Proprietà e benefici Cherimoya

Un Frutto dolce, polposo, ricco e fragrante la speciale e famosa Cherimoya è tra i frutti tropicali più deliziosi di origine Argentina (Valli Andine). I frutti sono conici e gli alberi sempreverdi. Botanicamente parlando appartengono alla famiglia delle Annonaceae, del genere Annona. Nome scientifico: Cherimola Annona. L’Annona è un albero di medie dimensioni, cresce fino a circa 30 metri di altezza con un fogliame fitto, e porta frutti solamente dopo circa 5 anni dall’avvenuta piantagione. Nel loro habitat naturale, i fiori di Cherimoya vengono impollinati dagli insetti in primis i coleotteri. Tuttavia, nelle aziende agricole, l’impollinazione è in gran parte fatto artificialmente per ottenere buone rese.

Il frutto è ovale molto irregolare a volte presenta una tipica forma conica, ha la buccia esterna di colore verde scuro con tacche poligonali e piccole protuberanze rotonde e coniche anche quest’ultime. Misura circa 10-20 cm di lunghezza e 10 cm di diametro e il suo peso si aggira intorno ai 300 grammi massimo 500g. In alcune varietà il peso di un singolo frutto può arrivare anche ad alcuni chili. I frutti, raggiunta la maturazione, emanano un fragrante aroma ricco dolce e profumato che può essere apprezzato da una notevole distanza. I semi e la buccia del frutto non sono commestibili.

Proprietà Cherimoya

Esistono diverse varietà di questa pianta tra le più famose si ricordano Annona squamosaAnnona reticulataAnnona muricata. Il Frutto di Cherimoya contiene un elenco impressionante di nutrienti essenziali, vitamine, antiossidanti e minerali. Qui sopra, possiamo dare uno sguardo alla tabella nutrizionale relativa a 100 grammi di Cherimoya fresca. Il frutto ha quantità di calorie equivalenti a quella del mango. 100 g di frutta fresca forniscono circa 75 calorie. Non contiene grassi saturi e colesterolo, ma è molto ricco di fibra alimentare (3 g per 100 g), la fibra aiuta a prevenire l’assorbimento del colesterolo nell’intestino ed è molto utile in caso di stitichezza. La Cherimoya contiene diversi antiossidanti poli-fenolici. Tra questi, i più importanti sono le acetogenine annonacee. I Composti acetogeninci come l’asimicin e la bullatacinare sono potenti citotossine che hanno proprietà anti-cancro, anti-malaria e anti-elminti (Parassitosi intestinale).

Ovviamente, il solo consumo del frutto non garantirà una cura contro il cancro oppure un eliminazione contro i parassiti intestinali. Le proprietà anti-cancro e le proprietà anti parassitosi sono molto blande ed hanno benefici che risiedono nella “prevenzione”. Questo non significa che se siamo sottoposti ad inquinanti ogni giorno, fumo di sigaretta ed altre sostanze mangiando il frutto, non guariremo. Niente di tutto questo. Molte persone si basano su facili letture su internet dove leggono “Proprietà anticancro e frutto miracoloso”. La prevenzione prima di tutto a partire dalle scelte di vita.

Cherimoya

Il Frutto contiene buone quantità di vitamina C. La vitamina C è una potente vitamina idrosolubile antiossidante. È richiesta per la sintesi del collagene nel nostro organismo. Il collagene è la proteina strutturale principale nel nostro corpo necessaria per mantenere l’integrità dei vasi sanguigni, della pelle, degli organi e delle ossa. Il consumo regolare di cibi ricchi di vitamina C aiuta il corpo a proteggersi dal temuto scorbuto, inoltre aiuta a sviluppare una resistenza contro le infezioni virali, aumentando l’aggressività dei nostri globuli bianchi, accelera la guarigione delle ferite e combatte in modo ottimale i radicali liberi. E’ molto ricco anche di vitamine del gruppo B dove possiamo facilmente trovare traccie di piridossina niacina, riboflavina ed acido folico.

Questo fantastico frutto si trova nelle regioni dell’Ecuador e del Perù e cresce in modo “incontaminato” cosa intendo per modo “incontaminato”? Cresce allo stato brado senza l’intervento umano. Visibilmente assomiglia ad un incrocio tra un carciofo ed una fragola. Il sapore ricorda lontanamente un mix tra banane ed ananas. Non contiene grassi saturi, il frutto è ricco di fibre e non ha colesterolo come la maggior-parte dei frutti. Contiene altresì una buona quantità di potassio utile per eliminare il sodio in eccesso dal nostro corpo ed eliminare la ritenzione idrica. Qui di seguito troverete una mappa completa di  vitamine e minerali.

Tabella nutrizionale Cherimoya

Cherimoya rossa: Esiste una varietà di questo frutto dal colore rosso invece del classico colore della buccia esteriore verde. Il sapore non cambia molto ma solo la buccia è differente.
Semi di cherimoya: E’ possibile piantare i semi di cherimoya e far nascere altre piccole piantine. Il procedimento è molto semplice una volta tolti i semi si piantano nel terriccio a 2 cm sotto terra. Il terriccio deve rimanere sempre abbastanza umido, nel giro di 14 giorni sarà possibile prendere visione della nascita della vostra piantina di cherimoya. Nulla di difficile nemmeno per i principianti alle prime armi. I fiori della pianta sono ermafroditi ed hanno un meccanismo per evitare l’autoimpollinazione.

Conclusioni: Il frutto può essere tagliato a cubetti e servito con l’aggiunta di un filo di succo di limone. Molto buono nelle tradizionali macedonie. Chi ha assaggiato il frutto nella macedonia difficilmente si è accorto che si trattava di Cherimoya per il semplice fatto che il sapore era simile alla banana e all’ananas. Il frutto non è per niente economico. Esso, può arrivare facilmente a costare 3 euro o anche 4 euro. In Italia il frutto è coltivato nella regione della Calabria ed in Sicilia, il frutto coltivato in Italia è un frutto molto più fresco e molto più sicuro rispetto al frutto coltivato nelle Americhe proprio per via della grande distanza e dall’uso di pesticidi vietati nell’Unione Europea.

11 Risposte a “Proprietà e benefici Cherimoya”

  1. Ottimo frutto che ho scoperto solòo da pochi giorni.
    Viste le proprietà benefiche correlate alle vitamine ,,specie in funziopne antianemica, ,interessa molte fascie della popolazione.
    Personalmente tento la coltivazione: chissà?

  2. Questo frutto lo trovo buonissimo, io ne ho alcune piante ed ogni anno fanno frutti che raccolgo a novembre consiglio di fare piantine con i semi di cherimoya.

    • Ciao Giuseppe, lascia asciugare i semi in un post fresco ed asciutto e piantali in un vasetto a 1 cm sotto terra all’inizio della primavera.
      In circa 3-4 settimane vedrai spuntare fuori la piantina. Buonafortuna!

  3. sono in possesso di una ventina di semi di Cherimoya e intendo seminarli, qualcuno mi sa indicare se resiste al freddo del nord Italia? Saluto e ringrazio.

  4. Ho conosciuto questo frutto circa 5anni fa a Barcellona l’ho trovato buonissimo, non sapevo di avere anche nel mio giardino la pianta che mi era stata regalata da un amico che non sapeva che pianta fosse, solo dopo 5 anni abbiamo visto questi frutti, avevamo deciso di toglierla perché non faceva frutti e non sapevamo che era una pianta di cerimoya siamo stati fortunati oggi ne abbiamo 5piante che ci danno frutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.