Come e Quando Seminare i Fagioli

Come e Quando Seminare i Fagioli: I fagioli sono da molto tempo considerate le “proteine” dei poveri di origine vegetale. Come anche le classiche “uova di gallina” i fagioli sono ricchi di aminoacidi importantissimi necessari per il corretto funzionamento del nostro organismo. I fagioli crudi non possono essere consumati per via di una sostanza “proteina velenosa” denominata “fasina”. La fasina viene completamente distrutta dalla “lunga cottura”. Da non dimenticare che la “fasina” è contenuta anche nei fagioli di “soia”.

Botanicamente parlando i fagioli appartengono alla famiglia delle Fabacee. GenerePhaseolus. Nome ScientificoPhaseolus Vulgaris Linnè. Il fagiolo comune che tutti noi conosciamo viene contraddistinto da numerose varietà presenti nel mercato italiano. I più famosi in Italia sono senz’altro i fagioli borlotti, i fagioli bianchi di spagna e nell’ultimo periodo i “Fagioli Azuki“. Le varietà conosciute del fagiolo classico sono circa 36.

come seminare i fagioli

A) In quale mese si semina: Il periodo migliore per la semina dei fagioli è un periodo abbastanza caldo. Possiamo dire con certezza vista la mia esperienza nel campo, che i fagioli si adattano particolarmente per essere seminati nel mese di “Aprile”. Essi hanno bisogno di molto sole e sopratutto “calore”. Alcune persone iniziano la semina dei fagioli nel mese di marzo con scarsi risultati visto che, marzo è considerato dal punto di vista meteorologico un mese “pazzerello” con possibili gelate anche del terreno stesso.

B) Temperatura di semina ideale: La temperatura di semina ideale deve senz’altro superare i 21 gradi celsius per far si che il fagiolo possa svilupparsi senza nessun tipo di problema particolare.

C) Sole, semi-ombra, ombra: I fagioli vanno seminati senz’altro in una zona in pieno sole ed in alcuni casi anche in semi ombra sotto le alte piante di “granturco”. In questo caso, possiamo parlare di “semina mista” molto efficace.

D) Tipo di terreno ideale: Il tipo di terreno ideale “qualsiasi” terreno che sia stato “preparato” per la semina. La preparazione consiste nell’eliminazione delle “erbacce” presenti nel terreno. Molte persone ed esperti del terreno consigliano concimazioni di vario tipo e se dobbiamo “per forza” sentirle tutte, non ci prenderemo mai la briga di seminare nulla. Non ho mai utilizzato concimazioni, pesticidi ed altre sostanze “nutritive” e “antiparassitarie” per il terreno ed ho sempre avuto “semine” da far invidia anche al più esperto. L’importante anche in questo caso, è avere “sementi” forti e resistenti.

E) Profondità di semina: Generalmente i fagioli vanno seminati ad una profondità di circa 3 cm sotto il terreno. Ho sempre inserito in ogni buca fatta precedentemente con il mio dito circa due “fagioli” in ogni buca. Moltissime persone inseriscono solamente un “seme” di fagiolo per buca per paura che la pianta possa “intrecciarsi” quando raggiunge una certa altezza.

F) Distanza di semina: La distanza di semina deve essere di 30 cm da una semina all’altra in fila indiana. Per esperienza personale vi consiglio di inserire nel terreno un paletto (1,5 metri) da un lato e un altro paletto sempre da 1,5 metri dall’altro lato in fila indiana. Leghiamo al paletto una rete per piante rampicanti e tiriamo bene. I fagioli una volta cresciuti si arrampicheranno senza “problemi” direttamente sulla rete e la raccolta verrà facilitata.

G) Annaffiatura:  Il terreno dove vengono seminati i fagioli non deve mai essere “pieno di acqua”. Le radici dei fagioli possono facilmente marcire se l’acqua “ristagna”. Viene consigliata l’annaffiatura solamente quando esiste un fortissimo periodo di “siccità” ed il terreno risulta arido. Meglio mantenere sempre il terreno umido fino ad una profondità di almeno 2 cm. Il terreno umido è facilmente visibile ad occhio nudo.

H) Dopo quanto spuntano: I semi di fagioli devono spuntare entro massimo “due settimane” circa 14 giorni. Pian piano, è possibile vedere il “fagiolo” farsi spazio nel terreno.

I) Raccolta finale dopo quanto tempo: La varietà di fagiolo rampicante produce “fagioli” in continuazione e vengono “raccolti” ogni qualvolta vediamo che sono “pronti”. Essi, si possono raccogliere dopo circa 90 oppure 150 giorni dalla prima semina. I baccelli quando sono arrivati a completa maturazione al tocco, saranno completamente secchi e i fagioli all’interno avranno una consistenza molto dura al tatto. E’ possibile vedere i baccelli “secchi” anche ad occhio nudo.

1) Informazioni supplementari: I fagioli sono ricchi di proteine e sono alla base dell’alimentazione giornaliera di molte popolazioni. Come ho detto precedentemente sono ricchi di proteine di altissima qualità e per chi volesse prendere visione delle proprietà vi consiglio la lettura dei seguenti articoli “Proprietà e benefici Fagioli” e “Proprietà e benefici Fagioli Azuki“. Altresì, i fagioli sono ricchi di vitamine e minerali che insieme alla proteine ci donano un alimento dalle interessanti proprietà nutrizionali.
2) Combinazione culinaria perfetta: La combinazione culinaria perfetta per i fagioli? Una volta che quest’ultimi vengono bolliti sono senz’altro ottimi con cipolla e caviale sia rosso che nero ed un tocco di olio extra vergine di oliva. Un’altra ottima combinazione sono insieme alle salsicce di “maiale” con sugo. Particolare bontà nelle nostre tavole sono i fagioli in combinazione con il tonno. Chi di noi carissimi lettori non ha mai provato spaghetti, tonno e fagioli? Trovo i fagioli in combinazione culinaria perfetta insieme alle uova preparate alla coque. Da non dimenticare anche l’ottima combinazione insieme alle cotiche “Fagioli e cotiche di maiale”.

Conclusioni: I fagioli piacciono senz’altro a tutti quanti anche se, possono provocare meteorismo, aerofagia e flatulenza. E’ senz’altro un’esperienza comune eliminare i gas in eccesso nel nostro corpo attraverso classiche eruttazioni oppure “scorreggie”. Alcune persone sensibili possono manifestare acidità di stomaco dopo circa due ore dopo aver consumato fagioli. In ogni modo se avete problemi di “digestione” dei fagioli ed i fagioli vi provocano problemi seri e vi sentite particolarmente “gonfi”, il consiglio che posso darvi è quello di “ascoltare il vostro corpo” perchè non tutto quello che fa bene a me fa bene anche a te. Alcune persone possono essere “allergiche” ai fagioli per il contenuto di nichel. In caso di allergie ai fagioli è obbligatoria la consultazione con il proprio medico curante ed un bravo allergologo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*