Extrasistole e cuore: Sintomi, Cause, Rimedi

Extrasistole e cuore: Sintomi, Cause, Rimedi

Inizio subito con il dire che l’Extrasistole non è pericolosa. Almeno una persona su due manifesta questo sintomo. Soffro di Extrasistole da diversi anni, diciamo circa 15 eppure, sono ancora qui a scrivere. La maggior parte delle volte che le Extrasistole colpiscono è quando siamo da soli. Molti di voi avranno sicuramente notato che quando sono in compagnia di altre persone e chiacchierano del più e del meno queste extrasistole scompaiono come per magia.

Altre volte quando siamo soli nella nostra camera e ci riposiamo nel nostro letto e prima di dormire rimuginiamo sulla giornata sentiamo questi battiti prematuri, questa mancanza di battito che ci fa spaventare moltissimo. Se anche voi vi specchiate nelle mie parole l’unico rimedio per farle passare e prepararsi una bella tisana di erbe rilassanti. Esperienze personali Cause: Molte volete l’Extrasistole si presenta quando sentiamo forti rumori. Quando sento un rumore molto forte oppure fastidioso di primo mattino che mi sveglia improvvisamente ecco spuntare magicamente extrasistole infinite che si calmano solamente quando prendo coscienza di quello che sta accadendo. Diciamo che l’organismo reagisce credendo che intorno ad esso ci sia un pericolo imminente e questo farà aumentare i battiti del cuore aumentando a sua volta anche il livello di ansia e stress.

Cuore

Una volta appurato che non c’è nessun tipo di pericolo queste Extrasistole tendono a calmarsi immediatamente. Quando esco a fare un giro in bicicletta in estate accompagnato da una bella giornata di caldo ricco di sole e ammiro la meraviglia della natura, le extrasistole non si faranno mai sentire e potrei pedalare per km e km senza sentirne nessuna. Una volta che arrivo a casa e mi trovo nuovamente solo, ZAC si ripresentano.

Quando sono molto felice delle cose che mi capitano le extrasistole spariscono, quando sono stressato per cause lavorative, quando sono stressato perchè mi devo svegliare presto, quando sono stressato per problemi economici l’extrasistole cercheranno di accompagnarmi facendomi soffrire di paure infondate. Perché parlo di paure infondate?

Extrasistole

Parlo di paure infondate perchè nonostante avessi eseguito tutti i controlli medici al cuore tra cui ECG (Elettrocardiogramma), svariati controlli medici, il mio cuore è risultato totalmente SANO e lo sarà per il 95% delle persone che hanno extrasistole che si manifestano sopratutto come nei casi che ho descritto qui sopra.

Può capitare anche che chi fuma può avvertire extrasistole, dunque eliminando la causa principale si elimina anche l’extrasistola. Chi beve molti caffè può avere problemi di Extrasistole, eliminando il caffè anche queste Extrasistole spariranno. Chi assume tantissimo zucchero, miele etc potrebbe essere una causa scatenante di molte extrasistole, il consumo di zucchero eccessivo causa extrasistole. Troppo cioccolato fondente e cacao e un altra causa di extrasistole frequente. Troppo Tè o il famoso Estathè è causa di Extrasistole nelle persone particolarmente sensibili. Il tè, è un eccitante per tutto il sistema cardiovascolare dunque, se siete già predisposti questo aumenterà le probabilità di sentire queste fastidiose e non piacevoli extrasistole. Quando per esempio mi scappa la pipì e la trattengo per molto tempo questo delle volte mi causa extrasistole.

Tra le altre cause scatenanti c’è la privazione di sonno. Ebbene dormire poco si sa che fa male. Quando siamo stanchi e ci priviamo del nostro riposante sonno notturno, allora possiamo stare sicuri che le extrasistole sono dietro l’angolo. In definitiva le maggiori cause scatenanti le extrasistole secondo la mia esperienza personale:

1) Vitamine del gruppo B: La mancanze delle vitamine del gruppo B nell’organismo.
2) Magnesio e Potassio: La mancanza di magnesio e potassio nell’organismo.
3) Vitamina C: La mancanza di vitamina C nell’organismo.
4) Acidità di stomaco: Acidità di stomaco e reflusso gastroesofageo e possibile ernia iatale.
5) Ansia e Stress: Ansia e stress causano preoccupazione e continue extrasistole.
6) Privazione del sonno: Anche la privazione del sonno causa extrasistole.
7) Bibite energizzanti: Te verde, taurina, cioccolato fondente, caffeina e bibite energizzanti.

Avrete sicuramente letto un sacco di articoli e vi sarete sicuramente spaventati tantissimo. Cosa consiglio di fare per far andare via tutte le vostre paure? Fate un banale elettrocardiogramma normale e sotto sforzo, il cardiologo vi visiterà attentamente facendo l’auscultazione del cuore. L’esame completo dura circa 25 minuti. Dunque cosa aspettate? Parlate con il vostro medico di famiglia ed ordinate questo semplice test. In 25 minuti della vostra giornata vi sarete tolti un peso molto grande e potrete cominciare una nuova giornata senza pensieri. E’ d’obbligo Farlo, dunque correte e fate questo test! Smettetela di leggere e smettetela di farvi venire strane idee nella testa del tipo (Sono malato) (Sono cardiopatico) (Mi viene un infarto) (Ho paura dell’infarto) (Ho paura di morire) e cosi via!

La mia Cura: Io generalmente non ho preso nessun anti-aritmico per scelta visto che il mio cuore è sano, perchè bombardarlo di medicine? Ho trovato un ottimo alleato nelle tisane alle erbe e sopratutto nel mix di passiflora, camomilla, biancospino, melissa. (Ottima tisana calmante sopratutto alla sera prima di andare a dormire). Vi consiglio di provarla. Non pensateci più, trovate qualcosa da fare. Anche fare pulizie in giro per casa vi farà dimenticare per un bel po le comuni Extrasistole. Cambiate aria, allontanatevi dallo stress, guardate un film comico! Vivete la vostra vita e non diventate prigionieri delle extrasistole, siete voi che comandate e non loro. Come dice un mio carissimo amico..Intiende?

Questo articolo ha 178 commenti.

  1. Ciao, ho letto con molto interesse il tuo articolo, dal momento che ho passato e ogni tanto mi capita ancora, di sentire questi disturbi. Ho anche io fatto un ECG e mi hanno detto che era tutto ok. Dopo alcuni mesi me ne sono liberato, ma è difficilissimo. Senti dei battini strani e subito ti preoccupi. Ti preoccupi e ti aumenta lo stress e poi ne senti degli altri.. Brutta storia.
    Una passeggiata rilassante e una tisana calmante sono la soluzione per questo problema, altro che medicine! :-)

    1. Ciao deneb! che dire? Ci preoccupiamo spesso per moltissime cose e le extrasistole sembrano non passare mai e poi una passeggiata rilassante e una tisana calmante e tutto torna a prendere vita. Grazie per aver condiviso con tutti i lettori la tua esperienza qui su vitamineproteine.com
      Un Abbraccio
      Marius

  2. Nel 2008 hanno iniziato a comparirmi dei battiti anomali e, nell’arco di un paio di mesi, sono passati da uno al giorno a 2 al minuto… Sono andato al pronto soccorso dove non hanno trovato nulla e mi hanno detto che, comunque, di extrasistole non è mai morto nessuno… Extrasistole! Ho cercato si Internet e ho letto dell’eccessivo consumo di caffè… boh, io avevo sempre preso 3 espressi al giorno… no, veramente da qualche mese la mattina, invece di farmi 2 espressi, avevo iniziato a mettere il doppio del caffè nel filtro e a riempire la tazzina…. guardo la tazzina e mi rendo conto che il diametro raddoppia passando dalla base alla fine, per cui il volume di caffè non raddoppiava, ma si quadruplicava!!
    Passo alla singola tazzina riempita a metà e passa tutto!!

    1. Purtroppo in alcune persone particolarmente sensibili alla caffeina le extrasistole sono molto comuni. Grazie per aver condiviso la tua esperienza con noi Chuck.

  3. Salve a tutti, vi scrivo in preda ad un attacco di exstrasistoli che mi dura ormai da parecchi giorni e vanno dalle più forti alle più leggere…sono veramente preoccupata ed anch’io son andata da un sacco di medici che mi dicono che non cè nulla per cui preoccuparsi, ho un prolasso delle mitrale leggero ma ho leto in internet che anche quello può procurare questo tipo di disturbi. Inoltre quando ho quelle terribili sensazioni ho le mani fredde e tremori anche se faccio finta di nulla ma la paura è davvero tanto grande. Anni fa mi son durate 4 mesi epoi per miracolo se ne son andate. per un anno intero…perchè ora ritornano? perchèla sera dopo aver preso il prazene dormo tanquilla ed anche se mi alzo o mi rigiro non le ho invece di giorno ne sono piena? ed in più ho notato che quando il mio cervello comincia a svegliarsi loro riprendono….
    non ne posso più…..
    Grazie ciao

  4. Ciao Martina, proprio il fatto che appena ti svegli ricominciano questo ti deve far pensare ad una piccola forma di ansia, ti capisco perfettamente succede spesso anche a me. Se i medici hanno escluso qualsiasi problema al cuore non devi più pensarci. So che è difficile, ma ti capitano extrasistole anche quando stai facendo qualcosa? Tipo una passeggiata in bicicletta oppure chiacchierando con qualcuno al telefono? Se il tuo cervello è occupato a pensare a qualcos’altro non dovrebbe succedere.
    Fammi sapere!!

  5. Salve.da quello che vedo su internet sarebbe bello riuscire a organizzare un incontro convegno o una specie di associazione.fa molto bene parlare con altri che hanno questo stesso problema.facciamolo.!

    1. Ciao Walter, bellissima idea la tua! Non sarebbe male poter condividere in un incontro le esperienze di tutti, secondo me aiuterebbe molto!

    2. Buona idea, lo chiameremo ”convegno dei cuori matti”.

  6. Salve,
    anch’io soffro di questo problema a me capita anche quando rido molto. Ho anche quando sono in compagnia ma di più quando vado a letto e mi sdraio ..eccola che si fa sentire e penso che sfortuna non ne posso più vorrei spariscano!!!!, almeno per un po, ne sto’ soffrendo ormai da qualche mese ma da 2 giorni ho cominciato a prendere una bella tisana prima di andare al letto …speriamo bene!

    1. Ciao carissima Lili, ci siamo passati più o meno tutti, più la tua vita sarà impegnata più le extrasistole saranno un lontano ricordo. Vedrai che piano piano, tutta questa situazione migliorerà e quest’esperienza sarà solamente un lontano brutto ricordo.

  7. Ciao pure io sto soffrendo di extrasistole da più di un mese ne ho in continuazione il cardiologo mi ha detto di stare tranquilla ma non passano con gocce calmanti riesco a stare tranquilla alcune ore ma poi riprendono e mi portano un depressione incredibile .

    1. Ciao Lorena, prova a distrarti molto e stai lontano dal rumore e per quanto ti sia possibile, cerca il contatto con gli animali e la campagna e una bella fetta di cocomero! vedrai che le extrasistole tenderanno a diminuire se il cardiologo ha escluso tutte le altre cause!

  8. Da tanti anni soffro di extrasistole ma i medici mi dicono che non sono pericolose. Quello che vorrei sapere perché mi prende l’ansia e mi aumenta i battiti del cuore, io li tengo da 50 a 60, invece alla presenza di extrasistole mi arrivino fino a 80 e più.

    1. Quando ci misuriamo i battiti questi aumentano perchè automaticamente aumenta l’ansia!
      Le extrasistole non sono pericolose mettono solo in agitazione il paziente! Tranquillo Mario, se i medici hanno escluso altre cause devi stare rilassato!

  9. questo articolo e’ molto interessante, e’ riuscito a calmarmi un po’ visto che anch’io da qualche mese soffro di questo fastidioso disturbo che mi ha allarmato molto. Nonostante abbia effettuato i controlli dovuti e sia tutto nella norma, quando accadono nell’arco della giornata mi impauriscono molto.Forse anche perché mio padre ha avuto 2 infarti. Grazie perché mi sono confrontata con altri casi capendo più approfonditamente di cosa si tratta.

    1. Sono molto felice Mariella che ti sei confortata leggendo queste righe, ormai io ci ho fatto l’abitudine con le extrasistole!

  10. Ciao,
    mi sembri l’unica ad aver centrato il punto su questo argomento. anche io da un paio d’anni a questa parte sporadicamente sento delle extrasistole, che, all’inizio, mi causavano ansia ed anche attacchi di panico, che sono scomparsi dopo aver fatto un trattamento con un ansiolitico blando (frontal mezza pastiglia prima di andare a letto) e una visita completa dal cardiologo (hotler 24 H e elettrocardiogramma).
    Da un paio di settimane ho cominciato un lavoro notturno in una discoteca che mi toglie parecchie ore di sonno e, guarda caso, sono rispuntate le extrasistole.
    Ieri sera ho preparato una torta alla vaniglia che ho ricoperto di cioccolato fondente fuso ed oggi ne ho un pò abusato (bevendoci sopra un bel estathè) e adesso, pensando che potrebbe essere correlato il consumo di cioccolata fondente con l’apparizione di extrasistole, ho fatto una ricerca veloce con google e come per magia mi è apparsa la tua pubblicazione che è stata folgorante ed alquanto esaustiva. adesso sono qui a scrivere ma penso proprio di dedicarmi un pò alle pulizie di casa così mi tranquillizzo ancora di più.
    Grazie per la tua condivisione, spero che il mio commento aiuti altri ancora a raziocinare su di un tema come quello sulle extrasistole, che su internet è discusso alle volte in termini davvero spaventosi, con racconti di esperienze alquanto raccapriccianti e tristi che non aiutano per nulla persone che come me cercano la ragione e non la paura insensata.

  11. Ciao a tutti,
    dopo aver letto questa pubblicazione mi sono sentito davvero rincuorato, perchè da un paio di anni a questa parte ho cominciato anche io a sentire dei disturbi sporadici di extrasistole. Queste, all’inizio, mi causavano ansia ed addirittura attacchi di panico che sono spariti dopo una cura fatta con un ansiolitico blando (frontal, mezza pastiglia prima di andare a letto) e dopo aver fatto un’accurata visita dal cardiologo (elettrocardiogramma ed anche un ecg hotler 24H) che mi ha rivelato di non aver nessun problema cardiaco (malformazioni o disturbi vari).
    Non sono un fumatore incallito, ma, purtroppo fumo. e questo è un punto a mio sfavore, perchè si sa che il fumo è un vasocostrittore.
    Guarda caso, da un paio di mesi a questa parte ho cominciato a sentire nuovamente questo disturbo, e nello stesso periodo ho cominciato a lavorare alla cassa in una discoteca.
    La mancanza di riposo quindi è stata la causa scatenante del ritorno di questo disturbo.
    Ieri sera ho preparato una torta alla vaniglia che ho abbondantemente ricoperto con cioccolato fondente fuso a bagnomaria. Oggi (essendo molto goloso) ne ho abusato ed ho accompagnato la merenda con un estathè ghiacciato. “Stranamente” il disturbo mi si è ripresentato e così ho cercato su google quali i collegamenti tra cioccolato fondente ed extrasistole e magicamente mi è apparsa questa pubblicazione alquanto esaustiva e decisamente razionale, una delle poche presenti sul web, infatti questo argomento che è largamente discusso sembra essere alquanto misterioso e insito di paure, a quanto pare infondate, visto e considerato che le extrasistole sono un avvenimento naturale, o meglio una risposta naturale, del nostro corpo a fattori di stress esterno. Ovviamente ognuno di noi ha una sensibilità diversa quindi c’è chi può accusare di questo disagio e chi, più fortunato, non lo sentirà mai. L’importante comunque, vista la mia esperienza, è di non farsi prendere dal panico, ma ragionare, informarsi e fare dei bei respiri profondi.

    Grazie mille per aver condiviso la tua esperienza, spero che più persone possano leggere il tuo articolo e che possano essere rincuorate dal fatto che non sono sole e che le extrasistole non sono segno di un malessere fisico o malformazione cardiaca, ma semplicemente un campanello di allarme naturale del nostro corpo che ci avvisa che stiamo sottoponendo la nostra “macchina” ad uno stress troppo forte e che dovremmo un attimo fermarci e rilassarci.
    un saluto a tutti

    1. Grazie Gen per aver condiviso con tutti i lettori la tua esperienza!

  12. Salve, purtroppo anche io soffro di questo disturbo. Ho iniziato a soffrirne dopo i primi attacchi di panico e ansia generalizzata che mi hanno portato ad essere ipocondriaca, sono corsa in ospedale diverse volte ma sempre tutto ok il mio cuore è sano. Ogni anno effettuo due visite dal cardiologo perché ancora non mi abituo alle extra. Quest’anno dalle disperazione ho effettuato un holter che non ha rilevato assolutamente nulla ma appena l’ho tolto il cuore ha iniziato a ballare, poi sono stata da un aritmologo contro il parere di tutti i medici che mi hanno visitata e dopo aver pagato 400€ senza essere visitata mi voleva portare nella sua bella clinica privata per effettuare uno studio elettrofisiologico e il tutto mi sarebbe costato migliaia di euro, ma per fortuna non mi sono fidata di questo dottore che mi avrebbe sicuramente rovinata come ha fatto con tante altre persone che ci sono cascate. Dopo questo sotto consiglio del primario di un importante ospedale ho effettuato un holter per 15 giorni che come previsto dai medici onesti non ha rilevato assolutamente nulla. Tutta colpa dell’ansia e il mio organo bersaglio cioè dove somatizzo l’ansia è il cuore e ora con l’aiuto di una dottoressa con la quale faccio terapia sto molto meglio senza prendere medicine.avrei ancora tanto da raccontare ma non vorrei annoiare nessuno buona giornata a tutti

  13. ciao anch’io dopo l’ennesimo episodio di extrasistole ho deciso di fare un el.c.g. e un eco.c.g. , per furtuna tutto nella norma ma lo specialista mi ha consigliato di prendere la cardicor 1.25 a vita, il che mi ha tanto preoccupato, in un primo tempo ho provato solo cn 15 compresse e poi ho fatto di testa mia con del biancospino al bisogno, ma poi si sono ripresentate ed ho ripreso la pilloletta , adesso sono alla terza scatola e tutto procede bene qualche episodio mi è capitato lo stesso però, adesso sono più di 15 giorni che tutto ok sarà che si avvicinano le ferie e che ho fatto in modo di stressarmi il meno possibile.
    vorrei tanto lasciare la cardicor1.25 ma il medico di base mi consiglia di continuare.
    in più non ho fatto ancora il test da sforzo.
    ps ho 48 anni ed ho avuto episodi di extrasistole da sempre come venivano se ne andavano…
    si può sospendere questa pillola anche gradualmente?

    1. Ciao Antonio, il cardicor serve per il trattamento dell’insufficienza cardiaca cronica, stabile, con ridotta funzione ventricolare sistolica sinistra.
      Se lo specialista ti ha consigliato il cardicor, forse non tutto era nella norma.
      Fumi? Bevi?
      Che tipo di alimentazione hai?
      Hai provato a prendere un integratore multi-vitaminico per vedere se le extrasistole passavano?

  14. ciao!! , si ho provato a prendere un integratore a base di potassio e magnesio credo che in quel periodo non ho avuto episodi, adesso sto prendendo il cardicor 1.25 comunque.
    mi sono accorto che non posso prendere un caffè che si ripresentano e poi l’altro giorno ho provato a fare un po di tapis roulant 10” min e il giorno dopo puff rieccoli…
    riguardo all’alimentazione sono nella norma nel senso che a volte mangio leggero a volte no…non fumo, ma un vizio ce l’ho , sono un discreto bevitore di birra specie nelle festività o adesso tipo 3/4 birrette al giorno.
    era da anni che nn ne avevo, durante le feste natalizie si sono ripresentati onestamente magiavo e bevevo un po irresponsabilmente.
    l’unica nota nell’ eco c. g. se non ricordo male era ” siv nei limiti superiori”
    spero puoi darmi un consiglio per sospendere il cardicor
    grazie mille

    1. Ciao Antonio, non sono un medico e non è mia competenza fare prognosi.
      La corretta alimentazione gioca un ruolo fondamentale per la comparsa delle extrasistole.
      Cerca di evitare cibi eccitanti come cioccolata, te di ogni genere, caffè, alcool e fumo!

  15. Ciao a tutti.
    E un po’ di tempo che sento anch’io queste ” graziose ” extrasistole causate sicuramente da tanto stress e pensieri generali e spesso mi sono chiesto se sono pericolose.
    Alcuni mi dicono di fare dei controlli ma io sò da dove nascono e quindi sono convinto come te Marius, che esse provengono solo da un comando errato del nostro cervello, difficile dire come e quando è accaduto, ma è successo.
    Io credo che bisogna cercare il più possibile di conviverci per ignorarle giorno dopo giorno fino a quando esse scompaiono del tutto, bisogna cercare di allenare il ns cervello distraendolo facendo cose costruttive e nuove iniziative e soprattutto, sport. Ciao a tutti e buon extrasistole……

  16. Sto malissimo e da un paio di anni le extrasistole stanno rovinando la mia vita. Mi sono fatto visitare da tutti i cardiologi della terra e tutti mi hanno detto che il cuore va bene e di non preoccuparmi. A parole sembra facile ma quando, durante la giornata, continuano non è facile non pensarci. Mi hanno detto che è ansia, ma io non ho nessun problema economico ne lavorativo ne familiare da che dipende quest’ansia ? Io non riesco a credere che sia ansia , ansia di cosa ? Mi hanno detto di prendere il Lexotan, ma mi rincoglionisce. Quando me le sento arrivare mi viene anche un dolore al petto sopra la bocca dello stomaco, ed allora hanno detto che dipende dallo stomaco e mi hanno prescritto il Nexium .
    Io so che anche quando finiscono, dopo, sono a pezzi . Non è vero che quando sono in compagnia non mi vengono perché talvolta nel mezzo della cena con amici ad un certo punto TAC ecco che arrivano.
    Possibile che non si capisca come curarle ?

    1. Io con le extrasistole ho imparato a convivere. Giancarlo non temere così come vengono così se ne andranno senza una ragione logica. Per adesso le extrasistole rimangono un punto interrogativo, ma niente di preoccupante!

    2. Ciao Giancarlo, anche a me era stato consigliato il lexotan, e non mi faceva un fico secco. É passato parecchio tempo dalla tua testimonianza quindi spero che tu abbia risolto, ma nel caso prova con dell’alprazolam, che poi è il famoso xanax, vedrai che ti troverai molto meglio, ti garantisce quattro ore di pace assoluta.

    3. ciao, io ho il tuo stesso problema! Non ho motivi per stare in ansia eppure certe volte è cosi forte che mi vengono gli attacchi di panico! Mi hanno spiegato che probabilmente è un problema legato ad alcuni neurotrasmettitori e quindi l’ansia viene prodotta organicamente dal tuo cervello! quello che mi hanno consigliato è di distrarmi con immagini mentali che mi distendono e mi fanno sentire bene.. io ad esempio fa ridere ma penso agli unicorni rosa e funziona!

  17. Ciao sono Gianni sono anni che ho anche io le famose extrasistole ho avuto anche due episodi di fibrillazione atriale quindi potete immaginare quante ansie e paure ho fatto anche io visite cardiologiche ma per andare a vedere le cause bisogna fare controlli un po’ invasivi, è vero che più si è tranquilli e più le extrasistole sono meno frequenti.

    1. Ciao Gianni, sono sempre più diffusi i casi di extrasistole nella nostra società moderna. Se andiamo in paesi come l’india o la cina difficilmente sanno di cosa stiamo parlando..

  18. Ciao a tutti…ho iniziato ad avere queste extrasistole un anno fa giusto e andai dal medico ma mi disse che non avevo niente, il mio cuore era sanissimo, mi disse in particolare di cambiare stile di vita e tipo di alimentazione….facendo queste cose sono scomparse o meglio ne avvertivo una ogni 3-4 mesi per dirvi ahahah….ora a distanza di un anno sono ritornate ma più di tanto non mi spaventano? ora mi chiedevo ma il cambiamento di stagione o meteo può influire? e anche l’alimentazione?

    1. Ciao Francesco, a me quando fa freddo si presentano più spesso.
      In estate ne avverto molto meno. Una cosa che ho notato che mi scatena le extrasistole e la cioccolata fondente.

  19. Per circa 50 ho sofferto di aritmia parossistica. Un paio di volte all’anno il mio cuore schizzava dai soliti 60, fino ai 180 battiti al minuto. All’età di 75 (ora ne ho 77) sono diventato vegano e le aritmie parossistiche sono sparite per lasciar posto alle extrasistole. I miei battiti ora vanno dai 56 ai 60 al minuto. Quando faccio footing non perdo un solo colpo. Essere vegani è una buona cosa a favore degli animali ma per la salute umana non basta se poi stupidamente si mangia il setain che non è altro che glutine concentrato. I nemici mortali degli umani, non sono la carne, il pesce o il latte e latticini, ma è lui, inesorabilmente lui, il GLUTINE!!! Ora eliminerò anche questo e poi vi farò sapere. Nonno bianco

    1. Grazie Nonno Bianco per aver lasciato la tua testimonianza, tienici aggiornati!

    2. Sono ancora Nonno Bianco.
      Porto la mia testimonianza sul glutine.
      Devo dire che eliminandolo dalla dieta per 10 giorni, le extrasistole sono diminuite notevolmente. A dire il vero sono quasi sparite, da 2/4 al minuto, sono passate da una ogni 3/4 minuti. Poi sono venuti degli amici a cena e ho pensato che per una volta potevo permettermi uno sgarro. Bene durante la notte ho iniziato ad avere 5/6 extrasistole al minuto. Ho capito che mi devo organizzare e non sgarrare più. Tutti quelli che soffrono di questo dovrebbero incominciare ad escludere a turno quegli alimente che normalmente utilizzano ogni giorno. Non è da escludere che qualcuno trovi la soluzione. Buone feste

  20. salve pure io soffro di extrasistole e mi capita di averne qualcuna sporadicamente ma capita come ora che mi vengono ogni giorno ripetutamente e sopratutto quando finisco di mangiare sia a pranzo che a cena per circa mezzora ne ho continuamente e devo dire che non e una bella sensazione per consolarmi un cardiologo mi ha detto che può essere un disturbo dovuto alle digestione secondo te può essere?

    1. Ciao Nunzio, certamente! Può essere un disturbo digestivo o anche la bolla gastrica che si espande andando a toccare il cuore.
      Cerca di mangiare leggero non prima di effettuare alcuni esami cardiologici. Le parole valgono zero molte volte, meglio
      un esame concreto ma efficiente.

  21. ciao a tutti come dire un’articolo molto rilassante io ne soffro da un’ anno circa, dopo tutti i controlli effettuati e varie corse ai pronto soccorsi tutti mi dicono di curare l’ansia prendo il prazene e durante il periodo di cura sono scomparsi appena finito la cura e con il cambio lavoro cioè sono diventato capo turno ops eccoli di nuovo, sia quando sono seduto sia quando corro etc.da premettere che faccio turni H24 7su7 per 365 giorni sono molto interessato per qualche consiglio sulle tisane visto che sono cose che non ho mai provato

  22. mi avete un po’ tranquillizzata, ma ho paura!!!!!!!!!ci fosse qualcosa che potesse guarirle.

  23. ciao, anche a me sono venute extrasistole qualche anno fa, l’esordio è stato terribile!!! per 2 o 3 ore ero a lavorare e venivano extrasistole al ritmo di 1 ogni 10-15 secondi!! da quel giorno ho cominciato ad eliminare i caffè (prima 4 adesso solo 1 al giorno) e sono sparite, senonché dopo le feste (e gli stravizi alcoolici ed alimentari) adesso sono tornate in forma lieve…Però è molto bella la tua descrizione…quando sei da solo e a letto partono le extrasistole…mentre se vai in bicicletta o passeggi non vengono mai!!!

  24. Salve a tutti:sono anni che soffro di extrasistoli e ho fatto tantissimi controlli ,addirittura una risognanza magnetica al cuore per scongiurare una displasia del ventricolo .Premetto che svolgo attivita’ fisica da anni e che sono sempre risultato idoneo a tale pratica ,consiglio gli amici del forum di fare sempre un ecocardiogramma in quanto il fenomeno delle extrasistoli e’ quasi sempre correlato ad anomalie della valvola mitralica.Molto spesso ad esempio ,come nel mio caso i lembi ispessiti della valvola possono essere associati a tali disturbi,non e’ detto che questa sia la causa ma certamente e’una concausa..infatti ci sono anche altri fattori scatenanti ,ansia ,stanchezza eccessiva ,irritabilita’,forti emozioni ,insomma tutte situazioni legate a stress che poi producono questi disturbi..correlati anch’essi alle anomalie della valvola .In quasi tutti i soggetti che soffrono di extrasistoli si evidenzia tale variante anatomica che ,a parte le extrasistoli nella stragrande maggioranza dei casi non presenta altri problemi.Ovvio che un prolasso della mitrale andra’seguito nel tempo ma ,non c’e’da preoccuparsi piu’di tanto.Consiglio di fare sport ,perche’sicuramente lo sport aiuta ,coniglio di non eccedere con vino ,caffe’,sigarette ,alcool e naturalmente di stare attenti con l’alimentazione.ah:cercate sempre di distrarvi ..non so perche’ma ,quando la mente e’libera le extrasistoli scompaiono ,quando al contrario si pensa ad esse ricompaiono…

  25. Ciao a tutti io in questi giorni sto soffrendo di estrasistole in continuazione non mi lasciano tranquilla tutto il giorno …..e una sensazione terribile ….. Più le sento e più mi angoscio …. Sto andando tutti i giorni dal mio medico, per controllo pressione e battito per lui la causa e la mia ansia ma nonostante tutto non riesco a stare tranquilla neppure con il lexotan ogni 3 secondi come un tic mi ascolto al polso il battito …..piango tutto il giorno …..scusatemi mi sono sfogata un po’ con voi !!!!!

    1. Sandra, stai tranquilla…….io ho 60 anni, ho iniziato questa avventura a 28……e ancora adesso mentre ti sto scrivendo, sono pieno di extra!
      Ero sempre al pronto soccorso……ma ora basta….ci convivo, sono sempre per boschi con i miei cani……se ci fossero patologie serie sarei già morto da un pezzo …..hahaha!
      Tranquilla fai movimento….e se le senti lo stesso fregatene!
      Ciao Marco

  26. Ciao a tutti e quasi un anno che soffro pure io di queste insopportabili extrasistole, sono preoccupatissimo perché dicono che ci possono essere problemi dietro, per 3 4 mesi si sono fermate ma ora stanno ricominciando da un bel po, sono 1 settimana che non mi sento bene con lo stomaco e mi vengono spesso, caffè ne ho diminuita la dose anzi quasi eliminato e sostituisco con un sorso di caffè ginseng, ce da dire che non faccio uno stile di vita grandioso fumo quasi 2 pacchetti al giorno di sigarette non dormo cm dovrei dormire, sono un po sotto-stress, la notte faccio tardissimo, lavoro una settimana di pomeriggio e una di mattina, quando lavoro di pomeriggio le extrasistole sono minori ma quando lavoro di mattina vengono di più, allora sto pensando che al di fuori delle sigarette che fanno male può essere il riposare poco che tra altro mi porta pure stress, il mangiare male, anche se la sera mangio poco pero mischio più di un alimento mi viene l’acido e la pesantezza allo stomaco e puf che vengono queste maledette.durante la giornata se sto in compagnia o sto impegnato (pure essendo stanco ) non mi vengono, o dopo mangiato appena mo vado a mettere sul divano mi vengono, ma solo se mangio male devo dire la verità, oppure la notte spesso gioco alla play e fumo e spesso sto sul divano mi vengono.altra cosa strana poi secondo me, vado a ballare bevo un pochino in più e fumo più del dovuto in mezzo alla confusione le extrasistole non mi vengono proprio, me le dimentico, a me non vengono proprio sempre sempre e a periodi, come questo adesso che lo sto passando di me…..sono molto fastidiose mi sento come se stessi x morire, però diciamo che un po mi controllo, se durano poche ma se durano un poco in più subito all’ospedale e una tragedia davvero perché non riescono a farmi stare come io vorrei cioè bene, quando mi vengono mi cade il mondo addosso e dico sempre da domani in poi basta cambio vita senza più stress e molto più relax. non voglio più farvi la testa di chiacchiere spero solo che qualcuno trovi la cura definitiva per questa cosa vi ringrazio.

  27. Cari amici e care amiche!!!
    Anch’io sono uno di Voi, uno che ha imparato a conoscere e a studiare questi fenomeni giá da diversi anni. Quanto scritto nell’articolo dovrebbe bastare a farvi stare meglio perché chi ha scritto l’ha fatto in modo saggio e sincero.
    Le extrasistole sono una reazione ad una nostra azione, soprattutto quelle benigne e ció quelle che si manifestano quando siamo a riposo stesi sul nostro comodissimo divano. Ma quale sarebbe la nostra azione che innesca tale reazione? L’azione parte dai pensieri che sovrastano la nostra mente, pensieri che a loro volta accendono uno stato d’ansia (anche sikente) che a sua volta crea degli scompensi a livello fisico. Amici, tutto parte dallo stato d’ansia che noi stessi creiamo in base a ció che pensiamo. Gli attacchi di panico, le extrasistoli, i capogiri, l’inappetenza, la pressione alta momenti di distacco dalla realtá (ho avuyo modo di sperimentarli tutti) sono soltanto valvole di sfogo e manifestazioni post-ansia, naturalmente, escludendo forme patologiche.
    Ma cosa fare per migliorare lo stile di vita e sconfiggere queste paure?
    1- Per tranquillizzarvi fate un giro di controlli ECG ed ECOCARDIO ma solo perché aiuterá la vostra mente a rimanere piú serena.
    2 – Appurata la vostra perfetta forma fisica iniziate a fare sport, sport, sport e ancora sport. Dovete abbattere quel muro e quella paura che vi fa sentire degli invalidi e dei malati cronici: non rimanete fermi sul divano ad attendere quel battito in meno…NON FATELO!!!! Il cuore é un muscolo che con la sedentarietá si atrofizza ed indebolisce: RENDETELO FORTE ED ALLENATO. Camminate, pedalate, nuotate, correte e quando arriverá, in una frazione di secondo, quel pensiero di paura che inibirá il vostro corpo (ODDIO ADESSO MUOIO) NON FERMATEVI e spingete di piú e di piú ancora.
    Dai oggi, dai domani e dai dopodomani prenderete coscienza del vostro benessere fisico e quando si presentará l’extrasistole sarete in grado di fargli na gran bella pernacchia e giú subito di addominali.
    Io ero totalmente bloccato ed ogni santo giorno era buono per essere l’ultimo e crepare fra uno stato d’ansia, un’attacco di panico etc etc…Un giorno mi confidai con un amico titolare di una palestra il quale mi disse: dai Marco alleniamoci insieme ed io ma, Graziano, il mio cuore non funziona bene…mi vuoi morto? E lui: il tuo cuore sta meglio del mio.
    Iniziai ad allenarmi e quando mi bloccavo Graziano mi diceva… dai Marco finisci l’esercizio e dopo puoi morire. Amici, da allora é giá passato qualche anno ma sono ancora qui a scrivervi e per me sarei dovuto morire giá 1000 volte.
    Siate forti verso voi stessi perché siete voi a porvi dei limiti, limiti da superare giorno dopo giorno. Nella vostra mente siete soli, nessuno puó entrarci ed aiutarvi. Siate voi stessi la vostra cura.

    Buona corsa a tutti… ;-)

    Marco

    1. Caro Marco, condivido, con la consapevolezza di aver sperimentato tutto quello che è stato scritto da te e da tutti gli altri compagni di sventura, nel solitario cammino verso la ricerca di una cura che elimini definitivamente un fastidioso compagno di viaggio. Ne avevo piu’ di 13000 al giorno di extrasistoli certificate con l’holter 24 ore che feci nel 2003 dopo che da qualche anno ne avvertivo alcune , soprattutto a riposo o prima di addormentarmi; dopo tutti gli accertamenti del caso successivi all’holter, anche una risonanza magnetica nucleare con contrasto, anche i cardiologi si sono arresi e hanno constatato che non sapevano perché c’èrano; inizia una cura per la depressione e l’ansia che forse è la vera causa del problema e dopo varie prove con vari antidepressivi, sono arrivato con l’efexor a non averne +; prima se mi mettevo a controllare il battito comparivano o aumentavano di numero, dopo con tale medicina, sparite, mi ritrovavo a stare per decine di minuti ad ascoltarmi il cuore incredulo che non saltava nemmeno un colpo. sono stato 2 anni dal 2006 al 2008 senza + problemi poi intestardito ad eliminare la medicina sono stato 5-6 mesi senza prenderla ma zac…improvvisamente …precedute da tutti quei sintomi che solo un depresso puo’ riconoscere, me le sono ritrovate di nuovo a turbarmi i giorni e l’umore. ho ripreso la stessa medicina fiducioso che avrebbe sortito lo stesso effetto della scorsa volta, ma dopo mesi di attesa nulla, le extra rimanevano li e portavano con loro tutto il carico di ansia e paura che improvvisamente il cuore potesse cessare di battere. tutti gli esami le visite non avevano + valore……con l’aiuto del dottore che mi seguiva cambio medicina e con il cipralex riprovo dopo qualche mese di cura la felicita’ di non sentire + il cuore sobbalzare improvviso. il tutto dura un altro paio di anni… ma dopo i soliti eventi di maggior stress che capitano a tutti i vivi…sono tornate…ed ora non c’è medicina che tenga…o almeno non l’ho ancora trovata. l’unica cosa che ho appreso è la potenza della nostra mente che elabora anche senza il nostro consenso tutta una serie di messaggi che ci arrivano dalla nostra capacita’ di reagire agli stimoli che provengono dall’esterno e che in funzione della base del carattere formatosi e della predisposizione agiscono sul corpo con queste reazioni di malessere; non mollo….o di testa o con le medicine continuo a cercare la via x eliminarle di nuovo…nell’attesa che qualcuno scopra o inventi il rimedio definitivo alla loro scomparsa. saluti a tutti

  28. Ciao a tutti ragazzi/e….
    Sono un ragazzo di quasi 20 anni, e da circa 2 mesi penso di soffrire di extrasistole ( leggendo i commenti l’ho capito)… All’inizio era isolato solamente alla notte, prima di prendere sonno, ne passava veramente di tempo, sentivo il cuore aumentare i battiti, la fronte sudare, le strane idee riecheggiare nella mente, sentirmi strano, avere ” difficoltà ” nel respirare… Poi queste “cose” le ho avvertite anche di giorno, avevo paura di fare delle cose che pensavo di infartare o peggio, stavo male psicologicamente, strani pensieri dominavano la mia mente… Una notte, stavo per chiamare l’ambulanza sentendo dolori al cuore tipo punture di spilli.
    Il giorno dopo sono andato dal dottore ha farmi visitare e ha spiegare i vari sintomi, lui mi ha visitato in toto,escludendo problemi cardiaci o altro, evidenziando soltanto che quando inspiro il battito aumenta e viceversa ( non mi ricordo come la chiamò, ma disse che era roba fisiologica); sono andato a fare anche un’elettrocardiogramma, dove venne escluso ogni problema, la dottoressa mi chiese se prendevo caffè, e in effetti ne prendevo 2/3 al di, quindi mi disse di smettere.
    Ora ho in programma un’ultima visita a novembre per scongiurare ogni cosa, un eco cuore, speriamo la mia mente si calmi.
    Però,leggendo su internet, ho comprato delle bustine di tisane rilassanti con biancospino,camomilla,melissa e passiflora… All’inizio non sentivo effetto, poi dopo qualche giorno, gli effetti si sentono, mi sento tranquillo tutto il giorno (ne prendo una prima di dormire da 12 giorni) non ho più male o dolori, i pensieri sono quasi spariti ecc…ma è comparsa un’altra cosa, non so se per via della tisana… E che mi sento la testa leggera, come se mi fossi fumato un cannone o altro, quindi volevo sapere se è possibile che sia dato dalla tisana e se va bene prenderla tutti i giorni o smettere…
    Ci voleva parlare un po’ dei miei sintomi e della mia vicenda, spero possiate darmi una risposta, ciao e grazie a tutti

  29. Ciao Marius, anche io come te e gli altri soffro di extrasistole.. ho 16 anni e da febbraio, da quando è morta una mia compagna di scuola sono caduto in una depressione benigna (per dire) avevo il cervello offuscato e non parlavo con nessuno. Si presentano le extra , al pranzo di pasqua i miei zii che sono medici mi hanno controllato il polso ed era tutto apposto e dovevo stare solo tranquillo perché era l ansia. Ma loro non mi capivano io ce le avevo e ce l ho sempre in ogni momento della giornata. I miei genitori dopo aver sentito il parere dei miei zii non volevano farmi visitare da un cardiologo, perché non no niente, quando un giorno mi misi quasi a piangere per farmi visitare, loro chiamarono il cardiologo e presero appuntamento per lo stesso giorno. Andiamo li, finisco l ecg durato 15 min… cuore sanissimo ero molto agitatissimo infatti il dottore mi disse di stare calmo perché tremavo dalla paura. Cuore sano e mi spiegò il fatto delle extra…. insomma cuore sano, ma le extra stanno ancora. Devo solo rilassarmi perché non è nulla. Giusto Marius? :D

    1. Ciao Alessandro, benvenuto nel team. Se il tuo cardiologo ha escluso a priori qualsiasi aritmia e problemi al cuore, non ti rimane
      che prendere la vita con più leggerezza e più tranquillità. So che non è “facile” e sono convinto, che nessuno di noi può passare sopra ad eventi drammatici come l’improvvisa perdita di persone amate. Improvvisamente si ha paura e tutto quello che per noi era “sicurezza” si distrugge e crea a livello subconscio una paura estrema della vita con l’arrivo di fenomeni come le extrasistole.

    2. Ciao Alessandro, anche io mi chiamo Alessandro e anche io ho 16 anni come te e soffro di extrasistole. Ti capisco, a 16 anni vedo i miei amici che si sentono immortali e fortissimi mentre la presenza di queste extrasistole mi fa stare spesso male soprattutto mentalmente perché i miei 16 anni vorrei vivermeli più spensieratamente. Una piccola soluzione c’è, nei momenti di maggiore sconforto prendi qualche amico e vai a divertirti, in questo modo riesco a passare anche molte ore spensieratamente. Ciao:)

  30. Ciao,
    sono Daniela e ho 41 anni. Trovo molto interessante quello che svete scritto e mi avete fatto sentire a casa! Ebbene, anche io sono dei vostri…le extra le ho avute sporadicamente già da ragazzina, quando feci tutti gli esami del cuore possibili e immaginabili. Da 4 anni però, sono una costante (o quasi costante) giornaliera. Assumo un betabloccante in dose bassissima (atenololo) che me le ha dimezzate. Ci sono periodi in cui non ne ho (tipo da gennaio a marzo non ne ho avuta neanche una, forse perchè ero impegnata a capire cosa stesse succedendo al mio intestino che in quel periodo faceva le bizze?) e periodi in cui mi massacrano. Quello che ho concluso io è che il caldo, alzare le braccia, piegarmi in avanti, stare in orizzontale, agitarmi per qualcosa e le mestruazioni, sono tutti fattori che facilitano l’arrivo delle nostre amiche. Io so già che non mi verranno o mi verranno perchè la sensazione generale del corpo che sento è diversa nei due casi. E poi, se me ne viane una, arrivano anche le altre. Anche a voi capita di sentire delle sensazioni che anticipano l’arrivo delle extra? Tipo una specie di fastidio/gonfiore al petto?
    Io ho il reflusso gastro esofageo (tenuto a bada con esomeprazolo) e il cardiologo mi ha detto che può essere la causa di extra in un cuore sano. Dopo tanto tempo e tante rassicurazioni, io non riesco a non pensarci!
    Un abbraccio a tutti, compagni di extra!
    D

  31. Ho avuto extrasistole per un periodo lungo soprattutto da sdraiata. Dopo accertamenti ed ECG fra i quali anche gli esami di controllo tiroidei (perché può dipendere anche dalla tiroide) il cardiologo mi già detto che la causa nel mio caso era l ernia iatale . La cura con omeoprazolo ha risolto il problema.

    1. Salve, la mia unica paura è che a lungo andare, possono causare danni al cuore, vivo nel panico. Il cardiologo dice che non sono cardiopatica, il neurologo mi ha dato due mesi di cura ma senza nessun risultato, il betabloccante non funziona, ma insomma che devo fare? Io peggioro sempre di più, 137 nelle 24 ore dell’holter, il panico, sono ventricolari, io soffro di tiroidite ma ormai da 13 anni prendo la pillola e la dottoressa dice che il TSH sta apposto, possibile che giornate intere non devo avere un battito normale?

  32. Salve a tutti, io vivo nel panico più completo, questi episodi di extrasistole sono iniziati 13 anni fa quando mi fu diagnosticata la tiroidite di HASHIMOTO, poi con la pilloa tutto tornò in regola e per anni non le avevo più o perlomeno, una di tanto in tanto. Un anno fa, ricominciò la tragedia, giornate intere con attacchi di extrasistoli, faccio gli esami del sangue e risulto il TSH troppo basso, quindi la dottoressa mi abbasso la doe di pillola, ma niente. Feci gli esami del cuore e in quel periodo nemmeno una. Sono andata avanti cosi fino a febbraio dello scorso anno quando la cardiologa mi rifece l’ecografia e l’elettro cardiogramma. Quel giorno nemmeno una, il giorno dopo tante. Mi prescrisse CARDICOR 1,25. Il mio medico era contrario perchè non cardiopatica ho solo un lieve prolasso mitralico. Dopo un anno e mezzo, sono da punto a capo. Questa volta nell’holter sono uscite fuori (137) extrasistoli. Ora il cardiologo mi ha prescritto un test da fare a settembre. Viene denominato “TILT TEST”. Se dovessi svenire allora bisognerà indagare. Sono spaventata e mi chiedo come mai a volte per 10 giorni non ne sento nemmeno una? In questo momento ho più extrasistole che battiti normali. Prendo anche ansiolitici e biancospino che mi ha prescritto il neurologo. Secondo il neurologo ho un esaurimento e sono ipocondriaca. Io non sono d’accordo dopo due mesi di cura sto peggio di prima. Aiuto!!!

    1. Ciao Pina, ho letto la tua storia con le Extrasistole. Consumi alimenti con caffeina? Coca-Cola, caffè etc?

  33. Ciao, grazie di aver risposto, no io prendo pochissimo caffè non bevo coca cola anche perché avendo problemi di stomaco e colite mi astengo anche dal cioccolato, niente è che sto impazzendo, ora il mio medico mi ha anche prescritto un antidepressivo che io non volevo prendere. E in più un ansiolitico che già prendevo. Devo fare a giorni il tilt testa e solo al pensiero del test sto male. Fino a pochi mesi fa non le avevo mai avute di notte. Ieri sera invece sono andata a letto convinta che mi avrebbero trovata morta, e tremendo tutto questo.

  34. Ciao a tutti, questa pagina sta diventando veramente interessante.
    Quando sto male vengo a rileggerla per trovare conforto nei vostri commenti e nelle vostre soluzioni.

    Trovo particolarmente interessante la soluzione di Marco: di correre sempre di più quando ti vengono, anche se non riesco a metterlo in pratica.

    La mia situazione è più o meno simile alle vostre, oramai soffro da 5 anni di extrasistole, sono venute di punto in bianco mentre ero una sera in pizzeria e da li mi hanno causato una paura tremenda provocandomi un’ansia quotidiana che prima non sapevo neanche cos’era.
    Le ultime settimane dopo alcuni mesi di calma mi stanno venendo tutti i giorni e più volte al giorno, anche per un paio di ore di fila.

    Un fattore in comune che noto e che la maggior parte, come me, ha problemi intestinali.

    Purtroppo non riesco a darvi il solito consiglio ti non farci caso quando vengono perchè per quanto mi sforzo non ci riesco (anche se con il passare degli anni non mi prende più il panico delle prime volte).

    Un caro abbraccio di conforto a tutti voi.

    1. Ciao Carletto, confermo che le mie extrasistole sono provocate da problemi gastrointestinali. Infatti soffro di colon irritabile e gastrite. Il problema è accentuato quando la mia pancia è estremamente gonfia e non riesco ad eliminare l’aria in maniera naturale. Anni fa, a seguito di un clisma opaco, riscontrarono la parte del colon ascendente contratto, come se fosse un pugno chiuso. In effetti quando arrivano, sento come un “colpo di elastico”, simile ad uno spasmo/brontolio provenire dalla zona sinistra dell’addome, tra la punta dello stomaco e la curva del colon, appena sotto le costole.
      Saluti a tutti tutti!

  35. Ciao a tutti, mi trovo su questa pagina per caso, proprio mentre faccio delle ricerche sulle extrasistole..devo dire che leggendo i vostri commenti mi sono un pó tranquillizzata e so di non essere la sola ad avere questo disturbo..tutto è iniziato a luglio 2013..ero sdraiata sul letto per riposarmi e all’ improvviso ecco che il mio cuore fa le bizze..come se saltasse di un battito…ne ho avute forse una al secondo.già conoscevo quella sensazione, ma era capitata forse un paio di volte..insomma in preda al panico inizio a piangere, mia mamma mi prepara una camomilla e di colpo non ne sento più..per scrupolo vado da uno specialista cardiologo, il mio cuore sta bene..visita più ECG..tutto OK..per circa dieci mesi spariscono..niente nemmeno una..a maggio di quest’ anno, come per magia, ricompaiono in maniera frequente..anche prima di dormire..un fastidio terribile..rivado nuovamente dal cardiologo..è tutto OK..il cuore è sano..solo ansia, dato che vivo delle situazioni un po pesanti che determinano stress..i caffè li ho eliminati, le siga ancora no..vorrei cambiare stile di vita, fare sport..insomma qualcosa che mi distragga da non farmi pensare alle extrasistole..quando sono in compagnia diminuiscono..a volte mi capita che per tre-quattro giorni spariscano, poi di nuovo mi bombardano e non mi lasciano scampo…ho deciso di rifare i controlli, ma tanto conosco la risposta dei medici..che dirvi, vi auguro di risolvere questo problema, ma credo dipenda da noi..e dalla forza di volontà!! Ciao

  36. Ciao a tutti i miei compagni di sventura, ho 45 anni e sono all’incirca 30 anni che soffro di “extra” piú o meno frequenti nelle varie stagioni annuali. Ve le voglio descrivere sicuro che qualcuno vi si identificherá.Vengono quando sono solo e rilassato, spariscono quando sono indaffarato, vengono quando dormo poco, spariscono se bevo un pochino troppo si ripresentano quando passa la “sbornia”, vengono quando le aspetti, se per qualche giorno non le sento e dico “peró é un pezzo che non ne sento” puntualmentd ritornano, non le sento nella fase di innamoramento ritornano quando il rapporto é stanco e noioso, praticamente, non le sento quando non ci penso le sento quando ci penso e quando sono solo e triste loro sono sempre li a tenermi compagnia per poi farsi da parte quando decido di alzare la testa ed andare avanti nemmeno i migliori amici si comportano cosí…..buon BU-BUM a tutti.

  37. Ciao :) sono appena tornato dall’ospedale dopo l’ennesima extrasistole dovuta a una notte insonne e all’ansia dovuta a fitte da mal di schiena… Ho 18 anni e soffro di tachicardia…Da calmo ho circa 86 battiti oggi ero molto agitato e sono andato da 95 fino a 102… Devo imparare a gestire l’ansia e avere una vita più regolare giusto? Dormire e stare tranquillo per far si che le extrasistoli scompaiano? Ho tanto bisogno di conferme… Anche perche tachicardia+extrasistole può provocare qualcosa? Grazie!!!! (Oggi vado da uno psicologo per gestire l’ansia…) Bevo tisane e gocce alla valeriana per tranquillizzarmi ma ora penso dovrò prendere dei calmanti… Consigli? Anche per riprendere con tranquillità la mia attività fisica (sport, scale, andare a scuola di corsa xD)

  38. Amici (posso chiamarvi amici?), non starò a menarvela con le mie esperienze, anche perché sono pari pari alle vostre. Vorrei ringraziare tutti voi perché per la prima volta, grazie all’articolo bellissimo che parla davvero al cuore (senza ironia ovviamente), e ai vostri commenti (in particolare quello di Marco del 26 aprile, ma anche tutti, tutti gli altri), per la prima volta dicevo MI SONO SENTITO MENO SOLO. per farla breve, insomma, finalmente ho dato UN VOLTO a questa cosa e alle sensazioni (tutte al limite dell’atterramento e della depressione) che puntualmente provo e ho provato. i medici non bastano, non ci si fida mai abbastanza, e poi non possono capire esattamente come ci si sente, non è detto che l’abbiano provato! ancora grazie, davvero… tutto questo mi alleggerirà moltissimo e mi aiuterà a far fronte alla cosa con più cognizione di causa. non mi fa più paura perché ESISTE fuori di me, non sono io a produrla e non sono l’unico al mondo. e soprattutto ricordatevi, come diceva Marco 95% è una questione di TESTA!! il cervello somatizza un nostro disagio in maniera “maliziosa”: sa come fare a produrre il sintomo, sa quanto ci stiamo male, ma vuole dirci qualcosa e non ha altro modo di farlo. d’altronde, come dargli torto? in questa maniera lo ascoltiamo tutto il giorno, attira la nostra attenzione, anche se poi non riesce a dire quello che ha da dire. ci vorrebbe uno psicologo (e consiglio fortemente anche questo passo). in conclusione, spero davvero che queste parole vi servano, un in bocca al lupo a tutti voi, e grazie, grazie ancora delle testimonianze e dei consigli!!!

  39. Ciao sono un ragazzo di 23 anni e da 15 anni che soffro di extrasistole e tachicardia. Ho fatto tantissime visite tra cui 1 ablazione al cuore ma tutti dicono che il mio cuore sanissimo. Non c’è la faccio più ho un migliaio di extrasistole al giorno prendo bisoprololo sandoz da 1.25 cosa posso fare più? Non mi passano più cosa mi consigliate?

  40. Buonasera a tutti. Ho 38 anni. Soffro di extrasistole da 14 anni. Tutto inizio’una sera al cinema, da allora la vita mi è un po cambiata. Mi ha reso più cupo, e con meno voglia di fare. So che è esattamente il contrario che invece dovrei essere ma non è Facile. Cmq noto che spesso mi partono dalla bocca dello stomaco, e soprattutto quando mi sdraio sul divano e anche quando mi metto sulla parte sinistra. Qualcuno sa dirmi perché? Ho fatto 3 anni fa’ la visita dal cardiologo con ecg e ecocuore. Il dottore mi ha detto che le mie valvole sono apposto, ora vi chiedo se questo può bastare a farmi stare tranquillo? Poi noto che mi vengono spesso in maniera diversa. Un po al petto spessissimo dalla bocca dello stomaco e dalla parte sx del petto, ma la cosa più frustrante è quando vuoi dormire e devi alzarti e fare dei passi….grazie

    1. Ciao Maurizio, hai fatto una visita per l’ernia iatale?

  41. ciao a tutti, adesso ho 50 e sono circa 30 anni che ne soffro….e a differenza di quanto sostenuto, le mie delle regole se ne sbattono altamente…mi sono venute da solo, in compagnia., mentre ero rilassato, mentre ero stressato, mentre ero felice , mentre avevo smesso da mesi di prendere caffè e mentre lo prendevo…..stessa trafila negli anni…eco, ecg, visite ecc….poi è vero , ognuno di noi quando sta bene per un certo periodo da il “merito” all’ultima cosa sperimentata. Tisane, passeggiate, caffè eliminato ecc…..a mio avviso dovremmo trovare tutti il coraggio, in primis i medici di ammettere onestamente che: ESCLUSI ALCUNI CASI BEN CIRCOSRITTI, NEL RESTO DEI CASI NON CI HANNO CAPITO NIENTE. può darsi che tra 30 anni qualche benefattore dell’umanità scoprirà che era un ‘alterazione ormonale o altro e verrà curata in modo semplice..come successo per i poveretti che una volta si ammalavano di ipertiroidismo ..venivano mandati al manicomio e si dovevano pure subire le diagnosi dei soloni della psichiatria. Poi scoprirono che era una semplice alterazione degli ormoni tiroidei…..vi abbraccio tutti..forza e onore! pensate quanto ci costano le attività quotidiane e quello che dobbiamo sopportare…siamo grandi!

    1. Sono perfettamente d’accordo con te!!!

  42. Salve… Soffro di questo problema da mesi e ho paura che il cardiologo mi dica che il mio cuore è malato e non ci vado. E più ho paura e più mi succede . però caso stano a distanza di due settimane l una dalla altra ho avuto due crisi asmatiche allergiche e in quella occasione ho preso 2 mg di bentelan. Bene dopo il bentelan i miei battiti erano normali. Esiste una correlazione secondo voi tra l’assunzione del farmaco e la scomparsa se pur per una notte dei sintomi. Grazie. Saluti a tutti.

    1. Io ho 79 anni e da un paio d’anni da un esame è risultato che anche a me è capitato d’avere codesto disturbo. Non so se questo è la causa per cui non riesco più tanto di dormire, anzi non dormo per niente se non prendo il Tavor. La pressione è alcuni momenti normale e alcune volte s’avvicina ai 150 massima, minima 79-80. Altro disturbo è il sudare molto anche quando non dovrei. Le risposte spesso avuto da medici è che il tutto è compatibile con l’età.

  43. ciao a tutti, anch’io voglio fare parte del club! Ho 45 anni, ho sempre fatto sport e sporadicamente, nel passato, mi poteva capitare che per alcuni giorni sentissi il classico salto del battito. Poi, magicamente spariva. Ora e’ dallo scorso mese di maggio che sono riapparse, con cadenza quotidiana, anche piu’ volte al giorno. Cosa e’ cambiato nella mia vita? Semplice, sono diventato papa’ a gennaio, dormo 4/5 ore per notte (mai di continuo ma sempre spezzettate), mi assalgono i classici pensieri (perdo il lavoro, non ce la faccio a mantenere la mia famiglia, tra un po’ verranno meno i miei genitori,etc etc). Da vero fifone ipocondriaco ho paura di andare dal medico, allora ho iniziato a correre a giorni alterni (sono ormai 5 mesi) certo che se avessi problemi cardiaci non ce la farei a correre per 50 minuti percorrendo 10 km,,ma stramazzerei al suolo ….e infatti sono ancora qui che scrivo. Ho notato che il giorno in cui corro, gli episodi di extrasistole sono molto piu’ rari o addirittura assenti..pero’ poi ritornano. Leggervi mi e’ stato molto utile.

  44. Ciao
    Sono una donna di 33 anni e da qualche anno soffro di extrasistole che prima erano state camuffate con problemi gastrici, risolti con una laparoscopia nissen rossetti, perché acevo reflusso! Adesso che il reflusso non c’è più, loro continuano ad esserci, ho fatto eco cardio tutto ok, ecg tutto ok, holter 24 h mi ha diagnosticato 110635 battiti in 24 ore, 697 extrasistole venteicolari e 210 sopraventricolare , con un responso finale di meno dell’1% di venteicolari e meno dell’1% sopraventricolare e 0 stimolati. Il cardiologo disse é tutto ok. La cosa che mi domando é che quando ho fatto l’holter fisicamente non li avvertivo. Ma invece quando capita li avverto e non accelerazione ma un tonfo, come se si fermasse il cuore per poi ripartire. Perché avvolte le sento e altre no ma come nel l’holter sono state diagnosticate non le avvertivo?

    1. Ciao Stefania, è normale non avvertirle. L’avvertirle fa parte della percezione, e la percezione dipende da tanti fattori (intensità del battito, nostra attenzione, momento della giornata ecc.). Il mio medico mi aveva detto che tutti ne abbiamo almeno una nella vita, di extrasistole, ma che non sempre ce ne accorgiamo. L’importante è che il cardiologo abbia escluso ogni problema fisico. Ora bisogna lavorare nella mente, trovare le ragioni di questa somatizzazione, e soprattutto sbatterle in faccia che non la temiamo, perché non è niente. Come nei film sui fantasmi, che quando arriva la luce scompaiono all’istante… In bocca al lupo! :-D

  45. Ciao a tutti , anche io sono una vittima di queste maledette extrasistole …il 28 ottobre sono finita al pronto soccorso perché mi sono spaventata tantissimo ne avevo una dietro l’altra pensavo di morire ho fatto visita cardiologica ed eco al cuore ed era tutto perfetto. Mi è stato detto che era ansia …lo immaginavo ma la paura aveva preso il sopravvento. L’ansia ormai è una mia amica ogni tanto in alcuni periodi dell’anno mi attacca soprattutto nel cambio stagione e quando deve venirmi il ciclo. Io non prendo farmaci mi hanno prescritto l”alzaprig ma non ho voluto prenderlo. Sto utilizzando un rimedio molto efficace ..il macerato glicerico di tiglia tomentosa in gocce ne prendo 80 gocce al giorno e adesso di extrasistole ne ho una o due al giorno .. ma spero mi passino del tutto. Non le sopporto.
    Sono contenta di aver letto tutti i vostri interventi, mi sento meno sola. Grazie e buonanotte.

  46. Ciao! E’ da 28 anni che soffro di extrasistoli. Sono cominciate quando avevo 18 anni in seguito ad una carenza di ferro piuttosto marcata !da allora non mi hanno più abbandonato nonostante abbia risolto in modo ottimale l’anemia. In seguito sono arrivati gli attacchi di panico e ansia a non finire !Ho fatto tante di quelle eco e elettrocardiogramma che ho perso il conto !sempre tutto a posto !passo dei periodi che ne avverto pochissime e altri che non mi lasciano neanche un istante. Ora è da agosto che sono cominciate e non la smettono più. Purtroppo mi piace il caffè e non riesco a farne a meno del tutto. Ma è pure vero, che sto attraversando un brutto periodo di stress. Non le sopporto più ma non è neppure giusto rinunciare a qualche piccolo piacere come il caffè e la cioccolata che adoro. Leggere tutti i vostri commenti mi aiuta a stare più serena e questo è già un successo!

  47. Ciao a tutti,
    Io ho cominciato a soffrire di extrasistole due mesi fa. Di punto in bianco. In famiglia non abbiamo episodi tali. Almeno che io sappia. Non ho ancora fatto gli esami. Li farò a breve. Ovviamente penso di essere fra quelli malati. Non le ho sempre. Mi prendono a caso. Ieri e l’altro ieri nulla. Di sera, in palestra mi sono tornate. Ma era la prima volta. Le altre volte mai. E forse perché un medico mi fa: “Sarebbe preoccupante se ti venissero sotto sforzo”…e puntualmente eccole. Io vorrei fossero psicologiche. Sarebbe più accettabile che essere malati. Speriamo bene. Comunque ho salvato questa pagina fra le preferite. Spero di leggere altree esperienze.

  48. ciao a tutti, soffro di extrasistole anche io da quando ero bambino praticamente, ora ho 39 anni fumavo 2 pacchetti al giorno di sigarette e prendevo circa 7-8 caffè al giorno… ho sempre ignorato la cosa nel senso che si le avevo erano molto sporadiche…circa 2 settimane fa hanno iniziato a manifestarsi in modo molto continuativo tipo 3/400 al giorno.. alche impaurito sono andato al pronto soccorso e dopo avermi fatto gli esami del sangue e ecc mi hanno detto che stavo benone e che dovevo smettere di fumare e bere caffè…. cosi ho fatto! sono circa 12 giorni che non tocco sigarette e bevo caffè (solo un decaffeinato al giorno) la prima settimana ero un bomba nessun extra avevo ripreso a vivere… !! ora sono 4 giorni che sto peggio di prima pensavo anche che potrebbero essere ritornate perché di colpo ho eliminato sigarette e caffè.. che ne pensate?

    1. Ciao Christian, lo sai che il “caffè decaffeinato” in realtà è più pericoloso di quello normale? Per far si che diventi decaffeinato, vengono usati dei “SOLVENTI” e in minima traccia questi rimangono e possono anche portare extrasistole. Al di la di questa precisazione, vorrei ricordare che smettere di fumare e bere caffè tutto di botto, potrebbe aver generato un ansia e un pò di stress che giocano un ruolo fondamentale nel fattore psicologico a “base” delle reazione di extrasistole.

  49. Sono un ansioso ipocondriaco. Da un mese soffro di questo problema. Ho 51 anni e proprio il mese prima della comparsa dei sintomi ho fatto ben 2 esami per la pratica sportiva agonistica. Tutto ok. Ma ora, è una tragedia. Però mentre gioco o mi alleno a pallavolo mi sembra tutto a posto. Certo, i battisti sono elevati ma niente extrasistoli. Ora ne ho 1 ogni 10 secondi. Proverò stasera a fare l’amore con mia moglie. O muoio o mi passa….

  50. Ciao a tutti,
    innanzitutto grazie a Marius per il post: condividere fa davvero bene!
    Ho 41 anni e soffro di extrasistole da circa un paio di anni.
    Fatto controlli, ECG normale, + ECG da sforzo e HOLTER 24 ore e non è risultato niente.
    Sposo tutto quello che ha scritto Marius: mi vengono quando sono SOLA, di solito a fine giornata, se corro come una forsennata tra lavoro e figli non le sento proprio, spesso partono dalla testa , anzi sempre quando comincio a pensare a qualcosa che mi pre-occupa. Allora quando mi succede mi domando: sono una tipa ansiosa? (SI!) ho una vita frenetica? (SI tra lavoro, due figli piccoli, genitori che invecchiano, e così via…) , metto insieme le due cose e accetto che il mio cuore saltelli un pò. Mi aiuta moltissimo correre, riesco a farlo 2-3 volte alla settimana, quando mi vengono spesso mi aiuto con il Biancospino in gocce, e VERISSIMO se mi svago, faccio all’amore o rido come una matta con le amiche neanche l’ombra!
    La compagnia e la risata fanno miracoli!
    Anna

    1. Ciao a tutti.. ho 21 anni e ha circa 3 anni che soffro di exstra.. però ha da un po di tempo che mi vengono quando faccio sforzi ma anche quando sono rilassato aiutatemi!

  51. Salve a tutti extrasistolati! Come potete vedere ho passato la notte in bianco a cercare notizie varie e quando ho scritto ” extrasistole e cioccolata” ( visto che me ne sono mangiata una tavoletta intera oggi ) e’ uscito questo magnifico articolo con tutte le vostre preziose testimonianze e mentre leggevo il cuore era emozionato e le extra mi stanno torturando… io ne soffro da un anno e mezzo circa da quando ho iniziato un brutto periodo di depressione in cui mi e’ venuto di tutto dalla finromialgia alla cefalea reflusso gastrite insomma tutti sintomi psicosomatici e ha detta della mia psichiatra e’ tutta somatizzazione, infatti sono sempre stata un soggetto ansioso e ipocondriaco fin da piccola… ho fatto tutti gli esami l’ holter indicava 500 extra anche se io ne avvertii un centinaio e ora credo di averne anche di piu e il mio cuore e’ sano, per rispondere a chi scriveva del glutine, io sono celiaca dall’eta di un anno di vita ( ora ne ho trenta) e non mangio glutine eppure ne ho tantissime! in questi mesi ho letto centinaia di testimonianze e tutti avevano cuore sano e nel 90% dei casi erano soggetti ansiosi e mai ho letto di qualcuno con sincopi infarti o cose varie, quindi speriamo bene! io le vivo con molta paura e mi impediscono di vivere bene al
    momento, se qualcuno vuole rispondere e tranquillizzarmi sarei molto contenta!! grazie a tutti voi e fatemi sapere se migliorano e in che modo ;) un bacione

    1. Ciao,
      io stesso soffro di un disturbo d ansia e il mio cardiologo ha bollato le mie extrasistole come prodotto della distonia neurovegetativa derivante dallo stato ansioso. non a caso nei soggetti che hanno problemi ansiogeni sovente sono asintomatiche. Possono averne centinaia o migliaia al giorno in forma totalmente asintomatica.

  52. Ciao a tutti a me vengono quando faccio una sforzo ma anche quando sono rilassato aiutooooooo

  53. Ciao, anche io ne soffro. Mi sento sempre perdere battiti per vari secondi, in questi giorni andrò dal cardiologo per l’holter e visita. Speriamo bene.

  54. Ho avvertito le prime extra all’età di 22 anni, ora ne ho 41. Ho fatto molti controlli cardiologici, che hanno evidenziato un prolasso della mitrale (presumo congenito, dato che fin da bambina avevo un “soffio al cuore”). Ho passato fasi alterne: periodi in cui sentivo molte extra ogni giorno e lunghi periodi in cui erano come scomparse. Negli ultimi 3-4 anni, ad esempio, forse perchè ero presa da tanti diversi pensieri, sono state molto rare. Da una decina di giorni invece, proprio quando mi sentivo “tranquilla” e mi dicevo “che periodo calmo, sto proprio bene così”, rieccole all’attacco! C’è da dire che ho mangiato molto cioccolato a causa delle feste natalizie… Dalla mia dieta sono banditi ormai da anni caffè, tè, carne, alcol e non fumo. Penso che tra le concause vi siano fattori ormonali… e forse anche il fatto che il mio dentista abbia insistito perchè io vada a fare una nuova visita cardiologica (da quando ne abbiamo parlato, sono ricominciate, non so se è un caso). Saluti a tutti!

  55. Ciao a tutti, non so se è una casualità ma vorrei ritornare sull’argomento con una novità. Nonostante come ben sapete anche io ho sofferto spesso di extrasistole. Ho notato che nel mio caso diminuiscono “drasticamente” fino a scomparire con l’assunzione di un integratore completo di vitamine del gruppo B. Dopo 20 giorni di integrazione, sembro completamente guarito nonostante i periodi di stress che capitano a tutti noi.

    1. Buongiorno sono un Extrasistoliano con 10000 al giorno (Holter), ne soffro da 4 anni e sono comparse le prime in vacanza, relax totale,
      subito pochissime ora…..Eseguito tutte le visite possibili, anche con vari cardiologi, diagnosticato Extasistole a Cuore sano, ma turbano.
      Sono combattuto, se eseguire Ablazione, esperienze e Vostri consigli?
      Max

  56. Salve, alcuni anni fà si sono presentate alcune extrasistole nel corso di una visita per pratica sportiva, fù fatto ecg da sforzo e holter 24 ore e tutto era in regola. Gli esami furono ripetuti anche due o tre anni successivi con risultati regolari, poi sparirono del tutto, ora a distanza di molti anni si sono ripresentate. Non le sento sotto sforzo, faccio gare in bici amatoriali. Ma quando salgo in fretta due rampe di scale arrivato in cima avverto due o tre colpi molto forti del cuore, oppure se mi alzo in fretta dal divano ,o se mi chino e mi rialzo avverto le extrasistole, cosa ne pensate, mi devo preoccupare? Grazie.

  57. Ciao a tutti,
    E’ bello sapere di non essere soli con questo problema e poter condividere il peso delle extra con chi lo può capire bene! Io ne soffro dall’età di sedici anni, ora ne ho 38 e si sono intensificate parecchio. Decine di esami, ansia, medicinali, di tutto. Mi dicono sempre che sono benigne e che ci devo convivere: ogni tanto riesco e ogni tanto no. Mi faccio prendere dal panico. Ho due bambini di 8 e 4 anni, non vorrei star male ma a volte proprio mi butto giù e penso che mi succederà qualcosa. Ho fatto vari controlli, compreso holter. Vi abbraccio tutti, con grande affetto perché tra di noi ci capiamo e possiamo sostenerci a vicenda. Grazie per la condivisione. Gra

  58. Le Extrasistole sono praticamente sempre bonarie. Se volete toglierle di torno dovete assumere MAGNESIO.
    Spesso vengono per colpa dell’ernia iatale o reflussi molto forti. Curate questi, migliorando l’alimentazione e togliendo caffè e cioccolato fondente. Consiglio anche di assumere enzimi digestivi.

    1. Ho il tuo stesso problema!! E’ una settimana che le extrasistole non mi lasciano in pace!! Io soffro da circa due anni anche di ipertensione, sono costretta a prendere una pillola e non mi va!! non voglio prendere farmaci!! Mi sono appena rassegnata alla’idea di dover prendere questa pillola e ora arrivano queste fastidiose extrasistole! Aiuto!! Per mia sfortuna soffro di ansia e non so gestire lo stress, così la prima volta che mi sono resa conto di avere la pressione alta mi sono fatta venire un bel attacco di panico. Ho fatto un ricovero per farr tutti gli accertamenti del caso, ma come nella maggior parte dei casi non c’è una causa! Da allora ho avuto altri attacchi di panico e sbalzi di pressione! per paura mi sono rivolta a tutti i santi e non ho lasciato in pace neanche Dio e la Madonna!! Ho visto più di un cardiologo, ho fatto diversi ECG e anche ecocardiogrammi, tutto OK!! a detta dei medici il mio cuore è sano. Ho fatto l’ultimo Ecocardio, qualche giorno prima che avessi questi attacchi di extrasistole, tutto OK! Figurati che il cardiologo mi ha licenziato dicendo che era inutile fare un ECG ogni 10 mesi!! E’ allora perché sto cosi? Certamente è stato un periodo molto stressante questo, problemi a lavoro e dispiaceri!! Sono spaventata! Prendo la tua stessa tisana tutti i giorni, la mattina per poter affrontare con calma la giornata lavorativa e gli impegni famigliari, pensavo che funzionasse…..ma adesso?! Soni perplessa! il.medico mi ha prescritto un betabloccante, in dosi minime (1/4 di 5 mg), all’iniziò sembrava funzionare, anche perché mi ero assentata due giorni da lavoro e avevo rallentato il ritmo, poi invece e ritornato. Provo a non.pensarci, a tenermi impegnata e per un po’ sembra funzionare, poi mi sorprendo a contare le pulsazioni e a controllare il ritmo cardiaco. E più lo faccio e più mi sento male!! Le extrasistole mo sembrano peggiorare! Domani chiamo il cardiologo e fisso un nuovo appuntamento, anche se so che non servirà! consigli? Suggerimenti? Ho bisogno di aiuto. Ti saluto augurandoti una buona vita. Grace

  59. Ciao Grazie, perché non ti concentri sulla tua ansia, invece di pensare al resto? Se il cuore è sano (e lo è, a quanto ci dici), più che un betabloccante forse sarebbe più raccomandabile una cura per l’ansia, un qualcosa che ti aiuti (se tutti gli altri sistemi non sono riusciti) ad affrontare con più serenità la tua vita e a non perderti dietro a pensieri allarmistici e ansiosi. Ricorda che l’ansia genera solo ansia, è un circuito che si autoalimenta continuamente! Facci sapere, un saluto!

  60. Ciao a tutti.
    è quasi consolante leggere che formiamo un bel club di extrasistolati.
    Io ho 57 anni e, a parte quelle due o tre extrasistole all’anno, che penso abbiano tutti, per gran parte della vita ne sono stato esente. Nel 2004, a 46 anni quindi, ebbi una prima crisi di 500-600 extrasistole al giorno, era un periodo caratterizzato da un certo stress e per 6 mesi sono andato avanti, aspettando che passasse. Alla fine andai dal medico -> ECG ed esami sangue, tutto ok. Prescritto Lexotan preso per qualche mese e le extras. passarono. E’ vero che sono iperteso e ho esofagite con ernia iatale, tutti fattori predisponenti, ma la pressione è sotto controllo da anni e la gastrite anche, non mi dà nessun fastidio. Sino al 2013 tutto bene, quando a Gennaio ne ebbi per un’altro mese. Non me ne proccupai nemmeno, non feci nulla e passarono.
    Ora è da Settembre 2014 che si sono ripresentate, con una tregua massima di 20gg a Novembre, con una frequenza variabile, da 500 a 1000 al giorno. Lessi su altro forum qualche settimana fà di gente che ne ha sino a 3000!! Il medico (ci sono tornato solo ora dopo aver accertato la scarsa efficacia del Lexotan questa volta) mi ha prescritto esami per la tiroide, potassio e calcio. Nei prox. giorni li faccio e vediamo se salta fuori qualcosa. Inutile dire che, sono risultati inefficaci anche rimedi erboristici ecc, o integratori magnesio-potassio. Saranno anche non pericolose, una volta accertato che tutto è a posto, ma certo danno fastidio. E’ come avere sempre a fianco un frate trappista che ti rammenta ogni istante quello che sarà il tuo destino! Vi farò sapere. Ma qualcuno ne è guarito?

  61. Ciao a tutti
    è quasi consolante vedere quanto sia ampio il club degli extrasistolati.
    Io ho 57 anni e, a parte quelle due o tre all’anno che ebbi in passato, soffro ora di varie crisi di extrasistole. La prima nel 2004 per circa 6 mesi, fatto ECG tutto ok, pareva derivasse da stress, per cui mi fu prescritto Lexotan, che presi per qualche mese e tutto passò infatti. Poi più niente sino al Gennaio 2013 dove si ripresentarono per un mesetto, non ci feci caso, non feci nulla e passarono così. Ora è da Settembre 2014 che mi perseguitano, con qualche pausa, (20gg a Novembre o un giorno ogni tanto) in ragione di 600-800 anche un migliaio al giorno. Ho letto su altri forum di qualcuno che ne conta anche 3000!! L’80% di queste mi si manifestano da seduto, se mi alzo in piedi calano decisamente; quasi assenti la sera a letto, sino a mezz’ora dopo sveglio quando, ancora disteso, mi si riaffacciano!! Boh! Ora il medico mi ha prescritto esami per la tiroide, il potassio e il calcio, visto che adesso il Lexotan ho potuto poco o niente. Prox. settimana avrò esiti; Vi farò sapere. Un saluto.

    1. Ciao Giovanni, non ti dimenticare di farci sapere gli esiti degli esami! Sono molto curioso. Ciao e alla prossima!

    2. Si Giovanni anche io soffro di extrasistole a periodi. Quando iniziano dopo periodi anche lunghi di assoluto silenzio inizia la paura e la sequenza di visite specialistiche ECG, Holter, Sforzo, visite cardiologiche ecc ecc. Dalle analisi holter le extrasistole sopraventricolari non superano mai i 50-80 e da 1 a 2 extrasistole ventricolari al giorno. Non ho ancora capito se sono le ventricolari o le sopraventricolari ma quelle che sento molto bene per almeno 2 4 ore dopo ho un senso di affaticamento un languore come “da fame” sbadigli come da sonno o cattiva digestione poi ritorna tutto normale ma in quelle ore si stà veramente male.E’ da quando avevo 40-45 anni che sono comparse queste ex ma comparivano solo in periodi molto ristretti 3 quattro mesi.O a volte le sentivo per due o tre giorni di seguito quando o bevevo bevande gassate come birra, o alcolici poi passavano fino al prossimo rinfresco. Da un anno a questa parte (ora ho 62 anni) sono comparse nuovamente (in concomitanza del decesso di mio papà) e da un anno non mollano anche smettendo di fumare,bere caffè,vino,birra,alcolici. Anche io per diverso tempo ho preso Lexotan perché spesso mi capitava le ex notturne e non prendevo sonno mi spaventavo e correvo al PS poi col tempo sono scomparsi gli attacchi di panico e ho smesso di prendere Lexota. Ora mi trovo abbastanza bene con compresse di biancospino che sembra che riducano le ex mi calmano e mi fanno dormire, il solo problema che se insisto a prendere il biancospino per tre o quattro sere consecutive dormo rilassato ma faccio dei sogni bruttissimi. Io tra l’altro non sogno mai e quindi smetto di prender il biancospino e/o passo a una compressa ogni due o tre giorni. I sogni brutti scompaiono ma le ex poco o tante ci sono sempre.
      Purtroppo sembra che il male sia nella ns costituzione emotiva /psicologica/digestiva e dobbiamo convivere con queste aritmie continue o a periodi. Mi consolo solo quando ricordo che una mia zia diceva di non pensarci perché a lei le ex sono comparse a 30 anni e l’anno accompagnata a periodi fino alla bella età di 98 anni. Tra l’altro il decesso non per problemi cardiaci ma per altro.

  62. Innanzitutto scusate per il doppio post, ma la prima volta un errore di connessione mi aveva fatto presumere che non fosse andato a buon fine.
    Ritirati ieri esami….tutto ok!! Tiroide, calcio e potassio a posto.
    Fra l’altro un recente viaggio in altitudine, che metteva a dura prova il sistema cardiaco, da cui sono tornato vivo e vegeto ha dimostrato che se c’era qualcosa di grave…….!
    Stamattina dal medico: mi ha confermato che quando non ci sono patologie particolari, Lexotan..quella è la cura, che deve cmq partire dalla ns. testa.
    Ora riprovo con quello.
    E cmq, il buon esito degli esami già aiuta. :-)
    A presto.

  63. Già stò meglio al pensiero di non esser sola a soffrirne, ho 48 anni ne soffro da un pò di tempo un colpetto ogni tanto, senza darci troppo peso. Un paio di giorni fà correndo si presenta il sintomo con dei battiti ripetuti e continui (Paura) continua a camminare cercando di auto-convincermi che passerà e così è successo dopo alcuni minuti, aspetto la visita dal cardiologo nel frattempo mi è stato indicato dallo stesso di non fare corse e di camminare senza esagerare nell’attività fisica.

  64. Eh…. un saluto a tutti gli extrasistolati….
    51 anni….. da una vita soffro di questo problemuccio…. ma tutte le volte angoscia. da 10 gg circa un centinaio di battiti extrasistolici al dì soprattutto dopo i pasti…. … e via….. bene ….. e pensare che avevo fatto esami dal cardiologo 6 mesi fa. ecg… ecocardio…. ecc ecc. cuore sano… ” ci rivediamo fra 10 anni”
    eppure eccoci qua.
    io sono un ipocondriaco di natura….. di un dolorino ne faccio un male incurabile…. il lavoro…. beh…. lasciamo perdere…..
    e pensate…. non fumo. non bevo. cerco di mangiare bene…. eccheccccavolo!!!!
    ora cerco di farle passare da sole…. non saprei che altro fare….
    una cosa però l’ho capita…. noi extrasistolati siamo persone diverse dalla media…. siamo più sensibili…. più umani…. più intelligenti…….non so se sia una fortuna… ma tantè!!!!
    una Buona Pasqua a tutti. Massimo

    1. La penso come te siamo più sensibili forse troppo.

  65. Non vuole essere un commento, ma una situazione che sto vivendo dalla tenera età di 6 anni. Extrasistoli si adesso ne ho 60 di anni e vanno e vengono poche o tante e mi fanno sempre paura. Ma nessuno mi crede. Volevo dire quello che mi succede da una settimana circa,leggo,che il cacao cioccolato fa bene a tante cose,allora,maniaco delle erbe,presi del cacao puro,ossia il vero frutto,e assumo cioccolata al 90% di cacao. 1 o 2 grammi di cacao puro al di , più 30 grammi di cioccolato al 90% fondente. Mi trovo che al mattino non ho nulla, più vado verso sera mi aumentano i battiti e le extrasistole, e paura.Ho sofferto di panico, e lo curo con xanax non prendo altro. Sul lavoro, alzo pesi senza problemi. Quando ero giovane non riuscivo ad attraversare la strada, dovevo essere accompagnato e mi tenevo. Verso il muro troppa gente mi da fastidio ipercoop ecc. È un brutto vivere, vorrei solo capire se può essere il cacao puro con cioccolata fondente, che mi causa questo. Se pensate che avevo sei anni e mi ricordo benissimo extrasistoli. Ringrazio i lettori e tutti quelli che vorranno scrivermi. Ciao Gianni!

    1. Ciao Gianni,
      Chi ti scrive è una tachicardica cronica da circa 19 anni con un ablazione alle spalle (4anni fa) riuscita purtroppo solo al 50%.
      Il mio aritmologo mi ha sempre sottolineato l’importanza di alcuni cibi che inevitabilmente influiscono sul battito e possono creare in chi è predisposto una situazione di accellerazione, ed il cacao ne fa assolutamente parte. Anzi più è puro e più è eccitante, un po’ come il caffè. Pensa che io posso consumarne al massimo un quadratino al giorno di quello al 70%. Ovviamente chi ha un problema di extrasistole per accumulo di stress o ansia mangiando o bevendo sostanze nervine avrà un’opportunità in più di stimolare questa fastidiosa condizione, anche perchè non è come l’accellerazione da attività motoria, questa è involontaria anche in assenza di movimenti. Io ti credo assolutamente e onestamente penso che se soffri di extrasistole da quando avevi 6 anni avresti dovuto farti seguire da un aritmologo che poteva riuscire a capire meglio il piccolo difetto d’impulso elettrico del tuo cuore. Ti faccio un in bocca al lupo per il problema e spero che tu possa migliorare o risolvere la situazione!!
      Ciao

  66. Ho fatto uno studio sul mio caso. L’extrasistole mi prende in autunno e in primavera, solo quando c’è cambiamento del tempo,due o tre giorni prima. E’quasi una previsione del tempo. Faccio sport da quando ero giovane, ciclismo, qualche anno fa ho fatto l’ECG con esito negativo. Devo dire, però, che è sempre un evento fastidioso e ansiogeno. Adesso ho 66 anni.

  67. Ciao a tutti, naviga … naviga … sono arrivato qui. Ho 48 anni e sono uno sportivo (runner). Diciamo che le mie extrasitole sono cresciute con l’età! Da giovane mai nulla … un leone … poi un colpetto ogni tanto fino ad arrivare agli ultimi tempi quando, proprio prima di iniziare una corsa oppure in una situazione un po’ stressante avvertivo 2 ho tre colpetti arrivando quasi ad avere il terrore di iniziare a correre… Poi durante la corsa il disturbo scompariva, per poi ripresentarsi puntuale il giorno dopo nella stessa situazione tranne in casi rari in cui ero più tranquillo. Adesso, da una settimana, dopo una situazione lavorativa stressantissima, ho cominciato ad avvertirle di continuo … non ho quasi mai pace, anche adesso che scrivo, a parte alla sera e alla mattina per una mezzoretta …. sono andato dal medico che mi ha tranquillizzato un po’ prescrivendomi per un Holter h24. Sono esami che ho già fatto meno di un anno fa: prova sforzo massimale fino a 250 kw, holter h24, ecocardiocolordoppler e tutto negativo. Li avevo fatti a fronte di un episodio analogo di continue extrasistoli che però erano durate solo un giorno per cui quando ho fatto l’holter mi ha segnato una sola extrasistole e oltretutto mentre dormivo per cui non me ne sono accorto. Sono un tipo ipocondriaco, se solo avverto un dolorino passo subito alla peggiori prospettive …. adesso passo il tempo ad ascoltarmi il polso .. la cosa deprimente è quella di non poter avere il controllo di questo disturbo, di sicuro ho sempre una sorta di sensazione di pericolo … accipicchia mi piacerebbe proprio sapere come ho fatto ad infilarmi in questa storia! Probabilmente lo stress, poco alla volta, giorno dopo giorno … fino ad esplodere! Un caro saluto a tutti quanti!

  68. Ciao sono Alberto ,soffro di tachicardia da piccolo poi negli con il mio mestiere di infermiere in rianimazione sono peggiorato con le extrasistole ,ho fatto la gastroscopia e tengo esofagite da reflusso e ernia iatale ,i medici attribuiscono la causa scatenante di queste extrasistole ,la verità a me hanno condizionato la vita ,perché sono diventato infelice e ho paura pure di fare gli scalini a piedi oppure correre o portare roba pesante in mano ,me ne sto facendo una malattia psicologica e farei qualsiasi sacrificio per farmele passare ,da premettere che non ho mai fumato in vita mia e prendo un solo caffè al giorno ,non riesco a trovare un rimedio per risolvere questo problema fastidioso .

    1. Ciao Alberto, per esperienza personale come già scritto rispondendo ad altre persone a me le extrasistole, sono completamente passate assumendo un integratore di vitamine ad alto dosaggio come per esempio il supradyn abbinato con una bustina di polase al giorno. Fossi in te, eliminerei definitivamente il “caffè” anche se è uno al giorno non farà altro che procurartele.

    2. Ciao Alberto anch’io lavoro in ospedale sono un oss lavoro in cardiologia e ahimè soffro di extra sistole e può immaginare lavorando in cardiologia quanti esami ho fatto migliaia di ecg ecocardio tanti holter uno ogni 6 mesi 24 48 e per finire ho stressato tanto i medici che ho fatto una tac cuore brutta esperienza tutto negativo !!! E loro mi ripeto che non ho niente che devo curare la testa ormai mi prendono per matta !! Ormai non mi credono più e questo mi fa star male oltre all extra !! Purtroppo non c è rimedio a esse che solo convivere ma io non c’è la faccio non riesco a controllarle mi parte attacco di panico e faccio portare al ps da mio marito che ormai non ne può più !!! Ti saluto lucia

  69. Buonasera, ho 50 anni e da oltre 30 soffro di extrasistolia. Ho fatto e rifatto decine di controlli e non è mai emerso nulla a carico del cuore. Questo problema mi ha condizionato la vita limitandomi nelle attività che più mi piacciono nel timore che durante uno sforzo intenso,tipo partita di calcio, potesse accadermi qualcosa. Prima mi succedeva di averne in numero limitato ma da circa 5 mesi ne ho centinaia al giorno anche multiple e non so come fare per controllarle. Ho notato però che se dormo qualche ora in più sono meno frequenti e mi lasciano per un po’ tranquillo.

    1. Ciao Rosario, hai provato ad eliminare le bibite gassate? Se prendi un antiacido per lo stomaco le extrasistole diminuiscono o scompaiono?
      Cerca di eliminare completamente il caffè se ne bevi ma sopratutto anche il tè verde o nero, compresa cioccolata fondente.

  70. Ho scoperto di soffrire di extrasistole da circa tre anni, primo holter 16.000
    dopo due anni senza cura 27.000… con betabloccante 17.000.
    Nel frattempo ho perso 42 KG di peso, faccio una alimentazione sana ed equilibrata, e non ho mai strafatto nella vita (mai bevuto mai fumato mai ecceduto con caffè the ) sovrappeso dovuto a stress probabilmente e ad alimentazione sbagliata senza regole a causa del lavoro e dei problemi da affrontare.Scrivo questo non perchè voglio alcuna risposta, ormai l’unica strada da percorrere è l’ablazione sempre che riesca, ma per rassicurare tutti quelli che sono all’ordine delle centinaia: state tranquilli ….

    1. Ciao a tutti sono Vittorio, circa 2 anni fa ho avuto un b.a.v “blocco atrio ventricolare” con 7 giorni di ospedale, elettrofisiologia, controlli vari tra cui: holter, ecocuore, prove da sforzo etc, per due anni e da allora non sono più Vittorio, dolori al petto, dispnea, affanno, stanchezza, mentre da tre mesi si sono presentate le stramaledette extrasistole, dopo 2 visite psicologiche ho iniziato una terapia con prazene, trittico, levopraid, stavo meglio ma un po’ rimbambito, poi ho deciso di dimezzare le dosi e tutto andava bene, alla fine ho eliminato il prazene, ed apriti cielo!!!!! extrasistole a non finire oggi ho consegnato l’ultimo holter ecg, ne ho avute circa 300..il cardiologo dice che è tutto a posto, di riprovare a prendere il prazene a dose moderata in gocce…vi faro’ sapere.

  71. Io ho 28 anni ne soffro da anni ma ultimamente sono peggiorate a volte ho paura di morire :)

  72. Salve! Sarei grato a qualche entità medica specializzata in cardiologia, se è possibile (in un soggetto di 67 anni ben portati e non dimostrati, conducente esemplare stile di vita sia sportiva che alimentare, con cuore, come emerge dai vari controlli, sano e privo di anomalie) che, l’aver assunto (forse esagerando) a colazione (ore 10) 6o gr di cioccolato fondente al peperoncino con uno yogurt e una banana, in previsione dell’ECG da sforzo (ore 12 e 15), può aver provocato eccesso di eccitazione e di zuccheri, tali da far emergere importanti BEV sia in fase di sforzo che di recupero, da indurre il cardiologo a prescrivere terapia di CARDICOR 1,25, da rivedere tra un mese? Tutto ciò in un contesto di: ECG di base: ritmo e conduzione normale, test negativo per sintomi clinici e ischemici, normale risposta pressoria. Non ho informato in tal senso il cardiologo che vedrò di contattare, ma è solamente, se fosse possibile, per evitare l’assunzione di tale farmaco o similare che, pur se all’occorrenza preferibile al danno maggiore, nel mio caso, tenuto conto dei possibili molteplici effetti collaterali, sarebbe un’assunzione inopportuna, fuori luogo e deleteria. Sarò grato per la deontologia e onorabilità professionale a chi potrà e vorrà supportarmi con un graditissimo competente seguito. A buon rendere !

  73. salve a tutti anch’io soffro da anni di extrasistole e devo dire che sentire che ci sono cosi tante persone che ne soffrono in qualche modo e di consolazione perché non ci si sente cosi solo ……poi non capisco quando si comincia a soffrirne non se ne esce più …e come un circolo vizioso non ce una via d’uscita….io ho 34 anni e da più di 15 anni che ci combatto e con tutti gli esami del caso adesso ho trovato un po di sollievo con le inderal…..pero ci sono quelle giornate dove nemmeno le compresse possono aiutarmi calcolando che prendo anche i cipralex per l’ansia…..perche quando arriva l’extrasistola rimane quel dolore in petto e la paura si diffonde…….bisognerebbe reagire ma la paura a sempre la meglio

  74. come vedo non sono solo in questo club di exstrasistolati sono 30 anni che mi fanno compagnia a volte di più e a volte mi dimentico di averle ma non c’e’ medicina che tenga e allora, viva le extrasistole.

    1. Ciao a tutti. Che bello sapere che non si è soli. Soffro di extrasistole da un po ma ultimamente, sono aumentate e credo che nel mio caso, siano dovute allo stress visto che sto facendo chemioterapia. A me capitano soprattutto la notte.

    2. Buonasera, sono anni che soffro di questo disturbo, non le sopporto più, l’ultimo holter ha registrato 3.000 extrasistole, tra le quali coppie e triplette più bav di 2°. Nel precedente oltre le extra c’è stato un’episodio di FA , io me ne sono accorta, infatti l’ho annotato sul diario, quando il cuore comincia a battere impazzito e credi di morire :( Ho girato vari cardiologi in tutti questi anni, ma non sono riuscita a trovare l’umanità in questi “dottori” non mi ascoltavano quando parlavo, non mi guardavano negli occhi…ero un numero non una persona bisognosa di risposte. Comunque mi hanno imbottita di antiaritmici betabloccanti etc..mai presi!!!! Mia zia anni 49, aveva il cuore ballerino come il mio, dopo 2 giorni che ha cominciato a prendere tali farmaci è rimasta stecchita nel sonno. Ora potrebbe essere un caso, non voglio allarmarvi, però se ascoltassero un pò di più il paziente, invece di pensare solo ad una cosa, il soldo, forse saremmo di meno a soffrirne……forse è proprio questo che non vogliono. L’internista mi ha detto che per lui è l’ernia iatale che fà da spina irritativa per il cuore e polmoni, li infiamma in poche parole. mi ha dato una cura molto lunga di antiacidi e devo dire che in quel periodo stavo meglio, poi è subentrata una malattia alle articolazioni e devo evitarli. Ora stò soffrendo molto, non riesco nemmeno a dormire, sono esausta!!!!!

    3. Ciao Francesco, sono Michela, credo che la tua conclusione sia la più giusta. Ho letto molti di voi e mi riconosco: 53 anni… da quando ne avevo 13 soffro prima di attacchi di tachicardia, poi di panico … poi extrasistole… prima singole e poi in serie è sempre di più… ho fatto tutti i controlli possibili mi hanno visitata tutti i prof. di cardiologia di Padova, Milano … bene ….da questa estate mi tormentano.
      La mia reazione è la rabbia perché so di avere un cuore sano me lo hanno detto in tutte le lingue del mondo, eppure sono ancora qui con visite, controlli e le mie care extrasistole. Qualche anno fa ho parlato con uno psicologo e mi sono sparite praticamente del tutto. Ora ricominciano, quindi dato che vivo una volta sola e mi sto limitando la vita per qualche inconscio motivo non ben identificato… o spariscono di nuovo o torno a parlare con chi le cura, nel mio caso uno psicologo. Lo consiglio vivamente anche a voi. Bere acqua calda comunque aiuta molto perché spesso le patologie digestive fungono da spina irritativa.
      Tanti auguri a tutti voi

  75. Ciao a tutti,ho 48 anni e da più di 30 soffro di quelle che comunemente chiamo extrasistole, ho fatto nel corso degli anni ripetuti ecg e holter ma non è mai risultato niente di particolarmente rilevante.
    Ogni tanto come per incanto sorge nuovamente il problema, così senza ragioni apparenti di stanchezza o stress.
    Sto provando adesso,da una ventina di giorni, di prendere En, la mattina 15/20. Gocce, ma tendenzialmente il problema persiste.
    Sottolineo che purtroppo sono un fumatore e una persona decisamente emotiva.
    Sento un salto in gola e nel petto e nonostante l’esperienza insegna che poi passa la paura è quella della prima volta.
    Qualcuno ha provato En?
    Fatemi sapere.

  76. Salve. Sono un atleta di 30 anni. Ho fatto il pugile per 12 anni e da un anno mi sono dedicato completamente alla corsa e al functional training. Ho sempre avuto extra sistole ogni tanto le sento ma non mi hanno mai dato noia anche perché, sono molto ansioso e stressato. Ieri mi è capitato che dopo una seduta di functional training pesantissima di un ora ho avuto per tutta la giornata extra sistole.. Ho dormito la notte e il giorno dopo, le ho ancora anche se molto meno… sono preoccupato non so… magari ho spinto troppo … tra l’altro mi alleno in orari caldi tipo alle 14. Ho sempre fatto ECG da sforzo per l’agonismo e anche raggi al torace e non hanno mai riscontrato problemi. Ora ci penso sempre e non vivo più dall ansia e rovino la vita a mia moglie e figli. Scusate qualcuno sa dirmi se posso tranquillizarmi??? Ho notato solo prima che non ci stavo pensando più ed erano sparite poi sono ritornate. Grazie.

    1. Salve Mattia, come tu stesso dici ti alleni in orari caldi. Hai provato ad integrare nella tua dieta vitamine del gruppo B e minerali come potassio e magnesio? Io l’ho scritto in questo post moltissime volte. A me, sono passate dopo una lunghissima cura di vitamine e minerali come supradyn per circa 90 giorni. E’ circa un anno che non ho più avuto extrasistole da quando ho integrato con vitamine e minerali.

    2. Ciao Mattia, io ho 37 anni e faccio sport, palestra calcetto, l’ex tra sistole mi veniva una volta al mese, ora da qualche tempo mi arrivano circa 20 volte al giorno, certo all’inizio mi spaventavo e tanto.. Ora invece mi ci sono abituato, certo per colpa loro faccio meno sport per paura che accada qualcosa.. E non vado… Solo ho notato che questo è un periodo di stress pesante, e ho anche notato che se sto tranquillo senza pensieri mi vengono di meno.. Non prendo niente, voglio farle passare da sole, secondo me è solo questione di testa!

  77. Ho 62 anni e dall’età di 45 anni in poi,a periodi,soffro di extrasistole. Quando le sento molto chiaramente (spesso a letto verso mattino dalle 5,00 alle 8,00 girandomi o a pancia in giù o coricato sul lato sx,lato cuore) scatena in me una tale paura che per diverse volte mi obbliga di andare immediatamente al PS più vicino,poi successivamente,dopo la prima rassicurazione inizio l’iter di dottore,cardiologo,esami,(EGG,Sforzo,Holter 24h,esami del sangue ecc ecc) alla fine diagnosi medica : cuore sano,extrasistole da stress e/o ansia. Cure :ansiolitici(es:Lexotan,beta bloccanti (mai presi) ecc ecc) Dai due ultimi esami Holter fatti a 3 mesi,risultano: nel 1° 54 battiti sopraventricolari ( 38 singoli-4 coppie- 2 runs una veloce e una lunga) , 1 battiti ventricolari. Nel 2° eventi sopraventricolari 51- eventi ventricolari 2 non coppie .
    Ho smesso di fumare da un anno, non prendo più caffè da sei mesi, non bevo più liquori o vino da 6 mesi ma le extrasistole continuano a rovinarmi le giornate. Quando lavoro è difficilissimo sentire ex. anche quando lo sforzo è veramente forte è difficilissimo sentire ex. Mentre da rilassato o meglio,nella digestione,nel sonno li le ex sono più frequenti.
    Sono stato per anni senza avere ex (anche quando fumavo 40 sigarette giorno) le sentivo solo quando bevevo con gli amici qualche bicchierino di liquore in più e quando bevevo birra,poi dopo qualche giorno sparivano o almeno non le sentivo, ora sono da un anno che sono riapparse (subito dopo la perdita di mio papà) e riesco a conviverci assumendo a giorni alterni compresse di biancospino (le ex non scompaiono del tutto ma dormo meglio) solo che se insisto con una compressa al di,dopo tre quattro giorni dormo ma faccio dei sogni brutti e allora riduco la dose a una compressa ogni due tre giorni e scompare il problema dei sogni. Come dicevo le ex compaiono più sovente nel periodo di digestione,in effetti tutte le volte che sento una ex è accompagnata o prima o dopo da sbadiglio o senso di rutto.
    Questo è il mio mondo extrasistolare
    Ps: Sapendo i danni collaterali che provocano i betabloccanti non capisco come mai alcuni medici una volta ti dicono che non servono e la volta successiva li prescrivono. SERVONO O NON SERVONO sono solo prescritti per togliersi il pèaziente di torno o eliminano veramente le ex. e sono da prendere solo fino a quando spariscono le ex o bisogna prenderli a vita. Grazie a tutti quelli che commenteranno

    1. Caro Piero mi piacerebbe sapere che tipo di compresse di biancospino utilizzi. Mi chiamo Domenico, ho 25 anni e da 5 anni soffro di extrasistole benigne e vorrei utilizzare il biancospino. Grazie per l’aiuto.

  78. Ciao a tutti, io ho 37 anni e dal età di 20 anni ho iniziato a sentire il problema, solo che si limitava a una o due volte al mese.. Ora da qualche tempo sono diventate una ventina al giorno.. Dopo aver fatto tutti i controlli i medici dicono di non preoccuparmi che il cuore sta bene.
    In questo periodo sento molto stress e certo ogni volta che arriva l extrasistole è un colpo! Anche se non fanno male la paura è sempre tanta!!
    Per colpa del sintomo faccio meno sport.. Anche se il cardiologo mi ha detto di continuare e di stare tranquillo.. Una cosa che ho notato che se sto un pó tranquillo mi si calmano.. Quindi ho deciso che non prenderò nessun farmaco al Max qualche integratore, e me le faccio passare da solo.. Perché parte tutto dalla testa!!! State tranquilli e rilassatevi un po’ di più!!!

  79. Aconitum napellus da 30 ch 3 granuli ogni tanto e le extrasistole spariscono io le avevo da 30 anni fa ma da quando ho scoperto l’omeopatia sono guarito. Provare per credere tanto o guarite o non succede nulla male non vi fara’. Io sono uno scettico ma da quando ho trovato questo rimedio ve lo garantisco e giuro su quello che ho di piu’ caro al mondo che l’omeopatia funziona eccome!!!!!

    1. Ciao Michelle, mi dispiace deluderti ma l’omeopatia a casa mia non è mai funzionata, anzi, ho visto persone rovinarsi proprio la salute con l’omeopatia.

    2. Michelle il tuo suggerimento è molto strano forse a te fa bene perché pensi sia la strada giusta per tue extrasistole. Se leggiamo il bugiardino del medicamento omeopatico Aconitum napllus diche che serve per curare riniti, febbre, laringiti, bronchiti, non c’è nessun riferimento alle extrasistole se non che può essere un tranquillante (per il mal di denti). Comunque se a te sono sparite ben venga questa cura certo che non siamo tutti uguali e a te può far bene mentre ad un altro non fa nulla.

    3. Ciao Michelle.
      Contrariamente a Marius, io , da sempre riluttante nei confronti delle cure omeopatiche, da un paio di anni mi sono a loro “convertito”, ed al bisogno, assumo gocce di Cordiagem (un integratore a base di biancospino, vischio, aglio ecc). Le ex non spariscono completamente ma si attenuano notevolmente.Il mio cardiologo mi ha detto che sono principi attivi presenti anche nei classici farmaci, ma in dosi inferiori. Cmq proverò a seguire anche il consiglio di Marius con potassio e magnesio. Sapendo che si tratta di un problema comune a molti, leggendo i post di questo forum un po’ ci si tranquillizza…Ma ci sono momenti che son meno tranquilli e l’ansia ha la meglio ; e allora vengo deriso perchè ho il controllo facile del polso oppure perchè rinuncio a lunghi viaggi lontano da casa. In bocca al lupo a tutti. :-)

  80. Ciao a tutti. Che dire? Avete già detto tutto. L’unico mio problema che oltre ad essere ansioso, questa situazione mi crea ancora più ansia. Mi verrebbe voglia di fare sempre visite di controllo.

  81. Ciao, 51 anni, stessa trafila. Ecg, Eco, test da sforzo. Ne soffro da circa 30 anni, anzi 33….
    16 anni fa 1’episodio di FAP dopo stress lavorativo intenso e assunzione per lo più serale di 2/3 caffè…..

    Poi per completare, ipertiroidismo da 5 anni che adesso per fortuna dicono “regresso….”

    Sono ancora che aspetto un medico che mi dica la seguente frase: “escluso qualche raro caso ben definito, per il 90% dei casi non ci abbiamo capito niente”…. potrebbe essere un inizio per cominciare a fare studi approfonditi, invece quando non ci capiscono nulla dicono: è un problema di testa…più ci pensi e più è peggio….ma la domanda è: quando per fortuna per lunghi periodi sono passati…..e poi all’improvviso ritornano…Ma CHI CAVOLO CI AVEVA PIU’ PENSATO! :)

    1. Sono perfettamente d’accordo.

  82. Salve ho 20 anni e ho lo stesso problema. Ieri durante la giornata ho fatto le solite cose tutto nella normalità…ma la sera sono uscita con mio padre a mangiare una pizza e… In tutta la serata (dalle 10:30 circa alle 4 di notte) ho avuto una 30ina di extrasistole. Alle 11 sono arrivata in pronto soccorso e mi hanno fatto 2 elettrocardiogramma (di 2 secondi ciascuno) e mi hanno detto tutto apposto. Ma io dico come si fa a capire da un elettrocardiogramma di 2 secondi? Sta di fatto che io ancora stamattina ne ho. Non come ieri ma ci sono. Sono preoccupata, cerco di stare tranquilla ma non ci riesco…la paura dell’infarto è sempre dietro l’angolo

    1. Stai tranquilla che pure io ne soffro ho fatto tutti gli accertamenti possibili e sto bene…io soffro anche di ansia e attacchi di panico…quando ti prendono cerca di distrarti e fare altro….se comunque vuoi essere più sicura fai esami più approfonditi

  83. Come già in precedenti commenti sono da anni che ogni tanto ho la percezione di avere un colpo in meno al cuore. Tutti gli esami fatti ECG-Holter 24H- esami del sangue tutto ok. Solo nell’Holter 24H c’è la presenza di extrasistole di giorno e di notte. Non moltissime 10 o 20 per test ventricolari e soppraventricolari ma fastidiose e ogni volta che si sentono parte la paura. Preciso che è da diversi anni che periodicamente avverto questa sensazione. Però sono stato per un lunghissimo periodo di anni senza o sentirle o se c’erano non le sentivo. Ora non so per quale motivo è da inizio anno 2015 che li risento ma tutti i medici cardiologi interpellati con esami alla mano mi dicono che il cuore è sano e di non preoccuparsi. Sembra facile…
    Ultimamente prendo tutte le sere una tisana di passiflora,biancospino,melissa,camomilla e le extarsistole si sono ridotte. Ma alcune volte le sento talmente forte (o doppie) che per almeno mezza giornata non mi sento bene fisicamente. Poi con il tempo passa e si stabilizza. Ho provato a prendere queste erbe direttamente in erboristeria ( anziché le bustine del supermercato) ma dopo due o tre sere di tisana forse concentrata faccio dei sogni brutti. Smetto e passano. Riprendo e risogno. Quindi ora prendo per due sere la tisana erboristeria poi per tre sere le tisane in bustine e cos’ vado discretamente bene. A parte, come ho detto prima,che ogni tanto mi prende una extrasistole molto forte che mi fa stare male per 4-5 ore. Forse sarà una exrtasistole o doppia o ventricolare. A qualche altro di voi succede la stessa cosa?
    Grazie

  84. Salve, vorrei sapere se ci sono tecniche respiratorie che servono a prevenire le extrasistole, grazie.

  85. Esiste un unico metodo per eliminarle del tutto e non sentirle mai piu’ .
    Dopo vent’anni ho trovato l’antitodo e credo che nessun specialista sara’ mai in grado .
    Sono l’unico a saperlo ma non posso dirlo a tutti perche’ qualcuno ne farebbe un brevetto medico.
    Grazie. Saluti

    1. Anche io ho la cura naturale per tutti i tumori ma non lo dico a nessuno perché sennò mi rubano l’idea. Mica sono scemo che salvo il mondo!!

    2. Ciao Alberto, e mi rivolgo anche a tutti gli extrasistolani, vi dico cosa fare per far sparire le extrasistole per sempre, semplicemente sforzandovi di bere due litri d’acqua la mattina e due il pomeriggio per 3 giorni e poi vedrete se le sentite piu’. Paradossalmente nessuno mai l’ha pensato ma la cura e’ tutta’ li’, gratuita. Provate e poi vi chiedo gentilmente di rispondermi all’indirizzo Mail (indirizzo oscurato). Mi ringrazierete per sempre.
      grazie a voi.

    3. Ciao Camillo bere acqua oltre il limite, potrebbe senz’altro nuocere. L’acqua sopratutto quella con “effetti diuretici” può avere ripercussioni sulla “stabilità” dei minerali all’interno del corpo e peggiorare le extrasistole. L’indirizzo email è stato cancellato per motivi di privacy.

    4. Che cosa hai da nascondere Fenomeno. Fai del bene al tuo prossimo se proprio ne sei uscito.

  86. Ciao a tutti sono Max e ho l’extrasistole da piu’ di 25 anni, le prime mi sono capitate a 20 anni, dopo avermi diagnosticato un ipertensione essenziale,
    da quel momento in poi sono entrato in un loop, con tutto il calvario tra ospedali che studiavano il caso ( con degenze di mesi ) e visite private; arteriografie, tac, risonanze magnetiche, gastroscopia, ecocuore, ecc.. , per arrivare alla conclusione che non c’era nessuna patologia rilevante.
    Ma il mio cervello si era convinto che stavo male e potevo rischiare da un momento all’altro la vita, cosi’ insorsero le famose extrasistole a complicarmi la vita oltre gli attacchi di panico e l’ansia.
    Oggi ho 44anni e ho abbandonato in parte la medicina tradizionale, per iniziare una nuova esperienza con la med. olistica ( omeopatia ), devo dire che mi ha aiutato molto, disciplinando alcuni aspetti di me stesso, ma non ha risolto l’extrasistole definitivamente.
    Poi per 4anni sono stato senza mangiare carne, solamente in rare occasioni quando lo richiedeva il mio organismo assumevo un po’ di pesce, ma la vera svolta e’ stata la pratica dello yoga la meditazione, a cui attribuisco una buona parte dei meriti di quel lungo tempo senza avvertirne una di (extrasistole).
    Ora si sono riaffacciate e con lunghe sedute, penso di avvertirne una o due al minuto per ore, poi spariscono per una o due settimane ed eccole di nuovo.
    Continuo la pratica della meditazione essendo un contemplativo e ricercatore della Verita’, ho inserito nella dieta, raramente un po’ di carne bianche, forse e’ lei che ha innescato il ritorno?
    Oggi con l’aiuto della meditazione riesco a conviverci con le extrasistole addolcendo il battito che prima mi levava il respiro per una frazione di secondo con tutte le paure annesse, con l’accettazione del sintomo. in Cina c’e un proverbio che dice le malattie sono i nostri migliori amici, in India i maestri dicono sulle malattie: un ospite poco gradito prima o poi se ne andra’ anche quando la malattia si fa’ sentire non dategli attenzione e vedrete cosa accade…!! ATTENZIONE CI VUOLE VOLONTA’ E COSTANZA, ABNEGAZIONE E DISCIPLINA D’INTENTO !! BUONA FORTUNA

  87. Ciao a tutti . effettivamente leggere il vostro post e molto rassicurante. soffro di extra solo da tre mesi e devo dire sono molto invalidanti , non ne ho tante quanto voi , ma sono arrivato nei giorni peggiori ad averne qualche centinaio al giorno e sopratutto quando ci si mettono non posso praticamente stare in piedi e devo stare sdraiato. A qualcuno di voi risulta questa situazione nella proprio vita ? : Sentirsi sopraffatti da una situazione o da sostenere qualcuno come genitori, partner, situazioni economiche difficili?? fatemi sapere

  88. 50 anni con lieve prolasso mitrale, e in cura con betabloccante. Prima le avvertivo quasi tutti i giorni due, tre ma non ci facevo caso, ora è un periodo che per due tre mesi non avverto nulla, poi ricompaiono per una decina di giorni dall’ultimo holter 24h risultano circa 1700. Cambiato cardiologo secondo lui dovrei provare con dei antiaritmici. Non so più dove sbattere la testa qualcuno ha lo stesso mio problema. Grazie.

  89. Sono Antonella e anche io soffro di questo problema ma a qualcuno porta anche un colpo di tosse e un mancamento d’ aria? Sento come se il cuore si sposta a destra dura un secondo ma mi fa paura vi prego rispondetemi. Grazie.

  90. Salve a tutti… bell’articolo, pieno di ottimi consigli. Io ho 34 anni e da circa un mese e mezzo ho scoperto di avere un’aritmia, detta bigeminismo (quindi sostanzialmente un’extrasistole ventricolare ogni battito “normale”). Passa di rado a riposo ma fortunatamente passa sotto sforzo. Sollevo pesi. Da qualche giorno poi ho la pressione inspiegabilmente alta (150/80) quando l’ho sempre avuta normale prima. Ho fatto tutto: ecg, ecocardio, holter 24h, prova da sforzo massimale, analisi sangue e urine con controllo degli ormoni tiroidei… ho un cuore un po’ ingrossato (per lo sport, suppongo) ma funzionale. Sono 3 giorni che prendo Bisoprololo 1,25mg su consiglio di medico di base e cardiologo ma la prospettiva di prenderlo per tutta la vita, magari anche in dosaggi più alti, mi deprime. Anche perché ad informarsi non si capisce nemmeno se gli effetti collaterali ci sono o no (parlo principalmente di problemi di erezione, stanchezza, perdita di capelli).

  91. Ciao a tutti, cercando su internet ho trovato questo forum.. è interessantissimo. Più che altro per capire cosa mi stesse succedendo. Mi rispecchio con gli stessi vostri sintomi. Tutto è cominciato da più o meno 3 mesi fa.. che come il solito dopo il lavoro mi ero caricata sul divano per riposare un pò nel pomeriggio, e tutto ad un tratto questo stranissimo colpo fortissimo nel petto e da lì il panico più totale con conseguente tachicardia.. da quel giorno ne ho di continuo, più ci penso e più mi vengono.. in seguito a questo ho iniziato a soffrire di ansia e qualche notte ho anche dei bruttissimi attacchi di panino. Infatti arriva sera ed ho sempre paura di mettermi a letto. Sono sempre tesissima e mi ascolto sempre il battito del cuore. Ho fatto solo un’elettrocardiogramma e esame per la tiroide e sono andati bene. La mia dottoressa mi dice solo che è ansia e di prendermi la valeriana. Ho la sensazione anche di respirare con l’affanno. Secondo voi è solo ansia o veramente anche io ho le extra??? Sono una ragazza di 25 anni e ho davvero paura perchè mi stanno ostacolando la vita.. aspetto risposte grazie amici :)

    1. ciao sono mixy, ho avuto il tuo stesso problema molti anni fa, dopo tutti gli accertamenti, un dottore mi disse che potevano essere i reflussi gastrici, infatti gli attacchi erano prevalentemente notturni oppure pomeridiani, anche l’ ansia fa la sua parte, cosi’ avendo curato lo stomaco e l ‘ansia con tanta volonta e senza medicine, unico integratore preso otobaia (non ricordo se si scrive cosi’) che ho trovato molto efficace a lungo termine, spero di esserti stato d’ aiuto ciao.

    2. Ciao Mary, fai anche l’holter cardiaco 24h.

  92. Ho già lasciato un post scritto precedente dove spiego tutto l’iter sulla patologia. Cmq, rispondo a Mery dicendo che è tutto normale, l’extrasistole si riaffaccia ogni qual volta in quel modo irruento levando il fiato per una frazione di secondo e poi dando la sensazione che il cuore sbalzasse fuori dal corpo. Tutto il resto, il colpo di tosse la mancanza di respiro gli attacchi di panico sono sintomi neurovegetativi dati dall’ansia che chi più’chi meno si trascina dietro. Possono aiutare 3/6 gocce di ansiolin sublinguali 2/3 volte al di’, per un po’ di tempo che decidete insieme con il vostro medico, fino ad essere voi stessi a ritenere “passato” scalando la dose, se riassumerla nei momenti più’ intensi ove blocca la vostre scelte. Non ne sarete dipendenti usandolo in questo modo, associatevi la meditazione, e se siete alle prime armi iniziate con quelle guidate, anche su youtube, portando pace al vostro interno e gioia all’esterno, e da li’ che parte tutto. Abbiatene cura non solo sull’esteriorita’. OM

  93. Mah che vi devo dire, da tre settimane sono comparse queste EX, ma sempre di notte, mi sveglio verso le 3 e incominciano a tormentarmi, cominciano con qualcuna, e il cervello le moltiplica, però se mi alzo e cammino un po per la stanza, svaniscono, come mi distendo, ricominciano. Appena stamattina sono stato dal mio medico, che mi ha visitato, e sul monitor mi ha fatto vedere il tracciato ECG di qualche giorno fa, tutto normale, la pressione 120/78, faccio lavori manuali, anche pesanti, nessun disturbo, sono un tipo ansioso, e qualche episodio l’ho’ avuto dopo sposato a 22 anni, ho giocato al calcio fino all’età’ di 50 anni, adesso ne ho 69, e e mi sento ancora in ottima salute. Il mio medico mi ha mandato per un holter 24 ore, ma senza fretta, dicendomi che se avevo qualcosa di serio, mi mandava d’urgenza all’ospedale a volte, ho l’impressione,che nemmeno i medici ne capiscano gran che. State tranquilli… a meno che non avete patologie al cuore, sono innocue, a parte la paura che mettono in corpo. Ciao!

  94. Ciao a tutti, io è da quattro anni che ho queste maledette extra in più soffro di ipotiroidismo autoimmune ho fatto tutto gli esami holter 24 h e ecocolordoppler a riposo risultati lieve prolasso valvola mitrale tutto il resto del cuore nella norma con Fe 60. Lo ammetto io sono molto ansiosa e mi agito per il nulla… all’inizio prendevo lexotan al bisogno ma adesso il medico mi ha dato Ansioten un farmaco che non crea dipendenza sembrerebbe mi calmi un po ma io le sento ugualmente altri farmaci non me ne vuole dare perché dice che non ho bisogno….Non so se è il caso di andare da uno psicologo io non so più che fare….

  95. Sembra strano e forse è una concausa ma le mie extrasistoli sono sparite quando ho intuito che nel periodo in cui erano aumentate stavo facendo un abuso di cioccolato. Ho smesso di mangiare cioccolato e sono sparite. La dieta è vermante fondamentale in tutto.

    1. Ciao Matteo effettivamente le extrasistole si presentano dopo una scorpacciata di cioccolata fondente. Quella fondente è ricca di cacao che a sua volta contiene caffeina. La cioccolata normale poi, infiamma l’intestino e provoca acidità di stomaco che a sua volta possono scatenare delle extrasistole.

  96. Ciao a tutti! Io ho appena tolto l’holter e ne ha registrate 13000. Il problema è che a me compaiono subito dopo il ciclo mi durano 10 giorni e poi scompaiono fino all’arrivo del prossimo ciclo. Come mai?

    1. Ciao gentilissima Carla, io controllerei per sicurezza i livelli di Ferro nel sangue sia prima che dopo il ciclo.

  97. Ciao a tutti,
    interessante questo forum, in qualche maniera mi fa sentire meno sola!

    Ho 35 anni, da circa 1 anno ho ricominciato a soffrire di attacchi di panico. Da 6 mesi ho questa stranissima sensazione, che a volte viene con una specie di “tremore” o “sfarfallio” mi sembra che mi manchi il fiato…ma il battito procede regolare. Altre volte invece, sento come un tonfo e mi sembra che il cuore si fermi per qualche istante per poi riprendere a battere velocemente…la cosa mi terrorizza, ho paura che non riprenda più a battere e temo di morire all’istante!!! Mi succede spesso quando sono da sola o da sola con mio figlio piccolo. Oggi ho messo l’holter, domani lo tolgo e…aspettiamo cosa mi dicono!!

  98. il 22 novembre ho avuto il primo “attacco” tremore, sudorazione, battiti a 160/min, senso di svenimento.. corro al pronto soccorso (convinto come tutti che sto per morire) e mi diagnosticano una tachicardia sinusale. dopo aver fatto 3 ecg, un holter e la misurazione dell’enzima nel sangue (che dovrebbe scoprire il rischio infarto passato) tutto ok… il mio medico ora mi ha dato un betabloccante (diminuisce la frequenza cardiaca) e di tachicardia non ho piu’ sofferto ma il senso di malessere generale, dolorini al petto, la sensazione di micro blackout è persistente… i medici mi dicono di aspettare, secondo loro non c’è bisogno dello psichiatra ma vi giuro anche senza tachicardia cosi la vita diventa invivibile.

    1. Salve gentilissimo Roberto, ci dice la sua età?

    2. non so se si sia perso il messaggio o sia in attesa di pubblicazione, nel dubbio le ripeto che ho 40 anni senza una storia clinica pregressa di nessun rilievo

    3. Salve gentilissimo Roberto, i messaggi vengono pubblicati solamente dopo che vengono “moderati”. Volevo chiederle, se fuma o beve. Come è la sua vita sedentaria o movimentata? E’ in sovrappeso? Che tipo di alimentazione ha? Ha mai assunto integratori di vitamine prima di questo episodio?
      Risponda con calma a tutte le domande, le auguro una buona giornata.

    4. Buongiorno, rispondo alle sue domande: astemio, non mi drogo, fumavo un pacchetto al giorno poi dal 22 novembre ho diminuito fino a fumarne 6/7 al giorno, bevo 2 caffè al giorno l’ultimo alle 10,30 del mattino, svolgo un’attività sedentaria ma fuori dal lavoro cammino a passo svelto 1 ora al giorno, l’alimentazione è curata (sempre a parire dal 22 novembre) e attualmente sono 6 kg in sovrappeso.

    5. Salve gentilissimo Roberto cerchi di smettere di fumare e di bere caffè se vuole stare meglio con il suo cuore. Diminuire il numero di sigarette non aiuta, quello che aiuta è smettere. Lei attualmente ha un grado di rischio 5 volte superiore di aver problemi di cuore rispetto ad una persona che non fuma. Il caffè altrettanto provoca aritmie cardiache pertanto “personalmente” lo togliere dall’alimentazione “curata”-

  99. Anche io mi sento di raccontare la mia storia! Mi chiamo giuseppe e ho 21 anni.. Soffro di extrasistole da quasi 2 anni, ho un lieve prolasso della valvola mitralica con una minima insufficienza, nonostante ciò diversi medici e specialisti mi hanno rassicurato di poter fare comunque sport e attività fisica, prima assumevo il TENORMIN DA 1000MG per via della mia forte tachicardia (in parte causata dalla mia ansia) poi sono andato in un centro cuore dove mi hanno detto di smettere immediatamente con quel betabloccante, che il mio cuore era sano e che dovevo smettere gradualmente, e così feci.. Iniziai a prenderne sempre di meno, e il dottore mi aveva avvisato che questo avrebbe potuto farmi stare male, tant’è che ho avuto anche una fibrillazione atriale quando ho praticamente staccato il tenormin.. Adesso da alcuni mesi prendo il congescor da 1,25 che in teoria dovrei staccare anche, soffro ancora di extrasistole ma non come un tempo.. Chi ne soffre sa già che non è facile affrontarle, per esempio a me capita di avvertirle specialmente il mattino quando devo alzarmi presto per andare a lavoro, quando mi innervosisco, e soprattutto quando inizio a spaventarmi per qualcosa. Io vorrei solo rassicurare tutti voi che se a distanza di 5 , 10 , o 20 anni siete ancora qui a scrivere è soltanto perchè queste extrasistole pur essendo fastidiose non sono letali, quindi non rischiamo nulla.. Altrimenti non si spiegherebbe come centinaia di persone che soffrono dello stesso problema giungono tutti ad una conclusione: ANSIA, ANSIA, E ANCORA ANSIA! E’ questa la causa principale a renderci ancora più vulnerabili alle extrasistole, quello che mi sento di dire è semplicemente che chi le ha (me compreso) deve conviverci per il resto della vita, ma anzichè alimentarle con paure infondate dovrebbe pensare a vivere la sua vita come se fosse l’ultimo giorno!

    Giuseppe.

  100. Salve, ho 53 anni e da almeno 20 soffro di tachicardia e extrasistoli. I primi anni si manifestavano raramente, ai primi episodi sono corsa in pronto soccorso in preda a vere e proprie crisi di panico, ovviamente dagli accertamenti non è emerso nulla. Esami nella norma, cuore sano. Nel frattempo ho avuto anche una gravidanza. Da qualche anno gli episodi di extrasistole si sono intensificati, ho ripetuto gli esami (elettrocardiogramma, Holter e prova da sforzo) l’holter ha rilevato numerosissime extrasistoli ( più di 13.000) non minacciose. Il cardiologo mi ha prescritto congescor da 1,25 che però non allieva il fastidio ma almeno tiene sotto controllo la tachicardia visto che mi agito e entro in panico. Il cardiologo mi ha suggerito di fare attività sportiva ma io ho paura anche perché dopo averla fatta i battiti cardiaci rimangono elevati (90/100) per alcune ore. In questo ultimo periodo ho notato che si presentano soprattutto dopo i pasti (più a pranzo che a cena). Ho fatto una gastroscopia e mi hanno trovato una lieve gastrduodenite che ho curato con pantoprazolo da 40mg. Ma le extrasistoli non mi lasciano mai, ho il terrore di avere qualche cardiopatia. Nessuno mi ha mai fatto fare uno studio elettrofisiologico. Sto impazzendo perché questo problema sta limitando notevolmente la mia vita e la sta rovinando anche a coloro che mi stanno accanto

  101. Mi sento una ferrari con il freno a mano tirato con queste extrasistole non riesco a vivere serenamente forse farò a breve un corso di rilassamento se può aiutarmi ho provato con il cardicor da 2.5 mg na senza risultati. Sto andando in confusione. Cmq, per me, dipende tutto dalla testa.

  102. Sono Giovanna 57 anni. Da 15 anni soffro di extrasistole associate a eruttazioni continue. Tanti esami cardiologici che hanno rilevato le extrasistole, blocco completo di Branca sinistro e il cuore un po’ ingrossato da pressione alta ora sotto cura. Il cardiologo mi ha segnato diversi antiaritmici ma l’unico che faceva un po’era l’amiodarone. Siccome mi provocava noie alla tiroide ho provato a smettere. Ma sto meglio solo con eruttazioni e respironi. Poi però il tutto ricomincia. Non le sopporto più, cosa devo fare? Ci sono farmaci alternativi ad amiodarone che fanno meno male? Ho anche un forte stress che mi condiziona.

  103. Ciao “colleghi”….. leggendo mi sento meno solo… ma mi incuriosisce come nella vita reale io non abbia nessun conforto perche non conosco nessun amico/persona che soffra di extrasistole ( fortunatamente per loro) e invece qui leggo molti fastidi identici ai miei.

    Mi reputo fortunato perche soffro da 1 anno di estra e aimè le avverto tutte in gola…. non serve un holter, ma mi creano talmente disagi fastidiosi che non ne passa una senza sentirla…. ma meno male che cardicor 1.25 fa il suo effetto… e le limita notevolmente…
    Fatto ecg ed ecocuore, prova sforzo, holter e scintigrafia miocardica con tracciante. Insomma cuore sano ma extrasistole sempre li dietro l’angolo… se smetto cardicor già al terzo giorno diventa ingestibile… e impazzisco all’idea di vivere con questa pastiglia! Non voglio!! Non so dire se dipende da problemi gastointestinali so solo che tutto é partito all’improvviso senza aver mai avuto qualche sintomo nei giorni /mesi passati. Boom tutto all’improvviso…. 4 volte al PS in preda al panico… andare a dormire e credere di non svegliarsi….
    Ho imparato ad ascoltate il mio corpo, e ho capito che le mie extra, le piu persistenti e fastidiose, compaiono in fase di recupero dopo aver fatto mgari le scale o aver alzato una serranda molto pesante.. li si innescano e diventa un circolo vizioso: sforzo-extra-testa e loop… incredibile. Ho paura di correre di giocare a calcio a tennis di fare palestra… sto perdendo questa battaglia mentale…
    Leggo qua e la ma non trovo una soluzione ….. i medici mi hanno anche prescritto lexotan per dormire e rilassarmi ma siamo sempre li…..

    È demotivante.
    Difficile da non pensarci
    Eppure siamo tutti nella stessa barca. Ma nessuno che ha risolto definitivamente

  104. Salve qualcuno mi può aiutare? Da circa un mese avverto extrasistole ma solo al centro della gola. Prendo cardicor 2.5 e xanax 0.25 ma senza alcun risultato.

    1. Salve gentilissima Sonia, sinceramente è la prima volte che sento parlare di extrasistole al centro della gola. E’ fumatrice? Quanti anni ha? Soffre di acidità di stomaco?

  105. Ciao a tutti, mi chiamo Viola e ho 29 anni.
    È la prima volta che scrivo su un blog ma questa situazione mi ha portato a cercare persone che hanno il mio stesso problema. Sin da piccola soffrivo di tachicardie strane, probabilmente dovute dall’ansia e questo mi ha portato ad essere sempre sotto controllo. Il cuore è sempre stato sano e ho intrapreso kick boxing agonistico per qualche anno. Dopo anni che avevo smesso e in un periodo difficile, avverto una serie di tonfi al cuore, parliamo di ormai di un anno e mezzo fa. Da quel momento niente è stato più uguale, ho smesso di fumare e bevo meno alcolici ma ogni volta che provo a fare sport nella fase di recupero tornano. Ho svolto altri esami (compreso quello sotto sforzo) e non hanno mai rivelato le ex ma un soffio e un lieve lam ( per colpa del quale ho preso gli antibiotici per una pulizia dei denti). Il mio dottore mi consiglia il Lexotan, io senza sport mi sto deprimendo e vorrei ricominciare a fumare.

    1. Salve gentilissima Viola ha provato a fare altri esami? Generalmente come nel mio caso le extrasistole erano provocate da disturbi “gastrici” e dalla mancanza di vitamine del gruppo B. Ha mai avuto problemi di bruciori di stomaco? Per prima cosa e sempre parlando per esperienza personale diventa obbligatorio una serie di test, io ho fatto un esame delle feci alla ricerca di “parassiti” ricordate che il numero di “nematodi” studiato e delle possibili “uova” è limitato anche nel test. Questi parassiti provocano gonfiore addominale e alla lunga possono simulare extrasistole. Esame per controllare se si ha l’ernia “iatale”. Esami per vedere le intolleranze al lattosio e le possibili allergie stagionali ai pollini, alle muffe e agli acari. Perché tutti questi esami? Perché se il cuore dopo numerose analisi e sano la mente ugualmente, allora, bisogna cercare il responsabile altrove.

  106. Ciao amici di extra…..sono Elisabetta ho 59 anni e festeggio 42 anni di extrasistolia, con alti e bassi naturalmente ma adesso non ce la faccio più sto impazzendo! tre mesi fa ho fatto un eco perché ho il prolasso mitralico, di holter ne ho messi talmente tanti che non li sopporto più. Al pronto soccorso mi hanno fatto una flebo di gastro protettore e plasil invece il medico di base mi ha ordinato xanax e antidepressivi associati a 1 compressa di Almarytm e un quarto di SelexBeta, Che dirvi, zero risultati! Cosa devo fare? Come va avanti la mia vita? Se riesco a distrarmi qualche volta spariscono ma se mi fermo sul divano per riposare o a letto aumentano, e non parliamo di quando ho qualche impegno. Vi ricordate la moglie di Benigni nel film La vita è bella? Lei quando doveva fare qualcosa che non le piaceva si faceva venire il singhiozzo, beh io le EXTRA, aiuto!

  107. Buongiorno sono simona,.mi sono imbattuta per caso in questo forum e volevo condividere con.voi il mio problema di extrasistole. Sono iniziate a 6 mesi dal parto, ho 28 anni, dopo una.forte colite dovuta ad un.cambio di alimentazione (dieta prescritta da un dietologo ma troppo piena di.fibre per il mio.colon irritabile) vanno avanti da un anno e mezzo, con alti.e bassi, ho fatto elettrocardiogramma ed ecg, ho fatto.anche un.holter che ne ha registrate circa 2600. Il cardiologo ha detto che sono benigne, di origine ventricolare e che il cuore è assolutamente sano, tuttavia appena ho manifestato la mia volontà prossima nel cercare un’altra gravidanza, lo stesso mi ha detto che in questo momento non se la.sentirebbe di consigliarmelo. Mi ha prescritto una risonanza magnetica al miocardio che farò tra qualche mese. Qualcuno ha avuto altre gravidanze con qst problema? Io non ho mai bevuto ne alcool ne caffè, mai fumato, sono un Po in.sovrappeso per via dello stile di vita sedentario ma faccio 40 min di cardiofitness ogni giorno e qnd mi alleno, passeggio o.nuoto sto benissimo. Le.extrasistole compaiono principalmente la mattina, x anni ho sofferto di bulimia nervosa vomitavo.ogni mattina x tutto il periodo scolastico, finiti.gli studi è finito il vomito e gli attacchi di panico. Compaiono regolarmente qnd sono s a stomaco troppo vuoto o troppo.pieno e qnd ho molta acidità di stomaco, il mio medico di base sospetta reflusso e ernia iatale ma ancora non sono riuscita a vedere il gastroenterologo. Che ne pensate?

    1. Salve gentilissima Simona, prima di tutto curi l’acidità di stomaco. E’ un classico che le extrasistole vengono in concomitanza di acidità di stomaco. Ne parli con il suo medico, faccia tutte le analisi del caso.

  108. Ciao a tutti, anche io soffro di extrasistole. Oramai sono un paio di anni e devo dire che alle volte sono veramente esausto. Mi fanno paura anche se so che non sono pericolose. Compaiono nei momenti in cui mi diverto e nei momenti in cui cerco di rilassarmi. Compaiono in qualsiasi momento. È vero, come dicono in molti che compaiono non appena ci pensi. Ma spesso questo pensiero non è consapevole. Leggere i vostri commenti mi ha sollevato un poco l’animo. Sapere che ci sono persone che comprendono il fastidio e la stanchezza che provocano questo disturbo mi ha fatto sentire meno solo. Non ho consigli da dare perchè pur sapendo che si tratta di una questione emotiva non riesco ancora a risolverla ma volevo ringraziare tutti per aver condiviso le rispettive esperienze.

Lascia un commento

Close Panel

Contact Us:

Street Name, FL 54785

Visit our Location

(01) 54 214 951 47

Call us Anytime

Mon - Fri 08:00-19:00

Sat and Sun - CLOSED

Follow Us:

Stay in Touch: