Proprietà e benefici Capesante

Proprietà e benefici Capesante: Un altro alimento che spesso vediamo sulle nostre tavole sono le comuni capesante che è possibile trovare nelle pescherie e nei negozi esclusivamente di prodotti “ittici”. Vengono spesso nominate anche cappesante, capasanta, pettine di mare e conchiglie di San Giacomo. Proprio come le vongole, sono “molluschi” bivalvi. Se ne consuma solamente la parte interiore escludendo gli intestini e i visceri. Le dimensioni delle capesante sono “impressionanti” se paragonate con cozze e vongole a tavola troveremo “conchiglie” non meno grandi di 10 cm.

Sempre a differenza di altri organismi bivalvi, le capesante possono muoversi in acqua molto velocemente. Si nutrono esclusivamente di plancton e filtrano tutto quello che si trova nell’acqua. Una volta fuori dall’acqua non riescono a rimanere vive per molto tempo. La pesca forzata e la grande richiesta dei grandi ristoranti ne ha ridotto negli ultimi anni la popolazione in maniera drastica in tutto il mondo. Vengono mangiate quasi esclusivamente “crude” con burro e limone. Ovviamente, per questioni igieniche, invito tutti ad escludere questa pratica che può essere pericolosa. (Non sempre si può essere fortunati).

benefici capesante

Viene consumata anche cotta, con l’accompagnamento di vari sughi di pomodoro, alla griglia, alla brace, al vapore etc. Sono povere in calorie e ricche di “colesterolo” e se ne sconsiglia il consumo a tutte quelle persone che hanno alti livelli di colesterolo. Sono ricche di proteine non in maniera eccelsa rispetto ad altri alimenti ma comunque di un alto valore biologico. A differenza di altri tipi di molluschi, non sono particolarmente ricche di vitamine del gruppo B e nemmeno di grandi quantitativi di minerali.

Molti esperti del settore amano le capesante sopratutto per il loro gusto a tavola inconfondibile ma il valore biologico e nutritivo di questo mollusco lascia desiderare. Oltre all’altissimo prezzo che hanno per kg non offrono nutrienti per il nostro organismo capaci di mantenerci in forma. Qui di seguito vengono riassunti alcuni dei pochi benefici (se paragonate con altri alimenti) riguardanti le capesante.

capesante

1) Proteine: Le capesante contengono naturalmente “proteine”. Come ben sappiamo le proteine sono di vitale importanza per la nostra salute. Al fine di costruire il muscolo, abbiamo bisogno di proteine complete, le proteine complete si trovano in uova, carne, pesce, formaggi, latte e molti altri prodotti di origine animale. Le proteine che si trovano in alcuni prodotti vegetali tendono ad essere incomplete anche se, ci sono diverse eccezioni.
2) Omega 3: Le capesante contengono naturalmente gli acidi grassi omega 3. Come ben sappiamo gli omega 3 sono potenti antiossidanti capaci di migliorare molti aspetti della nostra salute. Sono potenti “anti infiammatori” naturali ed agiscono inibendo l’infiammazione nel corpo. Aiutano il sistema cardiovascolare a funzionare regolarmente e migliorano la salute di pelle ed occhi.
3) Poche calorie: Esse, come la maggior-parte dei molluschi contengono pochissime calorie per 100 grammi di prodotto circa 50 calorie. L’unico difetto è l’alto contenuto di colesterolo.




1) Avvertenze ed allergie: Come membro della famiglia dei molluschi anche le capesante possono scatenare gravi allergie. Un’allergia alimentare può svilupparsi in qualsiasi età. Se avete manifestato allergie alle capesante o altri molluschi in passato si consiglia la consultazione con il proprio medico curante “allergologo”. La allergie alle capesante considerate anch’esse “frutti di mare” sono molto accentuate non solo in Italia ma anche nel resto del mondo. Le reazioni allergiche a queste grandi conchiglie possono essere così descritte: mal di testa, formicolio alla lingua, gonfiore alla lingua, difficoltà respiratorie, puntini rossi sulla pelle, eczemi rossi sulla pelle ed infine il più pericoloso, lo shock anafilattico.

2) Pericoli organismi filtranti: Le capesante sono organismi “filtranti” e dunque, non si esclude che possano essere veicolo di batteri e virus anche molto pericolosi proprio per questo motivo a mio parere, se ne deve evitare il consumo crudo.

Nell’interessante video qui sopra è possibile prendere visione della propulsione che hanno le capesante. Il video amatoriale ci insegna che questo “mollusco” ha qualcosa di magico e somigliante ai moderni UFO.

A) Come vengono pescate le capesante? Le capesante vengono raccolte più frequentemente utilizzando pescherecci con reti da traino o reti a strascico.

B) Come conservare le capesante: Le capesante senza alcun additivo sono chiamate “asciutte”, mentre le capesante trattate con tripolyfosfato di sodio (STPP) sono chiamate “bagnate”. STPP fa sì che le capesante assorbano l’umidità prima del processo di congelamento, aumentandone così il loro peso iniziale. Il processo di congelamento richiede circa due giorni. Evitare di consumare capesante del giorno dopo per la grande carica batterica che quest’ultime possono avere.

C) Come mangiare le capesante: Nella cucina giapponese le capesante possono essere serviti nella zuppa o nei preparati come il sashimi o il sushi. Nella cucina italiana vengono serviti a volte “crudi” a volte nei sughi, fritte ma anche alla brace o in padella. A natale, vengono consumate le capesante “gratinate”.

D) Curiosità sulle capesante: Vengono consumate soprattutto al cenone di Natale o Capodanno. In alcuni ristoranti (Non tutti) molte volte vengono messe da parte le conchiglie per poi essere “riutilizzate” per riaccompagnare altri piatti con prodotti “ittici” per scopo decorativo in barba all’igiene.

Conclusioni: Non sono un amante delle capesante e nemmeno di altri tipi di molluschi. Evidentemente non tutti hanno le stesse “papille gustative” e non tutti sono capaci di “apprezzare” queste bontà culinarie. Ovviamente, tutto il pesce gode di un ottima reputazione a livello mondiale anche se, questa grande “reputazione” non mi ha mai convinto per via dei pro e contra e più pro che contra per quanto riguarda molluschi ma anche pesce in generale. A parità di nutrienti se non “maggiori”, vi sono altri alimenti capaci di soddisfare tutte le possibili carenze nutrizionali di ogni persona. E’ più una questione di tradizione mangiare “capesante” un pò come le lenticchie a capodanno.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*