Orecchie Tappate: Aereo, Treno, Metro, Ascensore

Moltissime persone avranno sicuramente sperimentato quando erano in viaggio in aereo, metro, treno od ascensore una strana sensazione alle orecchie. Le orecchie diventano ovattate e tappate e la pressione diventa talmente forte da creare un forte disagio. E’ possibile sperimentare questi sintomi solamente ad un orecchio oppure ad entrambi. Il tutto inizia con una sensazione di orecchie ostruite o bloccate e si verifica contemporaneamente ad altri sintomi come acufene, alterazione della percezione dell’udito, dolore, produzione eccessiva di muco e congestione nasale. Ci possono essere così tante cause dietro la sensazione delle orecchie ostruite, dalle infezioni respiratorie auto-limitanti alle infezioni dell’orecchio cronico, danni ai nervi o allergie. A volte, le orecchie ostruite sono solo il tentativo del tuo sistema uditivo di regolare la pressione nell’orecchio medio quando la pressione esterna cambia drasticamente, è questo è il caso dei viaggi in aereo, treno, metro oppure in ascensore o dentro un tunnel quando si viaggia in macchina.

Ricordo moltissime volte quando il treno entrava in una galleria buia la sensazione fortissima di orecchie chiuse, ovattate ed una sensazione di perdita di udito che mi dava fastidio. Provavo ad ingoiare bevendo un sorso d’acqua oppure a sbadigliare per liberarmi le orecchie. Ho deciso di non viaggiare mai più con treni, metro ed aerei. Nonostante questo ho notato che il problema si presentava anche in macchina sopratutto quando si entrava in un tunnel ma anche in ascensore. Questo problema sopraggiunge anche in montagna oppure semplicemente quando si è ad alte quote. Le persone intorno a te quando sono in treno ti guardano in modo strano quando ti vedono in quello stato abbastanza provato. Qui di seguito enumerate una serie di possibili cause che possono “scatenare” questi disturbi.

Orecchie tappate in aereo

1) Differenza nella pressione dell’aria: Questo può essere il risultato del viaggio in aereo e spesso si verifica quando l’aereo sta decollando o atterrando. La pienezza dell’orecchio è comune quando si viaggia in metropolitana, immersioni subacquee o nuoto sommerso o profondo sott’acqua, alpinismo, qualsiasi cosa che coinvolga alte quote. Alcune persone provano questa sensazione quando entrano in un ascensore. È un sintomo temporaneo e dovrebbe essere risolto naturalmente. Alcuni riferiscono di essersi sbarazzati della pressione delle orecchie dopo aver soffiato il naso, sbadigliando o sorseggiando dell’acqua. I rumori particolarmente forti che causano forti vibrazioni sul timpano possono influenzare l’udito normale e innescare o accentuare la sensazione di pienezza dell’orecchio.

2) Allergie: Le allergie stagionali possono causare una sensazione persistente di pienezza dell’orecchio o orecchie intasate da muco. Pressione sinusale, rinite allergica con occhi rossi, lacrimazione, pruriginosi e naso che cola con muco bianco e trasparente, sonnolenza e letargia.

3) Infezioni specifiche dell’orecchio: Le infezioni dell’orecchio possono causare accumulo di liquidi ed infiammazione che si traduce in una sensazione di pressione nelle orecchie. L’otite è più comune e comprende l’otite esterna, l’otite media e l’otite interna, ognuno dei tre ha il potenziale di causare pressione all’interno dell’orecchio direttamente o indirettamente. Un’infezione dell’orecchio esterno (otite esterna) si verifica quando l’acqua viene lasciata nel canale uditivo, risultando così un mezzo perfetto per la proliferazione di batteri e funghi. Poiché l’eccesso di acqua nel condotto uditivo esterno è il punto di partenza per l’infezione, l’otite esterna è anche nota come l’orecchio del nuotatore. L’infezione dell’orecchio medio può presentarsi con accumulo di liquido portando dolore all’orecchio intasato. Un’otite media acuta causerà pienezza e dolore all’orecchio anche a riposo nel vostro letto.

orecchie tappate treno, metro ed ascensore
4) Infezioni delle vie respiratorie: raffreddore, sinusite, etc: I tubi di Eustachio collegano l’orecchio medio ai passaggi nasali. Normalmente sono chiusi ma si aprono quando si ingoiano cibo, acqua o in risposta alla pressione, consentendo la regolazione della pressione nell’orecchio medio. Le infezioni respiratorie che causano la produzione eccessiva di muco possono bloccare il naso e la risultante congestione nasale non consente alle trombe di Eustachio di regolare la pressione dell’aria all’interno dell’orecchio medio, dando come risultato una sensazione di pienezza dell’orecchio. Ad esempio, il comune raffreddore provoca una tosse produttiva e l’eccesso di muco che genera può generare una disfunzione della tuba di Eustachio e una sensazione di pienezza dell’orecchio. La sinusite causa anche un accumulo di muco che porta ad una congestione nasale e sensazione di testa o fronte pesante e orecchie pesanti o piene. Le infezioni respiratorie sono in realtà una delle principali cause delle orecchie intasate. Nei casi di infezione respiratoria con produzione eccessiva di muco e congestione nasale, sia le orecchie che il naso vengono ostruiti. La tonsillite è comunemente associata al mal d’orecchio, ma può facilmente causare infezioni secondarie dell’orecchio medio o dei seni che sono caratterizzati dalla pressione dell’orecchio. Quindi se hai orecchie otturate quando ti svegli e trovi difficoltà a deglutire, è possibile che tu abbia una tonsillite che ha dato origine ad un’infezione secondaria. (Tutte le infezioni probabili e non devono essere attentamente valutate dal proprio medico curante).

5) Effetti collaterali delle infezioni respiratorie: La pienezza e sensazione di orecchio “pieno” può manifestarsi come un effetto collaterale di una brutta infezione respiratoria. E uno di questi effetti collaterali è l’infiammazione dell’orecchio interno, noto anche come labirintite. I sintomi della labirintite comprendono vertigini, tinnito, fischi nelle orecchie e persino perdita dell’udito temporanea o permanente. La labirintite è anche una delle ragioni per cui alcune persone sperimentano orecchie otturate dopo la corsa o sperimentano la pienezza dell’orecchio durante l’esercizio fisico.

6) Disfunzione della tromba di Eustachio: Il tubo di Eustachio è un condotto uditivo che collega l’orecchio medio alla parte posteriore del naso. L’orecchio medio è normalmente pieno di aria, ma isolato dall’esterno, ad eccezione del tubo di Eustachio che si apre e si chiude da qualche parte nella parte posteriore dei passaggi nasali per consentirgli di regolare la pressione. La disfunzione della tromba di Eustachio può causare pienezza dell’orecchio, vertigini e fischi nelle orecchie. La tuba di Eustachio è un disturbo dell’orecchio che causa l’apertura sporadica delle tube di Eustachio. Ciò influisce sull’udito normale ed è una causa per la pienezza dell’orecchio medio. La disfunzione può anche essere il risultato di gravi infezioni dell’orecchio, infezioni del seno, labirintite o infiammazione dell’orecchio medio, allergie e disturbi temporo-mandibolari.

7) Orecchie bloccate e tappate da cerume: Un orecchio pieno di cerume può facilmente causare una sensazione di pienezza o pressione all’orecchio. Normalmente, il cerume svolge un ruolo protettivo, creando una barriera contro l’infezione, ma non dovrebbe rimanere nell’orecchio per sempre. In realtà, tutto il cerume prodotto nel condotto uditivo tra l’orecchio medio e quello esterno, verranno infine trasportate fuori dai movimenti naturali delle mascelle che favoriscono la migrazione della cera all’esterno dell’orecchio. L’eccesso di cerume può ostruire il condotto uditivo, causare la pienezza dell’orecchio e infine influire sull’udito e predisporre a infezioni che possono ulteriormente causare complicazioni. E’ bene una volta all’anno effettuare una visita dall’otorino per essere sicuri che le vostre orecchie siano “pulite” dal cerume in eccesso.

8) Timbro perforato: Lesioni al timpano possono portare ad un timpano perforato. L’uso di tamponi di cotone per pulire il cerume, l’irrigazione con la siringa o l’inserimento di vari oggetti nel condotto uditivo sono le cause più comuni. Un timpano perforato influisce sulla normale pressione dell’aria nell’orecchio medio, causando sia la perdita dell’udito che la pressione dell’orecchio o una sensazione di pienezza.

9) Ipoacusia neurosensoriale: È una delle principali ragioni alla base della perdita dell’udito e il risultato di danni ai nervi, fattori autoimmuni o genetici. La condizione causa vari gradi di sordità e di solito è permanente. Non c’è alcun trattamento per questo disturbo,solo varie strategie di gestione dei sintomi. Secondo le statistiche, più della metà delle persone che soffrono di ipoacusia neuro-sensoriale soffrono di pressione alle orecchie, pienezza o orecchie intasate.

10) Orecchie intasate e ipertensione arteriosa: Molti pazienti con ipertensione arteriosa avvertono pienezza dell’orecchio durante l’esercizio, specialmente dopo la corsa, a volte una sensazione di palpitazione alle orecchie o di tinnito pulsante.

11) Altre possibili cause: polipi, cisti, grandi tonsille adenoide (un tipo speciale di tonsille alla base della cavità nasale), tumori benigni (esempio: neuroma acustico) potrebbero esercitare tutti pressione e influenzare l’udito in una o talvolta entrambe le orecchie, risultante in una sensazione di orecchie impagliate o pienezza alle orecchie. La sindrome di deiscenza del canale superiore è una condizione che si traduce nell’assorbimento parziale o totale di un segmento di osso temporale in relazione all’orecchio interno e può provocare pressione o pienezza dell’orecchio. La malattia di Meniere o sindrome di Menière che causa l’accumulo di liquidi nell’orecchio interno causa anche sintomi di pienezza dell’orecchio, acufeni, vertigini e perdita dell’udito.

Conclusioni: Se si sperimenta la pienezza dell’orecchio per mesi, può essere un segno di un’infezione dell’orecchio non risolta, danni ai nervi o un sintomo di perdita dell’udito e deve essere esaminata da uno specialista. Se si verifica una persistente pienezza dell’orecchio e altri sintomi preoccupanti come secrezioni, tinnito, ronzio, fischi continui, mal di testa, vertigini, perdita dell’equilibrio, pressione frontale, perdita dell’udito o alterazioni dell’acuità uditiva, è importante consultare un medico il prima possibile per non peggiorare i danni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.