Proprietà e benefici uvetta passa sultanina

Proprietà e benefici uvetta passa sultanina

La famosa uvetta passa può essere sgradevole all’occhio a prima vista. Tuttavia, a parte il suo aspetto, l’uva passa è considerata un’alternativa sana alle classiche caramelle. L’uvetta passa come anche le prugne secche sono stati conosciuti ed efficaci nel trattamento dei disturbi gastrointestinali, in particolare nei casi di costipazione. La ricerca negli ultimi anni ha rivelato che alcune sostanze presenti nell’uvetta passa possono avere numerosi altri effetti benefici per tutto il nostro organismo. L’uvetta passa è da pochi anni riconosciuta dal mondo scientifico come uno snack sano e naturale. Quindi, la prossima volta che avete bisogno di zuccheri, non pensate più alle caramelle o ai cioccolatini, provate a mangiare l’uvetta considerando tutti i seguenti benefici per la salute che possono offrire:

1) Aumenta la nostra fornitura di energia all’interno dell’organismo: Se siete atleti improvvisati o esperti bodybuilder l’uvetta passa può essere di aiuto perchè è carica di zuccheri semplici e facilmente assimilabili, in particolare fruttosio e glucosio. Mangiare uva passa favorisce l’assorbimento efficiente di vitamine, proteine e altri nutrienti nel nostro corpo. Pertanto, aiuta a incrementare la risposta (efficace) del nostro sistema immunitario in caso di bisogno.

Uvetta passa

2) Aiuta la nostra digestione: Dopo l’ingestione, le fibre presenti nell’uvetta passa si gonfiano in quanto assorbono l’acqua, favorendo in tal modo un effetto lassativo utile in caso di costipazione. Un Assunzione regolare di uvetta aiuta a mantenere un movimento intestinale regolare, con l’aiuto delle fibre ci libereremo più facilmente da tossine e materiali di scarto lungo il tratto gastrointestinale.
3) Migliora la salute dei denti all’interno della nostra bocca: A differenza delle stupide caramelle, l’uvetta contiene acido oleanolico (Potente antiinfiammatorio) che fornisce protezione contro la carie ed impedisce la crescita di batteri nocivi che possono causare malattie parodontali e gengiviti.

4) Migliora la salute delle nostre ossa: L’uvetta è una ricca fonte di calcio. Il calcio è un prezioso minerale necessario per rafforzare le ossa e i denti.
5) Riduzione acidità nell’organismo: Il contenuto di potassio e magnesio presenti nell’uvetta contribuiscono a ridurre l’acidità (una condizione metabolica anomala nota come acidosi). I suoi nutrienti sono in grado di eliminare le tossine dal corpo, che possono causare malattie come l’artrite, la gotta, i calcoli renali e malattie cardiache.

uva passa sultanina

6) Trattamento delle infezioni: L’uvetta passa contiene sostanze come i fitonutrienti polifenolici che hanno proprietà antinfiammatorie e antibatteriche.
7) Protezione degli occhi: I fitonutrienti polifenolici presenti nell’uvetta possiedono anche proprietà antiossidanti che proteggono gli occhi dai dannosi radicali liberi che possono causare a loro volta lo sviluppo di cataratta, degenerazione maculare, cecità e altre numerose problematiche visive.

Tabella nutrizionale uvetta passa sultanina

8) Trattamento dell’Anemia: L’uvetta è particolarmente ricca di ferro e rame, due importanti minerali che sono necessari per la formazione dei globuli rossi. Aiuta nel trattamento dell’anemia provocata da carenza di ferro e promuove la coagulazione del sangue durante la guarigione delle ferite.
9) Previene il cancro: L’antiossidante polifenolico presente nell’uvetta e noto come catechina, fornisce protezione e prevenzione contro il cancro.
10) Stimola la libido: L’uvetta è ricca di arginina un nutriente (presente anche nelle noci) in grado di aiutare a risvegliare la libido. L’arginina ha effetti benefici anche sul sistema cardiovascolare. E’ capace di promuovere la naturale dilatazione dei vasi sanguigni. Maggiormente un vaso sanguigno è dilatato è maggiormente è l’apporto di nutrienti all’interno dell’organismo.

Come fare l’uvetta fatta in casa? Settembre è il mese dell’uva. In questo video ci viene spiegato come fare l’uvetta passa in casa. Partiamo subito con la scelta dell’uva che più ci piace. Ci sono differenti varietà di uva, gialla, rossa, viola, nera oppure verde. Vanno conservate in un posto ventilato e non umido in questo modo si evita la formazione del “moscerino” dell’uva. Se qualche chicco presenta la muffa basta eliminarlo dal grappolo per evitare che quest’ultimo, “infetti” altri chicchi. Dopo circa 2 mesi il risultato sarà eccezionale. Tutti si chiederanno se l’uvetta fatta in casa è migliore dell’uvetta comprata al supermercato. Volete la risposta? Non esistono paragoni e qui sotto le differenze:

1) Niente conservanti: Nessun tipo di conservante viene utilizzato. L’anidride solforosa non ci sarà.
2) Più dolci: L’uvetta passa fatta in casa è più dolce rispetto a quella comprata.
3) Più succose: Ovviamente, senza troppi giri di parole la qualità del prodotto è ovvia. Prodotto a km zero, essiccati in casa sotto la propria supervisione. La loro consistenza è più succosa di quelle comunemente conservate nelle classiche bustine di plastica al supermercato.
4) Maggiore contenuto di antiossidanti vitamine e minerali: Niente conservanti equivale ad un prodotto pulito. Gli antiossidanti presenti saranno maggiori per via della qualità della materia prima scelta. Minerali e vitamine saranno presenti in quantità maggiori.

Essiccare l’uvetta passa al sole: Un’altra buona tecnica è quella di essiccare l’uvetta direttamente al sole facendo attenzione nell’utilizzare una speciale tela contro mosche ed altri insetti. L’essiccamento al sole è il più naturale ed anche in questo caso, vitamine e minerali saranno presenti in abbondanza. Ovviamente, il gusto cambia ancora diventano un prodotto da far invidia a qualsiasi grande produttore. Essiccare l’uvetta passa al sole garantisce altresì una più rapida essiccazione del prodotto che già dopo 40 giorni, può essere consumato.

Scegliere un uva senza pesticidi: Utilizzare l’uva dal proprio orto, oppure comprata da persone di fiducia dove siete sicuri che non è stato utilizzato alcun pesticida al di fuori del verde rame. Cosa è il verderame? Il verderame è un sale di rame e zolfo che viene utilizzato come fungicida contro le più comuni malattie fungine delle piante presenti nel proprio orto.

Conclusioni: Consumare ogni tanto uvetta come snack potrebbe allontanare di molto la richiesta di zuccheri da parte del nostro organismo aiutando il nostro corpo a beneficiare di numerose proprietà salutari. Da non dimenticarci che consumando troppa uvetta potrebbe comportare un aumento dell’acidità di stomaco nelle persone più sensibili. Anche in questo caso, la moderazione a tavola è la regola per una salute di ferro.

Questo articolo ha 34 commenti.

  1. interessante.

  2. Vorrei sapere se si può mangiare anche con il diabete alimentare. Grazie

    1. Ciao rita, credo proprio di no. Dovresti consultare il parere del tuo medico curante.

    2. Uva passa contro malattie cardiovascolari e diabete. Questo il risultato di una ricerca svolta dall’Eastern Illinois University e pubblicata sul Journal of Food Science. La ricerca sfata anche alcuni falsi miti legati ai suoi effetti sulla carie, che non verrebbe favorita, ma al contrario ostacolata dal consumo di questo tipo di frutta.
      Secondo lo studio condotto dalla Dr. Ashley R. Waters l’uva passa o “uvetta” contrasterebbe l’azione dello Streptococcus mutans, responsabile dello sviluppo della carie. Inibendo questo batterio verrebbe quindi meno uno dei principali attori della produzione del problema dentale. Merito dell’ampia varietà di antiossidanti contenuti in questa particolare tipologia di frutta.
      L’uva passa può agire come rimedio naturale anche contro il diabete. Le sostanze in essa contenute sembra assicurino una migliore gestione da parte dell’organismo dei livelli di glucosio nel sangue, fornendo un aiuto anche in ottica di perdita o controllo del peso corporeo. Di particolare rilievo sembrano essere poi le sue capacità di promozione della risposta insulinica.

  3. Buonasera,
    Vorrei sapere se chi soffre di trombofilia puo’ mangiare l’ uva passa Grazie

    1. Buonasera Teresa, è opportuno discutere di importanti cambiamenti
      nello stile di vita con il proprio medico.

  4. Quale è la dose giornaliera consigliata? grazie

    1. Ciao Giovanna, una piccola manciatina è l’ideale tra le 10 e le 15 uvette al dì

  5. Buon giorno, mi chiedevo la dose giornaliera, visto che sono un nuotatore. Grazie.

    1. Ciao Roberto, non esiste una “dose” giornaliera efficace per ogni individuo. Tutto e relativo e dipende dal peso, dall’altezza della persona, dall’età e dalla sua predisposizione a un determinato alimento.

  6. Ottimi consigli, non sapevo che ha l’uvetta passa avesse tutte queste proprietà. Grazie

  7. Articolo molto interessante soprattutto per me che amo moltissimo la frutta secca ma mi sorge un dubbio: come la mettiamo con i conservanti normalmente contenuti in questi alimenti tipo l’anidride solforosa?

    1. Ciao Rossella, osserva bene l’etichetta del prodotto e sopratutto cerca il prodotto “Biologico” senza aggiunta di conservanti tra i quali l’anidride solforosa. Esistono diversi prodotti di qualità elevata sopratutto nelle specifiche erboristerie. La maggior parte degli articoli tra qui le proprietà dell’uvetta passa sultanina fanno riferimento alle proprietà del prodotto “Biologico”, che avrà una scadenza più rapida ma si guadagnerà in salute.

  8. Con la pressione bassa va bene? Mangiarla o no

  9. Ho sempre mangiato uva sultanina, non conoscevo le proprietà benefiche, ho una stipsi importante, ora con
    l’aiuto regolare di uvetta ho superato questo problema. Sto facendo indagini per approfondire il motivo di questa stipsi visto che avevo una regolarità svizzera. Grazie

  10. Anidride solforosa? Caro Marius nella mia confezione non c’è! la sultanina è conservata solo con olio di riso che mi risulta faccia pure bene! non capisco perché oggi tutto ciò che si consuma debba essere per forza biologico! a parte il fatto che in ITALIA oltre il 50% del biologico dopo il controllo della guardia di finanza risulta “falso” , mi sa che è tutta una scusa per portare alle stelle dei prodotti del valore di pochi centesimi all’etto a 4-5-6 euro e + con la scusa del biologico!!! – ps.prima di dire uso prodotti biologici fateli analizzare ne scoprirete delle belle…

    1. Salve gentilissimo Sergio. Ovviamente, non tutti noi possiamo produrre uvetta passa sultanina a casa e siamo costretti a comprarla facendo attenzione alle etichette nonché, all’affidamento degli organi specifici che rilasciano e controllano che i prodotti siano considerati “sicuri”. In ogni caso, ancora oggi, esistono aziende che producono validissimi prodotti biologici che rispettano tutte le regole di sicurezza alimentare in materia. Le tue statistiche di oltre il 50% sembrano veramente esagerate e non rispecchiano la realtà. Non fare di tutta un erba un fascio carissimo Sergio. Questo è l’ennesimo commento che vuole attirare l’attenzione su una cospirazione inesistente. Grazie per la tua attenzione.

  11. Salve, l’uvetta sultanina può essere mangiata anche dopo la data di scadenza? l’ho utilizzata nell’impasto di una torta e solo dopo mi sono accorta che era scaduta da una decina di giorni. Vi ringrazio.

    1. Salve Antonella se la bustina dove teneva l’uvetta passa sultanina era ermeticamente chiusa e non aperta, non dovrebbero esserci problemi anche se, sono passati 10 giorni. In caso contrario, e cioè se la bustina era aperta ed è stata esposta all’aria senza nessuna protezione la risposta è SI.

  12. Che bello scoprire che fa tanto bene, io ne sono ghiotta! Compro quella a marchio Coop che non contiene conservanti
    Grazie della preziosa informazione

    1. Grazie a te Paola della delucidazione sull’uvetta passa a marchio coop senza conservanti!

  13. Fantastico che contiene calcio. ..mio figlio ha bisogno di questo elemento ma non sempre riesco con altri alimenti a fornirgli il giusto apporto ma l’uvetta gli piace.

  14. Grazie per tutti i commenti e le risposte del Dott.Marius. Ho riscoperto da poco l’uva passa come aiuto-snack e ora sono oltremodo contenta dei suoi benefici. Ricordo che la mia nipotina, residente in Scozia, faceva uso dell’uva passa da molto piccola e le piaceva molto. Naturalmente, la mamma era stata consigliata e io mi stupivo. Condividerò i vostri commenti con mia figlia. Cari saluti. Pinuccia 1937

  15. Ciao, Marius testi molto interessanti, esaustivi e scritti in modo pacato: complimenti! Però a me piace copiare e archiviare quelli che m’interessano maggiormente, solo che qui il “copia” non funziona: come mai? Suggerimenti, o provvedimenti futuri? Grazie.

    1. Salve gentilissimo Gianfranco. Sono molto felice che gli articoli sul blog di vitamineproteine siano stati di tuo gradimento è in questo caso l’articolo sull’uvetta sultanina. I testi sono coperti da copyright è per questo motivo, non è possibile copiarli ma sono sempre disponibili per tutti online gratuitamente.

  16. Sig Marius è vero! Mettendo l’uvetta ammollo nel gim per 7 giorni e se ne mangiano 9 al giorno sono un gran sollievo per l’artrite.

  17. Buongiorno a tutti! Bisogna lavare l’uvetta prima di mangiarla?

    1. Io sinceramente non ho mai lavato l’uvetta prima di mangiarla. Però alcune persone che conosco la lavano. E’ come mettersi a lavare le prugne secche.

  18. E’ stato un piacere leggere questo articolo e i vostri commenti… grazie per la vostra esperienza e conoscenza. Io, adoro l’uvetta e sono felice che faccia così bene.

  19. Complimenti all’articolo. Nuovo e sorprendente!

  20. Ciao a tutti l’uvetta passa fa benissimo, io la mattina ne metto un cucchiaio nel latte caldo con due biscottini, la colazione è perfetta.

  21. È veramente ottima, io la mattina ne metto un cucchiaio nel latte con due biscottini. Ciao a tutti!

  22. ma l’acqua dell’uva passa, contiene tanto zucchero?

    1. Salve gentilissima Claudia a quale acqua ti riferisci? L’uvetta passa è “disidratata” dunque, senza acqua.

Lascia un commento

Close Panel

Contact Us:

Street Name, FL 54785

Visit our Location

(01) 54 214 951 47

Call us Anytime

Mon - Fri 08:00-19:00

Sat and Sun - CLOSED

Follow Us:

Stay in Touch: