Dieta Gastrite: La Dieta Giorno Per Giorno

Un piano di dieta efficace contro la gastrite consiste nel mangiare cibi relativamente insipidi, a basso contenuto di fibre alimentari. Lo scopo è quello di mangiare cibi che sono meno propensi a sconvolgere il rivestimento dello stomaco già infiammato e dare allo stomaco il tempo per rigenerarsi e recuperare. Anche se questa è una dieta che va effettuata solamente quando si ha la gastrite bisogna ricordarsi che una volta guariti, si potrà iniziare pian piano, a reintrodurre altri alimenti. Più restrittiva è la dieta, quanto meglio la seguirete, tanto prima recupererete e sarete in grado di ritornare ad alimenti più nutrienti con un alto valore nutrizionale.

A seconda della gravità della gastrite e dei sintomi che si verificano, la dieta può essere seguita per un minimo di 1 mese o fino a 3 mesi. Durante questo periodo, è consigliabile essere in contatto con il proprio medico gastroenterologo o di famiglia e prendere i medicinali che esso vi prescriverà. Questa dieta ha funzionato per me, ma non è detto che possa funzionare efficacemente anche per te. I cibi a cui ho fatto affidamento quando ho avuto la gastrite sono stati riso bianco, pasta bianca, occasionalmente pasta fresca all’uovo, pane bianco, pane cotto al forno o crostini, uova cotte senza rosso, pollo bollito, quantità moderate di carote bollite o al vapore, spinaci, patate, occasionalmente sedano, funghi champignon e zucchine, banane mature, sale per condimento, piccole quantità di olio d’oliva extravergine e tisane con zucchero di canna o alternativa di miele con varietà a scelta, se non si è allergici. Il tutto, in quantità veramente limitate.

dieta completa per curare la gastrite

Il piano settimanale alimentare di seguito riportato, è il risultato della mia esperienza personale nel trattamento della gastrite e non costituisce o sostituisce un consiglio medico. Mi ha aiutato a superare con successo la mia condizione, non si applica a tutte le persone e ai vari problemi di salute individuali, requisiti nutrizionali o altri aspetti che dovrebbero essere obbligatoriamente presi in considerazione. Inoltre, tenete presente che non tutti reagiscono allo stesso modo agli stessi alimenti quindi, ciò che è stato utile per me potrebbe non essere utile per te. Inoltre, ricordate quanto segue:

1) Pasti più piccoli: mangiare pasti più piccoli ma molto più spesso senza riempire al massimo lo stomaco di cibo. Uno stomaco pieno aumenta le probabilità di reflusso acido e può ulteriormente peggiorare la condizione. Dovete sentirvi “affamati” tra un pasto ed un altro ma senza morire di fame.
2) 3 ore prima: mangiare almeno 3 ore prima di coricarsi per ridurre la probabilità di reflusso acido.
3) Fai attenzione alle allergie: uova, miele, avocado, sedano, erbe per il tè sono allergeni comuni. Se avete allergie a qualsiasi cibo dovete obbligatoriamente evitarlo. Se sospette di avere allergie ad alcuni cibi, evitatelo finché non si ha la certezza a quale cibo si è allergici e a quali no. D’obbligo è una vista dall’allergologo per togliersi qualsiasi dubbio.
4) Poche fibre e alimenti morbidi: consumare limitatissime quantità di fibre e bere molta acqua. Consumare cibi morbidi per aiutarti ad avere movimenti intestinali sani.
5) Banane solo con chiazze marroni: Le banane dovrebbero essere consumate quando diventano di giallo dorato con qualche macchia marrone su di esse. Qualunque cosa troppo acerba (banane verdi) o troppo mature (le banane che hanno ampie macchie nere sulla buccia e stanno iniziando a puzzare ad alcool fruttato) non sono buone e vanno evitate.
6) Mele cotte e senza buccia: in modo da non turbare lo stomaco. Le cotogne cotte o le pere possono essere una buona alternativa alle mele cotte.

dieta per la gastrite

Consiglio 1: È possibile aggiungere o rimuovere gli ingredienti a piacere o passare da un pasto all’altro. Assicuratevi di assumere carboidrati, proteine ​​e grassi e un po’ di fibra.
Consiglio 2: Ricordarsi di cucinare senza aggiunta di grassi come grasso animale, pelle di pollo, burro etc. Tranne che un occasionale cucchiaio di olio extra vergine d’oliva fresco.
Consiglio 3: Quando si fa una dieta è opportuno prendere anche un buon multi-vitaminico minerale ma non sempre quest’ultimo, può migliorare la situazione in alcuni casi, peggiora la gastrite. Nel mio specifico caso ho assunto un sola compressa di multi-vitaminico alla settimana. Non tutti i giorni e sempre e comunque esclusivamente dopo pranzo e mai la sera prima di coricarsi.
Consiglio 4: Se consumate carne, evitate sempre il grasso in eccesso. Rimuovete la pelle dalle cosce di pollo.

Il mio menu settimanale per combattere la gastrite con l’aiuto dell’: Aloe Vera Succo

Giorno 1:1 ora prima della colazione ho assunto 1 cucchiaio di Aloe vera quello puro che si conserva in frigorifero sempre amaroAloe Vera Succo
Colazione: 2 uova di gallina bollite (con tuorlo), 2-3 fette di pane tostato, tisana con zucchero di canna o miele a scelta.
Pranzo: petto di pollo grigliato, 100 g di foglie di spinaci bolliti, 2-3 fette di pane bianco fresco.
Merenda Pomeridiana: 1 banana matura media (con macchie marroni).
Cena: riso bianco con 1-2 carote medie, 2-3 cosce di pollo (tutto bollito), sale per condimento.

Giorno 2: 1 ora prima della colazione ho assunto 1 cucchiaio di Aloe vera quello puro che si conserva in frigorifero sempre amaro. Vedi sopra.
Colazione: 2 uova strapazzate (senza turlo), 2-3 fette di pane fresco, tisana con zucchero di canna o miele a scelta.
Pranzo: pasta bianca con funghi bolliti, 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva fresco, sale per condimento. Far bollire 4-5 grandi funghi Champignon, macinarli con un robot da cucina, quindi aggiungerli alla pasta spaghetti, pennette, fusilli quello che volete.
Merenda Pomeridiana: cracker semplici con poco sale, circa 2-3 non di più.
Cena: 2-3 cosce di pollo bollite senza pelle con 100-150 g di verdure bollite o al vapore (spinaci, carote, patate o sedano – controllare le allergie).

Giorno 3: 1 ora prima della colazione ho assunto 1 cucchiaio di Aloe vera quello puro che si conserva in frigorifero sempre amaro. Vedi sopra.
Colazione: 2-3 fette di pane tostato con omelette 2 uova (senza tuorlo), tisana con zucchero di canna o miele a scelta.
Pranzo: riso bianco normale con 1-2 carote medie, 2 cosce di pollo (tutto bollito e senza pelle), sale per condimento.
Merenda Pomeridiana: Banana non troppo cruda e non troppo cotta.
Cena: 2-3 cosce di pollo bollite senza pelle con 100-150 g di verdure bollite o al vapore (spinaci, carote o patate).

Giorno 4: 1 ora prima della colazione ho assunto 1 cucchiaio di Aloe vera quello puro che si conserva in frigorifero sempre amaro. Vedi sopra.
Colazione: 2 uova strapazzate (con tuorlo), 2-3 fette di pane tostato, tisana con zucchero di canna o miele a scelta.
Pranzo: zuppa di pollo (1 dorso di pollo, 2 ali di pollo con 2 carote medie, un quarto di radice di sedano, 2 patate medie, sale per condimento e minestrina “pasta”). Evitare assolutamente glutammato ed altri condimenti inutili, la zuppa va fatta il più semplice possibile e dopo averla mangiata cercate di rimanere in piedi e non coricatevi.
Merenda Pomeridiana: cracker semplici con poco sale, circa 2-3 non di più.
Cena: petto di pollo grigliato, 100 g di foglie di spinaci bolliti, 2-3 fette di pane bianco fresco.

Giorno 5: 1 ora prima della colazione ho assunto 1 cucchiaio di Aloe vera quello puro che si conserva in frigorifero sempre amaro. Vedi sopra.
Colazione: mezzo avocado (maturo) con 2-3 fette di pane tostato, tisana con zucchero di canna o miele a scelta. Al posto dell’avocado è possibile mangiare una banana.
Pranzo: Purè di patate (semplice e senza latte con aggiunta di un pizzico di sale ed un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva), petto di pollo grigliato o bollito.
Merenda Pomeridiana: 1 banana molto matura (con macchie marroni).
Cena: cosce di pollo bollite senza pelle oppure coniglio tutto senza pelle. Aggiunta di pane bianco fresco.

Giorno 6: 1 ora prima della colazione ho assunto 1 cucchiaio di Aloe vera quello puro che si conserva in frigorifero sempre amaro. Vedi sopra.
Colazione: 2 uova sode (senza tuorlo), 2-3 fette di pane fresco, tisana con zucchero di canna o miele a scelta.
Pranzo: petto di pollo grigliato, crostini semplici o 2-3 fette di pane tostato o pane bianco fresco.
Merenda Pomeridiana: 1 mela cotta, senza buccia oppure una banana matura.
Cena: riso bianco, con cosce di pollo (tutto bollito e senza pelle, sale per condimento)

Giorno 7: 1 ora prima della colazione ho assunto 1 cucchiaio di Aloe vera quello puro che si conserva in frigorifero sempre amaro. Vedi sopra.
Colazione: 2 uova sode (con tuorlo), 2-3 fette di pane tostato, tisana con zucchero di canna o miele a scelta.
Pranzo: Riso con funghi champignon e carote con poco sale ed un filo di olio extra vergine d’oliva.
Merenda Pomeridiana: cracker semplici con poco sale, circa 2-3 non di più.
Cena: petto di pollo grigliato, 100 g di foglie di spinaci bollito con l’aggiunta di extra vergine d’oliva.

1 – Se si verifica stitichezza, è possibile introdurre lentamente più delle verdure citate nella vostra dieta per aiutare con i movimenti intestinali.
2 – Se il tuo stomaco ti turba a causa di un contenuto di fibre troppo alto, puoi escludere alcune delle fibre scelte fino a trovare il giusto equilibrio per te.
3 – Se un certo cibo fa male a te, evitalo e sostituiscilo con un cibo che non provoca sintomi.
4 – Ricorda di prendere la medicina contro la gastrite prescritta dal medico.
5 – Evitare caffè, bevande con caffeina, gassate, energetici, cibi fritti, bibite e altri cibi cattivi per la gastrite.
6 – Non coricatevi mai dopo aver mangiato questa regola vale sia dopo colazione, pranzo, merenda o cena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.