gravi carenze di vitamine del gruppo B causano eczema, dermatite seborroica e persino acne. Inoltre,i platani contengono importanti quantità moderate di vitamina C (18,4 mg per 100 g). La vitamina C stimola la produzione di collagene per una pelle più sana e giovane con meno rughe. Un apporto elevato di nutrienti può anche aiutare a guarire le cicatrici da acne. Infine, i frutti hanno piccole quantità di beta-carotene che viene convertito in vitamina A ed esercita benefici antiossidanti per la pelle. Attenzione per quanto riguarda la vitamina C essa, è termolabile e non è possibile assumerla dai platani se essi vengono mangiati cotti o fritti.

6) Benefici cardiovascolari: Il platano contiene un elevata quantità di potassio ben 500 mg di potassio per 100 g (circa l’11% dell’assunzione giornaliera raccomandata) e 37 mg di magnesio (10% dell’assunzione giornaliera raccomandata). Il potassio bilancia i livelli di sodio nel sangue e previene la ritenzione idrica, contribuendo a mantenere sani i livelli di pressione sanguigna. Il magnesio sostiene la salute del muscolo cardiaco. Insieme ed in sinergia i due nutrienti aiutano a prevenire palpitazioni, extrasistole e possibili aritmie. I platani contengono solo 120 chilo-calorie per 100 grammi aiutando a mantenere un peso costante con ulteriori benefici per la salute cardiovascolare.

7) Benefici del sistema immunitario: Il contenuto in vitamina C dei platani li rende un frutto ottimo dal punto di vista antiossidante e anti-infiammatorio con marcati benefici per l’immunità. La vitamina C riduce i marker di infiammazione nel corpo, migliorando i sintomi associati al dolore. Contrastando la produzione di una quantità eccessiva di istamina, esercita un’azione antistaminica naturale con potenziali benefici per l’asma. Inoltre, la vitamina C è da sempre considerata un potente antiossidante che elimina le molecole dannose dei radicali liberi riducendo il danno cellulare che potrebbero causare numerose malattie croniche, una ragione in più per incorporare i platani nella dieta. Tuttavia, è bene ricorda che la sostanza nutritiva “Vitamina C” è sensibile al calore e la cottura dei Platani causerà la perdita di tutto il contenuto di vitamina C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*