Proprietà e benefici Giuggiole

Proprietà e benefici Giuggiole: Negli ultimi anni le antiche giuggiole hanno perso interesse tra le persone. Sarà stato il cambiamento di epoca, una generazione ormai con interessi totalmente diversi basati solamente sulla tecnologia. Insomma parliamoci chiaro, è triste che le poche anzi pochissime piante rimaste in qualche casa di campagna sparsa per l’italia non trovino l’interesse delle nuove generazioni che hanno menti di “cemento” e tagliano e distruggono l’oro che hanno nelle loro case.

Le giuggiole sono piante centenarie resistenti a tutte le malattie e non è necessario alcun intervento umano affinché producano frutti. Offrono numerosi benefici per la nostra salute e sono ricchi di vitamine e minerali hanno un buon gusto intenso e niente da invidiare a nessun altro frutto presente in natura.

benefici giuggiole

La pianta di Jujuba (Giuggiole) nome botanico “Ziziphus jujuba” raggiunge un altezza massima di 12-13 metri. La sua provenienza rimane ancora oggi “ignota”. Si pensa senza nessuna garanzia, che possa provenire dalla Cina centrale o da alcune zone del Nepal. Sono stati trovati alberi di Giuggiole anche in Corea. In Europa quasi sicuramente è stata introdotta e in madagascar (Africa) introdotta anche li è diventata molto “infestante”. Il primo a parlare di questa pianta fu il botanico svedese Carolus Linnaeus (Linneo) nel 1753. L’albero tollera una vasta gamma di temperature e precipitazioni. E’ in grado ti tollerare inverni piuttosto freddi, sopravvivendo a temperature fino a circa -15 -20 gradi celsius. In Cina viene addirittura prodotto un vino dalle Giuggiole. In oriente il suo utilizzo è sopratutto nelle tisane. Si trovano moltissime tisane a base di giuggiole in Corea del sud. In italia viene consumato sia fresco sia secco. Nei supermercati è impossibile trovare attualmente le giuggiole.

Alcune persone fortunate dovrebbero aver cura del loro albero nella loro casa di campagna e decidere di “risparmiarlo” guadagnandoci in salute. Le giuggiole, sono ricche di proprietà e benefici per il nostro organismo.

giuggiole

Nella medicina tradizionale cinese e coreana le giuggiole sembrano essere usate per alleviare lo stress. Viene utilizzato ancora oggi sempre nella famosa e ormai antica medicina tradizionale cinese come antimicotico naturale, antibiotico naturale, antispastico, sedativo, immunostimolante e antiossidante. Alcune recenti ricerche implicano che le giuggiole hanno proprietà nootropiche e neuroprotettive.

Cosa sono i nootropi? Nootropi, conosciuti anche come (farmaci intelligenti), sono sostanze che aumentano le capacità cognitive dell’essere umano (abilità e funzionalità del cervello).

Tabella nutrizionale giuggiole

Nella tabella qui sopra è possibile dare uno sguardo alle proprietà nutrizionali delle giuggiole. La tabella è molto precisa e possiamo vedere che la vitamina C regna incontrastata nelle giuggiole. La vitamina C protegge il nostro sistema cardiovascolare e gioca un ruolo fondamentale all’interno dell’organismo irrobustendolo a tal punto da diventare molto efficiente a contrastare virus, batteri e moltissime altre malattie pericolose come per esempio lo scorbuto. E’ inoltre presente una buona quantità di minerali come potassio e magnesio capaci di regolare gli elettroliti nel corpo umano.

Conclusioni: Qui sopra possiamo vedere un video su youtube pubblicato della Signora “Riccarda Pisano“. Dove con uno splendido video è stata capace di regalarci qualcosa di magico. Tra le conclusioni finali voglio aggiungere che per esperienza personale anche io, come molti di voi, avevo una pianta di giuggiole che ingenuamente all’età di 15 anni è stata tagliata. A volte si commettono degli errori ma ora che abbiamo la conoscenza è meglio rimediare. Avanti tutti, ripopoliamo l’italia di alberi di giuggiole e diventiamo promotori di frutti ormai dimenticati da tutti. Ancora una volta mi sorprende come il mondo scientifico non sia capace ancora oggi di “fornire” a noi consumatori le risposte a tutte le nostre domande e al perchè ancora oggi non vengono commercializzate le giuggiole.

34 Risposte a “Proprietà e benefici Giuggiole”

  1. Ho alcuni alberi di giuggiole di cui sono molto ghiotto. Vorrei sapere da un esperto quale quantità di zuccheri contengono e se gli stessi possono influenzare il diabete. Grazie della risposta

  2. ho una bella pianta di giuggiole nel mio giardino, la mia mamma era golosa di questo frutto addirittura per raccoglierlo una volta cadde e si ruppe un braccio. Ora Lei non c’e più ma vive il suo ricordo in questa pianta,e grazie a voi ho scoperto che ha delle proprietà molto importanti per la nostra salute.
    GRAZIE

    • E’ stato un piacere Patrizia riaccendere emozioni oramai perdute..ma come dici te, rivivono in ricordi “dentro una pianta di giuggiole”.

  3. Anche io ho due alberelli carichi di giuggiole in questo periodo. Se qualcuno è della mia zona, in provincia di Taranto, potrei regalarne qualche piantina.

  4. Proprio oggi ho raccolto le giuggiole dalle due piante che ho in giardino, una piantata 15 anni fà, l’altra nata spontaneamente dall’altra. Tutte le volte che ho la fortuna di farlo, vivo l’emozione che sento descrivere da altri, torno con la mente ai ricordi della mia infanzia e delle persone che condividevano con me quel piacere.
    Forse, davvero, la felicità sta nelle piccole cose.
    Tante giuggiole per tutti.
    Lamberto

  5. Mia nonna aveva un albero di “sisole” nel trevisano. Ne sono sempre stata ghiotta, ma era difficile trovarle. Oggi al supermercato si possono comprare, ma costano ben 7,90 euro al kg. Ma io sono fortunata perchè ho dei vicini che hanno degli alberi che apprezzano in se stessi ma non per i frutti che lasciano cadere. Oggi uno dei vicini, impietosito dalla mia confessione di avergliene rubate alcune passando di lì, me ne ha regalate un sacchetto da 2 chili!

  6. Pur essendo un appassionato di piante specie da frutto ho scoperto molto tardi questa bellissima pianta, anche perché nella bergamasca son davvero rare mentre ho scoperto che in veneto c’era molto più coltivata, sono rimasto incantato da questo alberello quando l’ho visto nei giardini sul garda… ho fatto posto nel giardino e tra poco la pianterò vicino al cotogno che matura nello stesso periodo, speriamo vadino d’accordo e poi i loro frutti sciroppati si facciano compagnia pure nei vasetti per allietarci il lungo inverno ….

    • In Romagna è molto diffusa. Io stesso, ne ho 2 piante e si trovano alla fine dell’estate anche al mercato della frutta. Esiste anche una specie di mela-giuggiola.

  7. Amo le giuggiole e sono felice di avere un albero nel giardino di casa visto che il frutto ha tante proprietà benefiche…Ma, mi chiedo, chi è quella brava persona che ha manomesso il video su YouTube della signora Riccarda Pisano che parlava di questa pianta “traducendo” con parole volgari e becere quello che lei diceva?..Si crede forse simpatico? Crede di essere furbo? Boh, sarà, a me sembra una persona davvero ignorante e stupida. Ma forse non ha nulla di meglio da fare nella vita…

    • Salve gentilissima Fulvia, il video della Signora Riccarda Pisano si vede ancora oggi perfettamente. Sono felice che a sua volta ami le giuggiole, è una pianta favolosa capace di renderci speciali solamente con la sua presenza.

  8. Adoro le giuggiole, ne ho una pianta in giardino che guardo tutti i giorni per veder colorare i frutti. E’ vero nel Veneto se ne trovano molte anche selvatiche, è vero anche che sono molto resistenti, gli uccellini però….se le mangiano molto volentieri…

    • Salve gentilissimo Gino, in che senso non sa come utilizzare il frutto del giuggiolo? Vuole il consiglio di qualche particolare ricetta a base di giuggiole?

    • Salve gentilissimo Alvaro generalmente le giuggiole possono essere conservate in molti modi. Dobbiamo aspettare che la buccia delle giuggiole presenti delle piccole “rughe” o “piegature” di appassimento. Esse, si usano poi per la preparazione di marmellate, sciroppi, confetture e gelatine che possono essere conservate alla lunga (anche alcuni anni) e consumate nel periodo invernale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*