Fitte al Cuore o Dolori Intercostali?

Fitte al Cuore o Dolori Intercostali?

Tutto inizia improvvisamente anche nel cuore della notte quando alcune fitte nella parte sinistra del nostro torace iniziano a darci fastidio. Iniziamo a preoccuparci e più ci preoccupiamo più queste fitte iniziano a dar fastidio come se fossero presenti dei spilli che ci “piccano” il cuore nel vero senso della parola. Molti dolori al cuore sopratutto nella parte sinistra sono però causati non solo da problemi al cuore ma anche come nella stragrande maggioranza dei casi da dolori nevralgici definiti “intercostali” che sono capaci di “mimare” in alcuni casi anche un infarto. Questi dolori sono causa di stress e di ansia per chi ne viene colpito. In questo articolo cercherò di spiegare entrambi i sintomi in modo chiaro e semplice e capire se bisogna o meno preoccuparci.

Cos’è la nevralgia intercostale? La nevralgia intercostale è un dolore neuropatico che coinvolge i nervi intercostali. Questi sono i nervi che sorgono dal midollo spinale, esattamente sotto le nostre costole. La nevralgia intercostale tende a causare dolore toracico, che colpisce la parete toracica ed il tronco superiore senza risparmiare parte destra e sinistra dell’addome.

cause fitte al cuore

Quali sono i sintomi? Il sintomo principale della nevralgia intercostale è prima di tutto il bruciore, un dolore acuto oppure un improvviso dolore lancinante. Questo dolore può essere sentito intorno alle costole, nella parte superiore del torace e nella parte superiore della schiena e dell’addome. Altri sintomi che io stesso ho sperimentato includono una strana sensazione di pressione oppure spremitura che avvolge il petto dalla parte anteriore a quella posteriore, formicolio, intorpidimento, sudorazione fredda. Il dolore potrebbe peggiorare anche quando si eseguono attività fisiche delicate, come la respirazione profonda o lo stretching. Potrebbe anche intensificarsi quando si ride, si tossisce o si starnutisce. Per questo motivo, prendo respiri poco profondi per non far aumentare il dolore perchè maggiormente si espande la gabbia toracica maggiori e più violenti possono essere i dolori che susseguono fino a toglierti il respiro.

Cosa può causare i dolori intercostali? La nevralgia intercostale è causata dall’irritazione, dall’infiammazione e dalla compressione dei tuoi nervi intercostali, che sono appena sotto la pelle. Questo può essere dovuto ad un trauma al petto, infezioni virali, pressione del nervo, lesioni. Molte volte le cause non sono certe e la nevralgia prende il nome di nevralgia intercostale idiopatica. Per esperienza personale i dolori intercostali sopraggiungono dopo aver fatto una doccia ed essere passato da un ambiente caldo ad un ambiente freddo. Nella doccia quando c’è l’acqua calda non ho problemi appena sento uno spiffero d’aria fredda i dolori intercostali iniziano a farsi sentire e sono lancinanti. Una volta che mi riscaldo completamente questi dolori scompaiono. Un altra causa e mangiare abbondantemente e mettersi subito davanti al pc, si potranno notare delle righe sulla pancia l’aria accumulata dopo un pasto abbondante può essere la causa perchè l’aria spinge sul diaframma causando disturbi. Anche le continue posizioni errate davanti al pc per “ore” sono cause di nevralgie intercostali tra i giovani. In definitiva le cause principali sono:

Fitte e spilli al cuore

1) Infezioni virali come raffreddori e influenza.
2) Trauma e lesioni al petto o alla schiena.
3) Pressione del nervo.
4) Passare da un ambiente caldo ad un ambiente freddo. (Esempio dalla doccia a fuori la doccia, da davanti al camino in una stanza più fredda).
5) Mangiare pasti molto abbondanti.
6) Posizioni errate davanti al computer.
7) Utilizzo continuo di aria condizionata in auto.

Come viene diagnosticato un dolore intercostale? Prima di diagnosticare la tua nevralgia intercostale, il tuo medico dovrà prima di tutto escludere qualsiasi altra causa del tuo dolore e farti fare esami come l’elettrocardiogramma del cuore normale e sotto-sforzo e l’utilizzo dell’holter delle 24 ore. Durante un esame fisico, probabilmente viene premuta l’area tra le costole ed il medico di chiederà di fare un respiro profondo. Se avverti dolore, potresti avere una nevralgia intercostale. A seconda dei sintomi, potrebbe anche essere necessario un esame neurologico per verificare eventuali problemi con il sistema nervoso. Il medico potrebbe anche usare una radiografia, un’ecografia, una TAC o una risonanza magnetica per cercare eventuali segni di ferite.

Come viene trattato il dolore intercostale? Bisogna vedere prima di tutto cosa lo abbia provocato. Per esempio a me aiuta il calore, quando il dolore è forte assumo dell’ibuprofene da 200 mg ed in altri casi direttamente della crema gel come voltaren direttamente sulla schiena.

Come escludere un problema al cuore? Una semplice regola per escludere un dolore al cuore è quella di muoversi e cambiare posizione, se cambiando posizione il dolore scompare allora non è il cuore a far male. Quando il cuore fa male, il dolore di quest’ultimo, è continuo e nemmeno cambiare posizione risulta utile perchè il dolore rimarrà costante in qualsiasi posizione voi vi mettiate.

Conclusioni: Quando si avvertono dolori intercostali la prima cosa da fare e parlare con il proprio medico curante che vi farà sottoporre ad una visita cardiologica per escludere cause ben più gravi. E’ bene ricordare che alcuni medicinali possono anch’essi provocare diversi dolori intercostali e all’addome. Per esempio, i farmaci contro l’acidità di stomaco “inibitori” della pompa protonica come lucen, pantopan, esomeoprazolo ed altri affini mi causano spesso dolori intercostali per questo motivo, ho cambiato alimentazione mangiando più leggero e riducendo i pasti abbondanti che mi provocavano reflusso gastro-esofageo notturno.

Lascia un commento

Close Panel

Contact Us:

Street Name, FL 54785

Visit our Location

(01) 54 214 951 47

Call us Anytime

Mon - Fri 08:00-19:00

Sat and Sun - CLOSED

Follow Us:

Stay in Touch: