Puntura di zecca

Le zecche sono scientificamente classificate come Aracnidi stessa famiglia dei ragni. I reperti fossili suggeriscono che le zecche come i ragni sono su questo pianeta da almeno 90 milioni di anni. La maggior parte dei morsi di zecca non trasmettono agenti patogeni, ma a volte non si è così fortunati e le zecche trasmettono un varietà di malattie. Vi è una vasta gamma di sintomi che di solito si sviluppano giorni o settimane dopo il morso della zecca. Spesso questi sintomi si possono facilmente confondere anche con altre malattie.

I sintomi che si manifestano dipendono dal particolare microbo (patogeno) che viene trasmesso. Per tutte le punture di zecca è necessario applicare sulla zona interessata una crema antibiotica. Le zecche a differenza delle pulci, delle mosche e dei pidocchi, non saltano e non volano. Esse, generalmente stanno sopra i fili più alti dell’erba e sono pronti per “attaccarsi” a tutti gli animali come cani e gatti che circolano nella loro zona (uomo compreso).

Morso Zecca

A) Come rimuovere una zecca? Esistono una varietà di metodi sicuri ed efficaci per la rimozione di tutti i tipi di zecca in ambito ambulatorio, non cercate di rimuovere la zecca da soli. Come detto precedentemente esistono diversi tipi di zecca alcune sono molli e altre invece sono dure ed entrambe succhiano sangue per nutrirsi ed in alcuni casi la rimozione può essere molto difficile. Le zecche hanno un ciclo di vita complesso prima ci sono le uova, poi le larve, poi le ninfe e infine vengono classificati come adulti maschili e femminili. Le larve, le ninfe e gli adulti hanno tutti bisogno di nutrirsi di sangue. Di solito, la femmina adulta (zecca dura) è quello che causa il maggior numero di morsi perchè i maschi di solito muoiono dopo l’accoppiamento.

B) Quale è il periodo delle zecche? Le zecche si risvegliano in massa sopratutto in primavera ma è possibile vederle al primo caldo. Generalmente le zecche sono presenti da “Febbraio a Novembre”. Nonostante molti vi diranno che le zecche in inverno entrano in letargo vi posso assicurare che ne ho viste anche nella stagione invernale con temperature sotto i zero gradi.

Zecche

Come ho detto precedentemente le zecche si possono trovare su prati d’erba e usano insediarsi sulla punta dell’erba pronte per attaccarsi al primo passaggio di un cane o di un gatto, ma anche di una persona che si sta rilassando a terra prendendo il sole. Le zecche sono di dimensioni molte piccole, come potete notare dall’immagine che ho inserito qui sopra. Se le zecche non si nutrono di sangue, non moriranno subito, molte specie possono sopravvivere un anno o più, senza nutrirsi in alcun modo di sangue. Più esse si nutriranno del sangue dell’ospite e maggiore sarà la possibilità che diventino più grandi cambiando colore dal grigio al verde.

Puntura Zecca

Le più pericolose sono le zecche molli e piene di sangue dove la trasmissione della malattia può verificarsi in meno di un minuto. Il morso di alcune di queste zecche molli produce reazioni intensamente dolorose. Ricordatevi di non far mai scoppiare una zecca piena di sangue e mai schiacciarla perchè il sangue potrebbe involontariamente finirvi addosso con una miniera intera di batteri della peggior specie. Una volta stupidamente un mio amico ha schiacciato una zecca ed il sangue della zecca gli è finito direttamente sul viso. Fortunatamente aveva bocca ed occhi chiusi e si è potuto disinfettare immediatamente.




C) Dove si nascondono le zecche? Le zecche preferiscono le aree del corpo calde ed umide. Una volta che una zecca sale sul nostro corpo, è probabile che cercherà di migrare alle ascelle, all’inguine o in testa dove ci sono i capelli. Proprio per questo motivo molte volte è difficile vedere se si è punti da una zecca perchè si nascondono molto bene.

D) Come è possibile evitare le zecche? Per evitare le zecche è bene seguire questi importanti accorgimenti. Anche se tutti questi accorgimenti non vi daranno mai la certezza del 100% sicuramente ne dimezzeranno di molto le probabilità:

1) Repellenti per cani e gatti: Se avete un amico a 4 zampe è obbligatorio l’utilizzo di un buon repellente contro le zecche. Generalmente ho sempre utilizzato “frontline combo” a gocce per i miei cani. L’effetto è duraturo 3 mesi dopodiché si dovrà ripetere l’operazione.
2) Calzini e scarpe: Ho sempre utilizzato calzini alti (tipo quelli dei calciatori) e sopratutto di colore “bianco” tutte le volte che sono andato in campagna a camminare in mezzo all’erba.
3) Evitare i Picnic: Meglio i picnic se sopra un tavolo. Generalmente sdraiarsi nell’erba con una coperta e mangiare “tranquillamente” sperando che tutto vada bene non è sempre una buona idea proprio per il pericolo zecche.
4) Controllarsi: Una volta arrivati a casa, farsi una bella doccia controllandosi al bagno bene tutto il corpo per essere sicuri di non avere addosso una zecca.

Quali malattie possono trasmettere le zecche? Ogni anni si sente alla televisione che numerose persone vengono punte da zecche ed altrettante sviluppano pericolose malattie. Qui di seguito ne ho riassunto le più pericolose.

1) Rickettsiosi.
2) Malattia di Lyme.
3) Tularemia.
4) Meningoencefalite da zecche.
5) L’ehrlichiosi.

Qualsiasi puntura di zecca richiede un trattamento antibiotico di profilassi? Gli antibiotici sotto-forma di unguento e crema sono necessari se si verificano infezioni cutanee nella zona dove è avvenuto il morso è sopratutto se si ha prurito e la pelle inizia a lacerarsi. Se la zecca vi ha “succhiato sangue” per un lungo periodo di tempo è meglio essere al sicuro assicurandovi di parlare con il vostro medico curante per iniziare un trattamento antibiotico mirato. Altro problema è quando la zecca viene rimossa impropriamente. Se una sola zampa o saliva o un altra parte del corpo della zecca rimane all’interno della vostra pelle, si rischia molto proprio per questo motivo, si consiglia si recarsi il prima possibile al pronto soccorso per assicurarsi la rimozione completa della zecca ed iniziare la terapia antibiotica suggerita dal medico che vi assisterà.

Conclusioni: Le punture di zecca possono formare il classico alone sulla zona della pelle interessata. Al centro rosso intenso e un cerchio rosso più grande con zona interna bianca. Le zecche sono vettori (trasmettitori) di malattie per gli esseri umani e gli animali, e possono trasmettere veramente tanti tipi di malattie.




2 Replies to “Puntura di zecca”

  1. Mi hanno rimosso una minuscola zecca sopra la spalla proprio sottopelle..un buchino minuscolo non si è notato del sangue. Ho fatto antitetanica e in più sto prendendo antibiotico per 5 giorni. Volevo saperne di più. Ciao!

    • Salve gentilissima Maria, se la zecca è stata rimossa in ambiente ospedaliero non credo che si debba preoccupare perchè sicuramente chi l’ha rimossa, ha fatto attenzione a rimuovere la zecca “intatta”. Ad ogni modo, se la zecca è stata rimossa con un “fai da te” e ha dei dubbi, le consiglio di recarsi presso il suo medico curante per una valutazione dell’area interessata dal “morso”. Per quanto riguarda l’antibiotico, esso, viene prescritto per “profilassi” in quanto, difende in “anticipo” da un eventuale infezione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*