Proprietà pesca

Le pesche sono un fenomenale frutto estivo. Originarie della Cina appartengono al genere Prunus famiglia delle “Rosaceae”. Esistono moltissime varietà di pesche coltivate in tutto il mondo, che si differenziano per il loro colore, le loro dimensioni e le specifiche caratteristiche di crescita in base al loro paese di origine. Solamente 100 grammi di pesca forniscono al in media nostro corpo 39\40 calorie. Le pesche fresche sono una buona fonte di antiossidanti come la famosa vitamina C. Non manca la presenza di beta-carotene.

La vitamina C ha potenti effetti antiossidanti all’interno dell’organismo ed è necessaria per la sintesi del tessuto connettivo nel corpo. Il consumo di cibi ricchi di vitamina C aiuta il corpo a sviluppare una resistenza contro gli agenti infettivi e contribuisce a combattere i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento precoce aiutando anche il nostro cuore a rimanere in forma.

benefici pesca

Buona la quantità di vitamina A. E’ noto che il consumo di frutta naturale contenente vitamina A, offre protezione dal cancro ai polmoni e dal cancro del cavo orale (bocca). Inoltre, la pesca è ricca di preziosi minerali molto utili per la nostra salute. Possiamo notare la presenza del potassio, del ferro, del rame, del manganese, del calcio, dello zinco e del fosforo in quantità abbastanza accettabili. Il potassio è un componente importante nelle pesche e regola i liquidi delle cellule presenti all’interno del corpo che aiutano a regolare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna.

Ci sono tre grandissime varietà di pesche presenti al mondo quelle denominate pesche “noci” o nettarine e cioè lisce e senza peluria mentre quelle denominate pesche “normali” sono ricche di peluria. L’odore sprigionato dalla varietà con la peluria sembra più intenso.Poi troviamo quella dalla forma “schiacciata” che prende il nome di pesca “tabacchiera” oppure pesca saturnina. Quest’ultima, ha anche essa la classica peluria della classica pesca. Viene tutt’oggi coltivata in Italia nella regione della Sicilia e delle Marche. Nell’ultimo periodo ha preso sempre più terreno per via della sua forma non convenzionale. Ricapitolando:

pesca piccola1) Pesche noci: Vengono denominate anche nettarine e non presentano peluria.
2) Pesche normali: Sono le classiche pesche che tutti noi conosciamo da piccoli. Hanno un’estesa peluria molto impermeabile.
3) Pesche tabacchiere: Vengono generalmente denominate con più nomi come per esempi, piatta, platicarpa, saturnina. Quest’ultimo nome “saturnina”, corrisponde al marchio commerciale di una famosa azienda agricola delle Marche.




Di solito, il pesco riesce a tenere aggrappati a se numerosi frutti, quasi uniformi. La pianta di pesco non è altissima è abbastanza bassa rispetto all’albero delle mele. Il peso di un singolo frutto varia dai 100 grammi ai 130 grammi effettivi. Come ho detto precedentemente in Italia, possiamo trovare la pesca ricoperta di minuscoli peli e la pesca noce totalmente liscia senza nessuno pelino. La loro sfumatura di colore è molto interessante perchè è variegata. Possiamo trovare pesche totalmente rosse o pesche totalmente gialle ma anche pesche gialle e rosse, con un misto di sfumature incredibili.

Tabella nutrizionale Pesca

Botanicamente parlando la pesca appartiene alla famiglia delle RosaceaeGenerePrunusNome ScientificoPrunus Persica Linnaus. Valori Nutrizionali e Calorie Relativi a 100 grammi di prodotto:

Calorie Pesca39 kcal (chilocalorie)
Grassi 0,2 g Tra cui:
…Acidi grassi saturi 0 g
…Acidi grassi polinsaturi 0,1 g
…Acidi grassi monoinsaturi 0,1 g
Colesterolo0 mg
Carboidrati10 g
Proteine0,9 mg
Fibre
1,5 g
Vitamine Tra cui:
..Vitamina A: 326 IU
..Vitamina C: 6,6 mg
..Vitamina E: 0,73 mg
..Vitamina K: 2,6 µg
Minerali Tra cui:
..Calcio: 6 mg
..Ferro: 0,3 mg
..Magnesio: 9 mg
..Potassio: 190 mg

Quali sono i maggiori benefici delle pesche? Qui di seguito verranno riassunti i 3 maggiori benefici derivanti dal consumo di pesca per il corpo umano.

1) Ricche di antiossidanti: Le pesche sono naturalmente ricche di potenti antiossidanti come il beta carotene, la vitamina A e la vitamina C. Gli antiossidanti sono i veri spazzini del nostro organismo capaci di contrastare i radicali liberi all’interno del corpo che sono i veri responsabili dell’invecchiamento precoce e dei danni al nostro DNA.
2) Ricche di vitamine e minerali: Le vitamine ed i minerali presenti all’interno della pesca aiutano il nostro organismo a fare il pieno di importanti micronutrienti capaci di migliorare le difese del nostro organismo agli agenti esterni. Una carenza vitaminica può innescare nel lungo termine la proliferazione di alcune malattie croniche.
3) Dissetanti e rinfrescanti: Le pesche sono un alimento dissetante e rinfrescante sopratutto nella stagione estiva. Per esperienza personale consiglio di mettere le pesche direttamente in frigorifero una volta raccolte per poi mangiarle fresche in un secondo momento. Nelle giornate afose mangiare “pesche” equivale a dissetarsi. Frutta e verdura fresca sono sempre consigliate nella stagione calda.

Come far nascere le pesche dai semi: Qui sopra possiamo assistere alla piantagione creata da Enzo uno youtuber Italiano che ci sorprende con i suoi esperimenti che consistono nel far nascere le pesche direttamente dai semi. Le nuove varietà biologiche prendono il nome di pesca clarinetta, pesca rubira e pesca san lorenzo rossa sanguigna.

Allergie e controindicazioni della pesca: Le pesche sono uno dei maggiori “frutti” che possono dare allergia alimentare. L’allergia alla pesca è nota fin da tempi remoti. La pesca, appartiene alle Drupacee, che a loro volta fanno parte delle Rosacee e comprendono albicoccosusinomandorlo e ciliegio. Qui di seguito una lista dei sintomi causati dall’allergia alla pesca. Se in passato si hanno avuto manifestazione allergiche alla pesca è obbligatoria la consultazione con il proprio medico curante allergologo.

1) Prurito o orticaria da contatto: Si ha prurito sulla pelle e sulla zona dove è avvenuto il contatto.
2) Reazioni cutanee: Si ha pizzicore sulle labbra e sulla lingua dopo l’ingestione del frutto.
3) Reazione a livello gastrico: Si possono manifestare nausea, vomito, diarrea ed infine crampi addominali e gonfiori addominali.
4) Reazioni anafilattiche: Sono molto rare questo genere di reazioni ma possono sempre avvenire. 

Conclusioni: Qui sopra possiamo dare uno sguardo alla tabella nutrizionale della pesca relativa a 100 grammi di prodotto e renderci conto che in minime quantità sono presenti altre importanti vitamine, come la vitamina K e la vitamina E ma anche alcune vitamine del gruppo B come la niacina e la vitamina B5 anche se in quantità molto basse. Importante consumare questo frutto nella stagione che va da luglio a settembre e scegliere prevalentemente il prodotto di origine biologica.




2 Replies to “Proprietà pesca”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*