10 Benefici degli Alimenti Ricchi di Grassi

Mangiare grassi non è affatto facoltativo. Il grasso è un nutriente essenziale, il che significa che ne hai bisogno per sopravvivere e funzionare in modo ottimale. Nonostante le brutte notizie che avete letto su moltissimi siti di salute e benessere oggi voglio parlarvi di come in realtà i grassi sono davvero buoni per la nostra salute. Il grasso è responsabile della crescita e della riparazione dei tessuti. Genera energia pronta per essere utilizzata dal corpo. Il tessuto adiposo serve come deposito di energia. Quando sei malato oppure hai una semplice influenza e non puoi mangiare per qualche giorno il tuo corpo trarrà energia dai grassi per mantenerti “funzionante”. Avere qualche kg di grasso corporeo in più determinerà una maggiore fertilità con maggiori possibilità di concepimento. I grassi sintetizzano anche ormoni e neurotrasmettitori nel cervello, determinando tutto dal tuo umore al tuo metabolismo fino ad arrivare al tuo peso corporeo.

Certamente, non tutti i grassi sono buoni. Gli acidi grassi insaturi come gli Omega-3 sono buoni per lo sviluppo del cervello e aiutano a ridurre il colesterolo totale nel sangue ed il colesterolo LDL, i grassi trans derivanti dall’elaborazione degli alimenti sopratutto utilizzati nell’industria dolciaria è meglio evitarli perché causano malattie cardiache. I grassi saturi d’altra parte, che si trovano nello strutto, nel burro, nella carne, nel latte intero e nei latticini o nell’olio di cocco, possono essere consumati in quantità limitate ma non è detto che facciano male. Inoltre, gli esperti raccomandano l’assunzione di grassi non superiore al 30% di tutto l’apporto calorico. A condizione che ci sia un equilibrio nel proprio mangiare. Mangiando grassi si ottiene in modo semplice una vasta gamma di benefici per la salute del nostro corpo. A cosa servono i grassi? Di seguito sono riportati i 10 principali vantaggi del consumo di quantità di grasso sufficienti, ma non eccessive:

benefici dei grassi nell'alimentazione

1) Contro la stitichezza: mangiare grassi aiuta ad ammorbidire le feci ed ha un effetto “lubrificante” contribuendo ad avere un leggero effetto lassativo che aiuta ad alleviare la stitichezza. La fibra insieme all’acqua non sono sempre sufficienti per la salute dell’apparato digerente e la regolarità intestinale. Se mangiamo moltissime fibre e beviamo acqua non sempre la situazione migliora. Quando la stitichezza tende a non scomparire a volte la causa può essere dovuta ad un insufficiente apporto di grassi con l’alimentazione. I grassi offrono altresì un vantaggio in caso di emorroidi.

2) Assorbimento di vitamine: La ragione per cui le vitamine A, D, E e K sono chiamate liposolubili è perché vengono assorbite e trasportate dove sono necessarie all’interno del nostro corpo attraverso i grassi. In altre parole, i grassi aumentano l’assorbimento di queste vitamine. Se non mangiamo grassi non saremmo in grado di assorbire o utilizzare correttamente le vitamine A, D, E e K e possiamo sperimentare problemi con vista, immunità, pelle, coagulazione del sangue e varie infiammazioni. Tutti i caroteni, incluso il beta-carotene, il principale precursore della vitamina A, è liposolubile. Quindi, quando mangi carote o patate dolci o verdure, è sufficiente aggiungere un filo di olio d’oliva extravergine, un pezzetto di burro o un cucchiaio di polpa di avocado per assicurarsi che il corpo assorba effettivamente i caroteni contenuti nelle carote.

alimenti ricchi di grassi

3) Attività antiossidante: I grassi sani svolgono importanti attività antiossidanti. Forniscono e garantiscono l’assorbimento di antiossidanti come la vitamina E che aiuta a mantenere l’integrità della membrana cellulare, la flessibilità e la permeabilità. A loro volta, gli antiossidanti proteggono i grassi e ne impediscono l’ossidazione. Fondamentalmente, i grassi esercitano attività antiossidante fornendo e introducendo nutrienti antiossidanti come la vitamina E nelle cellule e nei tessuti per eliminare le dannose molecole di radicali liberi e inibirne la formazione. Tutto ciò si traduce in una riduzione dell’infiammazione e, su scala più ampia, dei rischi minori di alcune malattie croniche.

4) Attività anti-infiammatoria: Le forme più sane dei grassi che tutti noi conosciamo hanno la sigla “omega3”. Un apporto salutare di grassi Omega-3 ha dimostrato di inibire la produzione di elementi infiammatori come le citochine infiammatorie e di migliorare i sintomi di varie malattie infiammatorie, tra cui l’artrite reumatoide. Inoltre, gli acidi grassi Omega-3, in particolare la forma da pesce, DHA o acido docosaesaenoico, abbassa i livelli di colesterolo totale e colesterolo LDL nel sangue, diminuendo il rischio di aterosclerosi, ictus e infarto. Questi grassi favoriscono la salute cardiovascolare e contribuiscono alla salute della pelle. Il colesterolo protegge dalle malattie degenerative del sistema nervoso come la sclerosi multipla. I depositi di grasso nel corpo sono anche utilizzati per isolare e mantenere una certa temperatura corporea e per proteggere gli organi vitali da lesioni minori e traumi.

5) Alimentazione per il cervello: Il nostro cervello è fatto di grassi ed è naturale che si basi su di loro per funzionare in modo ottimale. I grassi DHA Omega-3 sono i grassi più comuni nel cervello e sono essenziali per il normale sviluppo del cervello e del sistema nervoso e delle funzioni cognitive nei bambini e negli adulti. Le membrane cellulari della nostra materia grigia sono particolarmente dipendenti da questi acidi grassi e si è teorizzato che un apporto di grassi sano e moderatamente basso possa contribuire a migliorare la memoria e il pensiero. Anche i grassi meno sani come il colesterolo “cattivo” sono vitali per la salute del cervello e del sistema nervoso. Il colesterolo aiuta a formare la guaina mielinica che isola la coda delle cellule nervose. Un’assunzione alimentare troppo bassa aumenta i rischi di malattie degenerative del sistema nervoso come la sclerosi multipla. Mangiare grassi in generale nutre il cervello aumentando concentrazione e memoria. Una corretta alimentazione che prevede grassi nella dieta aiuta in caso di nebbia e confusione mentale.

6) Pelle sana: I grassi forniscono sostanze nutritive vitali per la pelle. Ad esempio, un sacco di oli vegetali e semi da cui sono fatti, come olio di girasole e semi di girasole, sono ricchi di vitamina E. Per quanto riguarda la salute della pelle, la vitamina E assicura la permeabilità delle membrane cellulari e consente loro di ricevere nutrienti e acqua. Ad una scala più ampia, questo aiuta a ottenere una pelle dall’aspetto migliore e più sana con un livello ottimale di idratazione. Inoltre, sia la vitamina E che A, che si basano sui grassi per poter essere assorbite eliminano le molecole dannose come i radicali liberi responsabili delle rughe precoci e promuovono una pelle dall’aspetto giovanile, piena di luminosità. Alcuni acidi grassi come Omega-3 con la loro azione anti-infiammatoria possono aiutare a prevenire e migliorare le condizioni della pelle come l’eczema o la psoriasi.

7) Aiutano i nostri occhi: I cibi che contengono le maggiori quantità di vitamina A sono anche importanti fonti di grassi. Gli esempi includono: olio di fegato di pesce, pesce e fegato. La vitamina A contenuta in questi alimenti forniscono un alto tasso di assorbimento perché si unisce ai grassi, quindi una quantità massima viene assorbita ed utilizzata per varie funzioni nel corpo, specialmente per una buona visione. Allo stesso tempo, il beta-carotene ha bisogno di grassi per poter essere convertito in vitamina A. Il beta-carotene si trova nelle carote, patate dolci, peperoni rossi, zucca e verdure verdi. La luteina e la zeaxantina sono due antiossidanti carotenici che non possono essere convertiti in vitamina A. Tuttavia, entrano direttamente nella retina e proteggono la visione dai danni dei radicali liberi. Ma per farlo, hanno sempre bisogno di “GRASSI”.

8) Fornisce energia: Il grasso ha lo scopo di fornire energia al corpo da utilizzare per svolgere alcune importanti funzioni vitali come la respirazione, la digestione, etc. Mangiare grassi è di vitale importanza per mantenersi in salute e un’assunzione troppo bassa può predisporre a gravi problemi di salute con il passare del tempo. Ricordarsi che i grassi sono “macro-nutrienti” fondamentali.

9) Resistenza contro le malattie: Mangiare grassi rafforza il corpo, rendendolo più resistente alle malattie e alle infezioni e in grado di riprendersi più velocemente. Avere del grasso corporeo è più utile di quanto si possa immaginare. Se hai avuto un infezione virale allo stomaco e due giorni hai bevuto solo acqua non importa perché il tuo corpo attingerà ai suoi depositi di grasso e produrrà energia per mantenerti vivo e funzionante fino a quando non ritornerai a mangiare nuovamente. Per non parlare del fatto che i depositi di grasso (ed il fegato) immagazzinano le vitamine essenziali A, D, E e K così quando il tuo corpo attinge alle riserve, rilascia anche nutrienti immagazzinati, contribuendo ulteriormente ad un organismo più forte e più resistente. Molto utile in tempi di crisi e carestie più di quanto si possa immaginare.

10) Produzione ormonale e gravidanza: Grasso e fertilità vanno di pari passo. Una delle principali funzioni dei grassi nel corpo è quella di sintetizzare gli ormoni che sono poi coinvolti in una varietà di processi, dalla regolazione dell’umore all’aumento della fertilità. Quantità sufficienti di grasso e tessuto adiposo aiutano a produrre estrogeni per aumentare la fertilità e favorire la gravidanza. La ricerca mostra che le donne con troppo grasso corporeo (meno del 10%) hanno problemi a concepire un bambino. Avere un peso sano con un (indice di massa corporea) di almeno 20 può aiutarti a rimanere incinta più velocemente.

Conclusioni: I grassi come ben possiamo vedere sono di vitale importanza per il nostro organismo ed una sua carenza può provocare problemi a lungo termine. Attualmente, la maggior-parte dei scritti che si trovano in rete dichiarano che consumare grassi faccia male e la moda del momento può essere molto pericolosa. Tutti vogliono fare attenzione alla propria linea mantenendosi “FIT” non sempre mantenersi “FIT” equivale a mantenersi sani. Molte persone magre che conosco che fanno particolari diete si ammalano spesso di influenza ed altri ancora sembrano soffrire di problemi “mentali” depressione, ansia, voglia di apparire, megalomania etc. Non dico che questa sia la regola ma è bene ascoltare entrambe le campane. Se avete dei dubbi, chiedete consiglio anche al vostro medico curante. Se volete lasciare la vostra testimonianza scrivete pure un commento qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*