Posso mangiare le noci se ho il diabete?

Posso mangiare le noci se ho il diabete?

I diabetici possono mangiare le noci? Sì, i diabetici possono mangiare le noci, sia le noci normali che le noci nere, ma in quantità limitate, come parte di una dieta generale sana equilibrata e varia, adatta alle esigenze nutrizionali della loro condizione. La quantità ideale può variare da un diabetico all’altro a seconda del loro attuale stato di salute, in particolare il peso, la pressione sanguigna ed il profilo di colesterolo nel sangue. In generale, l’assunzione è meglio limitata a poche noci al giorno, preferibilmente non tutti i giorni, ma solo un medico o diabetologo con esperienza ne può determinare la quantità giusta che fa al caso vostro.

Le noci sono buone se si ha il diabete perchè sono una fonte moderata di carboidrati a basso contenuto di zucchero e ricche di fibre. Esse, sono buone fonti di proteine ad alto contenuto di grassi. Sia la proteina che il grasso, aiutano a temperare l’assorbimento dello zucchero nel sangue contribuendo a stabilizzare i livelli di zucchero. Ma a causa dell’alto contenuto di grassi che li rende anche ad alto contenuto di calorie, le noci possono essere mangiate solo in quantità limitate in una dieta. I cibi ad alto contenuto di grassi e ad alto contenuto calorico, promuovono l’aumento di peso se consumati in eccesso. L’aumento di peso può portare al diabete, da qui, la necessità di limitare l’assunzione di noci in una dieta sana ed equilibrata. Qui di seguito il Profilo nutrizionale delle noci:

posso mangiare le noci se ho il diabete

1) Contenuto di carboidrati moderatamente basso: 100 grammi di noci contengono 13,71 g di carboidrati. 6,7 g di questi carboidrati sono costituiti da fibre, materiale vegetale indigeribile, mentre 2,61 grammi sono zuccheri semplici. Quindi, in pratica, 100 g di noci contengono 4,4 g di carboidrati netti (ovvero non sono fibre né zuccheri semplici). Questi carboidrati sono suddivisi in zuccheri semplici e assorbiti nel flusso sanguigno per dare energia. Nel complesso, le noci sono un buon alimento per il diabete in piccole quantità a causa del loro contenuto di carboidrati moderatamente basso che avvantaggia una dieta per diabetici.

2) Basso contenuto di zucchero: 100 g di noci contengono 2,61 g di zuccheri semplici, il che significa che sono una rapida fonte di energia perché vengono assorbiti rapidamente nel flusso sanguigno. Rispetto ai fichi (16,26 g di zucchero / 100 g di frutta), ciliegie (12,82 g di zucchero / 100 g), banane (12,23 g di zucchero / 100 g), ananas (10 g di zucchero / 100 g) o anguria ( 6,2 g di zucchero / 100 g), le noci,hanno un basso contenuto di zucchero.

3) Ottimo contenuto di fibre: con 6,7 g di fibre per 100 g, le noci sono un alimento salutare. La fibra alimentare è fatta di materiale vegetale indigeribile, il che significa che non contribuisce in alcun modo alla nostra nutrizione reale. Il rallentamento dell’assorbimento di zucchero nel sangue uno dei motivi principali per cui un consumo di fibre è raccomandato in una dieta per diabetici. Ancora di più, la fibra alimentare delle noci si lega a determinati nutrienti come i grassi e ne riduce il tasso di assorbimento, oltre a regolare la digestione, allevia la stitichezza.

diabete e noci

4) Basso indice glicemico (IG): l’indice glicemico è una scala che misura la velocità con cui i carboidrati e gli zuccheri di un determinato alimento vengono assorbiti nel flusso sanguigno. L’indice glicemico misura fondamentalmente quanto velocemente o lentamente un alimento aumenta i livelli di zucchero nel sangue. Tra 0-55 è un IG basso. Dal 55-69 è un IG moderato. Da 70 a 100 è un IG alto. L’indice glicemico delle noci è al di sotto di 20, che è basso. Questo perché hanno un moderato contenuto di carboidrati totali con un basso contenuto di carboidrati netti, zucchero basso e alto contenuto di fibre.

5) Ottimo contenuto proteico: ciò che rende le noci buone per il diabete in piccole quantità è il loro contenuto proteico: 15,23 g di proteine ​​per 100 g di noci. 7 noci pari a 1 oncia (28,35 g) forniscono 6,82 g di proteine, ma solo 3,89 g di carboidrati totali, di cui 1,9 g sono fibre indigeribili e solo 0,31 g di zucchero.

6) Fonte di grasso: 65,21 g di grasso per 100 grammi di noci. Siccome il contenuto di grasso nelle noci è elevato si devono mangiare solo piccole quantità occasionalmente. Il fatto che contengono grassi può rallentare l’assorbimento dello zucchero nel sangue e contribuire a migliorare il controllo della glicemia. Sono assolutamente vietate nella dieta noci tostate o fritte.

7) Altamente nutriente: sappiamo tutti che noci e semi sono alcuni degli alimenti più nutrienti  in natura che si possono mangiare e le noci non fanno eccezione. Hanno un alto contenuto di vitamine e soprattutto di minerali.

(Vitamina B1) 0,341 mg / 100 g, circa il 30% della dose giornaliera raccomandata (RDA) per un adulto medio
(Vitamina B6) 0,537 mg / 100 g, circa il 40% della RDA
(Vitamina B9, folato) 92 microgrammi (mcg) / 100 g, circa il 25% dell’RDA
(Ferro) 2,91 mcg / 100 g, circa il 22% di RDA
(Magnesio) 158 mg / 100 g, circa il 45% di RDA
(Manganese) 3,414 mg / 100 g, circa il 160% di RDA
(Fosforo) 346 mg / 100 g, circa il 50% di RDA
(Zinco) 3,09 mg / 100 g, circa il 33% di RDA

I benefici delle noci per il diabete si verificano solo quando l’assunzione è bassa e includono:
1) Livelli di zucchero nel sangue stabili e possibilmente migliore sensibilità all’insulina a causa di carboidrati moderati, zucchero basso e alto contenuto di fibre, nonché basso indice glicemico.
2) Gestione del peso e piccoli benefici per la perdita di peso grazie alla fibra, proteina che fornisce sazietà.
3) Migliore profilo della pressione arteriosa indotta da magnesio e acidi grassi Omega 3 ed Omega-6.
4) Migliore immunità e possibili benefici per la pelle come risultato del minerale zinco.
5) Energia e vitalità grazie al ferro, ma anche al magnesio e alle vitamine del gruppo B.
6) Meno colesterolo cattivo nel sangue come risultato del contenuto di acidi grassi Omega-3 e Omega-6.
7) Benefici per il sistema nervoso grazie alle vitamine del gruppo B, soprattutto quando si tratta di danni ai nervi, una complicanza comune del diabete di tipo 2 e di tipo 1.
8) Benefici per la pelle derivanti dai grassi, vitamine del gruppo B e zinco, compresa una più veloce guarigione delle ferite e minori rischi di infezione.

Quante noci puoi mangiare con il diabete? La quantità raccomandata di noci che puoi mangiare quando hai il diabete è stimata in poche noci a settimana. Sono ammesse solo noci grezze non lavorate, quindi evitare noci tostate, salate o glassate.

A seconda delle specifiche della tua condizione, potrebbero essere applicate diverse raccomandazioni. Il sovrappeso, il diabete di tipo 1 o di tipo 2, i problemi cardiovascolari esistenti o altri problemi di salute e la loro gravità sono tutti fattori che determineranno l’assunzione di determinati alimenti. La cosa migliore da fare è parlare con un medico un dietologo oppure un diabetologo per un piano alimentare personalizzato, adatto alle vostre esigenze nutrizionali individuali.

Lascia un commento

Close Panel

Contact Us:

Street Name, FL 54785

Visit our Location

(01) 54 214 951 47

Call us Anytime

Mon - Fri 08:00-19:00

Sat and Sun - CLOSED

Follow Us:

Stay in Touch: