Come e Quando Seminare le Patate

Come e Quando Seminare le Patate: Le patate da sempre sono considerate il cibo dei poveri. Grazie alle loro proprietà salutari sono ricche di carboidrati semplici capaci di tenerci in forma costante. Le patate non sono tutte uguali ce ne sono di dolci, rosse e bianche. Esse, sono prevalentemente dei “tuberi”. Sono originarie delle catene montuose delle Ande, nella zona dell’America del Sud lungo le coste Cilene ed Argentine. Le patate hanno da sempre avuto un rendimento maggiore rispetto ai comunissimi cereali.

Botanicamente parlando la patata appartiene alla famiglia delle Solanaceae. Genere: Solanum. Nome scientificoSolanum tuberosum Linnè. I 3 maggiori produttori di patate al mondo sono la Cina, l’India, la Russia. Tra gli altri esportatori c’è anche l’Ucraina ma con la crisi della centrale nucleare di Černobyl’ le sue vendite a livello mondiale sono calate per la paura di patate radioattive.

come seminare le patate

A) In quale mese si semina: Solitamente a fine febbraio quando la temperatura supera i 5 gradi. Potete scegliere diversi tipi di patate rosse, bianche, marroni, viola. Ogni varietà differente avrà un differente mese di semina anche se per la maggior parte delle patate a fine mese di febbraio la semina è “perfetta”. Alcuni “esperti” consigliano la semina direttamente all’inizio della primavera che coincide con il 21 marzo.

B) Temperatura di semina ideale: La temperatura ideale di semina delle patate deve essere superiore ai 5 gradi celsius. Se scendiamo troppo con la temperatura anche il terreno automaticamente sarà “ghiacciato” e ci risulterà difficile seminare le nostre patate e sopratutto “scavare” sotto terra.

C) Sole, semi-ombra, ombra: Le patate generalmente possono essere piantate in pieno sole ma anche in semi-ombra sotto un albero. Hanno bisogno di circa 6-7 ore di sole intenso al giorno. Per esperienza personale le ho piantate sempre in una zona abbastanza in semi-ombra per evitare che il sole nelle ore più calde bruci le foglie.

D) Tipo di terreno ideale: Il tipo di terreno ideale “quasi tutti”. Cosa intendo con quasi tutti? Le patate si adattano perfettamente ad ogni tipo di terreno. Diffidate da chi è puntiglioso e dice “nel tuo terreno le patate non vanno bene” ” non cresceranno” “non verrà fuori niente”. Azionate da soli e piantate le vostre patate. L’invidia in campo “agricolo” è veramente estrema. E’ molto facile coltivare patate e con una buona irrigazione la moltiplicazione farà invidia a tutti i vostri vicini. Obbligatoriamente cercate di rimuovere il più possibile tutte le erbacce presenti nel terreno per far si che le patate possano farsi “rispettare”.

E) Profondità di semina: Generalmente 3 cm di profondità per le piccole patate sono più che sufficienti. Una volta che avete fatto piccole buche con una profondità di circa 3-4 cm ricoprite con il terreno che avete tolto dalla buca.

F) Distanza di semina: La distanza di semina deve essere di circa 50 cm. Maggiore è la distanza più possibilità ci sarà per le vostre patate di formare una bella famiglia.

G) Annaffiatura: Nel periodo caldo bisogna annaffiare le patate con cadenza giornaliera. Ovviamente non andranno annaffiate quando l’acqua cade dal cielo. Per esperienza personale le patate vanno annaffiate verso le ore più “fresche” della giornata come per esempio le ore 6 del mattino e le 20 di sera. Cercate di non indirizzare il getto di acqua sui fiori ma direttamente alla radice.

H) Dopo quanto spuntano: Dopo circa 10 gg è possibile vedere la piantina di patata farsi spazio nel terreno con una colorazione verde brillante.

I) Raccolta finale dopo quanto tempo: Dopo circa 2 mesi nella stragrande maggioranza dei casi le vostre patate possono essere raccolte. Prendete una bella zappa o una zappetta da giardino ed iniziate a cercare il vostro “tesoro” che la terra vi ha regalato. Le patate possono insediarsi molto in profondità ma anche lateralmente dunque, cercate molto bene e non dimenticatevi delle patate sotto terra.

1) Informazioni supplementari: Le patate sono ricche naturalmente del minerale “potassio” capace di azionare in modo positivo sull’intera muscolatura del nostro corpo. Esse, sono capaci sempre grazie al “potassio” di aiutare il nostro cuore a pompare in maniera “sana”. Il potassio contenuto nelle patate è capace di eliminare il sodio in eccesso dal nostro corpo contribuendo in maniera sana ad un equilibrio elettrolitico all’interno del nostro organismo. Per maggiori informazioni leggere: 10 benefici della patata. Da non dimenticare che i carboidrati derivanti dalla patata sono gli “amidi”.

2) Combinazione culinaria perfetta: Le patate sono ottime in combinazione all’arrosto con pollo o carni bianche ma anche in combinazione con preziose verdure come le carote. Un piatto che adoro particolarmente sono le patate “mischiate” con i spinaci. La particolarità di questa combinazione è data dall’altissimo apporto di sostanze nutritive come per esempio il potassio ed il magnesio. Questa particolare combinazione contribuisce ad uno stato di benessere e relax.

Conclusioni: Le patate sono un dono prezioso di “madre natura”. Alcune persone se mangiano troppe patate possono incorrere ad un iperpotassiemia un eccesso di “potassio” nel sangue in combinazione ad integratori alimentari di potassio. Da non dimenticare le differenti razze di patate. Non solo la colorazione è importante ma anche la “razza” o più comunemente “specie”. Molto famose in Italia le patate di Colfiorito. Le patate di Colfiorito vengono dai monti della verde Umbria e sono tra le migliori patate del mondo con un gusto estremo ed “inconfondibile”. I diabetici possono mangiare le patate? Non tutti i tipi di diabete sono “uguali” e dunque, la consultazione con il proprio medico curante è obbligatoria.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*